Home / Posts Tagged "Astori"

Continuiamo con la pubblicazione a puntate del libro scritto dal nostro concittadino, Nuccio Sapuppo. In questa raccolta l’autore ha voluto raccontare – in forma di monografie – luoghi, avvenimenti e personaggi figli di Mogliano che si sono distinti per le opere che hanno compiuto nella loro vita

 

Restiamo per un momento ancora al centro del paese perché analizzeremo alcune istituzioni e realtà importanti di Mogliano, baluardi storici anch’essi della Città, alle quali mi sembra giusto dedicare alcune righe. Mi riferisco sia al Collegio Bellavite Astori che al prezioso Oratorio Don Bosco, ambedue diretti da sempre con apprezzabile dedizione dai PP. Salesiani.

 

Il Collegio Astori, risorsa inestimabile e insostituibile di Mogliano, si trova sul Terraglio in via G. Marconi 22.

Fu fondato nel 1882 per volere della Contessa Bellavite Astori, con un lascito del defunto marito Vincenzo Omobono Astori,  per la cui attuazione intervenne personalmente Don Giovanni Bosco, su un progetto di alternanza scuola – lavoro, percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, “per accogliere i ragazzi poveri figli dei contadini del paese in cambio di una piccola retta per la sussistenza”.

 

Lo scopo ben preciso, espresso nello Statuto dell’Istituzione al momento della sua costituzione, era quello di “educarli alla Religione, nell’agricoltura e nelle arti primarie per renderli poi alla famiglia buoni cristiani e buoni villici”.

 

Nel tempo, con l’impeccabile e saggia conduzione dei PP. Salesiani, l’Istituto ha dovuto adeguarsi continuamente alle esigenze imposte dall’evoluzione dell’intero sistema scolastico ed è diventato un’eccellenza assoluta nel settore scolastico e senza rivali nel campo dell’educazione e dell’istruzione per intere generazioni di ragazzi e giovani di un intero secolo.

 

Con l’arrivo dell’esimio e benemerito Prof. Don Severino De Pieri poi l’Istituto si è avvalso della sua preziosa collaborazione ed arricchito nel lontano mese di ottobre del 1965 dell’istituzione del COSPES Centro di Orientamento Salesiano per la educazione e la comunicazione nelle scuole, del quale ne è stato fondatore e direttore don De Pieri.

 

Oggi l’Istituto conta su una gamma completa di indirizzi scolastici sia scientifici che classici: un Liceo Classico – un Liceo Scientifico – un Istituto Tecnico – una Scuola Primaria ed una Secondaria paritarie oltre alle Scuole Elementari ed accoglie mediamente ogni anno più di mille studenti.

Nel quadro delle manifestazioni per la Giornata della Memoria l’UNITRE di Mogliano Veneto organizza una lezione-concerto dal titolo La Shoah raccontata attraverso la musica.
Quartetto n.8 di Shostakovich.

 

L’evento si terrà venerdì 24 gennaio, alle ore 16.30, nell’Aula Triennio del Collegio Salesiano Astori (via Marconi, 22).

Relatrice sarà Luisa Bassetto.

Premiati questa mattina, giovedì 28 novembre, nella sala Teatro del Collegio Astori i ragazzi che hanno partecipato al Concorso Agro Altinate, giunto alla sua 5^ edizione. Promosso dal Centro Ricerca Storica Astori e l’Eco di Mogliano, con il patrocinio dal Comune di Mogliano, ha visto la partecipazione di ben sessanta alunni delle scuole medie moglianesi Margherita Hack, Levi Montalcini e Collegio Astori.

 

 

I ragazzi, dopo aver visitato lo scorso anno il Museo Don Giuseppe Polo e aver approfondito la ricerca storica dell’epoca romana, hanno scelto di partecipare al concorso multimediale con i loro manufatti costruiti con materiali vari e arricchiti da video e foto dei progetti.

 

 

Don Giuseppe Polo, l’insegnante e storico morto nel novembre del 2014 dopo cinquant’anni trascorsi all’Astori, aveva fondato il “Gruppo Ricerca storica Astori” ed era diventato un pilastro dell’istituto. Il Museo, a Lui intitolato, contiene numerosi reperti di età romana raccolti nelle campagne moglianesi.

 

   

 

“Sono contentissimo di poter collaborare con questa iniziativa che contribuisce ad accrescere il bagaglio storico culturale dei ragazzi – ha dichiarato l’Assessore alle Identità e Tradizioni locali, Enrico Maria Pavan. – Con l’Amministrazione comunale, stiamo valutando una data e un evento adeguato dove poter ospitare la mostra dei lavori dei ragazzi che meritano di essere visibili a un pubblico vasto”.

 

Tra i partecipanti, sono stati segnalati sei lavori e poi premiati cinque autori dalla giuria presieduta da Luciana Ermini e composta da Don Vito Maurizio, responsabile del progetto, Cesare Bison, fotografo e Giuseppe Dal Todesco. Oltre a un attestato di partecipazione per tutti i sessanta concorrenti, sono stati donati libri storici e dei preziosi braccialetti tecnologici per lo sport dallo sponsor Studio Tecnico Mario Cuzzolin.

 

 

 

 

 

Oggi, alle 14.30, si è verificato un gravissimo incidente sul Terraglio, all’altezza del collegio Astori.
Una giovane ventenne di Mogliano, F. M., è stata travolta da una Ford Focus proveniente da Mestre.
La ragazza stava attraversando sulle strisce pedonali ed è stata scaraventata violentemente a terra.
È accorso il personale del Suem 118, che l’ha trasportata al Ca’ Foncello in gravi condizioni.
Il Terraglio è stato chiuso al traffico e la circolazione è stata deviata nelle strade interne.

Una sinergia importante tra scuole e aziende, la Vettorello Energy di Casale sul Sile (TV) e Piave Servizi di Codognè (TV), per sensibilizzare i giovani sul tema della sostenibilità ambientale e stimolarli ad una scelta consapevole delle scuole superiori. Premiati ieri a Mogliano Veneto gli studenti delle classi medie partecipanti al concorso didattico “Il valore dell’acqua”

 

Piccoli ingegneri idraulici crescono al Collegio Salesiano Astori di Mogliano Veneto, dove ieri mattina, nell’aula magna dell’istituto, sono state premiate le quattro classi della terza media protagoniste del concorso didattico “Il valore dell’acqua”.

 

Promosso da “Vettorello Energy” e “Piave Servizi” per educare le nuove generazioni ad un utilizzo responsabile della risorsa acqua; il concorso ha coinvolto complessivamente un centinaio di studenti, che a inizio 2019 hanno preso parte ad un percorso formativo culminato con la realizzazione di 20 plastici, riproducenti delle centrali idroelettriche di ambiente montano perfettamente funzionanti.

 

I ragazzi, in particolare, hanno messo in funzione il modello in scala di una turbina Pelton a tre getti (dispositivo tipico dei bacini idroelettrici alpini), consegnato loro da Vettorello Energy, azienda di Casale sul Sile specializzata nella produzione di impianti idroelettrici 4.0 e non nuova ad iniziative che coinvolgono le scuole. Nel 2017, con l’Università di Palermo, la Vettorello di Casale ha infatti iniziato un progetto di ricerca e sviluppo per la realizzazione di una turbina che proprio quest’anno verrà messa a servizio in un acquedotto siciliano.

 

 «L’idroelettrico oggi rappresenta il 35% dell’energia prodotta da fonti rinnovabili – spiegano Sonia e Domenico Vettorello di “Vettorello EnergyPer questo abbiamo cercato di trasmettere ai ragazzi la consapevolezza che l’acqua è una risorsa da preservare, fondamentale anche “solo” per far funzionare gli elettrodomestici di uso più comune.

 

La nostra azienda, attiva da cinquant’anni nel settore metalmeccanico, opera nel mercato energetico con una divisione produttiva legata alla progettazione e costruzione di turbine per centrali idroelettriche: un mercato in crescita, che ha visto quasi raddoppiare dal 2003 al 2016 il numero di impianti in Italia e che ci obbliga alla responsabilità di educare le nuove generazioni a prendersi cura del proprio territorio e del proprio futuro, anche professionale.

 

Oggi l’idroelettrico offre spazio a molteplici professionalità, non solo quella ingegneristica, senza preclusioni o distinzioni di sesso».

 

Gli studenti, con la preziosa collaborazione della professoressa di Educazione Tecnica Lucia Tessarin, hanno realizzato i plastici in vari step, dividendosi le mansioni: alla prima fase di progettazione, legata ad abilità di ingegneria idraulica, meccanica e ambientale, è seguita quella logistica di raccolta di materiali (carta, legno e plastica riciclati), quindi di assemblamento dei pezzi, secondo i principi della meccatronica, e infine di comunicazione dell’opera, con la realizzazione di contenuti (testuali, video e grafici) che ne descrivessero le caratteristiche.

 

In questo modo i ragazzi hanno potuto sviluppare diverse competenze, fornendo con il proprio contributo una visione della centrale idroelettrica del futuro.

 

«Per “Piave Servizi” l’innovazione tecnologica va di pari passo con la divulgazione della “cultura dell’acqua”– aggiunge Carlo Pesce, Direttore della Società che gestisce il Servizio Idrico Integrato in 39 comuni delle province di Treviso e Venezia – Così come puntiamo, ad esempio, su sistemi avanzati per la localizzazione delle perdite o per l’ottimizzazione della manutenzione delle reti idriche, allo stesso modo incentiviamo tutte le iniziative di sensibilizzazione a un uso dell’acqua consapevole, combattendo gli sprechi.

 

Affrontare a scuola il valore dell’acqua come fonte di energia (la più antica usata dall’uomo), ci permette non solo di responsabilizzare le nuove generazioni, ma soprattutto di comprendere il futuro che i giovani si aspettano da noi». 

 

Mogliano Veneto 6 giugno 2019

Nell’ambito degli ormai tradizionali “Incontri del secondo giovedì del mese”, il Gruppo Ricerca Storica Astori propone a tutti i soci e agli amici un confronto con Luciana Ermini, direttore de L’Eco di Mogliano, e autrice del libro Ritratto di città.

 

L’evento si terrà giovedì 14 febbraio 2019, alle ore 20.30, presso la sala Don Bosco del Collegio Astori, e avrà come tema “La città che cambia”, una riflessione sulla trasformazione nel tempo del tessuto urbano moglianese. Sarà un modo per conoscere e osservare le modifiche che hanno coinvolto e che interessano l’area centrale del nostro paese.

 

L’incontro è aperto a tutti, senza alcuna formalità.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni