Home / Posts Tagged "San Polo di Piave"

Domenica 2 giugno torna la quinta edizione della corsa podistica non competitiva “Dentro e fora Rai”, nata come rivisitazione del “Giro dea Tore”, una corsa che si teneva negli anni Settanta e Ottanta.

 

Organizzata dall’associazione “Torre di Rai”, la corsa è aperta a tutti, sia a chi vorrà percorrerla correndo, sia a chi preferirà percorrerla passeggiando insieme alla propria famiglia o in compagnia del proprio amico a quattro zampe.

 

Sfondo della manifestazione sarà appunto Rai, pittoresca frazione di San Polo di Piave (TV), con i suoi luoghi simbolo – quali l’antica torre medievale, la chiesetta del Carmine e il vecchio mulino – e che porterà i partecipanti dentro alle cantine, alle aziende e alle fabbriche del territorio.

Tappa raccomandata ai più piccoli sarà la fattoria didattica poco oltre il km 1, dove i bambini potranno soffermarsi a osservare gli animali e i trattori.

 

I percorsi possibili, inframmezzati da numerosi punti di ristoro, sono ben tre e si differenziano per la lunghezza: 7 km, 12 km oppure 17 km (e rotti).

 

Al termine della corsa sarà possibile farsi una doccia calda, mentre la giornata continuerà all’insegna del cibo e della musica, con la band I motivi per litigare.

 

 

 

Il programma

• ore 8.00: apertura delle iscrizioni, davanti al piazzale della Chiesa;
• ore 8.30: partenza dei 17 km (e rotti);
• ore 9.00: partenza dei 7 e 12 km;
• ore 11:30: premiazioni;
• ore 12:30: pranzo.

 

I premi

• Primi 3 arrivati per ogni categoria e percorso
• Primi 3 cani all’arrivo;
• Il concorrente più anziano;
• Il cane in corsa più bello;
• Il gruppo più colorato;
• Tutti i gruppi con oltre 20 iscritti (entro il 31 maggio).

 

Contributo di partecipazione

Ad esclusione dei gruppi, è possibile iscriversi alla corsa soltanto in loco, il giorno stesso dell’evento. Il contributo di partecipazione sarà di:

• 3,50 € (iscrizione semplice);
• 5,00 € (iscrizione con premio);
• 8,00 € (iscrizione con pranzo);
• 10 € (iscrizione con premio e pranzo)

 

Per info

349.8877274 (Roberto)
Mail: [email protected]

Ieri, lunedì 14 gennaio, presso il comando unico del corpo intercomunale della Polizia locale dei comuni di Cimadolmo, Ormelle, San Polo di Piave e Vazzola, vi è stata una visita di una delegazione di parlamentari del territorio. I Senatori Sonia Fregolent e Giampaolo Vallardi insieme al Deputato Dimitri Coin hanno potuto vedere la sala dove avviene la gestione delle quasi 70 telecamere a presidio del territorio dei quattro comuni.
“In questi anni sono stati stesi oltre 150 km di fibra ottica sul territorio, grazie alla lungimiranza dei sindaci e degli amministratori dei quattro comuni, al lavoro prezioso dei nostri agenti di Polizia locale, nonché grazie all’aiuto della Regione del Veneto, sempre sensibile in tema di sicurezza; ne è prova l’ultimo contributo di quasi 50.000 euro a sostegno del progetto a riguardo della videosorveglianza”, afferma il sindaco di Cimadolmo Giovanni Ministeri, che continua: “Questo sistema ci ha consentito di ridurre sensibilmente i furti e i reati contro il patrimonio che creano grosso allarme sociale e senso di insicurezza. Ringrazio i comuni che fanno parte del corpo intercomunale, gli amministratori, la Regione del Veneto, nonché i parlamentari presenti che rappresentano le istanze del nostro territorio”.
Presenti alla visita oltre al Comandante della Polizia intercomunale di Cimadolmo, Claudio Zuanetti, il Comandante della Stazione carabinieri di San Polo di Piave, Enrico Damiano, il Comandante dei Carabinieri di Codognè, Marco Florio, il Luogotenente della guardia di Finanza di Oderzo, Nicola Berlocco. Presenti anche il Sindaco di Ormelle Giangravè, l’assessore di Vazzola Tonon, il Consigliere Comunale di Cimadolmo Truccolo.
“Si tratta di un ottimo strumento per il controllo nei nostri comuni, sicuro ausilio in tema di sicurezza, cui questa amministrazione punta da sempre”, afferma Francesco Truccolo, Consigliere comunale di Cimadolmo con delega all’Informatizzazione. “Con la posa della fibra ottica sul territorio, abbiamo portato anche la possibilità per i privati di avere un collegamento internet stabile”.
I parlamentari si sono poi spostati nelle aule tecniche adiacenti alla stazione della Polizia locale: aule che verranno dedicate alla popolazione con sale da adibire a corsi di lingua, computer. Inoltre, sempre qui verrà ospitato l’Innovation Hub, “incubatore di idee per le imprese”, con l’istituto per lo sviluppo tecnologico europeo che collabora con l’ente Spaziale europeo, che ha già diversi progetti in serbo per stimolare la crescita tecnologica ed economica del nostro territorio. Queste strutture verranno inaugurate e presentate alla popolazione domenica 20 gennaio, dalle ore 11:30 circa, presso le aule tecniche e presso la caserma della Polizia locale.
Prima vi sarà una Santa Messa, alle 10:30, nella Chiesa Parrocchiale di Cimadolmo in occasione di San Sebastiano, patrono della Polizia locale.

Germogli di Primavera 2018 è la rassegna organizzata dalle Pro Loco dell’Unpli della provincia di Treviso, che riunisce le feste dedicate all’Asparago di Badoere IGP e all’Asparago di Cimadolmo IGP ed altre erbette spontanee quali gli sciopetti (silene), i bruscandoli (luppolo) e le rosoline oltre alla fragola, il primo frutto che ci regala la primavera.

Germogli di Primavera 2018 mira a valorizzare e a far conoscere il territorio trevigiano attraverso i suoi prodotti tipici.

 

Il programma di Germogli di Primavera contempla 8 eventi enogastronomici ai quali si aggiunge l’appuntamento di Scorzè, in provincia di Venezia, in altrettanti paesi che rappresentano zone d’elezione per la coltivazione dell’asparago, del Radicchio Rosso IGP Tardivo ed erbe spontanee primaverili. In quest’ambito sono due le aree d’elezione per la coltivazione dell’Asparago Bianco legata, quasi in simbiosi, con i due fiumi più importanti della Marca: il Piave e il Sile.

 

Di seguito pubblichiamo gli eventi ancora in corso o che verranno:

 

Germogli di primavera a Badoere

Dal 24 aprile al 6 maggio

Anche quest’anno la Rotonda di Badoere farà da splendida scenografia alla 51a edizione della Mostra dell’Asparago di Badoere IGP. L’ambiente agricolo è quello nei pressi del Sile, il corso di risorgiva più lungo d’Europa.

Le sue acque pulite sono una vera mamma per le coltivazioni dei comuni che si trovamo a monte di Treviso e così la coltivazione dell’Asparago Bianco nei decenni si è sviluppata ed ha portato alla produzione di un ortaggio di prima qualità, privo di difetti ed imperfezioni sia per quanto riguarda l’aspetto che la sapidità.

Per questa occasione sarà organizzata domenica 29 aprile 2018 a partire dalle ore 8:30 una biciclettata a cura dell’Ufficio IAT Treviso: 0422 547632.

 

Germogli di primavera a Tezze di Piave

25 aprile

Uno dei più suggestivi e meglio conservati borghi della provincia di Treviso si appresta a festeggiare l’arrivo della primavera con Primavera in Borgo Malanotte martedì 25 aprile dove altre al mercato dell’Asparago Bianco di Cimadolmo I.G.P. potrai gustare i piatti tipici presso l’apposito ristoro organizzato per l’occasione e acquistare prodotti artigianali o di hobbistica presso il mercatino presente in loco.

L’evento è organizzato dall’Associazione Culturale Borgo Malanotte, in collaborazione con la locale Amministrazione Comunale.

 

Germogli di primavera a Cimadolmo

Dal 26 aprile al 6 maggio

Questa storica mostra, che coinvolge tutto il paese, offre ai suoi visitatori ben dieci giorni ricchi di eventi e iniziative, tutti dedicati al prodotto principe di Cimadolmo, ovvero l’Asparago Bianco, che nel corso degli anni ha dato risalto e notorietà al paese.
In programma degustazioni e cene a tema, appuntamenti all’insegna della musica e dello sport.
Primo asparago al quale è stata affidata la denominazione IGP, di norma è reperibile nei mercati tra aprile e maggio, ma il clima mite di quest’anno ha fatto in modo che la produzione 2018 iniziasse già a marzo.

 

Germogli di primavera a San Polo di Piave

29 aprile

Nata con l’intento di promuovere e valorizzare l’Asparago Bianco di Cimadolmo IGP, abbinandolo a degustazioni di prodotti tipici e vini locali, Gemme d’Aprile è pronta ad accogliere i visitatori con momenti musicali e di intrattenimento, esposizione di fiori e di varie tipicità agroalimentari.
E per chi ha voglia di un po’ di avventura, in programma voli in mongolfiera!

In concomitanza con la manifestazione il visitatore potrà godere di musica dal vivo, gustare prodotti a km zero e acquistare piante e fiori primaverili presenti.

 

Germogli di primavera a Preganziol

5 e 6 maggio

La mostra del pregiato Asparago di Badoere si accompagna a quella delle erbe spontanee primaverili e dei fiori, nella decima edizione di questo evento organizzato dalla Pro Loco di Preganziol.
Non mancheranno spettacoli per famiglie ed animazioni, degustazioni, mercatino dei prodotti enogastronomici e artigianali, e l’esposizione di sculture di fiori e asparagi.

 

Germogli di primavera a Gardignano di Scorzè

Dall’11 al 20 maggio

La 42a Festa dell’Asparago e della Fragola a Scorzè avrà luogo dal’11 al 20 maggio 2018. Il territorio di Scorzè è l’unico dove è possibile la coltivazione del radicchio rosso di Treviso IGP e dell’Asparago di Badoere IGP.

Mostre di artisti e mostre di artigianato e commercio locali fanno da coreografia a questa festa che prevede anche intrattenimenti musicali, avvenimenti sportivi e un ricco stand gastronomico a base di asparagi e di fragole, nonché una mostra mercato permanente di questi prodotti provenienti rigorosamente dal territorio, che allieteranno sia la vista che il palato di tutti i visitatori.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni