Home / Posts Tagged "contributi pubblici"

Torna anche per il 2019, dopo averlo già proposto negli ultimi due anni, il bando per chi decide di acquistare nuovi autoveicoli rottamando il proprio vecchio mezzo inquinante. La Giunta regionale, su proposta dell’assessore all’Ambiente Gianpaolo Bottacin, ha approvato l’iniziativa per l’anno corrente con alcune novità.

 

 

“Dopo aver soddisfatto tutte le richieste pervenute negli scorsi due anni e visto il grande apprezzamento della proposta, abbiamo ritenuto di promuovere un nuovo bando anche per l’anno corrente mettendo a disposizione dei soggetti privati residenti nel Veneto mezzo milione di euro di contributi per la rottamazione di veicoli inquinanti e la loro sostituzione con veicoli a basso impatto ambientale di nuova immatricolazione”. Questo quanto afferma Bottacin.

 

 

Gli incentivi

 

Rottamando le autovetture, benzina Euro 0 ed Euro 1 o gasolio Euro 0/1/2/3/4, si potrà beneficiare di un contributo variabile a seconda del mezzo acquistato. Questo sarà pari a 3.500 euro per autoveicoli elettrici o per autoveicoli ibridi (benzina/elettrica) a classe emissiva Euro 6; a 2.000 euro per autoveicoli bifuel (benzina/GPL o benzina/metano) sempre a classe emissiva Euro 6.

 

 

“Anche quest’anno abbiamo voluto tenere conto della situazione economica dei beneficiari, prevedendo una priorità per le fasce di reddito più basse così da agevolare massimamente chi può averne più bisogno. Tra le novità invece abbiamo introdotto la possibilità di sostituire anche i veicoli alimentati a gasolio di classe emissiva Euro 4; riservando a questa tipologia una quota fino al 10% delle risorse economiche destinate per finanziare l’iniziativa”. Ha aggiunto l’assessore.

 

 

Come fare

 

Le domande, il cui modulo sarà pubblicato sul BUR nei prossimi giorni, dovranno pervenire alla Direzione Regionale Ambiente entro il 31 maggio 2019. Oltre al reddito si terrà conto dell’ordine cronologico di arrivo delle domande, fino ad esaurimento delle disponibilità finanziarie. Le nuove auto dovranno essere acquistate entro il 15 ottobre 2019; mentre per la rottamazione dei vecchi veicoli dovrà essere avvenuta dopo il 2 gennaio 2019 e fino alla data ammessa per l’acquisto.

 

 

Relativamente ai veicoli che beneficiano di un contributo parametrato al numero dei grammi di biossido di carbonio emessi per chilometro (CO2 g/km), secondo gli importi di cui all’art. 1 comma 1031 e seguenti della L. 30.1.2018 n. 145, il contributo regionale è cumulabile con quello nazionale.

 

 

“Parlando della sola sostituzione delle auto private, in meno di due anni abbiamo messo a disposizione dei cittadini quasi due milioni di euro; ma questa è solo una delle tante iniziative dedicate al risanamento dell’aria che comprendono fra l’altro il bando per la rottamazione delle stufe, attualmente e fino al 30 aprile ancora aperto”.

L’Assessore all’Ambiente Paolo Bottacin commenta: “Costante attenzione alla qualità dell’aria”

 

Dopo aver finanziato tutte le domande pervenute per i veicoli privati, ora la Regione finanzia immediatamente anche l’intera graduatoria delle richieste collegate al bando sui veicoli commerciali approvato nei mesi scorsi su proposta dell’assessore all’Ambiente Gianpaolo Bottacin, attraverso cui si prevedevano contributi per le aziende micro, piccole e medie che intendessero acquistare nuovi veicoli commerciali N1 e N2 con la contestuale rottamazione di mezzi di categoria fino a Euro 3.

 

A bando concluso – specifica Bottacin – abbiamo provveduto a formare la graduatoria delle domande pervenute decidendo di finanziarla integralmente, uno sforzo non da poco in tempi di carenza di risorse, ma attraverso il quale vogliamo dare un ulteriore segnale di estrema attenzione alla qualità dell’aria”.

 

Su un totale di 113 domande – rende noto l’assessore – tolte cinque escluse per mancanza dei requisiti, saranno ben 108 le aziende che si troveranno sotto l’albero un contributo variabile fino a 10.000 euro, a seconda delle dimensioni e delle motorizzazioni prescelte, per un totale di oltre mezzo milione di euro. Parliamo di cifre di un certo valore, alcune anche superiori a quelle finanziate da altre Regioni, che abbiamo comunque deciso di proporre affinché ci fosse un reale interesse alla sostituzione dei vecchi veicoli, dando così un aiuto alle imprese oltre che continuare a proseguire nel nostro obiettivo primario del risanamento dell’aria“.

 

“È un’ulteriore azione che si somma agli incentivi dati per la rottamazione delle auto private e per la sostituzione delle vecchie stufe per il riscaldamento domestico, solo per citare i contributi ai cittadini – conclude Bottacin -, ma che si concretizza anche nei molteplici interventi di più ampio respiro dati dalla sostituzione dei mezzi pubblici con autobus a basso impatto ambientale e treni di nuova generazione, dal finanziamento del bike sharing, delle cartellonistiche comunali e delle campagne informative, per le quali in tre anni possiamo dire di aver complessivamente investito circa 300 milioni nei diversi settori dedicati alle misure antismog“.

 

 

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni