Home / Posts Tagged "bebè"

Qualche giorno fa il parcheggio della pizzeria “Da Pino” in Strada Ovest è stato teatro di una bellissima sorpresa.

 

Come riporta il Gazzettino di Treviso, un’auto che procedeva in tutta fretta in direzione dell’ospedale cittadino Ca’ Foncello, ha accostato nel parcheggio della nota pizzeria per poi spegnere i motori.

 

A dare l’ordine la futura madre, ormai al termine della gravidanza, che nel tragitto casa-ospedale ha capito che il suo bambino stava per nascere.

 

Con grande sangue freddo, il compagno della donna ha immediatamente telefonato al 118 e ha eseguito alla perfezione le istruzioni date dall’operatore del Suem, che ha guidato il papà fino al primo vagito del suo piccolo: uno splendido maschietto.

 

Subito è accorsa sul posto anche un’ambulanza con gli operatori che, sinceratisi delle buone condizioni di mamma e figlio, li hanno accompagnati nel reparto ospedaliero di Ostetricia per ulteriori accertamenti.

La Regione del Veneto ha approvato il rinnovo quinquennale dello schema di Protocollo d’intesa con il Comitato Italiano UNICEF Onlus per il sostegno al progetto “Baby Pit Stop” (BPS). 

 

“Tale progetto – spiega l’assessore regionale alla cultura, Cristiano Corazzari – prevede l’allestimento di spazi in cui i genitori possano allattare e accudire i propri figli; il Protocollo sostiene la nascita di punti BPS nelle biblioteche e nei musei veneti, così da permettere la promozione non solo del diritto del bambino all’allattamento ma anche la frequentazione da parte dei cittadini di questi luoghi”. 

 

Non è necessario avere a disposizione una stanza, basta uno spazio appartato dove però vengano garantite riservatezza e tranquillità e possa contenere un fasciatoio e una sedia: una vera e propria mini-area dove i genitori siano i benvenuti e che garantisca accoglienza e discrezione. Il servizio è gratuito e viene monitorato direttamente dal Comitato Italiano per l’UNICEF Onlus.

 

“Sostenere il progetto BPS – conclude Corazzari –, che ha dato nei cinque anni scorsi lusinghieri risultati, significa tutelare i diritti del bambino e nel contempo favorire l’utilizzo da parte di tutti i cittadini dell’offerta culturale delle biblioteche e dei musei, obiettivi che la Regione ha perseguito in questi anni promuovendo la lettura fin dalla più tenera età e incentivando la frequentazione di spazi espositivi”.

Dal 1° giugno, a tutte le donne che partoriranno nei punti nascita dell’Ulss4 “Veneto Orientale” (ospedali di Portogruaro e San Donà di Piave) verrà donato che lo vorranno, un posto ombrellone in spiaggia, a scelta tra Bibione, Caorle, Eraclea o Jesolo.

 

La novità, denominata “Vieni a partorire nel Veneto Orientale e ti regaliamo il mare”, è nata su iniziativa dell’Ulss4 con la fattiva collaborazione di Unionmare Veneto e il contributo della Banca San Biagio Veneto Orientale.

 

I dettagli del progetto “Vieni a partorire nel Veneto Orientale e ti regaliamo il mare” verranno presentati nel corso della conferenza stampa in programma domani, martedì 4 giugno alle ore 12.00, a Venezia, Palazzo Balbi, sala Pedenin.

 

All’incontro interverranno:

• Manuela Lanzarin, assessore  regionale alla Sanità e politiche sociali;

• Carlo Bramezza, direttore generale dell’Ulss 4 Veneto Orientale;

• Pier Giuseppe Flora, direttore del Dipartimento Materno Infantile dell’Ulss4;

• Alessandro Berton, presidente di Unionmare Veneto;

• Luca De Luca, presidente della Banca San Biagio Veneto Orientale.

 

Saranno presenti anche operatori dei punti nascita di San Donà di Piave e di Portogruaro e i titolari di varie concessioni di ombrelloni che hanno aderito al progetto.

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni