Home / Posts Tagged "Regata storica"

La Regata storica con il tradizionale Corteo storico si svolgerà domenica 1° settembre lungo il Canal Grande.

 

Alle 16.30 partirà la regata de le maciarette e de le schie, poi toccherà ai giovanissimi su pupparini. A seguire partirà la regata delle Caorline a sei remi, mentre alle 17.30 gareggeranno le donne su mascarete a due remi.

 

Infine alle 18.30 partirà la regata dei Gondolini. Sempre domenica 1° settembre si terrà anche la sfida delle Università in Canal Grande.

 

La sfida è organizzata dalla Università di Ca’ Foscari, in collaborazione con IUAV e CUS Venezia.

 

Quest’anno si unirà alle imbarcazioni del Corteo storico la Bissona Nepomuceno, dedicata al patrono di Boemia e patrono dei gondolieri.

 

L’imbarcazione ha uno scafo veneziano, ma è stata decorata da artigiani di Praga. Sarà varata il 31 agosto e poi portata all’approdo in Campo dell’Erberia a Rialto, dove alle 18 si svolgeranno la manifestazione “Aspettando la regata” e la festa dell’anguria.

 

Fonte: VicenzaPiù

Photo Credits: FB @RegataStoricaVenezia

In attesa della Regata storica 2019, l’Ateneo Veneto ha pensato di rendere omaggio a tutti i “protagonisti” della voga, campioni e campionesse del remo del recente passato, e altri personaggi benemeriti che hanno sempre tenuto alte le tradizioni lagunari.

 

Per questo l’istituto culturale, il più antico tra quanti operano in città, ha voluto organizzare, in collaborazione con Associazione Regatanti e Vela S.p.A., un momento di festa e di riconoscimento ufficiale, per premiare con un diploma di benemerenza quanti hanno efficacemente contribuito, in tutti questi anni, alla conservazione di una così caratteristica espressione della venezianità come è la voga.

 

Venerdì 30 agosto, alle 18.00, in Sala Tommaseo, campioni e campionesse della Regata Storica degli anni passati, sono stati invitati tutti all’Ateneo Veneto per la cerimonia: regatanti che hanno fatto la storia, dai Fongher ai Vignotto, da Ciaci a Strigheta a Crea, da Martina Luccarda a Lucia Paoli, a Giovanna Della Toffola, ma solo per citare alcuni di quelli che hanno già dato la loro adesione.

 

Dopo una breve introduzione storica, prendendo spunto da alcune scene di vita “da regatanti” immortalate nei film di Andrea de Robilant, Canal Grande (1943), Francesco Pasinetti, Venezia in festa (1947) e Tinto Brass Chi lavora è perduto (1963) si procederà alla consegna dei riconoscimenti e a un brindisi in compagnia organizzato dalla Associazione Companatiche.

 

Interverranno il Presidente dell’Ateneo Veneto Gianpaolo Scarante e il Presidente dell’Associazione Regatanti Claudio Carrettin, seguiti da Giorgio Maurizio Crovato Carlo Montanaro.

 

Photo Credits: FB @RegataStoricaVenezia

Un’edizione baciata dal bel tempo, come da tradizione. Anche quest’anno la Regata storica non ha deluso per l’incanto di colori ed emozioni, sia i veneziani accorsi in numerosissimi a tifare per i propri beniamini del remo, di ogni generazione, sia per i visitatori ammirati dalla varietà e ricchezza dei decori delle bissone storiche e dei costumi cinquecenteschi dei figuranti in corteo. Un Canal Grande immobile ha fatto da specchio alla manifestazione, restituendo un’immagine che da secoli si ripete e che fa della Regata storica uno dei momenti più attesi e amati.

Un successo anche per le novità introdotte quest’anno. In particolare è stata accolta da  grandi applausi del pubblico la nuova bissona, decorata dalla Compagnia L’arte dei Mascareri e allestita con un ricco apparato di opere in cartapesta e cuoio.

 

Emozionante anche la riproposizione di una presenza tipica del passato a Venezia: quella degli Zattieri del Piave che, al tempo della Serenissima, rifornivano la città con il legname dei loro boschi.  Ha anticipato il corteo, tra lo stupore della folla, la zattera della Fameja dei Zatèr e Menadàs de la Piave di Codissago (Belluno), con a bordo i rappresentanti di 44 associazioni europee.

 

Apprezzato anche l’intrattenimento a terra che in campo San Marcuola, in corrispondenza del tradizionale giro del paletto, ha impegnato vari artisti nella realizzazione di un’opera d’arte con diverse tecniche creative, ispirata alle regate, a cura dell’Associazione Culturale Veneto nostro – RaixeVenete in collaborazione con la Galleria d’Arte IlI Millennio.

Infine, il gemellaggio con il Gran Premio d’Italia di Formula1 suggellato dalla fiammante Ferrari F1  rossa, attraccata davanti al giardino di Ca’ Vendramin Calergi, sede del Casinò di Venezia. Una presenza di forte impatto che ha affianca la tradizione della Regata alle più avanzate tecnologie.

 

 

                    

Ancora poche ore e poi sarà possibile godere di uno degli eventi più attesi che chiude simbolicamente l’estate veneziana. Una tradizione che si rinnova ogni anno, che chiama a raccolta veneziani e visitatori per assistere allo spettacolare corteo storico, che riempie di colori il Canal Grande, facendo sfilare decine di tipiche imbarcazioni cinquecentesche, in una fedele ricostruzione del passato glorioso della Serenissima, una delle più potenti e influenti Repubbliche Marinare del Mediterraneo.

 

Tra queste va segnalata la bissona, una tipica imbarcazione veneziana da parata, decorata e allestita con opere in cartapesta e cuoio decorata dalla Compagnia L’arte dei Mascareri.

 

A bordo delle barche storiche, condotte da gondolieri in costume, ci saranno le più alte cariche delle Magistrature veneziane, insieme al doge e alla dogaressa. I panni della Regina di Cipro, Caterina Cornaro, saranno interpretati quest’anno dalla splendida Maria del Carnevale 2018, Erika Chia, originaria di Castello, che raggiungerà la tribuna d’onore – la Machina – in gondola, seguita dalle altre Marie selezionate durante la scorsa edizione del Carnevale.

Rinnovata quest’anno anche la Machina, grazie al restyling curato da Massimo Checchetto, scenografo del Teatro La Fenice.

 

Il corteo, sarà anticipato quest’anno, alle ore 15.30, dalla presenza degli Zattieri del Piave: una zattera della Fameja dei Zatèr e Menadàs de la Piave di Codissago (Belluno) percorrerà il Canal Grande, con a bordo i rappresentanti di 44 associazioni europee, a ricordare il legame tra Venezia e le località lungo il Piave che rifornivano la Serenissima con il legname dei loro boschi.

 

Novità e intrattenimento anche a terra, dove dalle ore 16.00 in campo San Marcuola, in corrispondenza del tradizionale giro del paletto, vari artisti eseguiranno un’opera d’arte con diverse tecniche creative, ispirata alle regate, a cura dell’Associazione Culturale Veneto nostro – Raixe Venete in collaborazione con la Galleria d’Arte IlI Millennio.

 

Tra le principali novità di quest’anno, l’abbinata con il Gran Premio d’Italia di Formula1 che si disputa nella stessa giornata di domenica 2 settembre a Monza,  E mentre delle opere in vetro di Murano, realizzate dalle fornaci per l’occasione, verranno consegnate ai vincitori del Gran Premio d’Italia a Monza,  a Venezia il gemellaggio viene suggellato dalla presenza di una fiammante Ferrari F1  rossa, attraccata fino a domani sera davanti al giardino di Ca’ Vendramin Calergi, sede del Casinò di Venezia.

 

La Regata storica rappresenta anche il momento clou del calendario annuo di gare di voga alla veneta, la disciplina praticata da millenni solo nella laguna di Venezia. Un’occasione di grande visibilità per gli atleti locali, sia per i campioni già affermati che per le nuove leve che si confrontano per la prima volta in un contesto così scenografico e di prestigio. Bianco, canarin, viola, celeste, rosso, verde, arancio, rosa e marron sono i colori che contraddistinguono le fasce degli atleti delle diverse categorie.

Parte per prima infatti alle ore 16.30  la Regata de le Maciarele e de le Schie su mascarete a due remi riservata a ragazzi (maciarele Senior fino a 14 anni, Schie fino a 10 anni, maciarele Junior, fino a 12 anni.

Segue poi, alle 16.50, la Regata dei giovanissimi su pupparini a due remi. Alle 17.10 parte la Regata delle caorline a sei remi,

  

Dopo il primo passaggio delle caorline (3°/4° posto), e dopo il passaggio dei gondolini (finale), si tiene la Sfida Remiera Internazionale delle Università su galeoni a 8 rem: insieme all’equipaggio delle Università Ca’ Foscari e Iuav di Venezia si affronteranno tre università straniere: Harvard University, l’Université de Lausanne e University of Warwick.

 

Poi sarà la volta delle competizioni più attese: la Regata delle donne su mascarete a due remi  alle 17.40 e il gran finale, alle ore 18.10 con la Regata dei gondolini a due remi, dove competono la cosiddetta “Formula 1 della Laguna”.

 

L’intera manifestazione, trasmessa in diretta da RAI 2, dalle ore 17.35, potrà essere seguita anche dalla scalinata della Ferrovia Santa Lucia, grazie  unl maxi schermo. La cronaca di tutto l’evento verrà trasmessa via radio sulle frequenze di Radio Venezia (FM92.4 – 103.5) dalle 15.45 oppure in streaming.

 

Sostanzioso sarà inoltre l’impegno della Protezione civile comunale: saranno oltre settanta i volontari impegnati nel supporto alla polizia locale, alla Capitaneria di porto e alle altre forze dell’ordine, una decina dei quali a bordo di cinque imbarcazioni di servizio.

 

Durante la manifestazione sarà ricordata la tragedia di Genova con un alzaremi nel momento dell’avvio del corteo sportivo davanti la Machina, alla presenza del sindaco Luigi Brugnaro.

Il tradizionale appuntamento con la Regata storica è arricchito, come ogni anno, da un nutrito calendario di eventi collaterali.

 

Domani, sabato 1 settembre, alle ore 16.30 a Murano, appuntamento con il Memorial Bruno Fusato Signoretti, sfida su caorline tra i Vigili del Fuoco delle Città di Venezia e New York, che percorreranno il Canal Grande dalla fermata Museo a Ponte Longo.

 

Domenica 2 settembre una zattera della Fameja dei Zatèr e Menadàs de la Piave di Codissago (Belluno) percorrerà dalle 15.30 il Canal Grande, con a bordo i rappresentanti di 44 associazioni europee, per ricordare il legame tra Venezia e le località lungo il Piave che rifornivano la Serenissima con il legname dei loro boschi.

 

Del corteo storico-sportivo della Regata storica farà parte anche una bissona, tipica imbarcazione veneziana da parata, decorata e allestita dalla Compagnia L’arte dei Mascareri con opere in cartapesta e cuoio, secondo il sapere artigiano e l’antica arte dei Maestri Mascareri veneziani.

 

Sempre domenica, alle ore 16, in Campo San Marcuola, vari artisti realizzeranno un’opera d’arte con le tecniche a loro più congeniali, ritraendo o lasciandosi ispirare dalle regate. Gli spettatori potranno ammirare l’evento anche attraverso gli occhi degli artisti, dal sagrato che si affaccia sul Canal Grande, proprio dov’è situato il tradizionale giro del paletto. La performance è a cura dell’associazione culturale Veneto nostro – Raixe Venete, in collaborazione con la Galleriad’Arte III Millennio.

Ferrari della strada e Ferrari della laguna, i gondolini, a poca distanza sull’acqua. Ieri pomeriggio a Ca’ Vendramin Calergi, sede del Casinò di Venezia, è stato presentato il gemellaggio tra il Gran Premio d’Italia di Formula 1 e la Regata storica, eventi che si disputeranno entrambi domenica prossima, rispettivamente a Monza e Venezia.

 

Alla conferenza stampa hanno partecipato il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, il presidente di Liberty Media, Chase Carey, società che detiene i diritti della Formula 1, e il presidente di Aci Italia, Angelo Sticchi Damiani. “Il fatto che Venezia sia stata scelta per questa operazione da parte di gente che se ne intende di marketing a livello globale – ha dichiarato il primo cittadino – dimostra che questa città parla al mondo. Qui ci sono eventi di livello internazionale e per questo è giusto che l’Italia difenda Venezia”.

 

Le sue parole mentre una monoposto da gara della Ferrari era stata posizionata davanti al Casinò su una piattaforma galleggiante dopo una “parata acquea” che ha catalizzato l’attenzione della città: “Consideriamo la Ferrari e le nostre industrie come un valore per i giovani – ha aggiunto Brugnaro, ricordando la figura dell’ex ad di Fca Auto Sergio Marchionne, recentemente scomparso – Il connubio tra la tradizione dei gondolini e la grande innovazione del Cavallino Rampante è straordinario”.

 

Un gemellaggio che si concretizzerà anche attraverso un maxi schermo che domenica pomeriggio sarà posizionato nel piazzale della stazione ferroviaria Santa Lucia di Venezia: “I cittadini – ha concluso il sindaco – potranno assistere sia al Gran Premio, sia alla Regata storica. Fare squadra diventa fondamentale ed è questa l’Italia che ci piace”.

 

“La vedo come un’iniziativa di potenziale grande successo – ha commentato il presidente di Aci, Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani – La Regata storica e il Gran Premio di Monza sono due eccellenze italiane”. Concorde anche il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana: “Stiamo parlando di due simboli vincenti del nostro Paese – ha affermato – Devo ringraziare non solo il sindaco Brugnaro, ma anche l’intero staff del Comune, che si è prodigato per raggiungere il risultato che vedete”.

 

Il “matrimonio” tra Gran Premio e Regata storica sarà suggellato anche dai premi in vetro di Murano che saranno consegnati ai vincitori della competizione automobilistica, realizzati da Abate Zanetti, Yalos, Albertini&Spezzamonte e COnsorzio Promovetro: “La nostra squadra è relativamente giovane, abbiamo preso il ‘comando’ solo un anno e mezzo fa – ha dichiarato il presidente di Liberty Media, Chase Carey – siamo entusiasti. L’Italia ha un posto speciale nel cuore della Formula 1. Aspettiamo con ansia l’arrivo di questo fino settimana”.

 

Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha firmato oggi un’ordinanza che individua le “misure urgenti per garantire l’incolumità pubblica, la sicurezza e la vivibilità nella città storica di Venezia nei giorni 1 e 2, 8 e 9, 15 e 16 settembre 2018“, in previsione di una possibile affluenza straordinaria di visitatori per assistere alla Regata storica e agli eventi correlati alla 75esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, oltre che di turisti provenienti dalle località balneari del litorale.

 

Come già stabilito nelle precedenti ordinanze, la polizia locale, in caso di necessità e di pericolo per la pubblica incolumità, potrà disporre deviazioni alla viabilità pedonale, inibire temporaneamente il transito ai non residenti e istituire sensi unici facendo transennare le eventuali aree interdette.

 

La circolazione veicolare sul Ponte della Libertà, se necessario, potrebbe essere limitata ai soli veicoli di conducenti abbonati alle autorimesse di Piazzale Roma e Tronchetto, ai taxi, ai veicoli dei noleggiatori nonché agli autobus di linea e non, oltre che, ovviamente, ai veicoli delle Forze di polizia, del soccorso pubblico e dei servizi pubblici.

 

Nelle giornate indicate sarà istituito il divieto di sbarco agli abituali approdi di Riva degli Schiavoni (di fronte la caserma Cornoldi) per i lancioni gran turismo provenienti dai Comuni di Cavallino-Treporti, Jesolo, Caorle, Musile di Piave e Quarto d’Altino, con deviazione agli approdi appositamente allestiti alle Fondamente Nuove.

 

L’inosservanza delle disposizioni indicate nell’ordinanza sarà punita con sanzione amministrativa da 25 a 500 euro.

 

Il Comune di Venezia, in base alle notizie che saranno fornite dalla Polizia locale, aggiornerà costantemente gli utenti in merito alle possibili deviazioni di percorso e ogni altra misura resasi necessaria attraverso i propri profili Facebook e Twitter e i siti istituzionali.

Dopo il gran numero di adesioni dello scorso anno da oggi, 27 agosto, fino a venerdì 31 agosto alle ore 12, è possibile partecipare all’estrazione di 15 posti validi per due (per un totale di 30 persone) per poter assistere da una posizione di assoluto privilegio – la tribuna galleggiante “Canal Grande” allestita a San Silvestro – alla Regata storica che si svolgerà domenica 2 settembre.

 

L’estrazione è aperta a tutti i cittadini maggiorenni residenti nel territorio della Città Metropolitana di Venezia. L’iscrizione sarà possibile solo ed esclusivamente attraverso il form presente sul sito di Venezia Unica. Basterà quindi collegarsi al sito http://events.veneziaunica.it/it/15-biglietti-tribuna-canal-grande-venezia, compilare l’apposito formulario con i propri dati e aderire al regolamento.

 

“Abbiamo voluto offrire questa opportunità ai cittadini veneziani e metropolitani – ha dichiarato il consigliere delegato alle Tradizioni Giovanni Giusto – mettendo loro a disposizione gratuitamente trenta sedute in uno dei pontoni più esclusivi per assistere alla manifestazione. È un pensiero rivolto alla nostra comunità”.

 

L’estrazione dei 15 vincitori avrà luogo nel pomeriggio di venerdì 31 agosto con un sistema di estrazione elettronica casuale (a cura di Venis SpA) e tempestivamente comunicata via mail ai vincitori. L’iniziativa, promossa dal Comune di Venezia e Vela Spa, mira ad incoraggiare la partecipazione cittadina agli eventi tradizionali, contribuendo a rinsaldare il rapporto tra gli abitanti e la storia della città.

Maggiori informazioni al call center Hellovenezia, al numero 0412424, operativo tutti i giorni dalle 07.30 alle 20.

Il 2 settembre si svolgerà a Venezia la regata storica. Giovedì 30 agosto, alle 18, benedizione dei gondolini in Campo della Salute

 

Domenica 2 settembre spazio a Venezia alla tradizionale Regata storica, un’occasione unica per entrare nello spirito della Serenissima.

 

 

Questo il programma:

 

Dalle 16.00 – Corteo storico
Suggestiva sfilata di barche tradizionali con figuranti in costume, imbarcazioni delle associazioni di voga veneta e gondole. Percorso: Bacino di San Marco, Canal Grande, Rialto, Ferrovia; ritorno lungo il Canal Grande fino a Ca’ Foscari

 

Ore 16.30 – Regata su mascarete a due remi riservata ai ragazzi – Regata de le Maciarele e de le Schie
Schie (fino a 10 anni, percorso da Rialto a Ca’ Foscari); Maciarele Junior (fino a 12 anni, percorso da San Stae a Ca’ Foscari); Maciarele Senior (fino a 14 anni, percorso da Punta della Dogana a Ca’ Foscari)

 

Dalle 16.50 – Regata dei giovanissimi su pupparini a due remi
Bacino di San Marco, Canal Grande, giro del paleto all’altezza di Ca’ Farsetti, Ca’ Foscari

 

Dalle 16.50 – Regata delle caorline a sei remi
Bacino di San Marco, Canal Grande, Rialto, giro del paleto all’altezza di San Marcuola, Ca’ Foscari

 

Dalle 17.40 – Regata delle donne su mascarete a due remi
Bacino di San Marco, Canal Grande, Rialto, giro del paleto all’altezza di San Marcuola, Ca’ Foscari

 

Dalle 18.10 – Regata dei gondolini a due remi
Bacino di San Marco, Canal Grande, Rialto, giro del paleto all’altezza di San Marcuola, Ca’ Foscari

 

Dopo il passaggio del 3/4 posto delle caorline e dei gondolini – Sfida Remiera Internazionale delle Università su galeoni a 8 remi tra le Università Ca’ Foscari e Iuav di Venezia, l’Università di Padova, l’Università di Vienna e l’Università di Warwick (percorso da Rialto a Ca’ Foscari).

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni