Home / Posts Tagged "Vazzola"

Zanoni (PD): “Chi ha visto parli, l’indifferenza è inaccettabile”

 

“Nel 2019 non possiamo permettere che accadano ancora episodi stampo razzista. Piena solidarietà alla benzinaia, mi auguro che l’aggressore, identificato dalla targa, paghi per il suo gesto. Ma occorre che i testimoni parlino, visto che le telecamere non hanno inquadrato l’accaduto”. In una nota il consigliere regionale del Partito Democratico Andrea Zanoni esprime la propria vicinanza alla 34enne di origini marocchine che da vent’anni lavora qui, colpita e insultata davanti a un distributore di Vazzola (Tv), condannando con fermezza l’aggressione.

 

 

“Offendere qualcuno solo per il colore della pelle non può essere considerato ‘normale’. Non dobbiamo sottovalutare questo fenomeno, poiché i casi di aggressione e discriminazione di stampo xenofobo sono in aumento. Poche settimane fa a Conegliano una cliente di un bar ha rifiutato di farsi servire da una cameriera di colore, a maggio un ragazzino di 11 anni era stato bullizzato sullo scuolabus per lo stesso motivo. Un’impennata favorita anche da un governo, e in particolare da un ministro, che ha fatto della guerra agli immigrati la sua ragione di vita e che ogni giorno aizza i propri fan sui social con un linguaggio assolutamente inadeguato al ruolo ricoperto. E che ancora ieri si vantava per aver gettato in mezzo alla strada più di 300 persone, tra cui 80 minori, con un’operazione di forza spropositata, senza però trovare il tempo per un tweet sull’arsenale, incluso un missile aria-aria, sequestrato a un gruppo neonazista tra Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna”.

Agosto con il cappotto? Sì, se ad indossarlo è una bottiglia di Grappa di Prosecco Castagner che reclama il diritto di presentarsi sulle tavole nella sua forma migliore. Cioè appena uscita dal frigo, fredda e con l’ambizione di rimanere tale il più a lungo possibile.

 

Il prodotto-messaggio della distilleria di Visnà di Vazzola per l’estate 2019 è questo: la grappa come fosse un vino bianco. Anche la grappa bianca si esalta a basse temperature, intorno ai 2-3 gradi (grazie al capottino termico), non disdegnando di essere servita come intermezzo per pulire la bocca, in abbinamento a un dessert o per conferire un tocco di brio al gelato o alla frutta.

 

Anche di questo si parlerà a VinoVip, a Cortina d’Ampezzo, fra sabato 13 e lunedì 15 prossimi dove, fra i cinquanta campioni delle cantine di tutta Italia, Roberto Castagner, titolare della omonima Distilleria, sarà l’unico a presentare le sue grappe.

 

“Fra convegni a tema dedicati al cambiamento delle tendenze del consumatore e cene di gala – spiega – presenteremo la versione del cappottino in neoprene, già proposto ai clienti della Grande distribuzione organizzata (Gdo), ma anche in formato più grande per l’Ho.re.ca.”.

 

 Il capottino termico pensato e progettato dallo staff di Castagner sicuramente è in grado di portare valore aggiunto al consumo della grappa, presentandosi come una vera innovazione. Bere la grappa fresca d’estate sarà una vera novità che farà aumentare i consumi in Italia e nel mondo.

 

Tutta la miglior distribuzione italiana ha apprezzato l’innovazione e la “GRAPPA DI PROSECCO ICE” è già negli scaffali dei migliori supermercati italiani e tra poco anche nei migliori ristoranti.

Ieri, lunedì 14 gennaio, presso il comando unico del corpo intercomunale della Polizia locale dei comuni di Cimadolmo, Ormelle, San Polo di Piave e Vazzola, vi è stata una visita di una delegazione di parlamentari del territorio. I Senatori Sonia Fregolent e Giampaolo Vallardi insieme al Deputato Dimitri Coin hanno potuto vedere la sala dove avviene la gestione delle quasi 70 telecamere a presidio del territorio dei quattro comuni.
“In questi anni sono stati stesi oltre 150 km di fibra ottica sul territorio, grazie alla lungimiranza dei sindaci e degli amministratori dei quattro comuni, al lavoro prezioso dei nostri agenti di Polizia locale, nonché grazie all’aiuto della Regione del Veneto, sempre sensibile in tema di sicurezza; ne è prova l’ultimo contributo di quasi 50.000 euro a sostegno del progetto a riguardo della videosorveglianza”, afferma il sindaco di Cimadolmo Giovanni Ministeri, che continua: “Questo sistema ci ha consentito di ridurre sensibilmente i furti e i reati contro il patrimonio che creano grosso allarme sociale e senso di insicurezza. Ringrazio i comuni che fanno parte del corpo intercomunale, gli amministratori, la Regione del Veneto, nonché i parlamentari presenti che rappresentano le istanze del nostro territorio”.
Presenti alla visita oltre al Comandante della Polizia intercomunale di Cimadolmo, Claudio Zuanetti, il Comandante della Stazione carabinieri di San Polo di Piave, Enrico Damiano, il Comandante dei Carabinieri di Codognè, Marco Florio, il Luogotenente della guardia di Finanza di Oderzo, Nicola Berlocco. Presenti anche il Sindaco di Ormelle Giangravè, l’assessore di Vazzola Tonon, il Consigliere Comunale di Cimadolmo Truccolo.
“Si tratta di un ottimo strumento per il controllo nei nostri comuni, sicuro ausilio in tema di sicurezza, cui questa amministrazione punta da sempre”, afferma Francesco Truccolo, Consigliere comunale di Cimadolmo con delega all’Informatizzazione. “Con la posa della fibra ottica sul territorio, abbiamo portato anche la possibilità per i privati di avere un collegamento internet stabile”.
I parlamentari si sono poi spostati nelle aule tecniche adiacenti alla stazione della Polizia locale: aule che verranno dedicate alla popolazione con sale da adibire a corsi di lingua, computer. Inoltre, sempre qui verrà ospitato l’Innovation Hub, “incubatore di idee per le imprese”, con l’istituto per lo sviluppo tecnologico europeo che collabora con l’ente Spaziale europeo, che ha già diversi progetti in serbo per stimolare la crescita tecnologica ed economica del nostro territorio. Queste strutture verranno inaugurate e presentate alla popolazione domenica 20 gennaio, dalle ore 11:30 circa, presso le aule tecniche e presso la caserma della Polizia locale.
Prima vi sarà una Santa Messa, alle 10:30, nella Chiesa Parrocchiale di Cimadolmo in occasione di San Sebastiano, patrono della Polizia locale.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni