Home / Posts Tagged "furto auto"

Nella giornata di ieri, domenica 14 luglio, il personale del Commissariato P.S. di Jesolo ha conseguito un importante risultato per la prevenzione e repressione dell’odioso fenomeno dei furti ai danni delle autovetture in sosta, che comporta spesso danni ai veicoli e forti preoccupazioni per i derubati. Risultato, questo, che è frutto del potenziamento dei servizi di controllo del territorio in corrispondenza delle località del litorale, accentuato ulteriormente nei weekend, in considerazione del maggior afflusso turistico.

 

In particolare, grazie a puntuali riscontri investigativi, gli agenti del Commissariato di Jesolo sono riusciti a individuare gli occupanti di una Fiat Punto Evo di colore bianco, quali soggetti coinvolti nella predetta attività illecita.

 

Nella tarda mattinata di ieri, dunque, gli equipaggi in servizio di controllo del territorio hanno effettuato un’attenta ricerca del veicolo indicato nei luoghi noti come maggiormente “a rischio furti”. Alle ore 14.30, una volante ha intercettato il mezzo, condotto da I. F. di 64 anni, con a bordo due donne (la moglie del conducente, C. G., di 59 anni, e una terza conoscente, C. P., di 55 anni), procedendo al suo controllo.

 

Nei frangenti del controllo è balzato immediatamente all’occhio attento dei poliziotti il fulmineo tentativo, compiuto dalla moglie del conducente, di occultare “qualcosa”, che poi è risultato trattarsi di 4 carte bancomat, con relativi codici PIN, delle quali nessuno dei controllati ha fornito giustificazioni idonee a fondarne un possesso legittimo.

 

Approfondendo il controllo, gli agenti hanno notato che all’interno di una borsa da mare, sistemata tra i piedi della C.G., vi erano una seconda borsa da donna di colore bordeaux e un borsello di colore nero. All’interno della borsa erano ancora presenti del denaro, i documenti e gli effetti personali riconducibili a una donna, mentre all’interno del borsello vi erano i soldi, il portafogli e i documenti di un uomo.

 

La sala operativa del Commissariato di Jesolo è quindi riuscita a rintracciare telefonicamente il titolare del portafogli il quale, nella mattinata, dopo aver parcheggiato la sua auto, si era recato in spiaggia e non era assolutamente a conoscenza di essere stato vittima di un furto sul proprio veicolo in sosta. Lo stesso, assieme alla moglie, si è presentato poco dopo in Commissariato per sporgere denuncia e recuperare quanto gli era stato sottratto poco prima.

 

Gli accertamenti esperiti tramite la Banca Dati Interforze del ministero dell’Interno permettevano di appurare che i 3 sottoposti a controllo annoverano numerosi precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio. Gli stessi sono stati indagati per l’ipotesi di ricettazione in concorso e, non essendo residenti nel comune di Jesolo, saranno segnalati per un provvedimento di foglio di via con divieto di ritorno nel predetto Comune.
La tempestività dell’azione di polizia ha consentito, inoltre, di evitare che i malfattori utilizzassero le carte di credito con i relativi codici per l’effettuazione di prelievi.

Il Sistema Mercurio per la prima volta ha individuato a Mestre un’auto rubata a Reggio Emilia lo scorso 18 marzo.

 

Tale sistema è stato installato recentemente sulle auto della Squadra Volanti della Questura e presentato lo scorso 12 marzo in piazza Ferretto a Mestre; ciò consente la lettura automatica delle targhe permettendo agli operatori di individuare anche in movimento eventuali auto rubate.

 

Martedì 2 aprile, durante il normale servizio di controllo del territorio, nel transito in via Gagliardi, il sistema ha fatto scattare l’”alert” segnalando una delle auto parcheggiate lungo la strada come rubata.

 

Grazie all’efficacia del sistema Mercurio, è stata recuperata l’auto (una Citroen C3) che sarà restituita al legittimo proprietario che è già stato avvertito del rinvenimento.

L’auto era parcheggiata in via Siusi a Mestre. Durante la notte due giovani, un ucraino e un moldavo minorenne, hanno rubato il mezzo. I due ladri non avevano fatto i conti con l’antifurto satellitare installato e, già alle nove della mattina seguente, la polizia è riuscita a fermarli in flagranza di reato, ancora a bordo della vettura. Sono stati perquisiti e trovati in possesso non solo di tessere bancomat e altri oggetti ritenuti proventi di furti, ma anche di una placca di vigilanza privata, una maschera di carnevale e oggetti da scasso.
È finita con una denuncia per ricettazione e porto di oggetti atti a offendere. Il minorenne è stato riaffidato alla madre.
L’auto rubata è stata restituita al proprietario che ne aveva denunciato il furto poche ore prima.

 

Fonte: VeneziaToday

Furto di auto sul Terraglio che sa dell’incedibile.

Lunedì notte, una coppia di Frescada Preganziol si è fermata al distributore ENI della Favorita Mestre per fare rifornimento.

Mentre l’uomo e la compagna, entrambi usciti dall’abitacolo, un’Alfa Romeo, facevano benzina, uno sconosciuto si è introdotto al posto di guida ed è partito verso Mestre, lasciando il proprietario esterrefatto, con la pompa della benzina in mano, e la signora in lacrime, che aveva lasciato in auto la borsetta con documenti e danari.

Il furto è stato denunciato ai Carabinieri.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni