MestrePoliticaSlide-mainVenezia

Da oggi Venezia è ravvivata da drappi a finestre e balconi a favore del SI

2 minuti di lettura

Pubblicata una pagina a pagamento e rivolta al Presidente della Repubblica per evitare oscuramenti da parte del Comune di Venezia 

 

Oggi Venezia si è svegliata con i balconi e le finestre tappezzate di striscioni che invitano gli abitanti a votare SÌ al referendum per iniziare a cambiare le sorti di Mestre e Venezia ed ottenere che diventino due comune autonomi.

 

Striscioni a favore del SI anche sul Canal Grande

Un mare di striscioni rossi con la scritta “Domenica 1° dicembre votiamo SI al cambiamento” firmati da +Mestre+Venezia, una piattaforma a sostegno di tutti i comitati e cittadini che si battono per per le prospettive delle due città e per un referendum supportato da un’informazione corretta.

 

Per l’azione di sensibilizzazione è stata scelta la data del 21 novembre perché oggi si celebra la Festa della Madonna della Salute, evento che raccoglie la città per ricordare la sconfitta della pestilenza che ha decimato gli abitanti tra il 1630 e il 1631. E oggi il crollo demografico di Venezia, con gli effetti debilitanti sul tessuto sociale, è paragonabile agli effetti di una pestilenza.

 

Alle migliaia di veneziani che in queste ore si muoveranno per la città sarà quindi proposto un ulteriore momento di riflessione, per invitarli ad abbattere un anacronistico modello di amministrazione nato durante il fascismo nel 1926.

 

Tra i primi a esporre il drappo per il SI dalle proprie finestre è stata Jane da Mosto, protagonista di molte battaglie a difesa di Venezia e promotrice di iniziative per uno sviluppo sostenibile: “So che in molti punti della città sono comparsi i drappi per il SÌ e questo significa che chi è favorevole alla creazione di due comuni autonomi ci mette la faccia, cercando di rompere il muro di silenzio voluto dai boicottatori del referendum. Chi espone i drappi sta manifestando con determinazione ed entusiasmo la propria volontà di vero cambiamento”.

 

+Mestre+Venezia vuole superare un modello amministrativo che in quasi 100 anni di storia non è mai stato all’altezza delle attese degli abitanti di Mestre e Venezia, come drasticamente dimostrato dall’impotenza della città di fronte alla devastante acqua alta dei giorno scorsi.

 

Richiesto l’intervento del Presidente Mattarella con una pagina a pagamento

Inoltre è stata pianificata una pagina sulla stampa veneta, firmata dai comitati e associazioni per il SÌ, per invitare il Presidente della Repubblica, nonostante i pochi giorni rimasti, ad assumere qualche iniziativa che favorisca l’informazione dei cittadini e per evitare azioni di oscuramento del referendum da parte dell’amministrazione comunale.

 

AVM vieta la pubblicità di +Mestre+Venezia

In particolare +Mestre+Venezia si è inspiegabilmente vista rifiutare una campagna pubblicitaria a favore del SI sui mezzi della AVM SpA – Azienda Veneziana della Mobilità e controllata dal Comune di Venezia. Malgrado +Mestre+Venezia avesse un contratto regolarmente firmato dalla concessionaria pubblicitaria, è stata vietata la possibilità di informare i cittadini veneziani.

Articoli correlati
Slide-mainVenetoVenezia

“I biscotti di Semitecolo”: l’omaggio di Castelfranco Veneto per i 1600 anni di Venezia

1 minuti di lettura
Damiano: “Una splendida iniziativa per celebrare la gloriosa storia della Serenissima” Anche la città di Castelfranco Veneto ha voluto omaggiare Venezia in…
Slide-mainVeneto

Zaia. No a taglio terza edizione TG Regionali. "Migliorare si può, chiudere non i deve"

1 minuti di lettura
“Ridimensionare o peggio chiudere una fonte d’informazione è sempre un errore, perché informazione equivale a democrazia. La Tgr non va toccata, anche…
Slide-mainVenezia

A Venezia la XII edizione del corteo acqueo votivo alla Madonna della Salute

1 minuti di lettura
Si è rinnovato questa mattina a Venezia il tradizione corteo acqueo votivo alla Madonna della Salute, l’iniziativa promossa dal Gruppo sportivo artigiani Venezia…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!