Home / Posts Tagged "ebbrezza"

Agenti impegnati in tutta Jesolo con servizi antidroga, vigilanza per il rispetto dell’ordinanza sul divieto di detenzione e consumo di alcolici in aree pubbliche il sabato notte e attività lungo le strade in uscita dalla città per il contrasto alla guida in stato di ebbrezza. 

 

Non si ferma l’azione della Polizia locale di Jesolo per garantire la sicurezza in città. Tre i fronti principali su cui sono stati impegnati gli agenti del Corpo nella notte tra sabato 3 e domenica 4 agosto: servizi antidroga con impiego dell’unità cinofila “Chaos” tra lungomare e accessi al mare; controlli per il rispetto dell’ordinanza “anti-alcol” che vieta il sabato notte la detenzione e il consumo di alcolici su area pubblica del Lido di Jesolo; attività di prevenzione degli incidenti stradali e contrasto alla guida in stato di ebbrezza.

 

Controllo allo spaccio di stupefacenti

Per quanto riguarda il contrasto allo spaccio di stupefacenti, si conferma importante il ruolo dell’unità cinofila “Chaos” che sotto la guida degli operatori della Polizia locale ha contribuito all’individuazione e al sequestro di circa 23 grammi di marijuana nell’accesso al mare di via Carducci in zona piazza Aurora.

 

 

Contro l’abuso di alcol tra i giovani

Conferme sulla bontà del provvedimento firmato dal sindaco Zoggia per frenare l’abuso di alcol tra i giovani, arrivano dai numeri registrati la scorsa notte. Solo 3 i verbali emessi dagli agenti di Polizia locale, in piazza Mazzini, per violazione all’ordinanza: uno a carico di un trentenne della provincia di Treviso e due nei confronti di soggetti extracomunitari.

 

Controlli agli automobilisti

Anche l’attività di prevenzione degli incidenti stradali e della guida in stato di ebbrezza inizia a dare i suoi frutti. Le pattuglie della Polizia locale dislocate presso la rotatoria “Frova” in uscita da Jesolo hanno fermato circa 200 veicoli tra l’1.00 e le 5.00 della mattina sottoponendo altrettanti conducenti a pre-test alcolimetrico. Per 3 di loro sono seguiti ulteriori accertamenti con l’impiego di etilometro omologato riscontrando valori alcolemici compresi tra 0,57 e 1,18 g/L e conseguente ritiro della patente.

 

 

“Siamo soddisfatti delle misure che abbiamo messo in campo per la sicurezza in città – dichiara il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia -. Il nostro obiettivo è quello di promuovere un atteggiamento responsabile tra le persone e in particolare tra chi viene a Jesolo nel weekend. La nostra è una realtà ospitale ma che chiede anche rispetto: per i suoi cittadini, per gli operatori economici e per i suoi ospiti. Dunque sì al divertimento, in particolare tra i giovani, purché sia un divertimento senza eccessi. Il senso dell’ordinanza emessa nelle scorse settimane serve a questo. Continueremo a vigilare il sabato notte e nei giorni clou del Ferragosto perché Jesolo non è, né vuole essere la casa dello sballo”.

Continua incessante l’attività di controllo stradale da parte del personale della Polizia locale del Lido di Venezia per prevenire e reprimere eventuali comportamenti che potrebbero mettere in pericolo l’incolumità delle persone e la viabilità. Per questo motivo ogni giorno viene organizzato almeno un posto di blocco impegnando le pattuglie per accertamenti a campione su documenti dei veicoli e stato psicofisico dei passeggeri.

 

I risultati non si sono fatti attendere: durante questo tipo di controlli, mercoledì 17 ottobre, è stata bloccata una donna di nazionalità statunitense che, alla richiesta di esibire la patente, ha mostrato agli agenti un permesso provvisorio di guida scaduto rilasciato dalle autorità d’Oltreoceano. L’automobilista, residente nel nostro Paese da più di cinque anni, non aveva mai conseguito la licenza di guida italiana, di conseguenza è stata sanzionata con 5mila euro per guida senza patente, cui si aggiunge il fermo amministrativo del veicolo.

 

Nei giorni scorsi, inoltre, la Polizia locale è stata raggiunta da più segnalazioni da parte di residenti preoccupati per un ciclista che, ripetutamente e vistosamente, era solito percorrere le vie principali del Lido sbandando in modo pericoloso. Le pattuglie in servizio, durante una serie di verifiche dinamiche, martedì 16 ottobre hanno intercettato l’individuo verso le 17 mentre stava transitando per via Sandro Gallo in sella a quella che all’apparenza sembrava una bicicletta a pedalata assistita. Il ciclista, 63enne di origini romene residente al Lido, in evidente stato di ebbrezza, è stato fermato mentre procedeva a zig zag tra la linea di mezzeria della carreggiata e il marciapiede: all’alcoltest, cui immediatamente è stato sottoposto, l’uomo è risultato avere un tasso alcolemico di 3,26 g/l, pari a 6 volte il limite di legge. Per questo motivo scatterà un’informativa all’Autorità giudiziaria.

 

Gli accertamenti continueranno però anche nei confronti della “bicicletta” su cui si trovava il 63enne: quest’ultima infatti viaggiava senza che il conducente pedalasse. Il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo e nei prossimi giorni si procederà a verifiche tecniche: il sospetto è che si tratti in realtà di uno scooter elettrico.

 

Poche ore più tardi, in serata, gli agenti sono intervenuti in via Marco Polo per rilevare un incidente occorso a una giovane lidense che, dopo un testacoda, ha impattato contro tre auto in sosta. La conducente alla vista degli operatori sembrava visibilmente alterata e per questo, una volta accompagnata al pronto soccorso per dolori al capo, è stato chiesto dalla pattuglia che la donna venisse sottoposta ad accertamenti per verificare l’eventuale assunzione di alcol o di sostanze stupefacenti.

Tra la serata e la notte di ieri, tra le ore 20 e le 2, la Polizia locale di Venezia ha effettuato un nuovo servizio di controllo del territorio – il terzo nel mese di maggio – predisponendo una serie di posti di controllo mobili nelle aree sensibili di Mestre e Marghera.

 

Complessivamente sono state impegnate otto radiomobili e sedici operatori, supportati dall’unità cinofila antidroga e dall’utilizzo dell’etilometro.

 

I posti di controllo sono stati piazzati a Mestre in viale Stazione e in via Trento, e a Marghera in piazzale Giovannacci e in via Trieste.

 

Il servizio ha portato a risultati operativi importanti. Sono infatti state ritirate 2 carte di circolazione per mancanza di revisione del veicolo e 3 patenti di guida ad altrettanti conducenti sorpresi a guidare in stato di forte ebbrezza alcolica (anche 2.00 a fronte del limite di 0,5). Un conducente è inoltre stato sorpreso alla guida del mezzo privo di patente e sono state sequestrate modiche quantità di hashish e marijuana e un veicolo privo di copertura assicurativa; è stata sanzionata una persona in stato di ebbrezza alcolica ed è stato denunciato a piede libero un cittadino nigeriano che si aggirava in via Trento con una spranga in acciaio nascosta tra i vestiti. Sessanta veicoli circa sono stati sottoposti a controllo di polizia stradale e sono state elevate diverse contestazioni per violazioni varie.

Il comando della Polizia locale comunica che per i prossimi mesi saranno attivate al Lido, ad opera del personale del Servizio di Polizia di Prossimità per Venezia e le isole, delle postazioni mobili attrezzate, con l’obiettivo di prevenire e reprimere comportamenti contrari alle norme del Codice della Strada.

 

Gli operatori, supportati da strumentazioni tecniche quali etilometro e telelaser, effettueranno controlli mirati a verificare la guida in stato di ebbrezza e il superamento dei limiti di velocità. In tale contesto verrà data particolare attenzione alla guida con l’uso del cellulare e al mancato uso delle cinture di sicurezza.

 

Nel corso del mese di maggio, al Lido, sono state elevate 14 sanzioni amministrative per il superamento dei limiti dei velocità. L’ultima di questa, nella giornata odierna, ha comportato anche il ritiro della patente ad un residente dell’isola che stava transitando in via Sandro Gallo ad una velocità di 90 km orari, rispetto ai 30 consentiti in quel tratto di strada.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni