Home / Posts Tagged "Figc"

I campioni d’Italia 2020 sono i medici, il personale sanitario, i volontari, le Forze dell’ordine e le Forze armate, il personale dei servizi pubblici essenziali. La consegna a Bergamo nel corso di un evento benefico con gli Azzurri e le Azzurre.

 

La notizia è apparsa oggi nel sito della Federazione Italiana Gioco Calcio: “Il calcio rappresenta uno straordinario collante sociale – afferma il presidente Gravina – e ha enormi responsabilità anche quando il pallone non rotola, veicolando messaggi positivi a tutti gli appassionati. Abbiamo deciso di sgomberare il campo dalle polemiche sportive per assegnare agli eroi contemporanei, senza falsa retorica, un riconoscimento che è già nei cuori della gente”.

 

 

#loscudettodelcuore, si legge nella news, sarà assegnato simbolicamente a tutte le categorie professionali impegnate durante l’emergenza in un futuro evento che potrebbe coincidere con l’iniziativa lanciata dal Ct Roberto Mancini: unire Azzurri e Azzurre per festeggiare a Bergamo insieme la fine della pandemia, quando le condizioni consentiranno di riaprire gli stadi.

 

Nella volontà della FIGC, infatti, c’è di far giocare alla Nazionale la prima partita ufficiale aperta al pubblico allo Stadio ‘Meazza’ di Milano, con l’obiettivo di riunire i tifosi azzurri e ricordare le vittime della pandemia insieme ai rappresentanti istituzionali e a quelli delle categorie coinvolte nel progetto.

 

Oltre a queste, la FIGC promuoverà diverse iniziative per accompagnare la campagna #loscudettodelcuore: per dare seguito alla donazione fatta all’Ospedale Spallanzani di Roma, la Federazione sosterrà una raccolta fondi diretta alle altre strutture in prima linea, mettendo all’asta una t-shirt limitededition che gli Azzurri e le Azzurre indosseranno all’ingresso in campo della prima partita in calendario, insieme ad altre memorabilia; sui canali social FIGC sarà attivata una call to action dedicata a questo progetto; nella prossima edizione della ‘Hall of Fame del Calcio Italiano’ sarà istituita una categoria speciale per i vincitori de #loscudettodelcuore e verrà creata un’apposita sezione del Museo dove coltivare il ricordo di quanto sta facendo questa speciale Nazionale dell’Emergenza.

 

Il logo elaborato per la campagna abbina il tricolore allo stetoscopio dei medici, un simbolo visivo della categoria più esposta in questa emergenza, che ha dato il contributo più straordinario, anche per il numero di vite umane.

 

LE ALTRE INIZIATIVE FIGC

L’emergenza da Covid19 ha già unito il mondo del calcio, protagonista di numerose iniziative: Federazione, Leghe, Club, calciatori, allenatori e arbitri sono scesi in campo per aiutare i territori di riferimento vestendo un’unica divisa da gioco, senza alcuna distinzione. Da parte sua, la FIGC ha sostenuto con un contributo diretto di 100 mila euro l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive ‘Lazzaro Spallanzani’ di Roma, ha coinvolto gli Azzurri e le Azzurre in una campagna di sensibilizzazione sui comportamenti da adottare per contenere il contagio denominata #leregoledelgioco e ha messo a disposizione della Protezione Civile di Firenze per questa emergenza il Centro Tecnico Federale di Coverciano. In virtù di questa iniziativa, la ‘Casa delle Nazionali’ è stata ribattezzata la ‘Casa della Solidarietà’.

Il Venezia dovrà disputare lo spareggio con la salernitana per restare in serie B. Gli incontri si disputeranno domani, mercoledì e domenica.
Tutto questo è conseguenza della sentenza del Tar del Lazio, che ha penalizzato il Palermo di 20 punti per illeciti amministrativi.
Così il Palermo reo di irregolarità resterà in serie B e il Venezia ormai salvo dovrà disputare i play off.

 

Ieri la FIGC ha abilitato ad Allenatore di base 42 nuovi tecnici – provenienti tutti dal corso tenutosi a Preganziol nel periodo dal 17.09.2018 al 15.12.2018 – che ora potranno allenare tutte le prime squadre fino alla Serie D compresa e tutte le giovanili (con l’esclusione delle formazioni Primavera e Berretti), oltre alle squadre femminili militanti nei campionati fino alla Serie C.

 

 

Tra i nuovi coach spuntano i nomi di:

Melania Gabbiadini, sorella di Manolo (attaccante della Sampdoria). Nel suo palmares 5 scudetti, 2 coppe Italia e 3 Supercoppa, oltre a essere stata nella hall of fame 2017 FIGC e ad aver conseguito 114 presenze in Nazionale femminile con 45 reti;

Alessandro Buccolini, già Coach UEFA C Grassroots, unico cittadino di Preganziol;

Alessandro Beccia, centrocampista/difensore sinistro attualmente nel San Donà militante in Serie D;

Oscar Chies, allenatore dell’ASD San Fior, squadra attualmente prima in Terza categoria nel girone A e finalista di Coppa.

 

 

Il corso si è articolato in circa 152 ore di lezione, suddivise in 7 settimane, durante le quali sono stati affrontati argomenti come la tecnica e la tattica calcistica, la metodologia dell’allenamento, la psicologia, la medicina sportiva, le carte federali e il regolamento di gioco.
Non sono mancate inoltre le lezioni di primo soccorso BLS-D.

 

 

Ogni corsista ha svolto giornate di tirocinio sia presso società professionali che dilettantistiche, compresi i rispettivi settori giovanili.
Per poter essere promosso, ognuno ha poi dovuto superare un esame pratico sul campo (preparare e dirigere un allenamento) e altri esami teorici (su tutte le materie didattiche affrontate).

Palloni, reti e tanto divertimento per una giornata all’insegna dello sport e della solidarietà: oltre 350 giocatori, dai 5 ai 10 anni, delle società calcistiche del territorio, si sono sfidati ieri mattina in piazza Ferretto, in occasione di “Sì AMO il calcio”, la manifestazione organizzata per celebrare il 120. anniversario della Figc, la Federazione Italiana Giuoco Calcio, che era stata rinviata per il maltempo il 18 marzo scorso, promossa in collaborazione con il Comune di Venezia.

 

Negli appositi mini campi allestiti, i giovani calciatori si sono confrontati con partite da 3 contro 3, e nelle prove di abilità tecnica, in cui hanno potuto dimostrare la loro destrezza col pallone tra i piedi. A tutti è stato regalato, come ricordo, un cappellino della Nazionale di calcio.

 

“Un momento di sport e di festa – ha commentato il presidente della Commissione consiliare Sport, Matteo Senno, che ha partecipato all’iniziativa in rappresentanza dell’Amministrazione comunale. In queste occasioni si impara a stare insieme, lo spirito di squadra e a condividere i valori dell’amicizia e della collaborazione”.

 

Nel corso della manifestazione si è tenuta una raccolta fondi promossa dalla fondazione “Insieme contro il cancro”, in cui sono stati distribuiti palloni da calcio celebrativi dell’evento in cambio di un contributo a sostegno della realizzazione di studi e progetti di ricerca clinica volti alla miglior tutela del paziente oncologico.

 

Nell’area “Fun” è stata inoltre ospitata l’esposizione dei 10 disegni finalisti del concorso “Il calcio e la storia della tua città” aperto ai bambini delle elementari. Gli elaborati sono stati votati dai partecipanti alla manifestazione: ai cinque piccoli artisti più apprezzati è stato regalato un kit da gioco della Nazionale e agli altri 5 un pallone da calcio.

Si terrà domenica 8 aprile, dalle ore 10.30 alle 12.30, in piazza Ferretto, “SiAMO il calcio”, la manifestazione di sport e solidarietà per celebrare il 120 anniversario della Figc, la Federazione Italiana Giuoco Calcio, che era stata rinviata per il maltempo il 18 marzo scorso. All’evento, promosso a Mestre in collaborazione col Comune di Venezia, prenderanno parte i migliori 300 giocatori, dai 5 ai 10 anni, delle società calcistiche della nostra provincia.

 

Saranno allestiti 4 mini campi da gioco (per partite da 3 contro 3), nonché due aree tecniche, in cui i ragazzi potranno dimostrare la loro abilità con il pallone tra i piedi.

 

Nell’area “Fun” sarà inoltre ospitata l’esposizione dei 10 disegni finalisti del concorso “Il calcio e la storia della tua città”, aperto ai bambini delle elementari. Gli elaborati saranno votati dai partecipanti alla manifestazione: ai cinque piccoli artisti più apprezzati verrà regalato un kit da gioco della Nazionale e agli altri 5 un pallone da calcio.

 

Nel corso della manifestazione si terrà una raccolta fondi promossa dalla fondazione “Insieme contro il cancro”, che distribuirà in piazza palloni da calcio celebrativi dell’evento in cambio di un contributo a sostegno della realizzazione di studi e progetti di ricerca clinica volti alla miglior tutela del paziente oncologico.

L’esclusione dell’Italia dai mondiali in Russia ad opera di una non irresistibile Svezia, ha colpito tutti gli sportivi e non. Tutti in Italia ci siamo sentiti come defraudati e la memoria corre a sessant’anni fa quando successe la stessa cosa.

 

Credo che il popolo degli amanti del calcio giocato abbiano individuato uno dei maggiori responsabili della disfatta in Tavecchio, Presidente della Figc, e nelle sue politiche poco lungimiranti e poco tese alla valorizzazione dei nostri giovani, e ce ne sono tanti, che giocano nelle squadre minori e nelle giovanili.

 

Ci si aspettava, a buon ragione, che ora Tavecchio rassegnasse le sue dimissioni, ma no. Il Presidente della Figc ieri ha annunciato che non intende lasciare e che ha dimesso l’allenatore Ventura dal suo incarico.

 

Certo Ventura ha le sue colpe, ma non è il maggior responsabile dell’accaduto e non il solo. L’allenatore in fondo ha fatto quello che poteva con quello che aveva a disposizione.

 

Ora Tavecchio ha annunciato che è alla ricerca di un nuovo allenatore. Vuole il meglio ha detto, ma per quanto riguarda le sue politiche nei confronti della valorizzazione dell’ingente parco giovani che frequenta i campi di calcio di tutta Italia non ha detto nulla.

 

Speriamo bene per il futuro, ma sarà un futuro grigio se non cambieranno tante cose in sede Figc.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni