Home / Posts Tagged "Silea"

Grandi performance artistiche internazionali dal 22 novembre al 2 dicembre

 

Dopo il successo ottenuto all’estero con il tour internazionale, torna in Italia dall’Ungheria, il circo diretto da Larry Rossante con un cast d’eccellenze internazionali, artisti pronti a sfidare le leggi gravitazionali, con voli pindarici ed acrobazie estreme.

 

Il confortevole chapiteau è pronto ad accogliervi e stazionerà in zona centro commerciale Emisfero. In programma i seguenti spettacoli: venerdì 22 novembre, debutto ore 20.45; lunedì, giovedì e venerdì, ore 17.30; sabato ore 16.30 e 20.45; domenica ore 15.30 e ore 18.00; martedì e mercoledì chiusura. Il sorprendente spettacolo è pronto a stupire il suo pubblico e in occasione del debutto, venerdì biglietto promo a 7 euro.

 

 

L’incantevole show è pervaso dall’allegra e colorata presenza del clown Yoyo, sarà impossibile resistere al suo humor. Attrazioni ad alto carico emozionale, in pista al cavo d’acciaio l’equilibrista Claudio Bellucci; i cavalli in libertà di Ivette De Rocchi, vincitrice del Festival del Circo di Mosca; il lanciatore di coltelli su bersaglio umano, esibizione del duo Niuman, protagonisti della trasmissione “Tu Si Que Vales” in onda su Canale 5; l’abile giocoliere Warren con le sue palline volanti; l’equilibrista e verticalista Erik dell’Accademia Circense. Volteggiano le acrobate dell’aria, sono le Sisters Seyla ed Iglys ai tessuti aerei ed ancora grande stupore con le grandi illusioni di Larry Rossante. Atmosfera magica e puro divertimento, tra colori e luci, ecco gli animali esotici di Mario Bellucci e per incantarvi ancora, la magia delle ombre cinesi e tanto altro da scoprire, per poi vivere insieme il gran finale con tutti gli artisti.

 

Prevendita aperta su www.circusticket.it e su Groupon, promozione scaricabile anche dal sito ufficiale del circo www.orfei.it ed ancora per ulteriori informazioni è possibile consultare la pagina facebook Circo di Mosca, siamo presenti anche su instagram circodavidorfei.

L’armonia con se stessi e con gli altri è il senso profondo dei movimenti e delle danze sacre di Gurdjieff. 
Il seminario in programma per il prossimo autunno a Treviso offre un percorso di crescita atto ad approfondire la conoscenza di se stessi. È adatto a chi pratica i movimenti per la prima volta e a chi lavora già da tempo nell’insegnamento di Gurdjieff.

 

Un percorso di conoscenza di sé

I movimenti e le danze sacre sono un’antica disciplina tramandata per aiutare l’essere umano a contattare ed esplorare il proprio mondo interiore. Sono un insieme di movimenti differenti: figure geometriche, preghiere, danze femminili e rituali maschili provenienti dalla tradizione derviscia. La musica, creata da Gurdjieff, è ricca di armonia, melodia e ritmo. Questi movimenti producono un cambiamento nel corpo, nella circolazione sanguigna, nel ritmo respiratorio, portando uno stato di lucidità e di presenza cosciente.
I seminari rappresentano un percorso di crescita e di conoscenza di sé per vivere in armonia con sé stessi e con gli altri.

 

Le danze dei corpi celesti…

“Dietro il movimento visibile vi è un altro movimento, che non si può vedere e che è tuttavia molto forte, da cui dipende il movimento esteriore. Se questo movimento interiore non fosse così forte, il movimento esteriore non avrebbe nessuna reazione.”

 

Info utili

Condotto da: Shurta
Località: presso Spazio Zero (via Giambattista Tiepolo 12, Silea – Treviso)
Data evento: 30 novembre – 1° dicembre
Durata evento: 15.30-19.30 il sabato e 10.00-16.30 la domenica (con pausa pranzo).
La struttura offre un servizio di B&B.
Sono richiesti vestiti comodi, possibilmente di colore bianco o comunque chiaro, senza scritte e un paio di calzini.

 

Programma

• Movimenti e danze sacre nella tradizione di Gurdjieff
• Letture sull’insegnamento
• Meditazione
• Ascolto della musica
• Esercizi di attenzione e presenza
• Momenti di condivisione.

 

Per ulteriori informazioni e/o confermare la partecipazione al seminario telefonare alla Segreteria della Scuola (Riccardo Orlando: cell. 389.5212712); oppure mandare una mail a [email protected]

 

Info per il B&B: Andrea Miani tel. 0422.361079

Link: https://www.movimentidanzesacre.it/eventi/seminario-a-treviso-4/

L’armonia con se stessi e con gli altri è il senso profondo dei Movimenti e Danze Sacre di Gurdjieff. Il seminario offre un percorso di crescita atto ad approfondire la conoscenza di se stessi. È adatto a chi pratica i movimenti per la prima volta e a chi lavora già da tempo nell’insegnamento di Gurdjieff.

 

Programma

• Movimenti e Danze Sacre nella tradizione di Gurdjieff
• Letture sull’insegnamento
• Meditazione
• Ascolto della musica
• Esercizi di attenzione e presenza
• Momenti di condivisione

 

Un percorso di conoscenza di sé

I Movimenti e le Danze Sacre sono un’antica disciplina tramandata per aiutare l’essere umano a contattare ed esplorare il proprio mondo interiore. Sono un insieme di movimenti differenti: figure geometriche, preghiere, danze femminili e rituali maschili provenienti dalla tradizione derviscia. La musica, creata da Gurdjieff, è ricca di armonia, melodia e ritmo. Questi movimenti producono un cambiamento nel corpo, nella circolazione sanguigna, nel ritmo respiratorio, portando uno stato di lucidità e di presenza cosciente.
I seminari rappresentano un percorso di crescita e di conoscenza di sé per vivere in armonia con se stessi e con gli altri.

 

Le danze dei corpi celesti…

“Dietro il movimento visibile vi è un altro movimento, che non si può vedere e che è tuttavia molto forte, da cui dipende il movimento esteriore. Se questo movimento interiore non fosse così forte, il movimento esteriore non avrebbe nessuna reazione.”

Dove e quando

Presso Spazio Zero
Via Giambattista Tiepolo, 12, Silea – Treviso
21 – 22 settembre
Orario: 15.30-19.30 il sabato e 10.00-16.30 la domenica
(con pausa pranzo)

La struttura offre un servizio di B&B (Info: Andrea Miani, tel. 0422 361079)

Sono richiesti vestiti comodi, possibilmente di colore bianco o comunque chiaro, senza scritte e un paio di calzini.

 

Per ulteriori informazioni e/o confermare la partecipazione al seminario telefonare alla Segreteria della Scuola (Riccardo Orlando: cell. 3895212712); oppure mandare una mail a [email protected]

 

 

Photo credits: Cristina Berlini

Partecipato e ricco di stimoli il convegno organizzato nelle scorse settimane dall’associazione Veneto Vivo sugli scenari di sviluppo e governo del territorio nell’area dei Comuni di Roncade, Casale sul Sile, Casier, Silea, Breda, Zenson di Piave, San Biagio di Callalta e Monastier, e sull’attualità dell’esperienza del Piano Strategico di Sviluppo Sostenibile di Roncade, approvato nel 2007 durante il mio mandato di sindaco, prima della grande crisi arrivata nel 2009.

 

Il dott. Federico Callegari della Camera di Commercio di Treviso ha illustrato i dati relativi alla trasformazione del tessuto socio-economico avvenuta dal 2007 al 2016 nell’area di Roncade e Comuni limitrofi: per effetto delle dinamiche globali nelle filiere del sistema produttivo locale i settori si stanno ridefinendo, sono cambiati i legami di comando e di controllo delle imprese (meno sedi, ma più filiali), sono cambiate le attenzioni al territorio, con la necessità di governarne l’attrattività sotto più dimensioni (mercato del lavoro, saperi, infrastrutture, residenzialità, turismo).

 

A ciò si aggiunge anche la necessità di governare il cambiamento della società, determinato dall’invecchiamento e dai divari generazionali, cercando di far convergere prospettive soggettive e bene comune (con la sfida dell’innovazione sociale e del welfare di comunità). 

 

Il professor Giancarlo Corò ha sottolineato come, nel quadro della nuova globalizzazione e del ridisegno degli scambi commerciali globali in atto, il territorio del Nordest debba puntare su alcuni valori chiave: la conoscenza e la coesione sociale, che richiede cooperazione e dunque fiducia. Occorre innanzitutto investire in conoscenza. Occorre, inoltre, investire nelle infrastrutture necessarie alla mobilità delle persone e nella qualità delle Istituzioni, puntando sull’autonomia come strumento fondamentale per la crescita e la competitività dei territori. Lo dimostra Bolzano, che – ha sottolineato il professor Corò – è oggi la realtà più metropolitana in Italia. 

 

Il professor Roberto Masiero ha evidenziato il cambio di paradigma epocale che caratterizza il tempo che viviamo. Stiamo passando dal modo di produzione industriale a quello digitale, che determina una diversa configurazione del conflitto capitale-lavoro e del rapporto tra proprietà privata e bene pubblico, con la conseguenza che anche l’assetto istituzionale e politico (democrazia rappresentativa e welfare state) che reggeva il sistema precedente è andato in crisi.

 

Prima che la crisi porti al collasso il nostro sistema Paese oggi in stallo (con la burocrazia che è uno dei freni all’uscita dalla crisi e la politica ridotta al populismo) che mosse fare? Occorre ripensare le proprie capacità manifatturiere, industriali, tecnologiche e scientifiche in chiave smart, cioè coniugando antichi saperi, mestieri e professioni con le nuove tecnologie, accompagnando i processi innovativi; investire nell’accumulazione dei saperi e della creatività collettiva; dare nuovo spazio ai soggetti intermedi; ripensare la funzione del lavoro nella società digitale; intervenire nel welfare non solo per “difendere” i cittadini, ma per accompagnare i nuovi processi sociali.

 

Ma soprattutto è urgente ricomporre il rapporto tra politica e amministrazione, attivando tutte le forme di rappresentanza e i soggetti che operano nel territorio per farli interagire con i processi di trasformazione in atto, secondo una logica di sussidiarietà, cioè lasciando libero nella sua attività l’ente che sta più in basso e che ha il compito di fare determinate azioni e lo fa al meglio. E non è quello che sta accadendo per la resistenza dell’attuale politica centralistica.  

 

Insomma dalla serata si è avuta conferma della necessità di un nuovo modello di governance: nelle conclusioni, il dott. Luigi Iacono ha evidenziato la necessità di realizzare nell’ambito della programmazione comunale un processo di pianificazione strategica, con una cooperazione intercomunale, partecipato dal basso, per lo sviluppo economico sostenibile, un processo in cui tutto il territorio ragioni come un sistema, anzi una comunità, che ha una comune visione della propria identità e degli obiettivi condivisi da perseguire per aprirsi ad un futuro più vivo e libero. 

 

Gli amministratori locali, ma anche le associazioni di categoria, gli imprenditori, i commercianti e i cittadini presenti, hanno accolto con interesse la proposta, su cui ora è necessario avviare un percorso di lavoro concreto.

 

Simonetta Rubinato

 

 

 

A Silea, un calciatore 14enne del Treviso è stato vittima di insulti razzisti (“nero di m**** ti sotterriamo vivo”) da parte di due adolescenti della squadra avversaria.

 

I consiglieri Piero Ruzzante (Liberi E Uguali), Patrizia Bartelle (Italia In Comune) e Cristina Guarda (Civica AMP) hanno presentato una mozione in Consiglio regionale «per esprimere solidarietà al giovane calciatore del Treviso, per dire No ad ogni discriminazione e per ribadire che lo sport è prima di tutto rispetto reciproco».

«Con l’auspicio che possa essere condivisa da tutto il consiglio regionale. Ci appelliamo al buonsenso dei nostri colleghi. Siamo certi che nessuno vorrebbe vedere un proprio figlio vittima di un episodio simile», dichiarano i tre consiglieri.

 

«Quando anche tra i più giovani si diffondono parole d’odio – sottolineano Ruzzante, Bartelle e Guarda – la politica e le istituzioni sono chiamate a interrogarsi. Chi detiene il potere politico e gode di ampia visibilità mediatica ha un’enorme responsabilità nei confronti di tutta la società. Certa propaganda – concludono i consiglieri – può forse dare soddisfazione al politico di turno che guadagna consenso sul breve termine, ma alla lunga è la gente comune a pagarne le conseguenze. La storia recente e passata ci offre molti esempi in questo senso».

 

La risoluzione presentata da Ruzzante, Bartelle e Guarda si richiama ai principi contenuti nel Codice di Comportamento sportivo del CONI, che vieta qualunque comportamento discriminatorio, e nella Carte Etica dello Sport approvata nel 2017 dal Consiglio regionale che recita: “Lo sport è portatore di valori morali, culturali, educativi, nonché imprescindibile fattore di inclusione sociale ed integrazione popolare, nel totale rifiuto di ogni forma di discriminazione”.

 

 

Con la risoluzione, Ruzzante, Bartelle e Guarda chiedono al consiglio regionale di esprimere «solidarietà al giovane calciatore oggetto delle intollerabili offese descritte in premessa e condanna ogni episodio discriminatorio, specie se commesso nell’esercizio o in occasione delle attività o delle manifestazioni sportive» e di impegnare la Giunta regionale «ad adottare, anche in applicazione della Carta Etica dello Sport, tutte le iniziative finalizzate alla prevenzione di ogni tipo di discriminazione».

Le amministrazioni comunali di Casale sul Sile, Silea, Casier e Roncade, in collaborazione con “Stivalaccio Teatro”, promuovono la prima rassegna teatrale in rete “Il teatro si fa in quattro” che, per la stagione 2018/2019, porterà in scena dieci spettacoli per famiglie e per adulti.

 

In occasione della Giornata della Memoria, domenica 27 gennaio 2019 (ore 17.00), l’auditorium di Casale sul Sile ospiterà Shabbes Goy di e con Silvia Priori e Roberto Gerboles, in collaborazione con Moni Ovadia.

 

Una strada come tante, ma solo in apparenza, perché al suo centro corre un muro invisibile: gli ebrei da una parte, i cristiani dall’altra.
Si parla di una famiglia ebrea come tante: il padre, fuggito dai pogrom polacchi, lavora alle manifatture tessili, sperperando gran parte del suo salario al pub. La madre manda avanti la famiglia come può, ricorrendo a mille espedienti. La loro povera casa si allinea con altre simili su una strada di ciottoli di una cittadina industriale del nord dell’Inghilterra.
La Prima Guerra Mondiale incombe, e con essa eventi che cambieranno per sempre la vita della famiglia, e quella della strada. Quando Lily, la sorella maggiore vince con il massimo dei voti una borsa di studio, il padre si oppone e la trascina con sé alle manifatture. Ma alla fine della guerra l’amore segreto per Arthur, un ragazzo cristiano, darà a Lily la forza di ribellarsi e di sfuggire a un destino segnato. Solo il figlio nato da questa unione negata sarà in grado di aprire una crepa nel muro, lasciando filtrare un raggio di luce.

 

Tutti gli spettacoli sono offerti dalle amministrazioni comunali di Silea, Casier, Casale sul Sile e Roncade. Agli spettatori verrà richiesto solo un piccolo contributo:

Intero, 8 euro
Ridotto, 5 euro. Riduzioni valide per under 30, over 65 e tesserati delle Biblioteche
Promozione famiglia, 15 euro
Abbonamento a 10 spettacoli, 50 euro.

 

La vendita di biglietti e abbonamenti avviene dalle ore 16.00 presso i luoghi di spettacolo.

Prevendita online su: www.mailticket.it

Per ulteriori informazioni: Stivalaccio Teatro – 371.1984391 – [email protected]

 

 

L’armonia con sé stessi e con gli altri è il senso profondo dei movimenti e delle danze sacre di Gurdjieff. Il seminario promosso da Shurta offre un percorso di crescita atto ad approfondire la conoscenza di sé stessi, ed è adatto a chi pratica i movimenti per la prima volta e a chi lavora già da tempo nell’insegnamento di Gurdjieff.

 

I movimenti e le danze sacre sono un’antica disciplina tramandata per aiutare l’essere umano a contattare ed esplorare il proprio mondo interiore. Sono un insieme di movimenti differenti: figure geometriche, preghiere, danze femminili e rituali maschili provenienti dalla tradizione derviscia. La musica, creata da Gurdjieff, è ricca di armonia, melodia e ritmo. Questi movimenti producono un cambiamento nel corpo, nella circolazione sanguigna, nel ritmo respiratorio, portando uno stato di lucidità e di presenza cosciente.
I seminari rappresentano un percorso di crescita e di conoscenza di sé per vivere in armonia con sé stessi e con gli altri.

 

Programma

• Movimenti e danze sacre nella tradizione di Gurdjieff
• Letture sull’insegnamento
• Meditazione
• Ascolto della musica
• Esercizi di attenzione e presenza
• Momenti di condivisione

 

Dove e quando

Presso Spazio Zero
Via Giambattista Tiepolo, 12
Silea (Tv)
11 – 12 maggio
Orario: 15.30-19.30 il sabato e 10.00-16.30 la domenica (con pausa pranzo)

 

Info utili

La struttura offre un servizio di B&B.

Sono richiesti vestiti comodi, possibilmente di colore bianco o comunque chiaro, senza scritte e un paio di calzini.

Per ulteriore informazioni e per confermare la propria presenza al seminario, telefonare alla Segreteria della Scuola (Riccardo Orlando: cell. 389.5212712); oppure mandare una mail a [email protected]

 

 

Dietro il movimento visibile vi è un altro movimento, che non si può vedere e che è tuttavia molto forte, da cui dipende il movimento esteriore. Se questo movimento interiore non fosse così forte, il movimento esteriore non avrebbe nessuna reazione.

 

Questa primavera vi avevamo presentato la straordinaria opera a tema Star Wars costruita interamente in LEGO da un nostro appassionato lettore di Silea e da suo figlio Tommaso di soli 13 anni.

 

Oggi torniamo a parlare di loro, comunicandovi che il duo TOMMY BRICKS esporrà quasi l’intera collezione per la terza volta il prossimo febbraio, nella date di sabato 16 e di domenica 17, al centro sociale “Carlo Tamai” di Silea, in via Roma 31.

La mostra avrà i seguenti orari:
sabato 16, dalle ore 14.00 alle 19.00
domenica 17, dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.00.

 

L’ingresso è a offerta libera.

 

Per ulteriori informazioni: evento Facebook.

Dietro il movimento visibile vi è un altro movimento, che non si può vedere e che è tuttavia molto forte, da cui dipende il movimento esteriore. Se questo movimento interiore non fosse così forte, il movimento esteriore non avrebbe nessuna reazione.

 

Shurta, in collaborazione con Spazio Zero, organizza un seminario di movimenti e danze sacre di Gurdjieff di due giorni (1 e 2 dicembre 2018), presso lo Spazio Zero di via Giambattista Tiepolo 12 a Silea (la struttura offre anche un servizio di B&B).

Nello specifico, il seminario si svolgerà con orario 15.30-19.30 il sabato e 10.00-16.30 la domenica (con pausa pranzo).

 

Il seminario offre un percorso di crescita volto ad approfondire la conoscenza di séE poiché l’armonia con se stessi e con gli altri è il senso profondo dei movimenti e delle danze sacre di Gurdjieff, questo evento è adatto sia per chi pratica i movimenti per la prima volta, sia per chi lavora già da tempo nell’insegnamento di Gurdjieff.

 

I movimenti e le danze sacre sono infatti un’antica disciplina tramandata per aiutare l’essere umano a contattare ed esplorare il proprio mondo interiore. Sono un insieme di movimenti differenti: figure geometriche, preghiere, danze femminili e rituali maschili provenienti dalla tradizione derviscia. La musica, creata da Gurdjieff, è ricca di armonia, melodia e ritmo. Questi movimenti producono un cambiamento nel corpo, nella circolazione sanguigna, nel ritmo respiratorio, portando uno stato di lucidità e di presenza cosciente.

 

Programma:

• Movimenti e danze sacre nella tradizione di Gurdjieff
• Letture sull’insegnamento
• Meditazione
• Ascolto della musica
• Esercizi di attenzione e presenza
• Momenti di condivisione.

 

Sono richiesti vestiti comodi, possibilmente di colore bianco o comunque chiaro, senza scritte, e un paio di calzini.

 

Info e iscrizioni seminario:
[email protected]

Evento

 

Info e iscrizioni B&B:

Chiara Miani
[email protected]
tel. 0422.361079

Tanti anni fa, in un paese lontano, lontano, al di là di sette mari c’era un deserto giallo… Dentro una caverna buia (e puzzolente) due loschi individui consultano una sfera fatata. Le sfortune e le fortune del ragazzo Aladino hanno inizio qui, il gioco che lo lega alla lampada dei desideri si dipana lungo tutto il racconto…

 

Il bel testo letterario è stato rielaborato con pieno spirito burattinesco, senza appendici “melassose”, in oscillazione fra il mistero e gli aspetti quotidiani, quelli della vita che si muove e parla dentro e fuori la porta di casa; il tutto ben condito di ironia! In fin dei conti Aladino potrebbe essere te, o lui, o lei o… me. Chi non ha desideri? E se si potessero realizzare? Come? Ve lo diremo…

 

L’Amministrazione comunale di Silea, in collaborazione con i volontari delle parrocchie di Cendon e Sant’Elena, nell’ambito della rassegna estiva “Silea in Musica”, vi invita all’evento correlato del Decennale di “Note Silenti”, con lo spettacolo di burattini “La lampada di Aladino”,con l’Associazione “L’Aprisogni”che si terrà venerdì 27 luglio, alle ore 21.00, presso il Sagrato della Chiesa di Cendon, in via Alzaia di Cendon 1.

In caso di pioggia, lo spettacolo si terrà presso l’Auditorium parrocchiale di Silea, in via Roma 42.

 

L’ingresso è libero e gratuito.

 

 

Informazioni

Comune di Silea – Ufficio Servizi alla Persona

Tel. 0422 365723 (dal lunedì al venerdì, ore 9.00-13.00)

Email: [email protected]

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni