Home / Posts Tagged "Terrorismo"

La sera del 13 novembre del 2015 veniva uccisa dai terroristi la giovane Valeria Solesin insieme ad altre
ottantanove persone nel famoso e storico locale Bataclan, presso Parigi. Valeria era lì per divertirsi, ballare,
cantare, per passare un momento di evasione dal tran tran quotidiano, ascoltando la musica al concerto del
gruppo rock statunitense Eagles of Death Metal.

 

Valeria, 28 anni, laureata a Trento, era a Parigi per approfondire i suoi studi di Sociologia e demografia nella
prestigiosa Università della Sorbona, un cervello in fuga come tanti altri.
Nel tempo libero si dedicava al volontariato dedicandosi particolarmente ai temi legati alla famiglia e ai
bambini.

 

La violenza verso gli altri, la rabbia, le aggressioni sono la dimostrazione di una forte predominante
dell’ignoranza sociale, della follia e della manipolazione, che, nelle ombre dei tuguri metropolitani e nelle
aree svantaggiate, molte volte crescono e si sviluppano con effetti devastanti.
Supportare economicamente e culturalmente le fasce più deboli della società è il miglior vaccino per curare
il male dell’estremismo ideologizzato combattendo così la cultura dell’inganno e del fanatismo.
Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani vuole ricordare la strage e Valeria
proponendo agli studenti e ai docenti di adottare, giorno 13 novembre, nei canali social l’hashtag
#UnitinelRicordodiValeria.

“Spero che l’Interpol sia riuscita a svegliare le belle addormentate nel bosco. In tanti, me compreso, ci avevano provato inutilmente fin dall’esplodere del fenomeno migratorio verso le coste italiane”.

 

E’ il commento del Presidente della Regione del Veneto alla notizia che l’Interpol ha diffuso una lista con i nomi di cinquanta sospetti fighters dell’Isis, che sarebbero arrivati di recente in Italia a bordo di barche.

 

“Il timore di infiltrazioni terroristiche nei flussi immigratori, che era fondato e che anch’io espressi anche in tempi lontani – prosegue il Governatore – ora trova conferme da una fonte indiscutibile. Conferme preoccupanti, rispetto alle quali ci sarebbero molti interrogativi da porre a certe belle addormentate nel bosco, coloro che, sin da allora, sostennero che si trattava solo di bravi ragazzi, che i veri terroristi arrivavano in aereo, e che chi diceva il contrario era allarmista senza fondamento”.

 

“A loro – conclude il Presidente del Veneto – chiedo ora se ritengano bravi ragazzi anche i cinquanta componenti dell’inquietante lista dell’Interpol”.

POST TAGS:

È di poche ore fa la notizia dell’esplosione nella metropolitana di Londra, alla fermata Parsons Green sulla District Line. Ad esplodere, secondo i testimoni ed alcune foto apparse su Twitter, un ordigno rudimentale posizionato all’interno di un vagone posteriore del treno. Secondo il Sun ci sarebbero almeno 20 feriti ed “un uomo armato di coltello” in fuga, notizia che finora non è stata confermata dalla Polizia. Le forze dell’ordine dichiarano tuttavia che si tratta di un “atto terroristico”.

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni