Home / Posts Tagged "custodia cautelare"

Nella giornata di ieri, il personale del Commissariato di Marghera ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di A.I., un cittadino iraniano di trentatré anni con precedenti per rapina tentata e consumata, perché indiziato del reato di rapina aggravata in concorso.

 

Il provvedimento è stato emesso dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma su richiesta della competente Procura della Repubblica.

 

Il cittadino iraniano è gravemente indiziato del reato di rapina aggravata poiché – in concorso con una donna non ancora identificata, spacciandosi per appartenente alle forze dell’ordine ed esibendo un falso distintivo e una pistola – ha sottoposto a perquisizione un turista straniero impossessandosi della somma di € 600,00, di un paio di cuffie marca BOSE e di un cellulare iPhone SX.

 

Decisivi nella scelta della misura cautelare più afflittiva sono stati la gravità del reato nonché le allarmanti modalità di commissione dello stesso, tali da dimostrare una spiccata capacità a delinquere in capo al cittadino iraniano.

 

Esperite le formalità di legge, l’uomo è stato condotto presso la locale Casa circondariale e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Ieri sera gli uomini del Commissariato San Marco e del Reparto Prevenzione Crimine “Veneto” di Padova, con l’ausilio di un’unità cinofila antidroga della Questura di Padova, hanno effettuato un servizio di controllo straordinario del territorio alla Giudecca e a Castello. 

 

Nel corso dell’operazione sono stati effettuati controlli amministrativi presso gli esercizi pubblici, durante i quali sono state identificate 53 persone, di cui 26 pregiudicati, e arrestato un cittadino marocchino di trent’anni.

 

A carico dell’uomo, rintracciato presso un bar a Castello, pendeva un ordine di carcerazione emesso dall’Autorità Giudiziaria a seguito di una condanna di danneggiamento aggravato, per la quale l’uomo deve scontare 9 mesi di reclusione. I poliziotti hanno pertanto proceduto all’arresto e hanno condotto l’uomo presso il carcere di Santa Maria Maggiore.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni