Home / Posts Tagged "degustazione"

Grandi esperti a confronto al Castello di Roncade, guidati dall’enologo di fama internazionale Umberto Trombelli

 

Al via la seconda edizione de “il dietro le quinte dei grandi vini”. L’appuntamento per appassionati, opinionisti, giornalisti e addetti ai lavori è venerdì 17 e sabato 18 gennaio 2020 al Castello di Roncade (Roncade in provincia di Treviso). Ad accompagnare il pubblico sarà l’enologo Umberto Trombelli, enologo di fama internazionale.

 

Esattamente un anno fa il Castello di Roncade, della famiglia del barone Vincenzo Ciano Bassetti, ha creato in diretta l’assemblaggio del Villa Giustinian 2017, il vino di riferimento del Castello di Roncade (Rosso Igt Veneto gr. 13,5). L’incontro, di grande valore culturale, ha permesso agli ospiti di degustare in anteprima le partite di vino che compongono un “Taglio bordolese” personalizzato con autoctoni veneti. «Degustare assieme le partite di vino che compongono un “Taglio bordolese” – spiega l’enologo Umberto Trombelli – tra Merlot, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Carmenère, Raboso e, tra loro, campioni di barriques, tonneaux, botticelle e botti grandi, ha rappresentato un grande momento di confronto sul mondo del vino, sul vino di Roncade, sull’arte di fare il vino e sull’enologia. Un aspetto enologico che molti non conoscono, soprattutto quando si tratta di mettere le tessere al loro posto facendo lo con vini “grezzi”, non puliti, semplicemente prelevati dalla botte».

 

 

Una due giorni, solo su invito, riservata a opinionisti, appassionati, giornalisti, addetti ai lavori ed esperti del settore wine

Questa nuova edizione targata 2020, rappresenta un’esperienza unica dal grande valore didattico ed esperienziale anche per chi partecipa per la prima volta. Al termine della prima edizione ogni partecipante ha espresso la propria opinione su di una pergamena in sughero: ciascuna è stata sigillata all’interno di una bottiglia decorata per l’occasione. In questa seconda edizione, al termine dell’affinamento in vetro che ha subito il vino, saranno aperti e letti i fogli di sughero e, di nuovo, gli esperti si confronteranno sulla tipologia di vino degustando il Villa Giustinian pronto per la commercializzazione.

 

«La prima edizione de “Il dietro le quinte dei grandi vini” è stata senza alcun dubbio – spiega il barone Claudio Ciani Bassetti – una grande occasione per tutti i partecipanti e ha rappresentato un momento d’incontro e di confronto. La seconda edizione svelerà il risultato della prima e ripeterà l’esperienza alla presenza di un pubblico di tutto rispetto per la scena italiana e internazionale nel mondo del vino».

 

 

Il programma su invito:

Venerdì 17 gennaio 2020
Ore 19.30 cena di gala al castello di Roncade.

Sabato 18 gennaio
Ore 9:00 arrivo ospiti e ritrovo presso wine shop del Castello
Visita guidata al Castello: come si è sviluppato il concetto di Villa Veneta, storia del Castello e della
tradizione vitivinicola, a partire dalla famiglia Giustinian, per arrivare ai giorni nostri.
Ore 10:00 “il dietro le quinte dei grandi vini” tenuto dall’Enologo Umberto Trombelli
Ore 13:00 fine evento, a seguire buffet.

 

Vino Villa Giustinian 2015 Rosso Igt Veneto gr. 13,5
50% cabernet sauvignon, 10% cabernet franc, 30% merlot, 5% Raboso 5% Carmenere
Rosso rubino intenso tendente al granato, naso pulito e franco, spezie orientali; bocca morbida, caldo,
tannini setosi, medio lungo nel finale.
Eccellente 90/100
Vini dal taglio bordolese, con un’estrema pulizia olfattiva.

Castello di Roncade

via Roma, 141
31056 Roncade – Treviso
Tel. +39 0422 708736
Fax +39 0422 840964
Mail: [email protected]
Sito: http://www.castellodironcade.com
Facebook: https://www.facebook.com/castellodironcade/
Instagram: https://www.instagram.com/castello_di_roncade/

Arrivati a Mogliano poco più di due anni fa, Marzia e il figlio Alessandro hanno arricchito Piazza Duca d’Aosta di un locale luminoso e accogliente, che si contraddistingue per la sua anima eclettica.

 

Infatti, oltre alle classiche colazioni e ai pranzi veloci, l’Avenue Lounge Bar è un rinomato luogo d’incontro dove fare tappa a fine giornata per gustare un aperitivo, un cocktail, un distillato o un buon bicchiere di vino.

 

Già ambasciatore del Ferrari Trento DOC, l’Avenue punta proprio alla mescita di etichette importanti, selezionate con cura da Alessandro, sommelier certificato FISAR.

 

Dal beverage al food, al centro di tutto c’è l’idea di qualità. L’attenzione è alta anche per quanto riguarda la proposta gastronomica, che punta alla tradizione, cercando di mantenere armonia tra estetica e gusto.

Accanto ai pranzi veloci, l’offerta punta infatti anche su piatti più elaborati, gustosi e molto ben presentati.

 

Venerdì 1° marzo sarà l’occasione per provare questo connubio d’eccellenza. A partire dalle 20, l’Avenue Lounge Bar ospiterà una degustazione di vini dell’azienda agricola Castelvecchio, abbinando sfiziosi formaggi e salumi locali e risotto ai fegatini finale.

Una degustazione con la quale l’Avenue inaugura il mese di marzo e una serie di eventi alla scoperta dell’enogastronomia italiana.

 

Info

Costo 30 euro

È gradita la prenotazione allo 041.5937807

Avenue Lounge Bar è aperto tutti i giorni, tranne la domenica, con i seguenti orari:

lun-ven 7-24

sab 7.30-22

 

Serata culturale in cantina con degustazione, mostra fotografica sul vino nella Grande Guerra e spettacolo teatrale

 

Sabato 15 settembre 2018 dalle ore 18 vi è un nuovo appuntamento all’azienda agricola Terre Grosse in via E. Fermi 4 di Zenson di Piave, dove è in programma un ricco apericena con ricette d’epoca e prodotti de “La Piave per Venezia”, accompagnati da degustazioni di vino Raboso in ben cinque varianti.

 

Giovanni Callegari, curatore della mostra e del libro Il vino nella Grande Guerra, intratterrà gli ospiti con alcuni racconti sul ruolo del vino nel primo conflitto mondiale.

 

La serata si avvierà al termine con la compagnia teatrale Piccolo Borgo Antico, che metterà in scena Se no jera par l’acqua del Piave e par el raboso dee Grave…, uno spettacolo che narra alcune vicende della Grande Guerra vissute nelle retrovie del Montello e rievocate a distanza di qualche anno dal conflitto, tra flashback, dramma e comicità.

Alcune vicende della Grande Guerra vissute nelle retrovie del Montello e rievocate qualche anno dopo il conflitto nell’osteria del paese contrapponendo una visione realistica della guerra e la retorica trionfalistica dominante. Le discussioni s’intrecciano con i ricordi delle vicende vissute a Villa Frova (Comando VIII Armata) e in paese, rese in flashback, tra momenti drammatici e comici, a evidenziare l’assurdità della guerra e la necessità di tornare a sperare in una vita migliore.

 

 

La serata è a ingresso gratuito ma con prenotazione obbligatoria.

 

La delegazione dei Vignaioli Indipendenti Trevigiani Fivi organizza, il 26 e 27 maggio dalle 10.00 alle 19.00, il Mercato dei Vini dei Vignaioli nello splendido spazio dell’ex Pagnossin, area di archeologia industriale a Treviso. I produttori presenti al banco di assaggio saranno a disposizione di chiunque abbia interesse ad ascoltare le loro storie e degustare i vini, cogliendo tutta la passione e l’emozione che un viticoltore sa trasmettere.

 

 

All’evento, oltre ai vignaioli trevigiani, saranno presenti anche altre piccole aziende provenienti dall’intero stivale. “Il Mercato dei Vini dei Vignaioli è un momento di incontro e condivisione anche per i produttori stessi che in questo modo possono condividere i loro dubbi, le incertezze ma anche le grandi soddisfazioni che derivano da un lavoro come quello del vignaiolo”, spiegano. “Un sogno a mente aperta che coinvolge ed emoziona”. Per accedere all’Area Fivi è previsto l’acquisto di un bicchiere con tasca al costo di cinque euro.

 

 

L’evento nel quale è inserito il mercato della Fivi è “Food Market, le emozioni del gusto”, un viaggio culinario di sapori unici e genuini durante il quale il pubblico potrà gustare e acquistare prodotti esclusivi. All’interno, previsto un ricco programma di laboratori didattici per adulti e bambini, tavole rotonde e degustazioni guidate con i maggiori esperti del settore. Protagonisti, oltre ai vignaioli, una cinquantina di espositori legati alle eccellenze del cibo che forniranno ai food truck presenti i loro prodotti, accompagnati dalle produzioni di alcuni birrifici artigianali.

 

Per dettagli e ulteriori informazioni: www.opendreamfoodmarket.it.

 

Di seguito la lista delle aziende che saranno presenti all’evento:

Fratelli Collavo Valdobbiadene TV

Bele Casel Caerano San Marco Asolo TV

Case Paolin Volpago del Montello TV

Ceotto Vini Colfosco TV

De Bacco Pietro Seren del Grappa BL

Soc. Agr. Al Ponte Montebelluna TV

Terre Boscaratto Susegana TV

Bresolin Bio Maser TV

Caneva da Nani Guia TV

Col del Lupo Vidor TV

Col del Sas Colbertaldo di Vidor TV

Col Miotin Pieve di Soligo TV

Az. Crodi Miane TV

Bellese Vini Roncadelle TV

Ca’ del Faggio Valdobbiadene TV

Follador Francesco Valdobbiadene TV

Malibran Susegana TV

Martignago Sant’Andrea Maser TV

Mattiazzo Leo Valdobbiadene TV

Miotto Valter Vidor TV

Rosanatale Vidor TV

Siro Merotto Farra di Soligo TV

Tanoré Valdobbiadene TV

Valdellovo Susegana TV

Vettori San Pietro di Feletto TV

Cantina Pozzobon Volpago Montello TV

Vitivinicola Manera Castelfranco Veneto TV

Cesconi Trentino – Pressano TN

Le Fraghe Bardolino VR

Corte Fusia Franciacorta – Coccaglio – BS

La Dama Valpolicella – San Vito di Negrar VR

Ferlat Silvano Friuli – Cormons GO

Matrone Boscotrecase sul Vesuvio – NA

Emilio Vada Piemonte – Coazzolo AT

La Salceta di Ettore Ciancico Toscana – Loro Ciufenna AT

Podere Il Saliceto Emilia – Campogalliano MOD

Ferretti Emilia – Campegine RE

Davide Vignato Gambellara VI

Cantina 29 – Pradipozzo di Portogruaro VE

Calalta – Mussolente TV

 

 

CHI È LA FIVI?

La Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti (Fivi) è un’associazione nata nel 2008 per rappresentare il vignaiolo di fronte alle istituzioni, promuovendo la qualità e autenticità dei vini italiani. La Fivi è un’associazione nazionale che raduna piccole realtà che allevano la vite e producono vino direttamente e che difende gli interessi dei propri aderenti in ambito morale, tecnico, sociale economico e amministrativo. Oltre a ciò si impegna a promuovere e tutelare la cultura del territorio. Attualmente sono più di 1.100 i produttori associati per un totale di oltre 11.000 ettari di vigneto. Quasi 80 milioni le bottiglie commercializzate per un fatturato da 0,7 miliardi di euro e un export di 280 milioni di euro. Gli 11.000 ettari di vigneto sono per il 51% in regime biologico o biodinamico e per il 49% con la lotta integrata.

Montasu, Ciabatte, Rosette: stand di pane dorato e fragrante saranno allestiti venerdì 18 maggio in numerosi campi del centro storico di Venezia, Murano e Burano per la manifestazione “Pane in Campo”, promossa dall’associazione veneziana panificatori, in collaborazione con il Comune di Venezia e Vela.

 

La presentazione dell’iniziativa, che vuole valorizzare una delle produzioni artigianali più antiche della città, si è svolta ieri mattina a Ca’ Farsetti, alla presenza della presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano, dell’assessore alla Coesione sociale e sviluppo economico, Simone Venturini, di Paolo Stefani e Nicola Rizzo, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’associazione veneziana panificatori e Michele Albonico, panificatore storico della città.

 

Dalle ore 11 alle 17.30, nell’ambito de “Le città in Festa”, nei Campi Santa Fosca, San Giacometo, Santo Stefano, Santa Margherita, in via Garibaldi, in piazzale Santa Maria Elisabetta al Lido, in Campo San Donato a Murano e in piazza Galuppi a Burano i panificatori della città offriranno la degustazione di pane artigianale. Offerta libera a favore della mensa dei poveri.

 

“Un’occasione – ha spiegato Rizzo – per far conoscere alla cittadinanza, alle categorie economiche e ai visitatori della città delle importanti eccellenze. Dopo l’accanimento della stampa internazionale in seguito alla triste disavventura dei quattro giovani turisti che si erano trovati a pagare un conto molto salato in un ristorante dell’area marciana, vogliamo dimostrare che Venezia è una città fatta di categorie che lavorano in modo serio, puntando sulla professionalità e sulla qualità”.

 

Acqua, farina, lunghe ore di fermentazione sono gli ingredienti di un prodotto che Venezia ha sempre realizzato con grande maestria, sin dai tempi più lontani. Il pan biscotto riforniva le cambuse delle navi ed era uno degli alimenti principali dei marinai ai tempi della Serenissima. “Quello del fornaio – ha spiegato Paolo Stefani – era uno degli antichi mestieri della città che ancora sopravvive, nonostante i costi di lavorazione e manodopera, il problema dell’umidità, il rifornimento delle materie prime, i lunghi tempi di lavorazione, il trasporto del prodotto finito. Ma  mentre fino agli anni ’60 nel centro storico c’erano un centinaio di forni, adesso se ne contano meno di 20. Quando si passeggia per una calle e si sente il profumo del pane in cottura, quel profumo, a cui corrisponde un gusto particolare, indica che il prodotto è artigianale e non industriale. È questa lavorazione che vogliamo far conoscere direttamente a tutti coloro che ci verranno a trovare venerdì 18: un prodotto sano, fonte di benessere, che ricorda la lavorazione di un tempo”.

 

“L’appello agli operatori turistici e commerciali della città – ha sottolineato l’assessore Venturini – è quello di utilizzare il tesoro che è nelle mani dei panificatori veneziani e di offrire agli ospiti delle loro strutture non tanto il pane congelato quanto il pane fresco. L’invito è a un’alleanza tra veneziani. Qualche giorno fa – ha aggiunto Venturini – siamo stati ospiti in un forno della città (vedi contributi video in allegato): la passione che trasmettono questi artigiani è unica e l’Amministrazione non poteva non sostenere questa iniziativa perché se Venezia ha un futuro lo deve alle persone, che sono fatte di mestieri e professionalità”.

 

“Gli artigiani – ha concluso la presidente Damiano – rappresentano la risorsa più preziosa delle singole comunità; la nostra storia e le nostre tradizioni”.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni