Home / Posts Tagged "Bortolato"

Dopo un tempo di analisi e ricerca e dopo aver ricevuto alcune segnalazioni, l’Amministrazione comunale sta provvedendo a far decadere il contratto stipulato con alcuni locatari di appartamenti ATER in città.

 

“Abbiamo accertato che alcune di queste persone detengono indebitamente l’appartamento senza aver mai versato la quota di affitto minima, accumulando debiti di migliaia di euro e senza la volontà di saldarli, non per impossibilità economica. Alcune di loro sono addirittura uscite dal territorio nazionale e non risiedono più in Italia pur essendo morosi e detenendo le chiavi impropriamente.
Dal canto nostro non possiamo permettere che alcuni alloggi restino chiusi ed assegnati, con famiglie bisognose che attendono da tempo nelle graduatorie”, commenta l’assessore alle Politiche sociali Giuliana Tochet.

 

“Una priorità di questa Amministrazione è sempre stata quella di rimettere ordine agli alloggi convenzionati – aggiunge il sindaco Davide Bortolato – proprio perché dal primo giorno del nostro mandato abbiamo avuto notizie di alloggi vuoti da tempo, locatari irraggiungibili e situazioni di cattivo utilizzo. Oggi invece iniziamo un percorso che parla di correttezza, equità e attenzione verso le persone in difficoltà”.

Riceviamo e pubblichiamo la breve risposta del sindaco Davide Bortolato alle dichiarazioni sollevate dal Consigliere Ceschin in merito al Consiglio Comunale dei Ragazzi

 

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi ha perso brio e forza ed ora c’è bisogno di nuova linfa vitale. Come di consueto il consigliere Ceschin accende gli allarmi inutilmente. Il CCR, importante organo del nostro Comune, in vigore dall’anno 2000 in virtù dell’art.12 legge 176/1991 di cui alla convenzione ONU sui diritti dell’infanzia, andrà presto ad eleggere le rappresentanze ed inizierà anche quest’anno il suo ammirevole lavoro. 

 

Questa Amministrazione già i primi giorni di dicembre ha convocato i tutor scolastici per indire le nuove elezioni e successivamente il 16 dicembre ha incontrato un genitore delegato e la storica coordinatrice del CCR. 

 

Consideriamo che nel passato quinquennio i ragazzi del CCR non sono mai stati accolti in Consiglio Comunale come consuetudine e che, sempre nell’ultimo quinquennio le richieste e le istanze portate dai bambini siano state completamente dimenticate a favore di una prosopopea educativa e politica fatta dall’ex Vicesindaco Ceschin. 

 

Infatti i ragazzi, nell’ultimo periodo del CCR, hanno ricoperto un ruolo passivo, marginale e non propositivo e attivo come da dettami del Progetto del Consiglio Comunale dei Ragazzi. L’ultima turnata del rinnovo del CCR è stata fatta il 17 dicembre 2018 in tutta fretta senza dare nemmeno la possibilità ai giovani di cominciare la loro “campagna elettorale”. 

 

Dalla nostra Amministrazione subito è stato richiesto un nuovo appuntamento con le tutor della scuola per poter indire le elezioni alla ripresa delle attività scolastiche dopo il periodo natalizio. Solo la scorsa settimana abbiamo ricevuto la conferma dell’appuntamento che è stato fissato per questa settimana. 

 

L’assessore Tochet e il consigliere delegato Bison stanno già lavorando per far ripartire con più brio e più energie di sempre il CCR, caratterizzando con partecipazione, confronto e senso civico il progetto che ha senso solamente se i ragazzi sono al centro del progetto stesso e mai deve essere strumentalizzato dalla politica come il nostro consigliere Ceschin ha fatto. 

Alla conferenza stampa di questa mattina, il sindaco Davide Bortolato, unitamente alla Giunta comunale, al Presidente del Consiglio Lino Sponchiado e ad alcuni Consiglieri di maggioranza, ha incontrato i giornalisti per i tradizionali auguri e per fare il punto sui primi sei mesi di mandato amministrativo alla guida del Comune di Mogliano Veneto.

 

Sei mesi intensi. Dopo una campagna elettorale combattuta, abbiamo iniziato un intenso lavoro di ascolto e programmazione. Riceviamo centinaia di telefonate, mail, richieste e come Sindaco accolgo circa un’ottantina di cittadini ogni mese”.

 

La Città di Mogliano aveva un grande bisogno di essere ascoltata. Dopo anni di una amministrazione chiusa nel palazzo, abbiamo riscontrato proprio questo e il nostro impegno è quindi quello di continuare ad ascoltare e a dare risposte ai cittadini.

I moglianesi tengono alla loro città, ne sono innamorati, e moltissimi infatti mi fermano per strada o prendono appuntamento per portare suggerimenti o fare segnalazioni”.

 

“Preciso – continua Bortolato – che il primo periodo del mandato è quello in cui si progetta e in cui si cercano i finanziamenti per poi andare a realizzare, nella seconda parte del mandato, le opere e gli interventi. In base al principio della continuità amministrativa, le opere e i progetti messi in campo dalla passata amministrazione ritenuti validi vengono portati avanti con gli opportuni correttivi. È il caso di progetti in ambito scolastico, sociale e culturale, ma anche di opere pubbliche come le ciclabili di via Cavalleggeri, via Torni e via Altinia, o ancora la palestra della scuola media di via Gagliardi, o l’efficientamento della illuminazione pubblica”.

 

Il sindaco spende qualche parola anche in merito al personale del Comune. “Quando siamo arrivati l’aria lasciata dalla precedente amministrazione era molto pesante, ma investendo nei rapporti umani a cui diamo molto valore, ora c’è un clima sereno, nonostante il grosso carico di lavoro dovuto al turn-over per pensionamenti e spostamenti in altri Enti.

Abbiamo dato l’input all’ufficio personale di andare a sostituire chi se ne va e di incrementare il più possibile il numero dei dipendenti, nei limiti della legge”.

 

“Il programma elettorale è diventato il nostro programma di governo con l’approvazione in Consiglio comunale. Esso è assolutamente realizzabile, pratico e reale. Molti progetti sono infatti già stati avviati previa condivisione con le Associazioni di Quartiere, gli stakeholder e i cittadini”.

 

 

LAVORI PUBBLICI

Nel 2020 vedremo partire i seguenti cantieri:

  • 2° stralcio della pista ciclabile di via Cavalleggeri con il ponte sullo Zero
  • 2° stralcio della pista ciclabile di via Altinia a Bonisiolo, fino al cimitero
  • tunnel di collegamento dalla palestra alla scuola primaria di Campocroce
  • passerella sul Rusteghin, a Campocroce
  • passerella sulla Fossa Storta in via Carducci, nel quartiere Centro-Nord
  • ristrutturazione delle scuole primarie Verdi, che vedrà il rifacimento della palestra e l’adeguamento sismico del fabbricato
  • rifacimento completo dei bagni delle scuole medie R. L. Montalcini
  • implementazione di 28 telecamere e 5 targa System
  • asfaltatura di via Gagliardi, via Vian e via Gioberti
  • sistemazione dello scoperto alle scuole di Marocco
  • asfaltatura ingresso e tettoie per la Croce Rossa a Zerman.

 

Inoltre vi è tutta una serie di opere che ad oggi sono in fase di progettazione preliminare, come:

  • l’edificio dello sportello informativo-turistico sul Terraglio
  • il restauro dell’edificio dell’ex metano in via Roma, che diventerà un piccolo centro polifunzionale con sede per il Quartiere Ovest-Ghetto e il CPIA (scuola per adulti)
  • la realizzazione di nuovi loculi in cimitero e, più in generale, la stesura del piano regolatore cimiteriale per i prossimi trent’anni
  • la pista ciclabile di via Roma, nel tratto tra via Magenta e via Vittorio Veneto
  • la manutenzione straordinaria dei marciapiedi di via Roma
  • Parco della Cultura nel complesso della ex Villa Longobardi.

 

“Una questione fondamentale che andrà a scandire la fattibilità di molte opere pubbliche è la causa in corso sul derivato. Il Comune ha già vinto in primo grado e in primavera ci sarà la sentenza di secondo grado. Un risultato positivo ci permetterebbe di ottenere importanti risorse per i moglianesi”.

 

“In merito ai lavori di ordinaria manutenzione relativi a fabbricati e viabilità, ogni mese vengono portati a termine centinaia di interventi: buche, segnaletica verticale, segnaletica orizzontale, scavo fossi, pulizia caditoie, dipinture, eccetera. Sono interventi sempre poco citati, ma fondamentali e molto sentiti dai cittadini”.

 

 

AMBIENTE

Un importante risultato previsto anche dal programma di governo è stato quello di aver aderito al Patto dei Sindaci, che impegna l’Amministrazione moglianese a ridurre del 40% la CO2 entro il 2030.

“Per fare questo andremo a redigere il PAESC, un piano contenente tutta una serie di misure che mirano a ridurre la CO2. Su questo obiettivo lavorerà anche la neo commissione Ambiente, da poco istituita. Sempre per quanto riguarda l’ambiente, altre novità in fase di redazione sono:

  • la stesura del nuovo piano di contenimento delle antenne di telefonia mobile
  • il piano di zonizzazione acustica, che arriverà in Consiglio a breve
  • il censimento del patrimonio arboreo e arbustivo
  • lo studio per la realizzazione di isole ecologiche interrate in centro storico
  • la mobilità e micromobilità elettrica.

Tutti questi progetti non possono che fare di Mogliano una città sempre attenta e all’avanguardia sul fronte ambientale”.

 

SICUREZZA E PROTEZIONE CIVILE

L’assessore alla Sicurezza urbana, ai Rapporti con i quartieri e alla Protezione civile, Carlo Albanese ha riferito che anche nei suoi ambiti, molti punti del programma sono già stati attuati, come:

  • il controllo del vicinato, che ad oggi conta 381 volontari. Nel 2020 partiranno gli incontri in Città per informare e raccogliere nuovi iscritti
  • il regolamento di Polizia Urbana, strumento importante per la pubblica sicurezza
  • il corpo intercomunale di Polizia Locale di Mogliano Veneto, Preganziol e Casier, che dopo un lungo iter verrà siglato il 31 dicembre p.v.

Grandi progetti in cantiere con la Protezione civile, tra cui una nuova sede, i festeggiamenti per i 30 anni di attività e una settimana di centri estivi aperti ai ragazzi che desiderano conoscere più da vicino questa realtà.

 

 

CULTURA E TURISMO

Il vicesindaco e assessore alle Attività produttive, alla Cultura e al Turismo, Giorgio Copparoni, ha informato in merito a:

  • i lavori di restauro del teatro all’aperto che verrà sistemato e del Broletto, nuovo spazio culturale per gli artisti moglianesi, a cui verrà rifatta l’illuminazione
  • continuità di collaborazione e valorizzazione delle manifestazioni già esistenti con Slow Food, Veneto a tavola e Proloco
  • il nuovo sito istituzionale, previsto online da gennaio 2020, con una veste grafica similare ad altre Amministrazioni regionali
  • possibilità di creare una propria OGD (organizzazione gestione della destinazione) con altri comuni limitrofi, di concerto con la Regione
  • problematiche evidenziate in attesa di creare il nuovo piano del mercato del pesce. A questo scopo sono stati aperti tavoli con le organizzazioni sindacali degli ambulanti
  • il cartellone eventi del Natale, che quest’anno per la prima volta si è esteso anche ai Quartieri e alle Frazioni della Città
  • istituzione delle benemerenze cittadine che verranno assegnate il prossimo 30 dicembre in sede di Consiglio comunale ai moglianesi che si sono distinti in 4 ambiti: politica, cultura, imprenditoria, associazionismo/sociale.

 

 

SPORT E TRADIZIONI LOCALI

Enrico Maria Pavan, assessore allo Sport, alle Identità e alle Tradizioni locali, ha elencato gli interventi conclusi durante i suoi primi sei mesi:

  • i lavori di rifacimento degli spogliatoi presso lo stadio
  • l’omologazione del campo del Calcio Marocco, che ora può finalmente tornare a giocare le sue partite in casa
  • l’avvio della ricostruzione della Club House, delle cucine e dei bagni presso lo stadio del rugby
  • l’avvio di una proficua collaborazione con il Centro Ricerca Storica Astori per far conoscere a tutta la Città la raccolta lasciata da Don Polo.

 

Altri progetti importanti in fase di studio sono:

  • la piscina, per la quale si sta valutando di attuare un partenariato pubblico-privato
  • la cittadella dello sport. L’intenzione è quella di indire un concorso di architettura per andare a definire il piano regolatore dell’area
  • creare una fiera dell’artigianato, dell’allevamento e dell’agricoltura.

 

 

SOCIALE, PARI OPPORTUNITÀ, POLITICHE GIOVANILI

L’assessore alle Politiche sociali, alle Politiche abitative e alle Pari Opportunità, Giuliana Tochet, è intervenuta in merito ai progetti dedicati ai giovani, ai minori, ai disabili e agli anziani. In particolare:

  • sul progetto di doposcuola per bambini con problematiche sociali, Famiglie in Rete
  • disponibilità del trasporto scolastico di minori disabili alle scuole superiori per i laboratori pomeridiani e del sabato mattina, con automezzi dotati di pedana di elevazione motocarrozzine
  • sulle opportunità di inserimento lavorativo delle persone appartenenti a categorie socialmente svantaggiate e fragili
  • sul sostegno alla spesa sociale alle famiglie indigenti
  • sui progetti di invecchiamento attivo e socializzazione dell’anziano isolato, quali Filò digitale (con ULSS 2), Casa di Quartiere (con l’istituto C. Gris) e Buon Samaritano, per il ritiro pasti non porzionati nelle scuole da parte degli assistiti che vivono da soli
  • sui laboratori di socializzazione in sinergia con il distretto sanitario
  • sugli alloggi ATER assegnati a 4 famiglie moglianesi in emergenza abitativa
  • sugli incontri mirati con gli stakeholder per il co-housing
  • sulle pari opportunità, in merito ai progetti di sensibilizzazione della cittadinanza su temi molto importanti per le donne, come il femminicidio.

 

 

URBANISTICA E SCUOLA

L’assessore all’Edilizia e all’Urbanistica, alla Scuola e alle Politiche educative e alle Risorse Umane, Martina Cocito, ha riferito di essere impegnata nel portare avanti:

  • per la scuola, diversi progetti come ad esempio il progetto RispettiAMOci
  • per l’edilizia/urbanistica, la redazione del regolamento edilizio tipo, le basi per il piano degli interventi e diversi incontri con gli stakeholder del territorio.

 

A seguito dell’articolo uscito ieri sulle pagine della Tribuna “Giardinetti in vendita”, relativamente alla cessione dei giardinetti delle scuole medie Montalcini, nel profilo Facebook personale del consigliere di minoranza Daniele Ceschin è comparso quanto segue:

La maggioranza leghista di Mogliano Veneto mette nel piano delle alienazioni perfino gli angoli verdi delle scuole e toglie spazio ai progetti didattici dei ragazzi.
Come volevasi dimostrare.
Ma non provate un po’ di vergogna?

 

 

In tutta risposta, il sindaco Davide Bortolato ha pubblicato nel proprio profilo Facebook il testo di delibera di Giunta dello scorso 31 gennaio, avente ad oggetto proprio la “Riorganizzazione edifici comunali primo stralcio: scuola media di Via Gagliardi, palestra polifunzionale”. Atto di indirizzo relativo ad area di pertinenza della scuola media di Via Gagliardi.

 

Nella delibera, che evidenza la presenza di Daniele Ceschin (allora in veste di vicesindaco) e unanimità di voto favorevole, si legge come l’Amministrazione Comunale accettasse la proposta formulata dalla ditta Serenissima Ristorazione S.P.A. e indicasse quale linea di indirizzo di autorizzare tale ditta all’occupazione temporanea di porzione del sedime della scuola media, rinviando a successivo provvedimento la compiuta disciplina, nel rispetto della vigente normativa, relativa alla cessione dell’area.

 

Cade a pennello, allora, il commento del primo cittadino, che risponde:

Gli amici dell’opposizione oggi mi attaccano su decisioni che hanno preso loro! Hanno la memoria corta o stanno mettendo in moto la loro macchina delle falsità per denigrarmi???
Mi sa proprio che sono loro che si devono VERGOGNARE!
Lo Smemorato Ceschin era presente nella Giunta del 31 gennaio 2019 durante la quale è stata presa la decisione di alienare un pezzo del giardino della scuola, ma sembra proprio che non sappia neppure quello che ha approvato nella DGC 31/2019. Posso giustificare il Consigliere Prete che a gennaio non sedeva ancora in Consiglio, ma Ceschin dov’era? E Arena che dice?

 

“Con una figuraccia del genere – commenta infine il Sindaco Davide Bortolato – un Consigliare comunale con un briciolo di coscienza si dimetterebbe”.

Si è tenuta mercoledì 27 novembre all’Ospedale Ca’ Foncello di Treviso la Conferenza dei Sindaci dell’Ulss 2 Marca Trevigiana, che ha deciso di inserire Mogliano Veneto quale settimo componente dell’esecutivo.

 

In virtù delle decisioni assunte nel corso della conferenza, sono state nominate Paola Roma presidente (Sindaco di Ponte di Piave) e Lisa Tommasella vice presidente (Sindaco di Codogné), membri dell’esecutivo insieme ad Annalisa Rampin (Sindaco di Pieve del Grappa), Fabio Chies (Sindaco di Conegliano), Marco Turato (Sindaco di Pederobba), Rossella Cendron (Sindaco di Silea) e Davide Bortolato (Sindaco di Mogliano Veneto).

 

“Siamo stati attaccati dall’opposizione dopo la fuoriuscita di Mogliano dall’esecutivo del Distretto, ma ora Mogliano siede all’interno di un esecutivo ben più importante, che è l’esecutivo di tutta l’ULSS e non solo del Distretto”, ha commentato Davide Bortolato dopo l’elezione.

 

“Questo è un importante risultato – prosegue il primo cittadino – perché la conferenza dei Sindaci ha dato fiducia a questa amministrazione. Ringrazio la grande famiglia della Lega per la fiducia nei miei confronti e per aver dato a Mogliano l’importanza che merita. Questo esecutivo ha ora l’importante compito di garantire servizi sociosanitari di qualità nel territorio e di approvare i Piani di zona che definiscono la programmazione sociosanitaria locale”.

Ieri sera il sindaco di Mogliano Veneto, Davide Bortolato, e l’assessore all’Istruzione Martina Cocito hanno incontrato i genitori della scuola primaria Anna Frank. Nell’incontro si è parlato del futuro della scuola per condividere le decisioni in modo sereno e trasparente, per fare le scelte più corrette e gestire per tempo i futuri cambiamenti. Da anni si parla della razionalizzazione dei plessi scolastici comunali, troppi e in parte sottoutilizzati a causa del continuo calo delle nascite.

 

L’ufficio Scolastico provinciale e la Direzione didattica hanno più volte fatto pressioni e invitato, anche per le vie ufficiali, l’amministrazione comunale a prendere dei provvedimenti di riduzione dei plessi.” Oggi ci ritroviamo purtroppo a gestire un percorso già iniziato e irreversibile”, precisa il sindaco.

 

“L’offerta formativa delle scuole Anna Frank è sicuramente di prim’ordine, tanto che anche quest’anno è partita la prima classe con molti studenti provenienti da fuori comune, ma purtroppo il plesso di via Barbiero è situato tra altre due scuole molto vicine tra loro: le Olme e le Diego Valeri di via Ragusa”, ha aggiunto l’assessore Cocito.

 

“Altro aspetto importante da considerare – prosegue poi – è un vecchio progetto di ristrutturazione completa delle scuole Verdi che nel frattempo è andato avanti e ha ottenuto anche un cospicuo finanziamento regionale, di oltre un milione di euro, vincolato al plesso”.

 

“Se non si interviene per tempo, programmando gradualmente l’accorpamento di due scuole, si rischia che la cosa possa aggravarsi e la decisione possa cadere dall’alto come una spada di Damocle con conseguenze gravi come ad esempio la disgregazione delle classi”, chiude il sindaco.

 

L’amministrazione comunale vuole invece con ampio anticipo gestire una situazione insieme a genitori e insegnanti, convinta che non si possa prescindere dal fatto che tutte le classi arrivino alla fine della quinta unite e mantenendo gli attuali insegnanti.

Comunicato del sindaco Davide Bortolato sulle decisioni prese ieri sera in consiglio comunale

 

La nuova passerella ciclopedonale sul Rusteghin in via Molino a Campocroce, la pavimentazione esterna del plesso scolastico Collodi di Marocco, la messa in sicurezza degli impianti del CRCS all’ovest, il rifacimento della passerella ciclopedonale sulla Fossa Storta nel quartiere Centro-Nord sono le opere più significative che con la variazione di bilancio avranno corso.

 

Importanti manutenzioni straordinarie per il rifacimento dei tetti delle scuole Anna Frank e Dante Alighieri sono previste, impegnando 150 mila euro, per far fronte alle infiltrazioni e per garantire ambienti salubri ai nostri bambini. Cospicue risorse sono previste per la manutenzione e la risistemazione degli spogliatoi e delle strutture dello Stadio Panisi, al fine di garantire l’inizio regolare delle attività sportive a settembre, come avevamo promesso ai genitori dei giovani calciatori preoccupati per la situazione. La variazione che stasera andremo ad approvare serve inoltre per andare a coprire alcuni mancati introiti previsti nel bilancio della precedente amministrazione comunale, tra cui il mancato ingresso di 100mila euro derivate dal gettito di multe, la mancata entrata di oneri di urbanizzazione, la mancata entrata dall’appalto degli impianti pubblicitari e altre per un totale di euro 372 mila euro.

 

L’opera di riqualificazione della zona della stazione ferroviaria viene ad oggi bloccata, per poi, una volta raggiunto l’accordo che oggi non esiste con le Ferrovie dello Stato, essere ripresa e finanziata. Ad oggi infatti le Ferrovie non hanno ancora dato il loro assenso al progetto proposto dal Comune anzi propongono un intervento molto più oneroso. Daremo invece un incarico a un professionista per progettare un piano cimiteriale pronto a sopperire all’emergenza della mancanza di manufatti cimiteriali, la sala del commiato sarà un’opera inclusa in questo piano cimiteriale, che però non intendiamo realizzare al Centro Sociale bensì in un’area adiacente al cimitero centrale. Abbiamo previsto un ulteriore incarico di progettazione per la demolizione dell’edificio ex sede Proloco sul Terraglio, al fine di realizzare una struttura più leggera quale Punto informazioni turistiche che occupi meno cubatura e che valorizzi le ex scuole Rossi e tutta l’area fronte Terraglio.

Ieri sera un fortissimo temporale ha colpito Mogliano, creando notevoli difficoltà alla circolazione per alberi caduti e strade allagate.

 

Il sindaco Davide Bortolato, resosi conto della gravità della situazione, ha chiamato il vicesindaco Giorgio Copparoni, gli assessori Enrico Maria Pavan e Carlo Albanese, ai quali si è unito il consigliere comunale Roberto Zanardo, per effettuare un giro di perlustrazione in tutta la città, al fine di rendersi conto dei danni e prestare i primi soccorsi.

 

Il gruppo si è suddiviso in alcune autovetture e ha iniziato a perlustrare la città durante l’imperversare della tempesta, per recare aiuto ai singoli cittadini in difficoltà e liberare le strade da alberi caduti e acqua.

 

 

In particolare il sindaco e l’assessore Enrico Maria Pavan sono intervenuti nella rotonda che conduce a Gardigiano per soccorrere una signora in auto che, a causa dell’acqua planing, era uscita di strada finendo in biblico sul fossato.

 

 

I due hanno chiamati i soccorsi e messo la donna in sicurezza.

 

 

 

Proseguendo nel giro di perlustrazione il gruppo si è imbattuto in un grosso albero caduto in strada per il vento in via Gioberti e lo hanno spostato per liberare la carreggiata.

 

Sono poi intervenuti in via Ronzinella, che all’altezza della pasticceria San Marco era completamente allagata.

Sindaco e assessori hanno pulito le caditoie e con pompe idrovore hanno liberato la strada dall’acqua.

 

 

Sindaco, vicesindaco, assessori e consigliere comunale sono intervenuti anche in aiuto di singoli cittadini oltre che in luoghi pubblici.

In particolare li hanno aiutati a liberare scantinati ed entrate dall’acqua che aveva invaso le loro proprietà.

 

La nuova amministrazione comunale di Mogliano Veneto avvisa la cittadinanza che domani, sabato 29 giugno, alle ore 9.30, presso la sala consiliare del Municipio, si terrà il primo consiglio comunale con il seguente ordine del giorno:

1. Elezioni amministrative del 26 maggio e 9 giugno 2019, per il turno di ballottaggio. Esame della condizione degli eletti alla carica di Sindaco e di Consigliere Comunale e loro convalida.
2. Giuramento del Sindaco.
3. Elezione del Presidente del Consiglio Comunale.
4. Comunicazioni del Sindaco sulla nomina degli Assessori e del Vice Sindaco.
5. Elezione della Commissione Elettorale Comunale.
6. Nomina Commissione per l’aggiornamento degli Elenchi comunali dei Giudici Popolari.
7. Costituzione Gruppi Consiliari e nomina dei Capogruppo.
8. Costituzione Commissioni Consiliari permanenti.

Questa mattina, puntuale, il sindaco Davide Bortolato ha comunicato l’elenco degli assessori.
“Sono sindaco da una settimana – ha dichiarato Bortolato – e oggi ho già conferito le deleghe. Mi sono messo subito d’impegno e ho messo in giunta i più votati. Più un assessore esterno.
Ho già convocato la giunta per giovedì mattina, mentre sabato mattina desidero indire il consiglio comunale di insediamento.
La giunta deve stare in mezzo alla gente e sarà sempre disponibile per incontrare i cittadini. Tutti dedicheranno il massimo impegno e il massimo tempo.
La squadra ha vinto e la squadra continuerà a lavorare. Sul tavolo di ogni assessore ci sarà sempre il programma elettorale. ”

 

I nomi degli assessori

• Giorgio Copparoni, vice sindaco con delega alle attività produttive, cultura e turismo
• Martina Cocito, delega all’edilizia urbanistica, scuola e politiche educative, e risorse umane
• Carlo Albanese, delega alla sicurezza urbana, rapporti con i quartieri e protezione civile
• Giuliana Tochet, delega alle politiche sociali, politiche abitative e pari opportunità
• Enrico Maria Pavan, delega allo sport, identità e tradizioni locali

Infine, Davide Bortolato avrà la delega a bilancio e tributi, lavori pubblici, ambiente e progetti strategici.

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni