Home / Posts Tagged "noir"

Incontri, dibattiti, una mostra e il lancio del concorso letterario Teen Noir dedicato ai ragazzi dai 13 ai 19 anni 

 

Treviso Giallo ha chiuso la prima edizione del festival dedicato al genere romanzo giallo e noir con mille presenze spalmate nei tre giorni di incontri e dibattiti.

 

Buona la risposta da parte del pubblico anche per la mostra dedicata all’illustratore della Marsilio Fabio Visintin, che da 20 anni realizza le immagini delle copertine dei libri per la collana Farfalle, dal titolo “Come nasce la copertina di un libro giallo e noir?”. Tra il pubblico presente all’inaugurazione della mostra (sabato 13 aprile) gli studenti del Liceo Duca degli Abruzzi.

 

 

Una dichiarazione del sindaco di Treviso Mario Conte

«Siamo molto contenti di aver ospitato il Festival Treviso Giallo, che è riuscito a catturare l’attenzione di tantissimi visitatori e appassionati di scienza, criminologia e letteratura», ha affermato Mario Conte, sindaco di Treviso.

 

Il Festival Treviso Giallo diventerà un punto di riferimento nel panorama delle rassegne letterarie a livello nazionale, e presto anche internazionale visto che sono già state annunciate per la prossima edizione collaborazioni con altri Paesi e festival», ha continuato Lavinia Colonna Preti, assessore ai Beni culturali e Turismo del Comune di Treviso. «C’è un’enorme curiosità ed interesse verso generi letterari come il giallo e il noir che spesso vengono affrontati con un approccio limitato e limitante».

 

 

Gli incontri più partecipati

Altra sala gremita quella per l’incontro dedicato a “Giallo Veneto” con gli autori Stefano Masini (Come ai nostri debitori, Linea Edizioni), Fulvio Luna Romero (Prosecco Connection, Laurana) Alberto Toso Fei (Misteri del Veneto di Linea Edizioni) e il Collettivo Norah Gelbe (Un mare di luppolo, Il Prato).

 

Sold out invece per “Giallo e investigazione” con l’ex magistrato Carlo Nordio e i big del genere letterario e noir: Roberto Ricciardi (Detective dell’arte di Rizzoli), Rosa Teruzzi (Non si uccide per amore, Sonzogno) e Pablo Trincia (Veleno, Einaudi).

 

Successo per le visite guidate gratuite di Treviso Noir, organizzate da Banca Mediolarum, che ha quadruplicato i tour guidati alla scoperta degli angoli più misteriosi di Treviso, arrivando ad attivare anche una lista d’attesa.

 

 

Il concorso Teen Noir della Linea Edizioni

«Abbiamo ricevuto la risposta positiva ed entusiasta da parte di molte persone intervenute. Per noi è un forte segnale di quanto sia importante in questo specifico momento storico per il nostro territorio puntare a leggere e interpretare la società contemporanea anche attraverso la letteratura e attraverso un genere letterario che in sé offre la chiave di lettura di molti aspetti della società contemporanea», ha spiegato Lisa Marra, organizzatrice responsabile della casa editrice Linea Edizioni.

 

Infine a partire dal 20 aprile è online il regolamento per partecipare al concorso Teen Noir, il concorso ideato da Treviso Giallo in collaborazione con la casa editrice Linea Edizioni per raccogliere racconti gialli e noir di ragazzi dai  13 ai 19 anni.

 

 

Info

Il festival dedicato al giallo e al noir, con valenza scientifica, è stato organizzato dall’Associazione Accademia della Marca Trevigiana, con il patrocinio di MiBAC – Ministero per i beni e le attività culturali, Regione del Veneto, Città di Treviso e in collaborazione con le Università degli Studi Ca’ Foscari Venezia, Università degli Studi di Trieste, Università IULM Milano, Università degli Studi dell’Aquila, Università degli Studi di Udine.

 

La valenza scientifica del Festival Letterario è supportata anche dalla presenza del Comitato scientifico composto dai maggiori esponenti e docenti delle Università e del mondo scientifico italiano: Elvio Guagnini (emerito Università di Trieste è il Presidente del Comitato), Sergia Adamo (Università di Trieste), Giulio Marra (già Università Ca’ Foscari Venezia), Pierluigi Granata (Università dell’Aquila), Francesco Sidoti (Università dell’Aquila), Fabrizio Fornari (Università di Chieti-Pescara).

 

Treviso rende omaggio al genere noir in occasione dei 90 anni dalla sua nascita con il Festival letterario “Treviso Giallo”
che si svolgerà il 12, 13 e 14 aprile 2019 nella Sala Palazzo dei Trecento, in Piazza dei Signori a Treviso

 

Treviso diviene per tre giorni la capitale del romanzo giallo e noir. A novant’anni dal lancio della prima collana di Arnoldo Mondadori (settembre 1929) dal titolo “I libri Gialli”, Treviso rende omaggio al genere letterario che ha riscosso tanto successo in Italia.

Venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 aprile 2019, la sala Palazzo dei Trecento (Piazza dei Signori a Treviso) ospiterà la prima edizione del Festival letterario Treviso Giallo, organizzato dall’Associazione Accademia della Marca Trevigiana, con il patrocinio di MiBAC – Ministero per i beni e le attività culturali, Regione del Veneto, Città di Treviso e in collaborazione con le Università degli Studi Ca’ Foscari Venezia, Università degli Studi di Trieste, Università IULM Milano, Università degli Studi dell’Aquila, Università degli Studi di Udine.

 

 

Tre giorni d’incontri, dieci appuntamenti in programma, tavole rotonde, presentazioni di libri e interviste di approfondimento all’autore

Il Festival, sarà aperto al pubblico con ingresso gratuito fino a esaurimento posti. Unico nel suo genere in ambito nazionale per l’impostazione scientifica che lo caratterizza, offre un approfondimento del genere giallo e noir che lo proietta a fianco dei maggiori festival europei. Saranno tre giorni d’incontri, presentazioni di libri attraverso interviste di approfondimento all’autore, tavole rotonde, alle quali parteciperanno scrittori, giornalisti, sociologi, criminologi, investigatori, magistrati, psicologi, psichiatri.

 

 

In concomitanza con il festival una mostra artistica dalla tematica noir

In concomitanza con il festival sarà realizzata una mostra artistica dalla tematica noir e sarà presentato il premio letterario dedicato al genere giallo e noir.

 

La valenza scientifica del Festival Letterario è supportata anche dalla presenza del Comitato scientifico composto dai maggiori esponenti e docenti delle Università e del mondo scientifico italiano: Elvio Guagnini (emerito Università di Trieste è il Presidente del Comitato), Sergia Adamo (Università di Trieste), Giulio Marra (già Università Ca’ Foscari Venezia), Pierluigi Granata (Università dell’Aquila), Francesco Sidoti (Università dell’Aquila), Fabrizio Fornari (Università di Chieti-Pescara).

 

L’obiettivo del Festival è valorizzare con un approccio accademico, che abbraccia unitariamente più discipline scientifiche, il genere letterario giallo e noir, nelle sue declinazioni peculiari. Infatti, Treviso Giallo ha la finalità di creare un preciso percorso metodologico che consente di fornire al pubblico una nuova chiave di lettura e interpretativa della letteratura gialla e noir, tesa soprattutto a far recepire le costruzione schematica e scientifica del genere giallo.

 

«Grazie al Festival Treviso Giallo – ha affermato Mario Conte, sindaco del Comune di Treviso -, generi letterari come il giallo e il noir vengono esaltati nella loro connotazione scientifica e accademica anche attraverso i contributi di chi il giallo lo conosce alla perfezione. La nostra Città si sta dimostrando attenta alla lettura e alla scrittura, cercando sempre di ospitare rassegne e manifestazioni in grado di promuovere e approfondire tematiche, peculiarità e produzioni artistiche. Con il Festival del Giallo, Treviso va ad accogliere una manifestazione di livello assoluto».

 

«Si tratta senza dubbio di un obiettivo ambizioso – ha spiegato Lisa Marra di Linea edizioni, responsabile organizzativa del Festival Treviso Giallo – che ha però lo scopo di superare le stereotipate e superficiali concezioni del genere letterario giallo e noir, quasi sempre sottovalutato, comportando nel lettore una maggiore consapevolezza nella scelta dei testi e come sostenuto dagli scrittori De Cataldo, De Giovanni e Carlotto, nell’articolo “Come è noir quest’Italia” (Robinson, La Repubblica, dicembre 2018), si auspica un cambiamento di tendenza, un nuovo approccio culturale, una rottura degli schemi mentali imperanti, anche nelle Istituzioni culturali.

 

La letteratura “gialla” e “noir” trova quindi una sua fondamentale valenza nell’analisi della società contemporanea, nel trattare dilemmi concettuali propri dell’investigazione e come strumento di impegno civile, riprendendo il grande insegnamento di Leonardo Sciascia. «Sono molto felice per la nascita di questo Festival – ha continuato Lavinia Colonna Preti, assessore ai Beni culturali e al Turismo del Comune di Treviso – Sono una grande appassionata di romanzi gialli e sono orgogliosa del fatto che Treviso, città impegnata, grazie alla Giunta Conte, sul fronte della legalità, della sicurezza e della lotta alla criminalità, possa dare il via a questa rassegna.

 

Allo stesso tempo, il Festival omaggia anche il fatto che abbiamo, come territorio e grazie a scrittori straordinari, dato vita a un filone vero e proprio che i critici hanno definito “prosecco noir” e che apre anche all’unione del genere giallo con la promozione turistica del nostro territorio». «Così – ha affermato Pierluigi Granata, del Comitato scientifico del Festival Treviso Giallo -, si è creato un ponte ideale tra mondo accademico e questo genere letterario. Inoltre, come già accade in altri Paesi europei, si vogliono evidenziare gli aspetti teorici letterari e scientifici, propri delle scienze dell’investigazione, sottostanti a questa tipologia di opere letterarie».

Con gli incontri di Giancarlo De Cataldo e Antonio Manzini del 25 novembre, si è conclusa l’edizione 2018 del Mesthriller, il festival sulla letteratura gialla, noir e thriller ideato dal blog letterario piegodilibri.it con la collaborazione del Settore Cultura del Comune di Venezia, della libreria Ubik di Mestre, del Comune di Spinea, che offre ai tantissimi appassionati del genere l’occasione di conoscere da vicino gli scrittori più apprezzati del panorama letterario italiano e straniero.

 

Forte del successo di pubblico riscontrato nell’ultima edizione, Mesthriller non lascia ma raddoppia e invece di dare appuntamento al 2019 si presenta con un’edizione natalizia, lo spin-off Mesthriller Xmas che si svolgerà tra il 5 e il 14 dicembre e che prevede cinque incontri con cinque autori italiani tra i più amati dai lettori con le loro novità fresche di stampa.

 

Ad aprire il ciclo di presentazioni, che si terranno presso la libreria Ubik di Mestre mercoledì 5 dicembre alle ore 18, sarà Alessia Gazzola con Il ladro gentiluomo (Longanesi).

 

A seguire, giovedì 6 dicembre Gianni Biondillo con Il sapore del sangue (Guanda), venerdì 7 dicembre Marco Malvaldi con La misura dell’uomo (Giunti) e martedì 11 dicembre Maurizio Dianese con Doppio gioco criminale (Milieu).

 

Venerdì 14 dicembre alle ore 18, invece, presso il Teatro Momo di Mestre, Donato Carrisi concluderà il ciclo di incontri presentando Il gioco del suggeritore (Longanesi), l’attesissimo seguito del bestseller internazionale da 3 milioni di copie Il suggeritore. Ambientato dieci anni dopo, Il gioco del suggeritore vede nuovamente protagonista Mila Vasquez, ormai un’ex poliziotta ritiratasi a vivere un’esistenza isolata in riva al lago con la figlia Alice, l’unica persona in grado di svelare il messaggio celato dentro al male.

 

Ulteriori info:

www.culturavenezia.it

Martedì 20 e mercoledì 21 novembre due nuovi appuntamenti con gli scrittori del giallo

 

Rush finale per la terza edizione di Mesthriller, il festival sul giallo, noir e thriller più lungo d’Italia, curato dalla direttrice artistica Cristina Cama e cresciuto grazie all’organizzazione, a Mestre, del Settore Cultura del Comune di Venezia e della libreria Ubik e, a Spinea, della Biblioteca e del Comune di Spinea.

 

Apre la settimana conclusiva della kermesse la scrittrice siciliana e medico oftalmologo Cristina Cassar Scalia. Appuntamento domani, martedì 20 novembre alle 18, alla Biblioteca di Spinea, per scoprire Sabbia nera (Einaudi), di cui sono stati già opzionati i diritti per il cinema e la tv. Sarà Carlo Marchiori a condurre l’intervista con il supporto del gruppo di lettura “L’Italia in giallo” e delle letture di Lorenzo Scatto di Voci di Carta. Testarda, scontrosa, tormentata dalla morte del padre e dalla fine di una relazione difficile, la protagonista di “Sabbia nera” è una donna: il vicequestore Vanina Guarrasi. Mentre Catania è avvolta da una pioggia di ceneri dell’Etna, nell’ala abbandonata di una villa signorile alle pendici del vulcano viene ritrovato un corpo di donna ormai mummificato. Districandosi tra le ragnatele del tempo, il vicequestore Guarrasi svelerà una storia di avidità e risentimento che tutti credevano ormai sepolta per sempre, e che invece trascinerà con sé una striscia di sangue fino ai giorni nostri. Apre l’incontro il padovano Federico Lunardi con il suo romanzo d’esordio “Riesenwurm”. Segue un aperitivo in giallo a cura degli studenti dell’Istituto Professionale DIEFFE di Spinea.

 

Mercoledì 21 novembre alle 18 all’Oltre Giardino Bistrot di via Torre Belfredo a Mestre, Philip Gwynne Jones, scrittore gallese trapiantato in Italia, con un passato nell’Agenzia Spaziale Europea, presenta Vendetta a Venezia, intervistato da Marco Chiesa con le letture di Elvira Naccari. Protagonista di “Vendetta a Venezia” è il console inglese Nathan Sutherland. Invitato a un evento esclusivo della Biennale, si ritrova nel bel mezzo di un omicidio: uno dei più famosi critici d’arte al mondo viene decapitato da una delle installazioni del padiglione inglese. Nella tasca della vittima viene ritrovata una cartolina: rappresenta Giuditta che taglia la testa a Oloferne. Ed è solo l’ultima di una lunga serie. Man mano che la lista dei morti si allunga, Nathan si avvicina sempre di più alla verità. Ma quando riceve una cartolina con la morte armata di falce, l’indagine si trasforma in una corsa contro il tempo per salvare la sua stessa vita.

 

Info e programma completo su: mesthriller.it.

Non solo libri per la terza edizione di Mesthriller, il festival sul giallo, noir e thriller più lungo d’Italia, nato da un’idea di Cristina Cama e cresciuto grazie all’organizzazione, a Mestre, del Settore Cultura del Comune di Venezia e della libreria Ubik, e, a Spinea, della Biblioteca e del Comune.

 

Questa sera, venerdì 16 novembre, alle 21 presso il Cinema Teatro ai Bersaglieri di Spinea, Felice Galatioto e Vincenzo Guanci presentano la lezione-spettacolo Anni ’60 gialli e rossi. La lettura del decennio avverrà con la lente d’ingrandimento del romanzo poliziesco, il genere letterario che meglio degli altri è stato capace di raccontare, grazie ad autori come Scerbanenco, il lato oscuro di quegli anni. L’Italia degli anni Sessanta oscilla tra la spensieratezza degli effetti del miracolo economico e i quiz di Lascia o Raddoppia?, tra i sogni che viaggiano in cinquecento in autostrada e quelli nello spazio con i lanci dei satelliti americani e sovietici, fino a quando il vento della contestazione giovanile non cambia l’ordine delle cose. Nella lezione-spettacolo le incursioni danzanti dell’Associazione Fuori Quota e la partecipazione di Roberto Ardizzon, Maria Teresa Crisigiovanni, Santi Galatioto, Mauro Gazzato, Barbara Thian e Patrizia Spadon. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

 

Sabato 16 novembre, alla libreria Ubik di Mestre, Piergiorgio Pulixi, la voce under 40 più brillante del noir italiano, invece sarà libraio per un giorno e presenta il libro Lo stupore della notte. In libreria si potrà incontrare lo scrittore Pulixi in veste di “libraio per un giorno”, pronto a dispensare consigli di lettura ai clienti insieme ai librai Alessandro e Susy. Alle 18 invece chiacchiererà con Stefano Cosmo del suo ultimo libro Lo stupore della notte e, al termine, aperitivo in giallo con gli studenti dell’Istituto Professionale DIEFFE di Spinea. La protagonista del romanzo d è Rosa Lopez, un commissario con una carriera brillante che l’ha portata ai vertici dell’Antiterrorismo. Il suo compagno è in coma, vittima di un attentato, ma la sbirra non può cedere alla donna. Una minaccia gravissima incombe sulla città. Piergiorgio Pulixi si è avvalso di fonti confidenziali per esplorare gli oscuri rovesci delle strutture di pubblica sicurezza. In una metropoli caleidoscopio delle vanità dell’Occidente, nelle cui strade l’eroina scorre a fiumi e impazzano le gang di latinos, tutto quello che credete di sapere vi apparirà sconosciuto.

 

Domenica 18 novembre, presso il Negozio Piave 67, triplo appuntamento con il giallo. Alle 16 Fabio Mundadori presenta Ombre di vetro. Il romanzo inizia in una Bologna del 1986, ancora segnata dalle stragi. In questo contesto un killer seriale sfida la polizia e il giovane ispettore Naldi, uccidendo secondo il proprio feroce rituale. Si passa poi alla Bologna presente, lo stesso killer è tornato, o forse no, ma toccherà ancora a Naldi indagare. Alle 17 toccherà a Davide Busato con Tonache di sangue. Veneziano e ricercatore storico, Busato è autore di veneziacriminale.it, dov’è rappresentata la prima mappa dei fatti criminali di Venezia. “Tonache di sangue” è una raccolta di trentasei casi di cronaca nera, suddivisi in sette sezioni (sicari, iracondi, lussuriosi, pluriomicidi, banditi, avari e blasfemi) con protagonista il clero. Alle 18 Pierluigi Porazzi concluderà la giornata con La ragazza che chiedeva vendetta. Un celebre chirurgo estetico viene ritrovato morto insieme a due delle sue assistenti; gli investigatori scoprono una pista inquietante: un noto criminale potrebbe aver subito un intervento di plastica facciale e aver assunto una nuova identità, potrebbe avere il volto di chiunque, anche del più insospettabile.

Il festival sul giallo, noir e thriller più lungo d’Italia apre a Mestre la prima settimana con i grandi nomi del giallo

 

Inizia la terza edizione di Mesthriller, il festival sul giallo, noir e thriller più lungo d’Italia, sotto la direzione artistica di Cristina Cama organizzato grazie al fondamentale contributo  a Mestre  del Settore Cultura del Comune di Venezia, della libreria Ubik e, a Spinea, della Biblioteca e del Comune di Spinea.

 

Dal 6 al 25 novembre – per ben tre settimane – si susseguiranno a Mestre e Spinea incontri e apertivi con gli autori, cinema, teatro, performance dal vivo e laboratori per bambini, facendo di Mesthriller un punto di riferimento a livello nazionale per gli amanti del brivido e della suspense.

 

La prima settimana apre con i grandi nomi del giallo: martedì 6 novembre, alle 18.00, sarà ospite della Biblioteca di Spinea, Francesco Recami che presenta Il diario segreto del cuore, settimo libro della serie La casa di ringhiera che lo ha reso popolare al grande pubblico. Ad aprire l’incontro, moderato da Stefano Cosmo, con le letture di Paola Cavallin di Voci di Carta, il musicista e scrittore Alessandro Sbrogiò con Cadenze d’inganno. A seguire l’aperitivo in giallo preparato dagli studenti dell’Istituto Professionale DIEFFE di Spinea.

 

Mercoledì 7 novembre appuntamento alle 18.00 al bistrot Oltre il giardino di Mestre con una delle penne più promettenti del panorama italiano: Mirko Zilahy presenta Così crudele è la fine, con Marco Chiesa e le letture di Stefania Brescia di Voci di Carta. Per l’occasione, brindisi con i vini da agricoltura biologica offerti dalla cantina Savian di Lison Pramaggiore. Alla Biblioteca VEZ, giovedì 8 novembre alle 18.00, grande attesa per uno degli autori di maggiore qualità in Italia. Hans Tuzzi, con la partecipazione del Prof. Felice Galatioto e le letture di Maria Teresa Crisigiovanni di Voci di Carta, presenta La vita uccide in prosa. Ad aprire l’incontro lo scrittore veneziano Mauro Ciancimino con P.T.E.M.E.M. 1987: uccidete il leone di San MarcoVenerdì 9 novembre Mesthriller approda alla Biblioteca di Marghera – alle 17:30 la presentazione di La voce delle ombre di Paolo Lonzotti  – per poi tornare a Mestre sabato 10 novembre con un grandissimo ospite: alle 18.00, alla Ubik, Cecilia Scerbanenco  presenta Il fabbricante di storie. Vita di Giorgio Scerbanenco, maestro indiscusso del noir italiano.

 

A corredare il ricco programma della prima settimana di Mesthriller, tantissimi altri appuntamenti da non perdere: martedì e giovedì al Candiani la rassegna cinematografica Second Life Thriller con la proiezione di “Split” e “Personal Shopper”. Sabato 10 novembre Mesthriller KIDS: tutti i bambini dai 9 agli 11 anni sono invitati alle 10.30 alla VEZ Junior di Mestre per giocare a fare i detective con il laboratorio Mistero tra le pagine curato da Susi Danesin. Alle 16.30 apre le porte la Biblioteca di Spinea con l’attesissima performance, curata dalle Associazioni Fuori Quota e Voci di Carta, Crimini Viventi. Scene del crimine in un percorso da brivido. Domenica 11 novembre triplo appuntamento alla Torre Civica di Mestre: alle 11, 16 e 18 Io sono Lupin, la lettura-game sul vero ladro che ha ispirato il personaggio di Lupin, realizzata da Woodstock Teatro.

 

Info e programma completo su: mesthriller.it.

Nell’attesa di scoprire il programma della prossima edizione di Mesthriller, che si terrà a Mestre e a Spinea dal 6 al 25 novembre, il festival dei libri gialli, noir e thriller – giunto alla sua terza edizione – regala a Mestre una grandissima anteprima internazionale.

 

Ospite d’onore il maestro mondiale del thriller Jeffery Deaver, che alle 18.30 di domani, giovedì 27 settembre, incontrerà i lettori all’esterno della libreria Ubik in via Poerio 6 a Mestre.

 

Un altro colpo grosso per la manifestazione letteraria curata da Cristina Cama e Marco Chiesa di Piegodilibri.it e organizzato con il Settore Cultura della Città di Venezia, la libreria Ubik di Mestre, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Spinea e la Biblioteca Comunale di Spinea.

 

Jeffery Deaver ha mantenuto la promessa fatta lo scorso anno in occasione di un incontro estivo organizzato da Mesthriller e torna per la seconda volta a Mestre per presentare al suo pubblico Il taglio di Dio, edito in Italia da Rizzoli.

 

Un nuovo capitolo della saga che ha come protagonista l’ormai celebre criminologo tetraplegico Lincoln Rhyme, che abbiamo conosciuto anche sul grande schermo, magistralmente interpretato da Denzel Washington ne “Il collezionista di ossa”, film tratto dall’omonimo romanzo dell’autore.

 

L’incontro, a cui parteciperanno anche il musicista, traduttore e scrittore Seba Pezzani e il giornalista Stefano Pittarello, sarà accompagnato dalle letture di Maria Teresa Crisigiovanni e si concluderà con brindisi e cicchetti per tutti, preparati dagli studenti dell’istituto professionale alberghiero di Spinea.

 

Info: mesthriller.it

Evento Facebook

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni