Home / Posts Tagged "cinema Giorgione"

È in uscita il numero speciale di Cultura Venezia, con tutti i film dalla A alla Z di una Estate al cinema ricca di novità. Non più solo riprese dei titoli più visti durante i primi mesi dell’anno per chi li avesse persi – dal pluripremiato La forma dell’acqua di Del Toro al remake di Assassinio sull’Orient Express di Kenneth Branagh, dalla struggente storia d’amore e amicizia Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino all’opera prima di Antonio Padovan, Finchè c’è prosecco c’è speranza e molto altro ancora – ma per i più esigenti anche una serie di “prime visioni”, per la prima volta in programmazione al Giorgione.

 

Si tratta di produzioni lontane dai riflettori Hollywoodiani come ad esempio Sami Blood, storia di una giovane lappone esposta alla discriminazione degli anni ‘30 e alla certificazione della razza per frequentare la scuola, dell’esordiente Amanda Kernell, oppure Fixeur, una produzione franco-rumena che racconta una storia di prostituzione minorile, presentato al Festival di Torino sezione festa mobile, o ancora Untitled viaggio senza fine, il viaggio tra l’Italia, i Balcani e l’Africa del documentarista Michael Glawogger.

 

Sempre più numerosi poi le proposte in versione originale, che nel magazine sono presentate in doppia lingua italiano-inglese, per offrire un servizio sempre migliore anche in chiave turistica.

 

Annunciata poi la prossima edizione di Esterno Notte, i film in decentramento dalla 75a Mostra Internazionale d’Arte cinematografica al Rossini e IMG dal 30 agosto al 9 settembre e Cinemoving, un progetto sperimentale di cinema nei quartieri che sarà presentato a breve.

 

Info: www.culturavenezia.it/cinema

Uscirà nelle sale cinematografiche giovedì 31 maggio, distribuito da Parthénos, Resina, il film di Renzo Carbonera, interpretato dall’attrice Maria Roveran. L’appuntamento di domani, al cinema Giorgione di Venezia, è un’anteprima.

 

Un paesino di montagna, i suoi abitanti, un piccolo mondo alle prese con i primi effetti del cambiamento climatico e la determinazione di una donna intenta a riscoprire la bellezza della musica, dirigendo un coro di soli uomini. Maria è una giovane violoncellista delusa dallo spietato mondo della musica, il suo rientro al paese d’origine è il ritorno a qualcosa di profondo e arcaico, un luogo dove si parla ancora la lingua cimbra e dove Maria entra in contatto con il glorioso coro polifonico maschile di cui faceva parte suo nonno.

 

La sceneggiatura di Resina si ispira alla storia del Coro Polifonico di Ruda, un coro friulano di sole voci maschili che vanta una tradizione austro-ungarica più che centenaria e che nel tempo ha saputo reinventarsi. Attualmente è diretto da una donna, la musicista Fabiana Noro.

 

L’anteprima di Resina sarà proiettata in tre orari diversi: alle 17, alle 19.10 e alle 21.

Allo spettacolo delle 21 il regista e l’attrice saranno presenti in sala.

Tunisia, street-art e proteste: il documentario “Les amoureux des bancs publics – la strada che resiste con l’arte” arriva in anteprima a Venezia. Questa sera, alle 19, presso il cinema Giorgione arriva l’anteprima veneziana del documentario “Les amoureux des bancs publics – la strada che resiste con l’arte” di Gaia Vianello e Juan Martin Baigorria, prodotto da SUNSET con il patrocinio di Amnesty International e GVC Onlus. Girato nell’arco di un anno a partire dagli attentati terroristici del Bardo, il lungometraggio documenta il viaggio on the road tra i movimenti artistici e culturali della Tunisia, nati sulla scia di quei giorni in cui – sette anni fa – i tunisini scesero in strada nel nome di una karama (dignità) comune e condivisa.

 

Dalla capitale alle zone più povere ed emarginate del paese, un racconto delle storie di impegno e lotta che continuano, in uno stato dove in tanti si sono ripiegati nell’amara delusione per le molteplici speranze disattese e i sogni non realizzati.

 

Un viaggio che pone un’importante riflessione sul ruolo della creatività, della cultura, e dell’arte per creare una “democrazia reale e collettiva”, per sostenere un processo transizionale che veda l’inclusione e la partecipazione di tutte le classi sociali e di tutte le appartenenze politiche e religiose, e per dare ai giovani un’alternativa concreta alle istanze più radicali del paese.

 

Ad approfondire a margine delle proiezioni sarà presente in sala la regista Gaia Vianello.

Trailer: https://vimeo.com/213199572

 

 

Il documentario sarà visibile stasera, venerdì 11 maggio, al cinema Giorgione di Venezia e lunedì 14 maggio al cinema Dante di Mestre.

Biglietti: 5 € prezzo unico

Informazioni: Circuito Cinema Venezia, [email protected]it

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni