Home / Posts Tagged "Arteven"

La Regione del Veneto, dopo aver dato il via libera lo scorso febbraio al programma di attività 2019 dell’Associazione regionale per la promozione e la diffusione del teatro e della cultura nelle comunità venete, ha approvato uno schema di convenzione con la stessa Arteven per l’attuazione di iniziative culturali aggiuntive che coinvolge molti Comuni del territorio regionale, relativo prevalentemente alla musica e al circo contemporaneo. 

 

“Si tratta di un progetto di grande valenza sotto il profilo culturale e organizzativo – spiega l’assessore veneto alla cultura, Cristiano Corazzari –, in linea con gli indirizzi regionali nel settore delle attività culturali e dello spettacolo. Arteven, associazione della quale la Regione è socio, ha ampliato nel corso degli anni la propria operatività, divenendo un punto di riferimento stabile per l’offerta nel territorio regionale di manifestazioni teatrali e di danza. Recentemente ha esteso l’azione a nuove discipline come la musica e il circo contemporaneo, rafforzando così il proprio ruolo di strumento di servizio per la promozione e la crescita culturale delle comunità locali del Veneto”.

 

Le tre rassegne che arricchiscono la programmazione di quest’anno e per la cui realizzazione la Regione ha assegnato ad Arteven un contributo di 100 mila euro sono:

 

“Scale musicali – Cinquant’anni dalla luna”. Ciclo di concerti musicali all’aperto, che si terrà nei mesi estivi, in zone e centri poco frequentati dai turisti, con giovani interpreti chiamati a esibirsi sulle scalinate dei principali monumenti;

 

“Circo Vegano”. Spettacolo itinerante che nel periodo estivo effettuerà circa sessanta spettacoli con artisti del circo contemporaneo, toccando varie località della costa litoranea veneta;

 

“Natale con un sorriso 2019”. Sessanta appuntamenti serali dal vivo nel periodo natalizio in tutto il territorio regionale (danza, gospel, concerti e spettacoli per bambini all’interno di teatri, chiese, spazi civici o all’aperto) e venti brevi concerti o spettacoli di clown che si terranno presso reparti pediatrici della regione.

Mercoledì 24 luglio la Sesta Commissione della Regione Veneto ha convocato Arteven per una audizione. Dopo che il Presidente Massimo Zuin e il Direttore Pierluca Donin hanno relazionato sulle attività di Arteven dell’ultimo triennio, comunicando i quasi seicentomila spettatori paganti nel territorio e consegnando il nuovo dossier che celebra i 40 anni di organizzazione di spettacoli di teatro e danza del Circuito nel Veneto.

 

 

I Consiglieri hanno posto alcune interessanti domande anche in riferimento ai progetti del Teatro Stabile del Veneto. Non sono mancate le risposte, che hanno illustrato come i progetti dello Stabile debbano essere supportati da un buon accordo tra i due soggetti, che permetta ai cittadini di partecipare alla cultura dello spettacolo dal vivo anche se residenti in piccole comunità.

 

 

Si è ribadito che il lavoro di Arteven si sviluppa nei piccoli Teatri, costituendo la più capillare rete di spazi, luoghi e Teatri d’Europa, grazie alla possibilità di gestire grandi palcoscenici.

 

 

Il Direttore ha poi descritto i progetti dedicati agli studenti delle Scuole Superiori, con oltre duecento Istituti organizzati per ospitare lezioni teatrali all’interno dell’orario scolastico, e annunciato il prossimo progetto che affronterà i pericoli di Internet già segnalati addirittura nella trasmissione “Le iene”.

 

 

Grande attenzione al nuovo progetto al nastro di partenza che vede gli spettatori abbonati farsi mecenati a favore degli under 30, cedendo il proprio posto quando sono impossibilitati a vedere uno spettacolo. Il progetto chiamato ironicamente “biglietto sospeso” sarà testato nella stagione 2019/2020 e sarà completamente gestito via web e social.

 

 

Dalla Sesta Commissione è partito un invito al Circuito a collaborare con un Centro Studi alla luce della sua grande esperienza territoriale, attestata da una indubbia efficienza che vanta un bilancio di sette milioni di Euro all’anno realizzato da quattordici operatori con una performance personale eccezionale. Il Direttore Donin (che è anche coordinatore degli altri Circuiti italiani) ha parlato a lungo della funzione di Arteven e anche della fragilità di un sistema che, grazie alla Regione Veneto, è osservato sul piano nazionale e come il MIBAC lo ritenga tra i più meritevoli inserendolo nel primo Cluster del finanziamento dello Stato. I Consiglieri si sono complimentati per l’esposizione e per il grande lavoro realizzato dalla rete dei teatri del Veneto, considerata un patrimonio per la diffusione delle cultura regionale.

 

 

Photo Credits: Facebook @Arteven

Continua implacabile il successo della tournèe di Lella Costa nei teatri del Veneto. Le prossime tappe di QUESTIONI DI CUORE saranno giovedì 1 febbraio alle ore 21 al TEATRO ROMANO PASCUTTO DI SAN STINO DI LIVENZA, venerdì 2 febbraio alle ore 21 presso il CINEMA TEATRO GIARDINO DI SAN GIORGIO DELLE PERTICHE, sabato 3 febbraio sempre alle 21 al TEATRO COMISSO DI VILLA GUIDINI DI ZERO BRANCO e domenica 4 febbraio alle ore 17 AL TEATRO MODERNISSIMO DI NOVENTA VICENTINA.

 

Le rassegne, realizzate in collaborazione con Arteven/ Regione Veneto, portano a esibirsi sui palchi della regione una vera e propria icona del teatro sociale, attrice raffinata e molto amata dal grande pubblico, una Lella Costa intimista, arguta e divertente. E così le “lettere del cuore” di Natalia Aspesi sul Venerdì di Repubblica diventano uno spettacolo, un viaggio attraverso la vita sentimentale e sessuale degli italiani nel corso degli ultimi trent’anni. I tradimenti, le trasgressioni, le paure, i pregiudizi, migliaia di storie d’amore e passione che, incredibilmente, non cambiano con il passare dei decenni e l’evoluzione del costume.

 

Dalla ragazzina infatuata per un uomo tanto più grande di lei, alla signora che s’innamora di un sacerdote, dalla moglie tradita e abbandonata, al giovane che si scopre gay, fino al maschio orgoglioso della sua mascolinità. Tutti hanno imbracciato la penna (più recentemente la tastiera del pc) per scrivere a Natalia Aspesi chiedendo un consiglio, un parere. E le risposte, argute, comprensive, feroci, spesso sono più gustose delle domande.

 

A dare voce sul palco a questa corrispondenza LELLA COSTA, in un gioco di contrappunti tra botta e risposta che raggiunge tutte le sfumature, i diversi gradi d’intensità e di intimità. La grande attrice italiana condurrà il pubblico in un viaggio narrativo e umano, profondo nelle sue implicazioni e piacevole, piccante, talvolta urticante, come la mente della Aspesi. Quello che si crea è una sorta di dialogo fra l’attrice, il pubblico, la Aspesi e lo scrittore della lettera; il percorso che ne deriva è una discesa ironica nelle profondità dell’animo per incontrare le nostre paure e i tabù più segreti, una passeggiata a braccetto con i nostri limiti, per riderne insieme.

 

Ecco tutte le tappe

 

San Stino di Livenza

INIZIO SPETTACOLI ORE 21

BIGLIETTI

PREVENDITA nei tre giorni feriali antecedenti lo

spettacolo, sabato escluso, presso la Biblioteca

Comunale dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 18

> ONLINE  su arteven.it e vivaticket.it by Best Union e relativi punti vendita.

 

VENDITA il giorno stesso dello spettacolo in Teatro

dalle ore 20, tel. 0421 310627.

 INFORMAZIONI Biblioteca Comunale tel. 0421 473921 – www.sanstino.it – www.cultura.cittametropolitana.ve.it – www.arteven.it

 

San Giorgio delle Pertiche

INIZIO SPETTACOLI ore 21.00

VENDITA BIGLIETTI

I biglietti sono in vendita il giorno dello spettacolo presso la biglietteria del Cinema Teatro Giardino dalle ore 20.30

Prenotazioni e prevendite Tel. 349 7368623

INFORMAZIONI

Biblioteca Comunale San Giorgio delle Pertiche (Pd)

Tel. 049 9370076

www.comune.sangiorgiodellepertiche.pd.it

Teatro Giardino via Roma 70, San Giorgio delle Pertiche (Pd)

 Biglietteria Teatro Giardino [email protected]

Associazione Viadelcampo Tel. 349 7368623

[email protected] www.arteven.it

 

Zero Branco

INIZIO SPETTACOLI ORE 21

Prevendita online su www.arteven.it e www.vivaticket.it by Best Union e punti vendita del circuito.

Vendita il giorno dello spettacolo presso la biglietteria del Teatro un’ora prima dell’inizio.

 

INFORMAZIONI

Stivalaccio Teatro

tel. 371 1984391

tutti i giorni ore 10.00—12.00 e durante gli orari di apertura della biglietteria

[email protected]

www.stivalaccioteatro.it

 

Biblioteca Comunale di Zero Branco

tel. 0422 485518

[email protected]

www.comunezerobranco.it/bibliozero

 

Arteven

www.arteven.it

 

Noventa Vicentina

INIZIO SPETTACOLI ORE 17

PREVENDITA BIGLIETTI
dal 20 novembre su www.arteven.it e www.vivaticket.it by Best Union e relativi punti vendita, oppure presso la Biblioteca negli orari d’ufficio

APERTURE DELLA CASSA

il giorno dello spettacolo ore 16.00

INFORMAZIONI

Biblioteca Comunale tel. 0444 860221

Comune tel. 0444 788512 / 788550

Teatro Modernissimo tel. 0444 861234

solo le domeniche degli spettacoli

[email protected]

[email protected]

www.noventavicentina.gov.it

www.arteven.it – facebook Arteven

 

 

POST TAGS:

Chi di voi si ricorda de Le Ultime Lettere di Jacopo Ortis e del suo autore? Non solo del nome – Foscolo ovviamente – ma di chi era quella persona, il patriota, il poeta, il concittadino? Questo è ciò che si prefiggono di descrivere e raccontare le lezioni spettacolo organizzate da Arteven Circuito Teatrale Regionale/ Regione del Veneto, lezioni che attraverseranno tutta la regione e le provincie per approdare nelle scuole Secondarie e rivolgersi direttamente ai ragazzi. Sono ormai quindici anni che il Circuito Arteven ha dato avvio ad un organico progetto di divulgazione culturale dedicato  agli studenti degli Istituti del Veneto, inventando di fatto, una nuova modalità di coinvolgimento: le lezioni spettacolo promosse all’interno delle scuole Secondarie si sono affermate come efficace strumento di approfondimento per ragazzi e insegnanti.

 

Dal 2003 ad oggi in totale sono stati coinvolti 78.300 studenti, 2.660 insegnanti per un totale di 880 lezioni spettacolo portate nelle scuole. Per un giorno in cattedra sale un attore, che con la sua peculiare arte e punto di vista, intende, nella volontà degli organizzatori, coinvolgere su un piano più emotivo i ragazzi, affinché non imparino semplicemente la lezione ma comprendano – nel senso di fare propria – esperienze, pensieri, ideali, intelligenze che hanno fatto grande il nostro paese e reso immortale la nostra storia.

 

Cosa può rappresentare per i millenials l’autore de I Sepolcri? Il Foscolo è semplicemente uno dei più importanti letterati italiani. La sua vita e la sua scrittura sono il manifesto politico di un’Italia che ancora non esisteva e che vedeva nella Serenissima il suo seme e il manifesto letterario di quel preromanticismo che tanto eccelse nella nostra lingua. L’anniversario dei 240 anni dalla sua nascita è occasione preziosa per ripercorrere la storia del grande letterato e proporre agli studenti della regione la conoscenza attraverso l’esperienza delle lezioni spettacolo, resta per gli organizzatori una delle modalità più interessanti per abbattere le barriere che separano i più giovani da personaggi di grande rilievo storico e culturale.

 

Parlare di Foscolo significa parlare del suo tempo e di come eravamo, la modalità della lezione spettacolo consente di farlo in maniera chiara, approfondita e piacevole. Il 2018, anno delle celebrazioni del 240esimo dalla nascita del patriota ( 6 Febbraio 1778), è stata colta come una valida occasione per sostenere questa iniziativa che negli ultimi anni ha visto protagonisti grandi nomi della nostra storia nazionale. Le adesioni degli istituti, per i quali le lezioni spettacolo sono completamente gratuite, sono state talmente numerose da imporre l’onere e l’onore della realizzazione della performance a ben due artisti del territorio: Filippo Tognazzo della Compagnia teatrale Zelda e Giacomo Rossetto del Teatro Bresci.

 

Loro compito sarà quello di coinvolgere i ragazzi e fargli fare la conoscenza dell’impetuoso Niccolò, detto Ugo, secondo la propria personale declinazione artistica. Si comincia il 30 gennaio con Foscolo Reloaded, di Filippo Tognazzo, all’Istituto Comprensivo Coletti di Treviso, per coinvolgere poi il Giovanni Gabrieli di Mirano il 31 e poi via in tutta la regione con tappe a Feltre, Lancenigo di Villorba in un tour culturale che toccherà tutte e sette le province del Veneto. Le scuole che hanno deciso di aderire al progetto rientreranno nella Rete degli Istituti Secondari di Primo e Secondo grado, un ponte fra realtà che si sono impegnate nella promozione della cultura teatrale e dello spettacolo dal vivo in Veneto presso i cittadini più giovani, un progetto regionale che coinvolgerà oltre ottanta istituti. Le lezioni sono distribuite gratuitamente su prenotazione al sito www.artevenbooking.it

POST TAGS:

Sabato 20 gennaio alle ore 21 a Zero Branco terzo appuntamento teatrale. Presso il Teatro Comisso di Villa Guidini andrà in scena ROMEO E GIULIETTA. L’AMORE è SALTIMBANCO della compagnia STIVALACCIO TEATRO, spettacolo divertente e coinvolgente stile commedia dell’Arte. Venezia in subbuglio: Enrico III di Valois, diretto a Parigi per essere incoronato Re di Francia, passerà una notte nella Serenissima. Un onore immenso per la città lagunare. Giulio Pasquati e Girolamo Salimbeni, coppia di ciarlatani saltimbanco dai trascorsi burrascosi, vengono incaricati di dare spettacolo in onore del principe. Mica una storia qualunque, certo che no, la più grande storia d’amore che sia mai stata scritta: Romeo e Giulietta. Due ore di tempo per prepararsi ad andare in scena, provare lo spettacolo ma, soprattutto: dove trovare la “Giulietta” giusta, casta e pura, da far ammirare al principe Enrico? Ed ecco comparire nel campiello la procace Veronica Franco, poetessa e “honorata cortigiana” della Repubblica, disposta a cimentarsi nell’improbabile parte dell’illibata giovinetta. Il prossimo appuntamento sarà il 3 febbraio con LELLA COSTA e le sue QUESTIONI DI CUORE.

 

PREVENDITA E VENDITA BIGLIETTI:

Prevendita online su arteven.it e vivaticket.it by Best Union e punti vendita del circuito.

Vendita il giorno dello spettacolo presso la biglietteria del Teatro un’ora prima dell’inizio.

 

INFORMAZIONI

Stivalaccio Teatro

tel. 371 1984391

tutti i giorni ore 10.00—12.00 e durante gli orari di apertura della biglietteria

[email protected] www.stivalaccioteatro.it

 

Biblioteca Comunale

di Zero Branco

tel. 0422 485518

[email protected] comunezerobranco.it

www.comunezerobranco.it/ bibliozero

Arteven

www.arteven.it

POST TAGS:

Dieci appuntamenti tra teatro serale e per famiglie. Abbonamenti disponibili dal 14 novembre.

 

Al nastro di partenza la Stagione Teatrale 2017/2018 al Teatro Comisso di Villa Guidini promossa ed organizzata dall’Assessorato alla Cultura – Biblioteca Comunale del Comune di Zero Branco e Stivalaccio Teatro in collaborazione con il Circuito Regionale Teatrale Arteven / Regione del Veneto.

 

Calendario denso di appuntamenti tra novembre 2017 e marzo 2018: quattro spettacoli in abbonamento e un doppio evento fuori abbonamento per il teatro serale con alcuni dei più amati protagonisti della scena nazionale, mentre il teatro per famiglie dedica quattro pomeriggi a genitori e bambini, offrendo l’opportunità di usufruire di una promozione per i nuclei famigliari formati da 4 componenti; la programmazione per i più piccoli vede per questa nuova rassegna la collaborazione con l’Amministrazione di Scorzè, per favorire una promozione dei teatri Comisso ed Elios attraverso una proposta comune degli spettacoli per bambini, segnale di un’importante sinergia creata con il territorio circostante a favore dello spettatore.

 

Ad aprire la stagione la graffiante satira di Natalino Balasso che presenta il suo nuovo spettacolo scritto a quattro mani con una delle più brillanti artiste del Veneto, l’autrice/attrice Marta Dalla Via sul palco del Teatro Comisso Delusionist, uno “No stand up comedy” in cui si ride per non ridere, uno spettacolo che, per dirla come gli autori “svela le mille battaglie sottopelle di una civiltà che mangia troppo superfluo e sta cagando il pensiero”.

 

Il 20 gennaio spazio ad un grande classico nella rivisitazione della compagnia StivalaccioTeatro, che cura anche la direzione artistica della rassegna: Romeo e Giulietta – l’amore è saltimbanco, autentico cavallo di battaglia del teatro popolare veneto, dove la celeberrima storia del Bardo prende forma e si deforma nel mescolarsi di trame, di dialetti, canti, improvvisazioni, suoni, duelli e pantomime.

 

Arrivano il 3 febbraio le  “lettere del cuore” di Natalia Aspesi, rubrica cult del Venerdì di Repubblica, che diventa uno spettacolo grazie alla delicata sensibilità di Lella Costa, in un gioco di contrappunti tra botta e risposta che raggiunge tutte le sfumature, i diversi gradi d’intensità e di intimità. Un viaggio attraverso la vita sentimentale e sessuale degli italiani nel corso degli ultimi trent’anni. I tradimenti, le trasgressioni, le paure, i pregiudizi.

 

A chiudere la rassegna il 17 febbraio il testo cult di Mattia Torre portato in scena da due attori in stato di grazia per intensità e affiatamento: Paolo Calabresi e Valerio Aprea. Qui e Ora racconta uno scontro in cui si esprime il cinismo e il senso di lotta dell’Italia di oggi, un Paese sempre idealmente a un passo dalla guerra civile, in cui la cattiva amministrazione finisce per generare sfiducia non solo dei cittadini verso le istituzioni, ma anche tra cittadini e cittadini, in un clima sempre più teso e violento.

 

Attesissimo anche il doppio evento fuori abbonamento con il nuovo lavoro della scoppiettante coppia formata da Carlo&Giorgio, con il loro Temporary show – lo spettacolo più breve del mondo il 24 e 25 marzo. Abbonamenti disponibili dal 14 novembre, prevendita dei biglietti dal 18 novembre per il primo spettacolo, on line dal 20 novembre per tutti gli altri, vendita il giorno dello spettacolo presso la biglietteria.

 

Dal 3 dicembre il programma per le famiglie prevede quattro appuntamenti con le più belle favole: si parte con Raperonzola del Teatro dell’Erba Matta, il 21 gennaio sarà la volta della compagnia toscana Giallomare in I tre porcellini, il 4 marzo la Nata Teatro di Livio Valenti porterà in scena Il soldatino di piombo e in chiusura, il 4 marzo, La bella e la bestia di Stivalaccio Teatro.

 

Per maggiori info:

Stivalaccio Teatro

tel. 371 1984391

[email protected]

www.stivalaccioteatro.it

 

Biblioteca Comunale di Zero Branco

tel. 0422 485518

[email protected]

www.comunezerobranco.it/bibliozero

 

Arteven

www.arteven.it

 

PER CARLO&GIORGIO

cell. 333 2573806

[email protected]rgio.it

È stato pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto BUR n.70 del 25/07/2017 il DPGR n. 117 del 19 luglio u.s., atto con cui il Presidente della Giunta regionale Luca Zaia designa Silvano Guarda quale rappresentante della Regione del Veneto nel Consiglio di Amministrazione di Arteven – Associazione regionale per la promozione e la diffusione del teatro e della cultura nelle comunità venete. La presenza nel Consiglio dell’Associazione di un membro designato dal Presidente della Giunta regionale risponde all’art. 14 dello Statuto di Arteven, derivante dalla partecipazione della Regione del Veneto all’Associazione regionale, art. 19 LR 5.04.2013, n. 3. Silvano Guarda vive a Thiene; grande promotore del Teatro Comunale e uomo di cultura porterà certamente la sua esperienza e conoscenza in seno al Consiglio del più importante Circuito Teatrale Multidisciplinare italiano. Il Presidente Leandro Comacchio, il vicepresidente Massimo Zuin e il consigliere Pierangelo Molena augurano un buon lavoro al nuovo componente.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni