Home / Posts Tagged "Cinema Teatro Busan"

Continuiamo con la pubblicazione a puntate del libro scritto dal nostro concittadino, Nuccio Sapuppo. In questa raccolta l’autore ha voluto raccontare – in forma di monografie – luoghi, avvenimenti e personaggi figli di Mogliano che si sono distinti per le opere che hanno compiuto nella loro vita

 

Era anticamente un teatrino ad uso privato, a disposizione dell’Oratorio “Don Bosco” in fianco al quale era situato e veniva gestito alternativamente dai PP:Salesiani del Collegio e dal Parroco del Duomo S. Maria Assunta. Serviva per alcune modeste recite di tipo scolastico per consentire ai ragazzi che lo frequentavano di cimentarsi a turno nella pratica della recitazione di testi facili ed istruttivi per un pubblico assolutamente giovanile, alle quali, oltre ai ragazzi, vi assistevano i genitori degli attori che si esibivano.

 

Nel periodo poi in cui Mogliano rimase sprovvisto di una sala cinematografica, fu deciso di restaurarlo, ingrandirlo ed attrezzarlo di impianto luci, comode poltroncine di un adeguato impianto acustico, insomma di attrezzature idonee perché fungesse da sala cinematografica a tutti gli effetti per proiezioni di prima visione e potesse contemporaneamente supportare anche recite impegnative di compagnie con molti attori e favorire di conseguenza la frequentazione di persone adulte ed esigenti.

 

Oggi il Cinema Busan è gestito con competenza e riesce a svolgere dei programmi stagionali di vero interesse. Vengono fatte delle proiezioni di film famosi di prima visione, recite di Commedie di Autori noti e famosi, con l’esibizione di rinomate Compagnie teatrali di ottimo livello e vi si svolgono Conferenze, Assemblee e manifestazioni di vario genere.

 

La sala oggi si presenta ampia, accogliente e munita di tutte le necessarie attrezzature che la rendono competitiva con le altre sale cinematografiche di qualsiasi altra città. A differenza del Teatro all’aperto, che funziona solo d’estate, costituisce un sito di sicuro divertimento e di sana evasione per i cittadini di Mogliano.

dal romanzo di Luigi Pirandello 

adattamento e regia Alessandra Pizzi

produzione ERGO SUM

 

Venerdì 25 ottobre, alle ore 21.00, il Teatro Busan di Mogliano Veneto alza il sipario sul primo appuntamento della Stagione di Prosa 2019-2020: Uno, nessuno, centomila. Uno spettacolo che celebra non solo il capolavoro di Pirandello da cui è tratto, annoverato tra le grandi opere del nostro Novecento, ma anche i 150 anni dalla nascita dell’autore siciliano.

 

L’allestimento trasporta il romanzo in un monologo e insiste sulla forte contemporaneità del messaggio pirandelliano: l’importanza della ricerca del sé, costi quello che costi, sfuggendo alle omologazioni, svincolandosi dalla massa che sempre più tende a soffocare l’individuo. Superare i centomila, per arrivare all’uno – mettendo in conto che potrebbe esserci il nessuno. A dare voce e volto al protagonista, l’antieroe Vitangelo Moscarda che vede sgretolarsi le certezze di una vita dopo una banale osservazione della moglie sul suo naso storto, ma anche a tutti gli altri personaggi del racconto, è Enrico Lo Verso, che alle riconosciute capacità attoriali unisce inflessioni e note di colore che vibrano al suono di una sicilianità condivisa con lo stesso Pirandello.

 

Uno spettacolo sull’ultimo romanzo di Luigi Pirandello, quello che riesce a sintetizzarne il pensiero nel modo più completo. L’autore stesso, in una lettera autobiografica, lo definisce come il romanzo “più amaro di tutti, profondamente umoristico, di scomposizione della vita”. “Uno, nessuno e centomila” è un’opera di lunga elaborazione, di assidua stesura, che accompagna, o per meglio dire informa di sé, il resto della produzione pirandelliana. Da qui l’idea di una nuova e originale messa in scena, che ricerca nuove declinazioni per lo spettacolo ma, soprattutto, sappia ridisegnare il rapporto, all’interno dello spazio scenico tra la parola ed il suono.

Il testo diventa di supporto alla musica e viceversa, la parola diventa la didascalia del suono che diventa forza della parola. Un’intersezione di “linguaggi” che dà forma al contenuto. Sempre diverso, mai simile a se stesso, mai scontata. Perché se diverso è il pubblico a cui lo spettacolo si rivolge, e diverso è l’attimo in cui il pensiero prende forma, questa non potrà mai essere predefinita. Un unico testo narrativo, per interpretazione sempre diverse affidate al racconto di Enrico Lo Verso, che mette in scena un contemporaneo Vitangelo Moscarda, l’uomo “senza tempo”. Un’interpretazione naturalistica, immediata, “schietta”, volta a sottolineare la contemporaneità di un messaggio universale, univoco, perenne: la ricerca della propria essenza, dentro la giungla quotidiana di omologazioni. La voglia di arrivare infondo ed assaporare la vita, quella autentica, oltre le imposizioni sociali dei ruoli. La paura di essere soli, fuori dal grido sociale della massa. Ed infine, il piacere unico, impagabile della scoperta del proprio “uno”: autentico, vero, necessario. Il Vitangelo Moscarda interpretato da Lo Verso diventa uomo di oggi, di ieri, di domani. Ed il testo diventa critica di una società che oggi, come cento anni fa quando fu concepito, tende alla partecipazione di massa a svantaggio della specificità dell’individuo. Ma la sua è una critica volta ad un finale positivo, la scoperta per ognuno di essere stessi, dentro la propria bellezza.

BIGLIETTI

20,00 € intero | 18,00 € ridotto

ACQUISTO E PREVENDITE

Biglietteria Cinema Teatro Busan

via Don Bosco 41, Mogliano Veneto (TV)

La biglietteria è aperta tutti i giorni ad esclusione del martedì dalle 17 alle 19, la domenica dalle 16 alle 19.30 e 30 minuti prima di ogni proiezione cinematografica.

Online su www.cinemabusan.it

INFORMAZIONI

+39 041 5905024 | +39 334 1658994 | [email protected]

Tanta buona musica presente nel programma della stagione teatrale estiva 2019 del Busan; ecco l’elenco degli appuntamenti:

 

Tullio Solenghi
Trio d’Archi di Firenze
Mittente: Wolfgang Amadé Mozart
Lettere e Divertimento per trio d’archi KV563
Martedì 21 maggio · ore 21 – Teatro Busan, Mogliano Veneto

Elio
Scilla Cristiano
Opera Buffa!
Il Flauto Magico e cento altre bagatelle…
Lunedì 10 giugno · ore 21 – Piazzetta Teatro, Mogliano Veneto
In caso di maltempo, lo spettacolo andrà in scena presso il Teatro Busan

 
Peppe Servillo
Pathos Ensemble
L’histoire du Soldat
Un percorso a ritroso tra le due guerre mondiali
Martedì 18 giugno · ore 21 – Piazzetta Teatro, Mogliano Veneto
In caso di maltempo, lo spettacolo andrà in scena presso il Teatro Busan

Banda Osiris
Le dolenti note.
Il mestiere del musicista: se lo conosci lo eviti
Lunedì 24 giugno · ore 21 – Piazzetta Teatro, Mogliano Veneto
In caso di maltempo, lo spettacolo andrà in scena presso il Teatro Busan

 

Info e prenotazioni: http://www.cinemabusan.it/stagione-teatrale-estiva-2019/

Venerdì 12 aprile alle ore 21.00 al Teatro Busan di Mogliano Veneto la Stagione di Prosa 2018-2019 si conclude all’insegna del divertimento in chiave musicale con Meglio tarde che mai, un “musical comedy show” interpretato da Franca Pampaloni e Nicanor Cancellieri nei panni di due anziane concertiste, Ada ed Elsa, che tornano sul palcoscenico dopo anni e anni di silenzio, per rendere omaggio e ricordare Rosa, il terzo membro del vecchio gruppo. Prodotto da PEM Teatro, lo spettacolo è diretto da Rita Pelusio.

 

 

IL DUO

 

L’ex trio, ora duo, ripropone il suo storico repertorio: quello che tanti anni fa le ha viste calcare, applauditissime, i palcoscenici dei più prestigiosi festival di musica classica. Sono un po’ arrugginite nei movimenti e anche un po’ dure d’orecchie. Ma le mani no: quelle, agili come un tempo, volano sugli strumenti dando vita a un caleidoscopio di brani classici e moderni, magistralmente suonati dal vivo con pianoforte e flauto traverso.

 

Come il vecchio motore di una fuoriserie, dopo un inizio un po’ singhiozzante le due vecchiette si scatenano e tra un sorsetto, una partita a carte, molti dispetti, qualche litigio e improbabili passi di danza, dando vita al più comico, sconclusionato e coinvolgente concerto di musica classica mai sentito.

 

BIGLIETTI

Biglietto intero 18,00 € ridotto 16,00 €

ACQUISTO E PREVENDITE

Biglietteria Cinema Teatro Busan

via Don Bosco 41, Mogliano Veneto (TV)

lunedì 9.30 – 12.30 e 17.00 – 19.00; giovedì e venerdì 17.00 – 19.00

e 30 minuti prima di ogni proiezione cinematografica

e online su www.cinemabusan.it

INFORMAZIONI

+39 041 5905024 | +39 334 1658994 | [email protected]

Venerdì 29 marzo alle ore 21.00 al Cinema Teatro Busan di Mogliano Veneto la stagione di prosa 2018-2019 prosegue con Maradona nell’alto dei cieli

 

 

Diretto da Lorenzo Maragoni, Maradona nell’alto dei cieli si pone all’incrocio di tre dimensioni: il calcio, la fede, il teatro, e racconta la storia complicata di un uomo complicato, una storia fatta di partenze, ritorni, ombre e luci splendenti, in cui, in modo non così diverso da un attore, il privato è quasi sempre al servizio del pubblico.

 

Maradona nell’alto dei cieli è scritto per essere interpretato da un unico attore, Giacomo Rossetto, mischiando la sua biografia di uomo, di attore, di ex-calciatore, di padre, con quella di uno dei più grandi calciatori e personaggi pubblici di sempre, e officiandone una specie di rito laico. Maradona è diventato un mito. Un mito fondativo di una squadra, di una città, di una nazione. È tramandato in modo scritto e in modo orale. È oggetto di leggenda, è venerato. E al cuore di tutto questo sta il suo essere uno di quei rarissimi uomini capaci da soli di portarsi sulle spalle un’intera comunità; o meglio di costruirla. Basta nominare Maradona perché un capannello di persone si trovi unita a parlare, a commentare, a stringere amicizia, a litigare. È un uomo che in un’epoca pre-social network, grazie a quel serissimo gioco che è il calcio, era già in grado di influenzare milioni di persone e la cultura del suo tempo, come pochi sportivi prima di lui. Oggi che il mondo virtuale è sempre più densamente popolato, e si svuotano gli stadi, si svuotano le chiese, può essere il teatro un luogo da cui ricominciare a costruire un sentire comune?

 

Il testo di Michele Ruol, giovane drammaturgo padovano già vincitore nel 2018 del Premio Hystrio-Scritture di Scena, affronta con coraggio, affetto e leggera ironia una figura che è un continuo invito a superare se stessi senza prendersi troppo sul serio, un invito al coraggio di affrontare le lotte con se stessi e a perdonarsi le cadute, e a darsi, come il teatro, quando lo spettacolo sembra ormai finito, ogni volta la possibilità di ricominciare.

 

Lo spettacolo è una produzione di Teatro Bresci.

 

BIGLIETTI

Biglietto unico 16,00 €

 

ACQUISTO E PREVENDITE

Biglietteria Cinema Teatro Busan

via Don Bosco 41, Mogliano Veneto (TV)

lunedì 9.30 – 12.30 e 17.00 – 19.00; giovedì e venerdì 17.00 – 19.00

e 30 minuti prima di ogni proiezione cinematografica

e online su www.cinemabusan.it

 

INFORMAZIONI

041.5905024 | 334.1658994 | [email protected]

Martedì 12 alle 21.00, iniziativa dell’Oratorio Don Bosco col patrocinio del Comune

 

“Educare alla prossimità. Accoglienza e multiculturalità – Parole chiave” è il tema dell’incontro su due tematiche che caratterizzano la quotidianità, previsto per domani, martedì 12 marzo, alle 21.00, presso il Teatro Cinema Busan a Mogliano Veneto.

 

L’iniziativa ha il patrocinio del Comune di Mogliano Veneto, è dell’Oratorio Don Bosco, in collaborazione con il Coordinamento volontariato Treviso Sud e Collaborazione Pastorale di Mogliano.

 

Alla serata parteciperanno Don Fabrizio Iacuzzi, responsabile della casa di prima accoglienza per minori stranieri non accompagnati di Gorizia e una famiglia di San Donà di Piave, che porterà la propria testimonianza.

 

Venerdì 8 febbraio alle ore 21.00 al Cinema Teatro Busan di Mogliano Veneto la Stagione 2018-2019 prosegue con un coinvolgente spettacolo che mescola musica, cinema e intrattenimento: la Magical Mistery Orchestra, storica formazione che ormai da 25 anni fa rivivere sul palcoscenico la magia dei Beatles, racconta I Beatles al cinema, attraverso alcuni estratti tratti dai film che li vedono protagonisti, intervallate da brevi narrazioni ed interventi live del quintetto Magical Mystery che eseguirà una scelta di brani legati alle pellicole.

 

Lo scopo è quello di fornire nuovi e suggestivi spunti per meglio comprendere la poetica musicale e sociale del celebre quartetto di Liverpool, suggerire un messaggio di modernità a quanti iniziano ad affacciarsi sulla scena musicale, nonché per affermare, se mai ce ne fosse bisogno, l’incredibile miniera di idee artistiche e musicali che ancora oggi il gruppo custodisce.

 

L’attività cinematografica dei Beatles verrà affrontata secondo la seguente periodizzazione: la folgorante ascesa (A hard day’s night – Tutti per uno, 1964; Help!, 1965), gli esperimenti psichedelici della vetta (Magical Mystery Tour, 1967; Yellow Submarine, 1968), il disarmante e implosivo deterioramento dei rapporti e conseguente scioglimento (Let It Be, 1970). Il cinema dunque come ulteriore invito a esplorare una compagine i cui effetti non sono solo musicali ma anche sociali e di costume.

 

BIGLIETTI

Biglietto unico 16,00 €

 

ACQUISTO E PREVENDITE

Biglietteria Cinema Teatro Busan

via Don Bosco 41, Mogliano Veneto (TV)

lunedì 9.30 – 12.30 e 17.00 – 19.00; giovedì e venerdì 17.00 – 19.00

e 30 minuti prima di ogni proiezione cinematografica

e online su www.cinemabusan.it

 

INFORMAZIONI

+39 041.5905024 | +39 334.1658994 | [email protected]

 

La centralità della relazione nell’azione educativa è il tema dell’incontro che si svolgerà martedì 18 dicembre alle ore 20.45 al Cinema Teatro Busan. Relatore sarà il dott. Lorenzo Biagi, direttore del dipartimento di pedagogia dello IUSVE

 

Cosa significa essere una figura educativa? Nella realtà del doposcuola, come può un educatore essere efficace in una relazione che, nella maggior parte dei casi, è una relazione d’aiuto?

 

Per rispondere a questi e ai numerosi altri quesiti che gli educatori si trovano a dover affrontare nel supportare quotidianamente tanti giovani, l’Oratorio Don Bosco organizza, con il patrocinio del Comune di Mogliano Veneto, l’incontro “Educare alla prossimità”.

 

L’iniziativa avrà luogo domani, martedì 18 dicembre alle ore 20.45, al Cinema Teatro Busan. Obiettivo della serata è quello di incontrare le realtà educative del territorio, in particolare quelle di volontariato, per creare una rete di aiuto, attraverso momenti formativi. Partendo dal tema della centralità della relazione nell’azione educativa, sul quale relatore sarà il dott. Lorenzo Biagi, docente di antropologia, etica e filosofia all’università Salesiana “I.U.S.Ve” di Mestre, l’incontro costituirà un momento di confronto per chi opera in questo settore del volontariato.

 

”Siamo davvero grati a tutta la nostra fitta e attiva rete del volontariato, alla quale appartengono anche tutti questi volontari che sostengono molti ragazzi nelle attività del doposcuola o del periodo estivo. Grazie anche a loro, la formazione e la crescita sociale di tanti nostri giovani moglianesi ha un punto di riferimento costante e concreto. Ben lieti di affiancarli nel loro impegno, capillare e quotidiano, che fornisce un grande supporto alla comunità”, hanno commentato il sindaco, Carola Arena, e l’assessore alle Politiche sociali, Tiziana Baù.

 

Il tema della relazione educativa scelto per la serata di domani parte dal presupposto che relazione e educazione siano strettamente collegate tra loro; non vi è infatti educazione senza relazione. Ma, osservando le relazioni di oggi, gli educatori si chiedono come si possano rendere efficaci la propria presenza e le relazioni attivate nei vari ambiti in cui operano come figura educativa.  

 

L’incontro rientra in un piano di iniziative sul tema dell’attività del doposcuola e relativa formazione, con approfondimenti su varie tematiche socio-educative, tra le quali anche la multiculturalità e la cittadinanza attiva.

 

Per tutto il mese di agosto, 17 proiezioni a cura del Cinema Teatro Busan, selezionate tra i migliori film dell’anno. Spettacoli alle ore 21.00 in Piazzetta del Teatro, costo del biglietto €5

 

Sono 17 i film in programma, per un mese dedicato agli appassionati del grande schermo. “L’estate al cinema” è come di consueto a cura del Cinema Teatro Busan ed è parte del cartellone di Metropolis, la rassegna degli appuntamenti estivi promossa dall’Amministrazione comunale.

 

Primo appuntamento il 6 agosto con una proiezione speciale: il cult movie The Blues Brothers di John Landis, a ingresso gratuito.
Un’iniziativa speciale è inoltre in programma per Lovers, ultimo film in calendario giovedì 30 agosto, con la presenza del regista Matteo Vicino e dell’attrice protagonista Margherita Mannino.

La biglietteria in Piazzetta Teatro apre 30 minuti prima dell’inizio dei film. In caso di maltempo a spettacolo iniziato, non sarà possibile rimborsare i biglietti.

 

Info:

www.cinemabusan.it

[email protected]

cell: 3341658994

 

 

“L’ESTATE AL CINEMA” 2018 – PROGRAMMA

 

The Blues Brothers
Lun 06/08 – ore 21.00
Speciale film gratuito
Un film di John Landis.
Con Dan Aykroyd, John Belushi, Kathleen Freeman, James Brown, Henry Gibson, Carrie Fisher. USA, 1980, Musicale, durata: 133 min.
Per procurarsi i 5.000 dollari necessari per pagare le tasse arretrate dall’orfanotrofio in cui sono cresciuti, e scongiurarne così la chiusura, due fratelli decidono di riunire tutti i vecchi componenti della loro band musicale. Ma non è semplice avere successo e gli artisti ne combinano di tutti i colori.
“Grandioso e validissimo spettacolo comico musicale. Lo spettacolo è indubbiamente riuscito nelle musiche (con la presenza di molti divi) nella grandiosità delle scene d’azione, nell’efficacia degli aspetti umoristici.” (‘Segnalazioni cinematografiche’, vol. 90, 1981).

 

The Post
Mar 07/08 – ore 21.00
Un film di Steven Spielberg.
Con Meryl Streep, Tom Hanks, Sarah Paulson, Bob Odenkirk.
USA, 2018, Drammatico, durata: 118 min.
La storia della pubblicazione di documenti top-secret in merito alle implicazioni degli Stati Uniti nella guerra in Vietnam, avvenuta negli anni 70 sul Washington Post.

 

Wonder
Mer 08/08 – ore 21.00
Un film di Stephen Chbosky.
Con Julia Roberts, Jacob Tremblay, Owen Wilson, Mandy Patinkin.
USA, 2017, Drammatico, durata: 113 min.
La coinvolgente storia di August Pullman, detto Auggie che, nato con una rara malattia, si trova ad affrontare il mondo della scuola per la prima volta.

 

A casa tutti bene
Gio 09/08 – ore 21.00
Un film di Gabriele Muccino.
Con Stefano Accorsi, Carolina Crescentini, Pierfrancesco Favino. Italia, 2018, Drammatico, durata: 105 min.
La storia di una grande famiglia che si ritrova a festeggiare le Nozze d’Oro dei nonni Pietro e Alba sull’isola dove questi si sono trasferiti a vivere.

 

Ricomincio da noi
Ven 10/08 – ore 21.00
Un film di Richard Loncraine.
Con Imelda Staunton, Timothy Spall,Celia Imrie, David Hayman, J. Sessions.Gran Bretagna, 2018, Commedia, durata: 111 min.
Quando Sandra scopre che suo marito la tradisce, cerca rifugio a casa della sorella Bif. Con lei e altri amici scopre la possibilità di riprendere in mano la propria vita.

 

La forma dell’acqua
Lun 13/08 – ore 21.00
Un film di Guillermo Del Toro.
Con Sally Hawkins, Michael Shannon II, Richard Jenkins, Doug Jones. USA, 2017, Drammatico, durata: 119 min.
Il visionario Guillermo del Toro racconta una fiaba gotica ricca di suggestioni fantasy, ambientata nella Guerra Fredda e incentrata su una giovane eroina senza voce.

 

Il sole a mezzanotte
Mar 14/08 – ore 21.00
Un film di  Scott Speer.
Con Bella Thorne, Patrick Schwarzenegger, Rob Riggle, Quinn Shephard. USA, 2018, Drammatico, durata: 91 min.
Katie fin dall’infanzia è costretta a vivere al buio a causa di una rara malattia. Ma un giorno l’incontro con Charlie potrebbe cambiare la sua esistenza.

 

Finché c’è prosecco c’è speranza
Mer 15/08 – ore 21.00
Un film di Antonio Padovan.
Con Giuseppe Battiston, Teco Celio, Liz Solari, Roberto Citran, S. D’Amico.
Italia, 2017, Giallo, durata: 101 min.
Campagna veneta, colline del Prosecco. L’ispettore Stucky investiga su un apparente caso di suicidio del facoltoso conte Desiderio Ancillotto.

 

Prendila come viene
Gio 16/08 – ore 21.00
Un film di Eric Toledano e Olivier Nakache.
Con Jean-Pierre Bacri, Jean-Paul Rouve, Gilles Lellouche. Francia, 2017, Commedia, durata: 117 min.
Innamorarsi è difficile ma organizzare un matrimonio perfetto è praticamente impossibile. La sfida è questa per Max, Guy e James, i migliori in circolazione.

 

Star Wars: gli ultimi jedi
Lun 20/08 – ore 21.00
Un film di Rian Johnson.
Con Mark Hamill, Carrie Fisher, Adam Driver, Daisy Ridley.
USA, 2017, Azione, durata: 152 min.
Mentre il Primo Ordine si prepara a stroncare quel che resta della Resistenza, Rey cerca di convincere Luke Skywalker a tornare a combattere.

 

Coco
Mar 21/08 – ore 21.00
Un film di Lee Unkrich, Adrian Molina. USA, 2017. Animazione, durata: 109 min.
Coco ci porta in un variopinto villaggio messicano, animato dai preparativi per il Dìa de Muertos e dalla vivace musica delle orchestre che inonda le strade.

 

Ella & John
Mer 22/08 – ore 21.00
Un film di Paolo Virzì.
Con Helen Mirren, Donald Sutherland, Christian McKay. Italia-Francia, 2018, Drammatico, durata: 112 min.
La storia commovente di due anziani, Ella e John, che partono in camper per un ultimo viaggio di piacere, percorrendo la Old Route 1, con destinazione le Key West.

 

Come un gatto in tangenziale
Gio 23/08 – ore 21.00
Un film di Riccardo Milani.
Con Paola Cortellesi, Antonio Albanese, Sonia Bergamasco, Luca Angeletti.
Italia, 2018, Commedia, durata: 98 min.
Un uomo e una donna molto diversi tra loro si incontrano a causa dei figli che si sono innamorati. Lo scontro tra i due sarà inevitabile.

 

L’ora più buia
Lun 27/08 – ore 21.00
Un film di Joe Wright.
Con Gary Oldman, Kristin Scott Thomas, Lily James, Stephen Dillane. Gran Bretagna, 2017, Drammatico, durata: 125 min.
Il momento cruciale della scelta, da parte del Primo ministro britannico Winston Churchill, tra l’armistizio con la Germania nazista e l’intervento nel conflitto armato.

 

La signora dello zoo di Varsavia
Mar 28/08 – ore 21.00
Un film di Niki Caro.
Con Jessica Chastain, Johan Heldenbergh, Daniel Brühl, Tomothy Radford. USA-GB-CZ, 2018, Biografico, durata: 127 min.
La storia eroica di una donna che, pur vivendo in un’epoca di guerra e distruzione, ha preservato quel che di buono c’è nell’animo umano.

 

Metti la nonna in freezer
Mer 29/08 – ore 21.00
Un film di Giancarlo Fontana e Giuseppe Stasi.
Con Fabio De Luigi, Miriam Leone, Lucia Ocone. Italia, 2018, Commedia, 130 min.
Il più incorruttibile e maldestro dei finanzieri, una giovane restauratrice che vive in proprio grazie alla pensione della nonna e il rischio di perdere tutto.

 

Lovers
Gio 30/08 – ore 21.00
Un film di Matteo Vicino.
Con Margherita Mannino, Ivano Marescotti, Antonietta Bello, Luca Nucera.
Italia, 2018, Commedia, durata: 98 min.
Con la presenza del regista Matteo Vicino e dell’attrice Margherita Mannino.
Quattro storie con gli stessi attori in ruoli diversi che si dipanano fra tradimenti, feroci vendette, colpi di scena e una riflessione sull’importanza della cultura.

La Città di Mogliano Veneto, col sostegno di COOP Alleanza 3.0, presenta domani una serata di danza, musica e spettacolo dal titolo “Troverai terra, amore, vento”.

Nell’ottica di presentare una serata “al femminile” – data la ricorrenza a ridosso della Festa della Donna – le artiste hanno preparato uno spettacolo che coinvolgerà i relativi universi di appartenenza, ovvero la danza, la musica, il teatro e la parola, ponendo  l’accento sulla forza, sul coraggio e sulla ricchezza delle identità e delle relazioni, quando si ha il coraggio di avventurarsi al di là degli stereotipi.


L’evento si terrà al Cinema Teatro Busan, alle 21. L’ingresso è libero, fino a esaurimento posti.

 

Per qualsiasi altra informazione, riportiamo il link dell’evento su Facebook: https://www.facebook.com/events/578676575811799/ 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni