ArteSlide-mainSpettacoloVenezia

Grande successo per la seconda edizione del Festival Gondola dei Folli

1 minuti di lettura

Organizzato a Venezia dalla Fondazione Emilia Bosis, cinque giorni di talk con più di 20 ospiti, 2 concerti e 2 spettacoli teatrali. Oltre un centinaio le presenze e più di 700 le visualizzazioni in streaming.

Con lo spettacolo Memorie del Fiorire del Collettivo Pikaia, il 19 giugno si è conclusa la seconda edizione del Festival Gondola dei Folli, la rassegna organizzata dalla Fondazione Emilia Bosis in collaborazione con la Casa EditriceMoretti&Vitali e l’Associazione Imaginalis.

Cinque giorni di talk, laboratori e spettacoli musicali e teatrali, dal 15 al 19 giugno, nelle tre isole veneziane di Murano, Burano e Sant’Elena, con più di 20 ospiti, 2 concerti, 2 spettacoli teatrali, oltre cento presenze e più di 700 visualizzazioni alle dirette streaming sul canale YouTube di Psychiatry Online.

Questi i numeri del festival che, affrontando il tema della cura della salute mentale tramite l’unione di medicina e arte, ha proposto riflessioni trasversali coinvolgendo il pubblico in dibattiti, laboratori e momenti di condivisione.

«Sono stati cinque giorni molto intensi e ricchi – dichiara Giulia Benetti, referente per la cultura della Fondazione Bosis Siamo grati alla Scuola Navale Militale Francesco Morosini per averci accolto e sostenuto. L’ultimo giorno si è concluso con lo spettacolo “Memoria del Fiorire” del Collettivo Pikaia/Teatro19 che ha riscosso un grande successo di pubblico. Hanno partecipato numerose imbarcazioni a remi che hanno condotto il pubblico in un viaggio in laguna accompagnati dalle note di un violino. Il pubblico e gli attori sono stati protagonisti di uno spettacolo ironico, profondo e intelligente. Una grande festa in cui si respirava un’aria accogliente e sincera di scambio e incontro, l’atmosfera che questo Festival è riuscito a creare.»

Con una proposta varia e articolata, dedicata ai lati più nascosti della mente, la rassegna ha affrontato temi sensibili e coinvolto ospiti di ogni tipo e numerosi artisti, riuscendo a coniugare la psicologia e la psichiatria con l’arte, la religione e la valorizzazione del territorio veneziano.

Articoli correlati
AmbienteEconomiaSlide-mainSostenibilitàVeneto

Unanimità del Consiglio Regionale del Veneto per la legge sulle comunità energetiche

3 minuti di lettura
“Sono particolarmente soddisfatto dell’approvazione da parte del Consiglio regionale di questa nuova legge fortemente voluta dalla Giunta e frutto di ampia collaborazione…
JesoloSlide-main

"Malamovida” a Jesolo. 4 indagati per rissa aggravata

1 minuti di lettura
Le indagini disposte dalla Procura della Repubblica di Venezia, a seguito di una rissa verificatasi nella nottata del 29 maggio 2022, i…
JesoloSlide-main

Christofer De Zotti è il nuovo sindaco di Jesolo: "Pronto a lavorare da subito, non sarà l'anno zero"

2 minuti di lettura
Prcolamazione ufficiale ieri sera in diretta streaming. Ieri mattina, invece, il nuovo sindaco di Jesolo Christofer De Zotti ha ricevuto dal primo…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!