Home / Posts Tagged "visite"

Domani, domenica 1° novembre, dalle ore 10 alle 18 la chiesa di San Teonisto di Treviso (sita in via San Nicolò 31) sarà aperta al pubblico con ingressi contingentati nel rispetto delle misure di distanziamento vigenti.

 

Sono in programma due visite guidate alle ore 11 e alle 16 (costo 6 euro a persona, per un massimo di 15 persone), durante le quali sarà possibile “riscoprire” le 19 grandi tele ricollocate nella chiesa dopo un accurato intervento di restauro che le ha restituite alla originaria bellezza.

 

Le opere – commissionate nel corso del Seicento dalle monache benedettine che avevano eretto il convento e la chiesa di San Teonisto a illustri pittori dell’epoca quali Jacopo Lauro, Carletto Caliari, Matteo Ingoli, Bartolomeo Scaligero, Pietro della Vecchia, Ascanio Spineda, Alessandro Varotari detto il Padovanino, Matteo Ponzone, Paolo Veronese e Antonio Fumiani – dopo una storia travagliata, sono tornate sui muri per i quali erano state dipinte grazie a un accordo trentennale tra il Comune di Treviso e la Fondazione Benetton, che consente alla cittadinanza di ammirarle nuovamente nella loro sede originaria.

 

A rendere possibile il loro rientro è stato il completo recupero della chiesa, voluto e finanziato da Luciano Benetton. Il complesso intervento di restauro, iniziato nel 2014 e ultimato alla fine del 2017, è stato affidato all’architetto Tobia Scarpa che ha saputo restituire un’architettura rinnovata ma capace di raccontare i segni del passato di luogo consacrato, poi gravemente danneggiato dai bombardamenti del 1944, sconsacrato e adibito a usi diversi. L’edificio è stato gestito dal Comune di Treviso fino all’acquisizione, nel 2010, da parte di Luciano Benetton che successivamente l’ha donato alla Fondazione per farne un luogo di cultura.

 

 

Visite guidate per gruppi su prenotazione

Informazioni e costi: 0422.5121, [email protected], www.fbsr.it

Nel 2018, 87.828 cittadini veneti hanno scelto di usufruire di una prestazione sanitaria negli orari serali e nei giorni prefestivi e festivi. Si tratta dell’offerta, unica in Italia, avviata dalla Regione Veneto e denominata “Ospedali aperti di notte”, che amplia gli orari delle prestazioni negli ospedali.

 

La cifra, inedita, fa da sfondo all’annuncio, dato dal Presidente della Regione Luca Zaia, di “un’evoluzione di questa operazione, con una nuova programmazione, ancora più innovativa e performante, che vareremo entro qualche settimana”.

 

“Il Veneto – ricorda Zaia – è stata la prima Regione d’Italia a lanciare questa nuova offerta, ed è l’unica a farlo in maniera organica in tutte le sue strutture sanitarie. La gente ha dimostrato di gradire, e ora, siccome in sanità chi sta fermo in realtà arretra e lungi da noi l’idea di stare fermi, abbiamo deciso di fare nuovi passi avanti, apportando miglioramenti e novità a questa strategia. Puntiamo ad andare incontro al cittadino sempre di più anche da punto di vista logistico, oltre che da quello, fondamentale, delle liste d’attesa. Raggiungere un ospedale nei giorni prefestivi e festivi e nelle ore serali è, infatti, molto più comodo, evita perdite di tempo nel percorso e nella ricerca dei parcheggi, agevola le persone che non devono chiedere permessi di lavoro, aiuta le famiglie che possono conciliare i loro impegni quotidiani con la necessità di accompagnare un anziano o un disabile a ricevere una prestazione”.

 

Delle 87.828 prestazioni erogate nel 2018, 48.225 sono state richieste in giorno prefestivo, 25.493 in orario serale, 14.110 in un giorno festivo.

Ha preso il via in questi giorni il servizio di visite mediche specialistiche di prevenzione gratuite a cura del Lions Club Mogliano Veneto. Il servizio si tiene quest’anno al centro comunitario Ronzinella, il sabato dalle ore 9.00 alle 12.00, con prenotazione nella stessa sede a partire dalle ore 8.30

 

È iniziato in questi giorni il  programma 2018-2019 del servizio di visite mediche specialistiche di prevenzione gratuite rivolte ai cittadini, condotte a cura dei soci del Lions Club moglianese e con il contributo del Comune di Mogliano Veneto.

 

“Con un instancabile e qualificato impegno sul territorio – commenta il sindaco di Mogliano Veneto, Carola Arena – il servizio di visite mediche specialistiche gratuite, condotto dal Lions Club moglianese grazie alla presenza di grandi professionisti tra i soci, rappresenta un’attività di grandissimo valore per la comunità  e per il benessere dei nostri cittadini. Un compito davvero prezioso, per il quale esprimiamo una profonda gratitudine a tutti i soci del Lions Club di Mogliano Veneto”.

 

Melanoma e altri tumori cutanei, glaucoma e misurazione della pressione oculare, tumori della bocca e della gola, disturbi visivi e dentali del bambino dai 4 agli 8 anni, sono gli ambiti in cui si svolgono queste visite mediche specialistiche e screening, mirate a fare informazione e prevenzione.

 

“Come Amministrazione comunale siamo grati al Lions Club di Mogliano Veneto – sottolinea l’assessore alle politiche sociali, Tiziana Baù – per il fattivo supporto dato ai nostri cittadini nel permettere le visite specialistiche anche alle fasce delle persone in difficoltà. Ma lo siamo anche per la stretta collaborazione con i nostri uffici, gli istituti scolastici, e ancora per l’estrema sensibilità nel saper individuare iniziative sempre molto pertinenti ai bisogni”.

 

Quest’anno le visite si svolgeranno al Centro Comunitario Ronzinella, in via Ronzinella 176, sempre di sabato, dalle ore 9.00 alle ore 12.00. Saranno occupati un totale di 22 sabati, a partire da questo mese di novembre fino a giugno 2019. Le visite dovranno essere prenotate in sede il giorno stesso dalle ore 8.30 (anziché dalle ore 7.00) fino ad esaurimento disponibilità. Esclusivamente per i disturbi visivi e odontoiatrici del bambino vanno preventivamente prenotate al numero 336.457725.

 

Il Lions Club Mogliano Veneto fa parte della più grande Associazione di Volontariato nel Mondo.

Il “Service” di visite mediche specialistiche gratuite iniziò nel 1993, con le visite di prevenzione al glaucoma.

 

Da aprile, in più di 100 farmacie del territorio provinciale, è possibile scegliere il centro clinico per visite specialistiche ed esami diagnostici 

 

Rivoluzione nell’ambito dell’accesso alle prestazioni sanitarie in provincia di Venezia. È attivo da aprile, in più di 100 farmacie aderenti a Federfarma Veneziail Centro Unificato di Prenotazione (CUP) integrato pubblico-privato che permette ai cittadini di prenotare gratuitamente e direttamente “sotto casa” molte tipologie di visita specialistica o di esame diagnostico da effettuarsi in strutture sanitarie pubbliche e private convenzionate (ospedali, case di cura, poliambulatori, centri medici e laboratori di analisi). Per il momento il servizio è attivo solo nel comprensorio dell’ASL 3 Serenissima, ma si prevede nel breve termine un’estensione a tutto il territorio provinciale (includendo l’area dell’ASL 4 ovvero San Donà di Piave, Portogruaro e il litorale).

 

L’iniziativa completa il servizio delle farmacie veneziane come primo presidio sanitario sul territorio e soddisfa le richieste dei pazienti. “Con il CUP integrato mettiamo al centro del sistema sanitario il cittadino e le sue esigenze, trasformando la farmacia in ‘farmacia dei servizi’ – spiega il presidente dell’Associazione veneziana Titolari di Farmacia Andrea Bellon. – Vogliamo offrire alla popolazione la facoltà di prenotare le visite secondo i criteri di vicinanza geografica, vicinanza temporale e minor costo. Soprattutto potremo mettere ancor più la nostra professionalità al servizio di persone con problemi o handicap e degli anziani, accompagnandoli nel loro iter curativo, in collaborazione con le Asl e le strutture private. Quando il servizio sarà a regime, contiamo di aiutare a ridurre drasticamente, se non di porre fine, all’annoso contrasto tra pubblico e privato”.

 


CUP INTEGRATO PUBBLICO-PRIVATO: COME FUNZIONA / OBIETTIVI
Attraverso la prenotazione in Farmacia con il CUP integrato, l’utente decide facendo una scelta in base alle disponibilità proposte, comparando la prima data utile, la vicinanza, il costo e le referenze specialistiche e strumentali delle varie strutture sanitarie. Operando nel totale rispetto della normativa sulla Privacy, il servizio è gratuito e la prestazione prenotata in Farmacia è pagata direttamente presso la struttura prescelta.
La sfida è centrata su due obiettivi vitali per la salute in ambito territoriale: ottimizzare i setting assistenziali e calmierare i costi delle prestazioni, creando un circolo virtuoso che permetta inoltre di ridurre i tempi delle liste di attesa.
L’intera gestione amministrativa del CUP integrato è a carico dell’organizzazione del sistema-Federfarma.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni