Italia MondoScienzaSlide-main

Fondo italiano per le scienze applicate: fino al 13 dicembre la presentazione delle proposte

2 minuti di lettura

Per il 2022 disponibili 50 milioni di euro. I progetti devono durare da 2 a 5 anni e prevedere un costo tra 1 e 5 milioni.

 C’è tempo fino alle 12.00 di martedì 13 dicembre per presentare le proposte progettuali per accedere alle risorse 2022 del Fondo Italiano per le scienze applicate (FISA).

Il Decreto direttoriale n. 1405 del 13 settembre 2022, infatti – a seguito del decreto n. 327 del 29 marzo 2022 del ministro dell’Università e della Ricerca adottato di concerto con il ministro dello Sviluppo Economico – ha definito nel dettaglio i soggetti che possono partecipare al bando, gli obiettivi e i risultati attesi dalle proposte progettuali, le modalità e i criteri per le valutazioni.

Il FISA, istituito con la legge di bilancio 2022 che ha stanziato 50 milioni di euro per il 2022 e ha previsto una crescita nel tempo per arrivare a 250 milioni a decorrere dal 2025, ha l’obiettivo di promuovere la competitività del sistema produttivo nazionale attraverso la valorizzazione della ricerca industriale e dello sviluppo sperimentale, e si affianca al Fondo Italiano per la Scienza dedicato, invece, alla ricerca fondamentale.

«Il Fondo Italiano per le Scienze applicate è una totale novità, per l’Italia ma anche per l’Europa» dice il ministro dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa. «Quando lo abbiamo istituito ci siamo dati come obiettivo portare la comunità di ricercatrici e ricercatori, italiana e internazionale, pubblica e privata insieme, sempre più verso l’innovazione “disruptive”, dirompente, ancora poco radicata da noi. è strumento che garantirà vere opportunità, soprattutto ai giovani. Grazie al FISA riusciremo ad avere innovazioni capaci di rivoluzionare il funzionamento di settori e mercati di cui, soprattutto in momenti di crisi ed emergenze sempre più complesse, abbiamo davvero bisogno per trasformare, in tempi rapidi, i risultati dell’attività di ricerca di avanguardia in attività di interesse economico e sociale sostenibile e duraturo nel tempo».

Con il FISA si vogliono sostenere proposte progettuali presentate da singoli ricercatori (Principal investigator), appartenenti al settore pubblico o privato della ricerca nazionale, in qualsiasi campo della scienza e che mostrino spiccate caratteristiche di originalità e innovatività e siano in grado di favorire ricadute socio-economiche e industriali.

Le proposte devono essere presentate utilizzando la modulistica presente sul portale dedicato https://fisa-submission.mur.gov.it

I progetti possono interessare qualsiasi tematica scientifica, ma dovranno avere una durata di minimo 2 e massimo 5 anni e un costo complessivo di minimo 1 e massimo 5 milioni di euro.

Le proposte progettuali che supereranno la fase di valutazione scientifica verranno ammesse alla fase negoziale per la definizione degli aspetti esecutivi dell’intervento, anche sulla base degli elementi migliorativi che dovessero emergere nel corso della valutazione.

Articoli correlati
ArteItalia MondoSlide-main

Natura morta di Morandi venduta all'asta per 3,4 milioni: è record assoluto per un'opera italiana

2 minuti di lettura
Per aggiudicarsi il dipinto 15 minuti di rilanci via telefono partiti dalla cifra di 700mila euro. La Contemporary Art Evening Auction di…
CryptoDigitalSlide-main

L'sola di Tuvalu si sta ricreando nel Metaverso mentre il cambiamento climatico rischia di cancellarla dalla mappa

2 minuti di lettura
La nazione insulare del Pacifico di Tuvalu è stata a lungo una causa celebre per i rischi sul cambiamento climatico. Situata quasi…
AttualitàItalia MondoSlide-main

Frana a Ischia. Morta una donna, 11 dispersi

3 minuti di lettura
“Al momento c’è un decesso accertato”, quello di una donna, “i dispersi sono 11. Gli sfollati circa 130. Entro stasera saranno sistemati…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio