Home / Posts Tagged "game"

Livelli, obiettivi, narrazione. Il gioco è intorno a noi, non solo sul pc o sullo smartphone, ma anche sul posto di lavoro

 

Jesse Schell è seduto sulla sua poltrona, sul palco del D.I.C.E. Summit, a Las Vegas. Sta parlando in qualità di esperto di game design e sta spiegando di come i giochi stiano entrando sempre di più nella vita reale. È il febbraio 2010, nel giro di qualche anno quelle sue parole faranno scuola. Jesse Schell infatti sta parlando di una cosa ben precisa senza però citarla, neanche una volta: sta parlando di gamification, un termine che in italiano potremmo tradurre con ludicizzazione. Cosa vuol dire? Si tratta di un termine che consente di ricreare nella vita reale alcune dinamiche tipiche dei videogame: missioni, premi, livelli, riconoscimenti.

 

Un concetto ibrido e innovativo, un fenomeno che in pochi anni si sta diffondendo sempre di più e che oggi è un trend universale. Le grandi aziende mondiali, che hanno almeno una volta utilizzato la gamification nelle proprietà attività di business, sono oltre il 70% e tra 2010 e 2018 il giro di affari, in questo senso, è passato da 0 a 5.5 miliardi di dollari.

 

In origine furono le slot machine a sfruttare queste dinamiche. Tra i primi marchi in Italia a portare la gamification, come scrive Gaming Report, c’è senza dubbio Star Casinò, che prima degli altri ha capito come videogame e slot abbiano alcune skills in comune. Innanzitutto le visual and audio rewards, ovvero le congratulazioni visive e auditive che scattano al termine di ogni livello raggiunto. Questi effetti, apparentemente innocui e inutili, riescono invece a stimolare i recettori del piacere del cervello, facendo crescere la soddisfazione del giocatore e spingendolo al prossimo obiettivo. Altro meccanismo tipico della gamification applicata ai giochi è quello del near miss, ovvero le scuse, le illusioni che si creano istintivamente nella nostra testa per convincerci che, al prossimo tentativo, riusciremo a superare il livello.

 

Ma la gamification è applicabile anche in altri settori, come in quello della formazione manageriale, che si fa sempre più sofisticata e deve rispondere anche a metodologie di apprendimento valide. Come? Soprattutto attraverso due strade. La prima è quella dell’aderenza tra esperienza e realtà nelle metodologie interattive. Qui l’indicatore più efficace è lo stato di flusso, ovvero il flow, che vive chi partecipa all’esperienza, con il ritmo, la pressione e l’impatto delle scelte che diventano elementi fondamentali per creare immersione. Accanto a questa strada, c’è quella della narrazione, di quello storytelling che diventa anche il modo migliore per sperimentare decisioni e comportamenti che richiedono una assunzione di responsabilità e capacità di leggere la situazione.

 

Dai videogame fino alle decisioni manageriali, passando per le slot e tanto altro. Perché la vita, in fondo, va presa come un gioco. Un gioco serio.

Nei primi tre mesi del 2020, LeoVegas ha trasferito dodici marchi sulla sua popolare piattaforma tecnica proprietaria. LeoVegas AB è uno dei più popolari fornitori di giochi da casinò per cellulare e piattaforme online. Questa è una società con sede in Svezia la cui piattaforma iGaming è piena di giochi di video poker, giochi con jackpot progressivi e tutti gli altri tipi di giochi da casinò online. Oggi opera nel Regno Unito e in molti altri mercati internazionali.

 

La società LeoVegas AB è stata fondata nel 2011 in Svezia da Gustaf Hagman e Robin Ramm-Ericson. I fondatori dell’azienda basano LeoVegas sulle potenzialità dei giochi mobili. Oggi l’azienda impiega oltre novecento persone, il che la rende una delle più grandi società di giochi online e per cellulare in Europa e la più grande quando si tratta di casinò per dispositivi mobili.

 

In aggiunta alla sede principale di Stoccolma, LeoVegas ha anche uffici in Polonia, nel Regno Unito e in Italia.

Oltre a ridurre significativamente la complessità operativa, la migrazione dei dodici marchi aumenterà anche le scelte di gioco dei casinò online. In altre parole, LeoVegas offrirà ora giochi da casinò online che raramente si trovano altrove realizzati da importanti fornitori esterni di giochi da casinò online.

 

Commentando la notizia, Gustaf Hagman, CEO di LeoVegas, ha affermato che questa migrazione rappresenta una pietra miliare per questa società, in particolare per l’organizzazione tecnologica del Gruppo e per tutti i dipendenti.

 

Alchemist’s Gold Slot – Synot Games.

 

 

Synot conferma la partnership di contenuti con Starcasinò Italia

Il fornitore di contenuti Synot Games ha annunciato un accordo con StarCasinò Italia, parte del gruppo Betsson, che consentirà ai clienti dell’operatore di accedere al meglio dei suoi contenuti certificati in Italia.

 

Synot ha confermato che il suo portafoglio italiano comprende gli stessi 47 titoli certificati dalla Malta Gaming Authority, mentre è in procinto di certificare altri sette giochi.

 

StarCasinò Italia è diventato il più recente casinò online in Italia ad offrire contenuti da Synot Games dopo i loro ultimi accordi con Sisal.it e Lottomatica.it.

 

La strategia di lancio di StarCasinò Italia incorpora inizialmente giochi come l’avventuroso “Archaeologist in Book of Secrets”, i misteri dell’alchimia in “Alchemist’s Gold” e i preziosi giri degli elfi in “Moonlight Fortune”. Questi giochi sono stati scelti anche perché si sono dimostrati popolari all’interno della comunità di gioco italiana.

 

Se desideri saperne di più su LeoVegas e StarCasinò ti consigliamo casinoit.org (online dal 2005) sito di comparazione casinò online dove potrai trovare recensioni oneste ed indipendenti di tutti i siti di casinò online con concessione ADM (Agenzia Dogane Monopoli).

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni