Home / Posts Tagged "Comune Mogliano Veneto"

Alle 9:30 di sabato 29 giugno si è svolto il primo Consiglio Comunale di Mogliano.

All’ordine del giorno l’elezione del Presidente e dei membri delle varie commissioni.
I lavori sono stati aperti dalla Consigliera anziana Tiziana Eula che, su richiesta della minoranza, ha sospeso la seduta per qualche minuto in attesa che i consiglieri si riunissero per formulare una proposta relativa all’elezione del Presidente. Tale proposta si può riassumere in due punti: rotazione della carica in oggetto e “gratuità” dell’incarico al fine di mettere da parte un tesoretto da assegnare diversamente.

L’intervento chiarificatore del Segretario Generale ha tolto alla proposta qualsiasi possibilità di votazione, in quanto mancante di un iter burocratico, normativo e istituzionale per essere avviata. Il dibattito è continuato con la richiesta da parte della minoranza di “una promessa” per sviluppare tale proposta nei tempi necessari, ipotesi giudicata dal Consigliere di maggioranza Severoni, provocatoria.
Si è passati così alla votazione che ha visto l’elezione a Presidente del Consiglio Comunale di Mogliano del Consigliere Lino Sponchiado.
“Sarà mio compito che tutto avvenga in un clima di dialogo e rispetto ma soprattutto di serenità, a vantaggio dei Cittadini. Solo così il lavoro sarà migliore e tutto dovrà svolgersi nella più assoluta trasparenza.”

L’ex Sindaco Carola Arena, presa la parola, ha espresso apprezzamento per il discorso del neo eletto Presidente sottolineando che il lavoro di super partes non è facile. Infine: “Non ho compreso il suo passaggio finale, dove ha citato la corte dei conti” ha dichiarato.

Il neo Presidente ha ribadito di non voler sottointendere nulla di più di quello che aveva detto, scusandosi nel caso fosse stato poco chiaro.

I lavori sono proseguiti con le nomine della varie commissioni e dei capi gruppo consiliari e si sono conclusi alle 11 in punto.
È seguito un fuori programma, protagonista il consigliere Nilandi che ha consegnato al Sindaco Bortolato, in regalo per il suo recente compleanno lo scorso 27 giugno, uno striscione nuovo con la scritta: Verità per Giulio Regeni.

Gradito? A caval donato non si guarda in bocca.

Silvia Moscati

L’ufficio elettorale centrale del Comune di Mogliano Veneto, presieduto dalla dottoressa Alessandra Pesci, ha consegnato la fascia tricolore al neoeletto Sindaco Davide Bortolato.

 

“Alle 11 dell’11 giugno. Una data da ricordare”, ha detto alla moglie Francesca.

Emozionati e commossi i componenti della sua squadra hanno così ricevuto la prima foto del Sindaco con la fascia tricolore. Numerosi e immediati i messaggi di chi ha lavorato e sofferto in questa dura campagna elettorale, accanto al Candidato oggi primo Cittadino di Mogliano.

 

 

Silvia Moscati

Con la distribuzione gratuita di sacchetti di compost ai cittadini, l’amministrazione comunale, in collaborazione con Veritas, promuove a partire da sabato 6 aprile una nuova iniziativa tesa a incentivare una buona raccolta differenziata.

 

L’iniziativa

I sacchetti saranno in distribuzione agli utenti che si recheranno all’Ecocentro di via Ronzinella negli orari di apertura e precisamente il martedì, venerdì e sabato dalle 13.00 alle 17.00. Il compost deriva dal trattamento della frazione organica, separata dagli stessi cittadini.

 

“L’obiettivo dell’iniziativa è perseguire l’obiettivo dell’economia circolare ovvero di rigenerare i nostri rifiuti reimmettendoli nel ciclo biologico. In questo modo dimostriamo concretamente ai cittadini che il loro sforzo per differenziare i materiali non è vano, sfatando così il più classico dei luoghi comuni secondo il quale i rifiuti raccolti separatamente sarebbero poi rimescolati”, spiega l’assessore all’Ambiente Oscar Mancini.

 

 

Di cosa è costituito il compost

La frazione organica è costituita dalla parte umida dei rifiuti (scarti di cucina, avanzi di cibo, frutta e verdura, pane vecchio; fondi di caffè e filtri di tè; alimenti avariati e scaduti, gusci d’uovo; tovagliolini di carta; lettiere di piccoli animali domestici) e da fiori recisi, piante domestiche, sfalci e potature di parchi e giardini. Inoltre costituisce una parte molto rilevante dei rifiuti differenziati dai cittadini: una famiglia di quattro persone che vive in una casa con un giardino di 500 mq produce ogni anno 2.500 kg di frazione organica (tra frazione umida, verde e ramaglie) che una volta trattati diventano 1.200 kg di compost.

 

“Il recupero della frazione organica riveste, quindi, un ruolo strategico per la salvaguardia dell’ambiente. Solo separandola bene sarà possibile rispettare l’ambiente e ridurre i rifiuti, contenendo i costi di smaltimento. È molto importante fare bene la differenziata perché basta una piccola quantità di materiale estraneo per inquinare tutto il resto e renderlo non più riciclabile o riutilizzabile”, sottolinea Mancini.

 

 

I processi di lavorazione

Durante il compostaggio le diverse componenti organiche vengono decomposte dai microrganismi (fase di biossidazione), in condizioni di umidità e aerazione controllate. La temperatura si alza e supera i 70°C, igienizzando così il materiale organico.

 

Altri microrganismi avviano poi la fase di maturazione, che si conclude con la creazione di un terriccio scuro che odora di sottobosco: il compost. Si tratta di un ottimo ammendante, da utilizzare in agricoltura, orticoltura, frutticoltura, florovivaismo e per creare parchi, giardini, aree verdi e naturalistiche. Il compost di qualità inferiore viene invece utilizzato per bonifiche e interventi di recupero ambientale.

Ridurre, riusare e riciclare sono gli obiettivi dell’amministrazione comunale di Mogliano. Dopo aver conseguito buoni risultati in materia di riciclaggio, consentendo di tenere bloccata la tariffa rifiuti negli ultimi 5 anni, ecco un nuovo progetto presentato da Veritas, d’intesa con l’amministrazione comunale.

 

 

Le caratteristiche

Presso l’Ecocentro di via Ronzinella, sorgerà il nuovo centro del riuso, dove materiali non più utilizzati, ma ancora in buono stato, potranno trovare nuova vita senza diventare rifiuti; un antidoto alla cultura dell’usa e getta che ha preso piede in una società molto orientata ai consumi. Una prassi basata su principi di tutela ambientale e di solidarietà sociale; questo aiuta a ridurre la quantità di rifiuti prodotti, consentendo alle fasce più deboli della popolazione di ottenere a titolo gratuito beni non nuovi ma ancora in grado di essere utilizzati.

 

Tante le novità che cambieranno radicalmente l’Ecocentro. Veritas ha presentato un progetto di ampliamento e riqualificazione, rispondendo alla necessità di dotare servizi e operatori di spazi più adeguati; ciò presenta modalità innovative di conferimento dei vari rifiuti avviati al recupero e di rendere adeguate alle quantità conferite alcune linee di raccolta.

 

 

L’opinione di Veritas

“Gli Ecocentri sono tra i cardini della nostra attività. Questo Ecocentro a Mogliano, con il suo ampliamento e riqualificazione, con il miglioramento della viabilità e dell’agevolazione per il conferimento, sarà di ulteriore stimolo per un suo maggiore utilizzo da parte dei cittadini. Un tassello importante per rafforzare quel principio di responsabilità dei cittadini su cui è importante puntare; questo in modo che le persone comprendano che i rifiuti sono qualcosa che loro stesse producono”. Evidenzia il direttore generale di Veritas, Andrea Razzini.

 

 

Il progetto

Il progetto prevede la rivisitazione dell’attuale area di conferimento attraverso l’installazione di idonei compattatori scarrabili – Mod. Falcor MK3 – di nuova generazione posizionati a raso in luogo dell’attuale sistema in quota con accesso attraverso l’utilizzo di rampe; questo rendendo più agevole il conferimento, e eliminando le code. Nell’edificio esistente troverà destinazione un’area R.U.P. i rifiuti urbani pericolosi (barattoli di colore, vernici, colle, solventi, pile, batterie auto esauste, farmaci scaduti e contenitori con residui di medicinali, cartucce d’inchiostro e toner, bombolette spray, solventi chimici di uso domestico (es: trielina), antiparassitari, insetticidi, topicidi di uso domestico, olio esausto da cucina e da motori; inoltre ci sarà un adeguato spazio ad uso deposito RAEE,  apparecchiature elettriche ed elettroniche ed anche un’area lavaggio mezzi.

 

Un nuovo edificio sarà costruito in collegamento all’edificio esistente, attraverso un portico; ciò avverrà con uno sviluppo longitudinale, una superficie totale coperta lorda di circa 323 mq. di cui 125 per spogliatoi, 75 per uffici, 28 per magazzini. Ad est del fabbricato è prevista un’area a parcheggio mezzi di mq.700 e un’area di mq. 382  destinata a deposito contenitori.

 

La società di gestione Veritas ha acquisito la proprietà di un’area contigua alla sede dell’Ecocentro di via Ronzinella; proprio su questa si svilupperà l’ampliamento.

 

L’impegno congiunto di cittadini, Amministrazione e Veritas, ha permesso di raggiungere a Mogliano una quota di differenziata del 74 %; tutto questo con una discreta qualità del conferito.

Con il ritorno del caldo si ripresentano le zanzare, da lunedì 25 marzo il Comune di Mogliano Veneto promuove la disinfestazione larvicida biologica. Resta indispensabile la collaborazione dei cittadini, poiché la zanzara prolifera ovunque ci siano degli accumuli d’acqua stagnante.

 

Nei giorni del mercato settimanale di lunedì 8 e 29 aprile 2019 il Comune di Mogliano, insieme a SGD Group, distribuirà gratuitamente del prodotto liquido pronto uso per il controllo ecologico delle zanzare. Questi saranno disponibili presso il gazebo situato davanti al Monumento ai Caduti, in Piazza dei Caduti.

 

 

“Con l’approssimarsi della stagione estiva e in base all’emergenza sanitaria regionale del 2018 per il virus West Nile, occorre quindi prepararsi già con anticipo ad affrontare il problema della proliferazione di questo insetto, in modo da arginarne il più possibile la diffusione”. Queste le parole del Sindaco Carola Arena e l’Assessore e dell’Ambiente Oscar Mancini.

 

 

Come in passato, si provvederà alla consegna di un prodotto da utilizzare nei ristagni d’acqua di pozzetti, griglie e scarichi dei pluviali presenti. Il liquido, riconosciuto e registrato come “Eco Friendly” servirà ad impedire il proliferarsi delle zanzare di ogni specie, evitando che queste possano pungere l’uomo.

 

Naturalmente è necessario attenersi alle istruzioni ed informazioni contenute in etichetta e nella confezione.

Il 22 e 23 maggio riunione in Municipio del Comitato di gestione del progetto TUNE

 

Armonizzare gli indicatori e gli strumenti di contabilità energetica e migliorare la pianificazione degli investimenti.

 

Con questo obiettivo il Comune di Mogliano Veneto partecipa al progetto TUNE, di cui è partner capofila di altri 5 Comuni che fanno parte dell’IPA, Intesa programmatica d’area, di Treviso (Ponzano, Preganziol, Quinto, Silea e Villorba) assieme a APE FVG (Lead Partner), ComPA FVG, Agenzia per l’Alto Adige – CasaClima e Amt der Kärntern Landesregierung (Dipartimento 8 ambiente, acqua e conservazione della natura dell’Ufficio del Governo della Carinzia.

 

Il Progetto Tune è finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e Interreg VA Italia-Austria 2014-2020. L’85% dei costi (130mila euro circa) è coperto dalla Comunità europea e il 15% restante dallo Stato italiano.

 

Mogliano ospiterà la prossima tappa del Comitato di gestione del progetto, formato da tutti i partner, che si ritroveranno in Municipio il 22 e 23 maggio per approfondire i temi in agenda e scambiare idee e risultati raggiunti.

 

Il confronto tra le performance in materia energetica a livello transfrontaliero è uno degli scopi operativi del progetto, al fine di fornire ai dipendenti degli enti locali nuove competenze attraverso percorsi formativi condivisi tra i partner (Friuli Venezia Giulia, Alto Adige, IPA- Intesa Programmatica d’Area della Marca Trevigiana  e Carinzia-Austria).

 

Per il Comune di Mogliano Veneto si tratta di una importante occasione di lavorare con un team europeo e partner di altissimo livello per scandagliare il tema del risparmio energetico che ha una valenza economica, ma anche un rilievo importante in tema ambientale.

 

A Mogliano gli ospiti discuteranno dei temi inerenti le fasi del progetto nella sala del Consiglio Comunale e, nel tempo libero, avranno l’occasione di poter visitare il Museo Benetton, una delle eccellenze del Territorio.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni