Home / Regione  / Europa vuole vini con acqua e senza alcol

Europa vuole vini con acqua e senza alcol

Vino con acqua e senza alcol. Fratelli d’Italia: “È così che l’Europa tutela i produttori?” Vini prodotti con acqua e senza alcol: questa la proposta che sta girando nelle sale delle istituzioni europee e che sta raccogliendo

Vino con acqua e senza alcol. Fratelli d’Italia: “È così che l’Europa tutela i produttori?”
Vini prodotti con acqua e senza alcol: questa la proposta che sta girando nelle sale delle
istituzioni europee e che sta raccogliendo pesanti critiche in Italia. Il gruppo di Fratelli
d’Italia in consiglio regionale veneto si schiera al fianco dei produttori: “La nostra regione è
una delle principali realtà europee e mondiali per la produzione vinicola. In Veneto si
producono ben 42 vini con riconoscimento DOC o DOCG, quasi il 13% di quelli riconosciuti
in tutta Italia: pensiamo ad esempio al Prosecco, all’Amarone, al Valpolicella, al Soave,.. ”,
sottolinea il capogruppo Raffaele Speranzon. “Eccellenze riconosciute a livello mondiale,
che nel 2019 hanno fatto registrare per l’export un fatturato record di 2,3 miliardi di euro e
basate su secoli di studi e di esperienza: stravolgere tutto questo vuol dire non tutelare i
produttori, mettere a rischio l’identità e abbandonare la vera storia dei prodotti italiani”.
Il gruppo di Fratelli d’Italia promette battaglia, come annuncia Speranzon: “La Regione
Veneto non può restare spettatrice: chiederemo che contro questa proposta si attivi
l’esecutivo nazionale, visto che il “governo dei migliori” sembrava avesse le porte
spalancate a Bruxelles. Bene, vediamo se è così: vadano in Europa a difendere le
produzioni italiane e, anzi, rilancino chiedendo cosa si intende fare per contrastare il
fenomeno dell’italian sounding, che per la nostra nazione rappresenta un fanno da 100
miliardi all’anno. Invece di trasformare il vino in acqua, si impegnino concretamente a
contrastare la contraffazione dei prodotti agroalimentari che fanno grande l’Italia nel
mondo”.

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni