Home / Posts Tagged "Vittorio Veneto"

Grande soddisfazione, bel tempo e ottimi risultati per l’edizione 2019 della Plurisecolare mostra mercato uccelli avvenuta nella giornata di Ferragosto, a Serravalle, il centro storico di Vittorio Veneto.

 

La mostra, con origini antichissime risalenti persino al 1200, ha garantito i risultati sperati, e anche qualcosa in più: Flavio Uliana, presidente della Pro Loco di Vittorio Veneto nonché dell’associazione L’Gavinel che insieme hanno organizzato la mostra, commenta positivamente l’iniziativa, collaudata ormai da tempo, che ha visto presenti circa 5000 persone.
“È una manifestazione molto sentita dai vittoriesi e rinomata all’interno del circolo delle mostre del settore ornitologico. Siamo fieri dei risultati perché abbiamo riscontrato un aumento degli espositori del 50 percento, dunque un’incoraggiante risposta al nostro impegno”.

La preparazione della manifestazione che prevedeva 15 categorie espositive, con altrettante premiazioni, ha richiesto un’attenta organizzazione e grande attenzione al dettaglio, elementi che insieme hanno incredibilmente trasformato le zone adibite a spazi espositivi.

Non solo ornitologia

Fondamentale ricordare che la fiera non ha trattato esclusivamente il settore ornitologico, ma è cresciuta in spazi e attività. Ad affiancare il concorso mattutino di canto dei volatili c’è stata infatti una serie di incontri che hanno incluso manifestazioni cinofile, aumentando l’affluenza di gente durante le dimostrazioni di salvataggio in acqua con cani addestrati e esibizioni di “Agility dog” e “Pet Therapy”.

 

“Ci teniamo a rimanere al passo, e crescere insieme a coloro che ci seguono, proponendo attività che vadano incontro ai nuovi interessi dei giovani e adulti, integrando la nostra fiera”.

 

Le impressioni della gente sono state positive, anche riguardo piccole variazioni rispetto alle edizioni passate: “È un attestato di stima per tutti noi” afferma Uliana, che conclude ringraziando di cuore tutti i privati cittadini che hanno messo a disposizione i loro giardini e spazi privati in favore della buona riuscita della mostra.

“Ringraziamo davvero tutti coloro che ci hanno aperto le loro porte concedendo alla fiera un’ottima esposizione, con un valore aggiunto dato dalla disponibilità dei cittadini: ulteriore prova dell’accoglienza della comunità vittoriese nei confronti di manifestazioni di questa portata”.

Un fine settimana in pista con la fase provinciale dei campionati cadetti di società. La prima giornata di gare si disputerà oggi, sabato 27 aprile (con inizio alle 15.30), sul rinnovato anello di Vittorio Veneto. La seconda è invece in programma domani, domenica 28 aprile (con inizio alle 9), allo stadio Polisportivo di Belluno.

 

La doppia rassegna, dedicata alle società trevigiane e bellunesi, rientra nel programma di collaborazione che da qualche stagione unisce i due comitati provinciali della Fidal. Ben 34 le gare in cartellone, equamente divise tra le due giornate di gara. Vittorio Atletica, società organizzatrice della manifestazione di sabato, mette anche in palio il 4° premio in ricordo del tecnico Mario Bortolot. Lo speciale riconoscimento andrà ai vincitori delle due gare di lancio del martello (maschile e femminile).

Prove multiple di scena oggi, sabato 16 febbraio, a Vittorio Veneto. La palestra Pontavai, in piazzale Zanette, ospita un biathlon per la categoria ragazzi, valido per il campionato provinciale individuale e di società. Gli atleti si sfideranno nei 30 metri ad ostacoli e nel salto in alto.

 

In chiusura, staffetta 4×60 ostacoli. Organizza Vittorio Atletica, in collaborazione con il Comitato provinciale della Fidal. Inizio previsto alle 15.45.

 

Quarantacinque ragazzi accolti nei centri di accoglienza gestiti dalla società Nova Facility di Treviso. domani mattina alle 10, saranno presenti all’udienza generale di Papa Francesco in Vaticano. I richiedenti asilo sono ospiti della ex caserma Serena di Treviso e Dosson, della ex caserma Zanusso di Oderzo e del centro allestito all’hotel Winkler di Vittorio Veneto.
Partiranno da Treviso in pullman e saranno accompagnati da quindici dirigenti e lavoratori di Nova Facility, tra cui il presidente della società Gian Lorenzo Marinese.

Un anno da incorniciare il 2017 per l’affluenza di turisti nel trevigiano. La Marca infatti risulta la quarta provincia più visitata nel Veneto dopo le provincia di Venezia, Verona e Padova.

 

Il trevigiano è soprattutto meta di cinesi e tedeschi. Mentre i primi si fermano solo poche ore, i secondi soggiornano nella Marca per alcuni giorni.

 

Sono non solo le mostre d’arte ad attirate i turisti, ma anche la qualità dei vini e la bontà del cibo ormai nota in tutta Europa.

 

Nella marca trevigiana, nel 2017, ci sono state più di due milioni le presenze di turisti. Le città che hanno visto il maggior incremento di turisti sono state Castelfranco, Vittorio Veneto, ma anche Treviso, che ha avuto un incremento di visite pari al 15%.

 

Fonte: il Gazzettino

Un vincolo permanente di fraternità e cooperazione solidale nasce tra le città di Vittorio Veneto e di Mogliano Veneto, in occasione dell’adunata nazionale dei Fanti che è culminato nella sfilata di ieri, domenica 27 maggio

 

I due sindaci, Roberto Tonon, vittoriese, e Carola Arena, moglianese, hanno sottoscritto ieri un “Patto di amicizia” tra i due comuni, proprio prendendo spunto dalle celebrazioni per il centenario della fine della grande guerra.

Con ruoli diversi le due città hanno visto il loro destino legato alla prima guerra mondiale.

 

Mogliano Veneto, vicina al fronte ma abbastanza sicura, era il luogo ideale per i primi soccorsi ai feriti. Per questo alcune ville furono scelte per ospitare ospedali e comandi.

 

Vittorio Veneto è indissolubilmente legata alla battaglia finale, la terza battaglia del Piave, duramente combattuta, che vide frantumarsi l’ultima resistenza dell’esercito austro-ungarico sia sul Piave sia nel settore del Monte Grappa, fino al suo crollo e alla vittoria finale.

 

All’adunata nazionale dei Fanti è stato nutrito il drappello degli associati alla sezione moglianese dell’Associazione Fanti, e da Mogliano è arrivato il monumento che verrà donato alla città di Vittorio Veneto a perenne ricordo dell’evento e che è stato progettato da un architetto e realizzato da un maestro d’arte moglianesi.

 

“Questa è un’ottima occasione per suggellare un’amicizia vera tra le nostre due comunità, ed è questo, infatti, il senso del patto sottoscritto oggi. Nuovi legami che vogliamo sviluppare sul piano sociale, culturale, economico, mettendo a confronto soprattutto i nostri giovani. Siamo sicuri che da questo confronto potranno nascere vere occasioni di sviluppo sociale delle nostre comunità”, hanno affermato i due sindaci, Roberto Tonon e Carola Arena.

 

Il patto di amicizia si esprimerà con occasioni di scambio tra le due collettività, di informazioni sociali, culturali, sportive ed economiche. Saranno incentivate tutte le iniziative tese all’educazione, alla formazione, alla cooperazione scientifica, tecnica e tecnologica, all’ambiente, alla cultura, all’agricoltura e al turismo.

 

I giovani saranno stimolati al confronto reciproco per ampliare i propri orizzonti culturali, rapportandosi con una differente realtà sociale.

 

Il patto si allarga anche alle problematiche economiche e turistiche per le quali le due città cercheranno forme di interazione, scambio e sviluppo, come per la gestione amministrativa cittadina, con momenti di confronto delle modalità di governo locale.

I carabinieri della stazione di Vittorio Veneto, nel corso di un servizio di controllo del territorio hanno tratto in arresto per furto aggravato continuato G. M. classe 1984, residente a Vittorio Veneto (TV), celibe, disoccupato.

 

Nella notte di ieri, nel corso di un servizio di controllo del territorio, una pattuglia della stazione di Vittorio Veneto mentre transitava in località Nove, notava dei movimenti sospetti all’interno di un cantiere edile. Approfondendo i controlli i militari, notavano infatti un soggetto travisato intento a caricare su un’autovettura due grosse batterie poco prima sottratte da due automezzi custoditi all’interno del cantiere. Alla vista dei militari che intimavano l’alt, il soggetto tentava di allontanarsi a piedi ma veniva immediatamente raggiunto e bloccato. Da un controllo operato sulla vettura del trentenne, veniva rinvenuta una tanica piena di gasolio che era stato appena asportato dai predetti mezzi utilizzando un tubo in gomma.

 

La perquisizione domiciliare, operata presso l’abitazione del vittoriese, ha permesso inoltre di rinvenire e sequestrare una motosega asportata a un artigiano della zona qualche giorno prima. Tutto il materiale rinvenuto è stato posto sotto sequestro e G. M. è stato tratto in arresto per furto aggravato continuato. L’arresto è stato convalidato.

POST TAGS:

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni