FoodSlide-mainTempo libero

Festa del Formaggio: porte aperte per 60 caseifici di 15 regioni italiane

3 minuti di lettura

Il 10 e 11 settembre 2022 sessanta Caseifici Agricoli e Artigianali di 15 regioni apriranno le porte a curiosi, professionisti e neofiti del settore

La filiera lattiera-casearia italiana è da sempre il fiore all’occhiello del nostro Paese, tanto che con quasi cinquecento varietà di formaggi (tra freschi, spalmabili e stagionati), l’Italia è il terzo produttore dell’Unione Europea, preceduta solo da Germania e Francia.

Nello specifico, sono ben cinquanta le eccellenze casearie Made in Italy riconosciute e tutelate dall’Unione Europea con il marchio Dop (Denominazione di origine protetta), una voce sempre più importante del food italiano, anche dal punto di vista dell’export. In questo scenario il Veneto gioca un ruolo di assoluto protagonista: Asiago DOP, Casatella Trevigiana DOP, Montasio DOP, Monte Veronese DOP, Piave DOP, Burro, Grana Padano DOP, Stracchino, Morlacco, Pecorino dell’Adige, Caciotte speziate e classiche, Inbriago sono solo alcuni dei prodotti caseari di alta qualità che nascono dalla passione e dalla maestria degli esperti casari veneti.

Numerosi sono anche i caseifici e le latterie degni di essere visitati per le specialità casearie prodotte, da gustare a tutte le ore e in ogni stagione. Non a caso, anche le ultime statistiche, confermano il formaggio uno degli alimenti più amati e utilizzati dalle famiglie italiane. Ciò che spesso manca nei consumatori, però, è il desiderio di approfondire la cultura del formaggio, la conoscenza legata alla storia, alla tradizione e alle lunghe lavorazioni che stanno dietro a questo meraviglioso prodotto. Eppure, la conoscenza e l’informazione consentirebbero di effettuare delle scelte mirate all’acquisto di prodotti di alta qualità, magari ottenuti da un latte con caratteristiche chimiche e microbiologiche del tutto uniche.

Per fortuna, da qualche anno esistono eventi e iniziative che permettono a tutti, dai foodies e appassionati ai curiosi, grandi e piccini, la possibilità di partecipare e immergersi nella produzione del formaggio. Perché il formaggio è arte, il formaggio è cultura e come tale dev’essere divulgato nel rispetto degli attori che prendono parte al suo ciclo di vita e a quello dell’animale allevato a produrne il latte, questo elemento così prezioso quanto spesso bistrattato.


Festa del Formaggio, 10 e 11 settembre

A questo proposito, un appuntamento davvero imperdibile è l’attesissima Festa del Formaggio che quest’anno si svolgerà nei giorni 10 e 11 settembre, quando 60 Caseifici Agricoli e Artigianali apriranno le porte a curiosi, appassionati, professionisti e neofiti del settore.

Tema principale e filo conduttore sarà il formaggio, rappresentato in diverse forme e colori. E saranno ben 15 le regioni presenti al movimento dell’Open Day: un momento davvero importante in cui i caseifici si “aprono” letteralmente nel raccontarsi e confrontarsi con chi vorrà calarsi empaticamente in queste realtà colme di vissuto e cagliate, sgorganti di racconti e siero, che profumano di vita piena e fieno.


Una straordinaria occasione per scoprire i segreti della Latteria Perenzin e i suoi prodotti di eccellenza

Latteria Perenzin (San Pietro di Feletto)

Una giornata dedicata alla natura, all’aria buona, agli animali, al latte e allo stare insieme, a cui aderisce anche Latteria Perenzin, l’azienda casearia del trevigiano, da sempre nota per l’altissima qualità dei suoi prodotti biologici. Perché il formaggio è condivisione, vissuto, esperienza e soprattutto territorio.

“Abbiamo con piacere aderito all’open day – spiega la titolare Emanuela Perenzin – perché siamo convinti che la cultura casearia si diffonde anche e soprattutto tramite il turismo. Da molti anni la nostra azienda ha aperto le porte al visitatore, con visite guidate, degustazioni, cheese making experience, questo perché crediamo che il visitatore appassionato sia il migliore veicolo di diffusione della nostra eccellenza. In questa speciale occasione, apriremo anche le sale di produzione, evento più unico che raro in quanto, per motivi sanitari le aree produttive sono interdette al pubblico. Inoltre, poiché il mondo del formaggio ha un fascino particolare per i più piccoli, da sempre accogliamo scolaresche dalla Scuola Materna fino ai ragazzi che frequentano l’università. E proprio perché i più piccolini sono i più sensibili e curiosi, abbiamo pensato di far loro fare un’esperienza a 360°, facendogli provare l’emozione di far coagulare il latte e creare con le proprie mani una piccola caciotta”.

Non ci resta che attendere il week end del 10 e 11 settembre per lasciarci guidare in visite, degustazioni, assaggi, laboratori per bambini e molto altro. Il tutto in un programma di due giornate dettagliato e messo a punto da ogni singolo Caseificio. 

Articoli correlati
Italia MondoSlide-mainSport

Mondiali Volley, buona la seconda. Battuto il Giappone 3-1

3 minuti di lettura
“Non dobbiamo andare di lá con qualcosa di banale. Dobbiamo andare di là con qualcosa di tosto”. Davide Mazzanti, emblema della calma…
Slide-mainTrevisoTutela del Cittadino

Carabinieri, le pattuglie a piedi in centro a Treviso a tutela di cittadini ed esercenti

1 minuti di lettura
Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e di prevenzione generale, la Stazione Carabinieri di Treviso svolge periodiche pattuglie a piedi nell’ambito…
AnimaliSlide-mainVenezia

Un corso di formazione per proprietari di cani

1 minuti di lettura
Il Comune di Venezia, in collaborazione con il Servizio veterinario dell’Ulss 3 Serenissima, propone la terza edizione del corso di formazione per…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!