Home / Posts Tagged "manutenzione"

La Giunta comunale ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica riguardante gli interventi per il consolidamento, la messa in sicurezza e l’adeguamento sismico del viadotto denominato “Cavalcavia Superiore di Marghera” situato lungo la S.R. 11 in località Marghera. I lavori, finanziati per un totale di 6.332.600 euro ed inseriti nelle annualità 2018 e 2019 del programma triennale delle opere pubbliche, sono stati suddivisi nei seguenti tre stralci funzionali.

 

Il primo, per un totale di 3 milioni di euro, riguarda lavori da eseguirsi nella parte superiore dell’impalcato (tra gli altri il risanamento dei cordoli e degli sbalzi laterali, nuova impermeabilizzazione, sostituzione dei giunti, delle barriere e dei parapetti e il rifacimento della pavimentazione).
Il secondo e terzo stralcio riguardano rispettivamente la rampa lato Marghera (918.600 euro) e la rampa lato Venezia (2.414.000 euro) e prevedono interventi di adeguamento sismico, il risanamento dei calcestruzzi dell’intradosso dell’impalcao, delle pile e dei pulvini.

 

“Il viadotto oggetto di intervento – commenta l’assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto – fu realizzato alla fine degli anni ’60 e, proprio per garantirne la sicurezza, come Giunta Brugnaro, abbiamo deciso di intervenire con un importante intervento di risanamento, consolidamento ed adeguamento alle norme oggi vigenti. Già nella prossima primavera potranno iniziare i lavori previsti dal primo stralcio e riguardanti l’estradosso dell’impalcato, aggetti laterali inclusi. Con i due stralci successivi si provvederà al risanamento dell’intradosso dell’impalcato nonché agli adeguamenti antisismici che risultano indispensabili in considerazione del fatto che il viadotto in questione costituisce “via strategica di comunicazione ai fini di protezione civile”.

 

Il progetto di fattibilità tecnico economica appena approvato – continua Zaccariotto – è il frutto di attività preliminari, avviate già da tempo, che comprendono il rilievo dell’opera, le indagini materiche sulla struttura e la redazione delle “schede di vulnerabilità sismica” richieste dalla specifica normativa. Il Comune confida quindi di poter consegnare in breve tempo alla città, completamente rinnovata ed adeguata, questa importante infrastruttura cittadina. La decisione di destinare un importo così consistente dimostra quanto questa Amministrazione, abbia sempre messo al primo posto la sicurezza dei cittadini e di quanti utilizzano questa infrastruttura. Non parole, quindi, ma, ancora una volta, fatti concreti”.

Lunedì 18 giugno inizierà la manutenzione del piano di calpestio della passerella e del ponte del Pestrin (sestiere di San Marco), intervento che sarà eseguito da Insula nell’ambito della Gestione territoriale Venezia Nord.

 

Considerato l’attuale degrado, il ponte necessita del rifacimento totale della pavimentazione in resina: per eseguire i lavori in sicurezza, la Direzione lavori pubblici del Comune ha emesso un’ordinanza per la gestione della viabilità pedonale.

 

Da lunedì 18 a mercoledì 20 giugno sarò interdetto il transito pedonale sulla passerella con deviazione verso calle del Pestrin, campiello Nuovo già dei morti e Piscina San Samuele.

 

Da giovedì 21 a venerdì 22 giugno sarà interdetto il transito pedonale sul ponte con deviazione su passerella del Pestrin e Piscina San Samuele.

 

I lavori si concluderanno venerdì 22 giugno.

 

    

Il ponte dei Sartori, in Salizada del Spezier a Cannaregio, è tornato al suo splendore. Sono bastati appena due mesi di lavori e un investimento da parte dell’Amministrazione comunale di 120.000 euro, per ristrutturare completamente il ponte che attraversa il rio di Sant’Andrea-Gozzi. La struttura è stata interessata da un intervento iniziato a metà dello scorso marzo sia nella sua parte di calpestio che in quella strutturale. Oggi, grazie ai lavori eseguiti da Insula S.p.a. su mandato dell’Assessorato ai Lavori Pubblici, è stato possibile riaprire, non solo il passaggio pedonale, ma anche la transitabilità del rio sottostante che era stata interrotta, nel tratto compreso dalla confluenza con il rio dei SS. Apostoli fino a dieci metri oltre calle del Padiglion, proprio per garantire i lavori alla struttura in totale sicurezza.

 

Nello specifico il ponte necessitava di un rifacimento totale, considerato lo stato ossidativo e i numerosi interventi di tamponamento eseguiti negli anni, sia alla struttura in acciaio sia alla pavimentazione che ora è stata realizzata in geolite. È stata pertanto prodotta in officina una nuova struttura portante in acciaio, che poggia su nuove travi di sostegno, e steso un piano di calpestio in resina. I parapetti sono rimastiti in ghisa e manutentati. L’intervento ha interessato anche il rifacimento dei gradini verso Salizada Seriman e fondamenta Sartori, oltre all’allaccio dei sottoservizi. L’ occasione del cantiere è stata, infatti, utilizzata anche per il rifacimento integrale dei sottoservizi, quali l’acqua potabile, e sono stati predisposti nuovi cavidotti per la posa di eventuali fibre in maniera tale che non sia più necessario intervenire sull’arco.

 

Durante l’esecuzione dei lavori si è cercato di prestare massima attenzione nei confronti delle attività che insistono sul manufatto, abbreviando di una settimana il tempo previsto per l’esecuzione delle opere.

Infine, sempre in tema di ristrutturazione di ponti, a breve saranno completati i lavori su quello S. Moisè a San Marco, dove si sta realizzando la nuova pavimentazione in trachite.

 

“Tanti piccoli cantieri aperti in città e, grazie all’Impegno del sindaco Luigi Brugnaro, tanti ne partiranno nei prossimi mesi, perché Venezia è tornata ad attrarre finanziamenti pubblici e privati. In quasi tre anni – commenta l’assessore ai Lavori Pubblici Francesca Zaccariotto – è stato stanziato, per la città, quasi un miliardo di euro e quei soldi stanno dando avvio a tanti lavori concreti. Un impegno che ci eravamo presi in campagna elettorale e che stiamo portando avanti con l’obiettivo di tutelare la bellezza e la sicurezza della nostra città. Un particolare ringraziamento va a quanti, in questi due mesi di lavori, hanno realizzato l’intervento e a chi ha dovuto sopportare qualche disagio a beneficio di un servizio utile a tutti i cittadini”.

Garantire la massima affidabilità ed efficienza, sviluppare una gestione capace di migliorare la qualità e la quantità degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria della viabilità cittadina.

 

Con questo obiettivo l’Amministrazione moglianese ha approvato un progetto di “Global Service Viabilità”, per l’affidamento, tramite una procedura d’appalto che sarà avviata a breve, di lavori e servizi integrati e manutentivi sulla viabilità comunale.

 

“Affidare a un unico operatore la manutenzione ci permetterà, senza spendere più di quanto si è fatto nel passato, di ottimizzare le risorse e di gestire con maggiore tempestività e flessibilità gli interventi necessari. Sulla base della spesa sostenuta negli ultimi cinque anni, abbiamo valutato un impegno annuo di 320 mila euro per tre anni in cui si svilupperà l’incarico. In considerazione del cattivo stato in cui si trovano le nostre strade e i nostri marciapiedi per i quali negli ultimi dieci anni la manutenzione è stata inefficace se non inesistente, abbiamo aggiunto per il primo anno 100 mila euro, prevedendo questa facoltà anche per i prossimi anni, in base alle risorse di bilancio”, ha dichiarato il Sindaco Carola Arena.

 

Rimasto sguarnito per pensionamento dei dipendenti, l’ufficio viabilità, è stato avviato lo studio per la gestione di tutti i servizi legati al patrimonio “stradale”, finalizzandolo all’affidamento di un appalto di servizi e lavori denominato “Global Service Viabilità” con l’obiettivo di un’adeguata e costante gestione dei servizi essenziali, anche alla luce della positiva esperienza legata alla gestione e pulizia degli immobili comunali, affidata già nel 2013 ad un unico operatore che si occupa con ottimi risultati di manutenzione e pulizia degli immobili comunali, gestione edile e impiantistica di immobili comunali e relative aree di pertinenza, di reti fonia/dati ed impianti telefonici, di impianti di sollevamento installati nei sottopassi, degli impianti fotovoltaici, con servizio di reperibilità e pronto intervento.

 

Sono stati redatti gli elaborati tecnici per l’espletamento della gara d’appalto con un dettagliato capitolato che indica cosa prevede il servizio, le modalità di fornitura, e il relativo quadro economico.

 

Nel Global Service Viabilità sono inserite le seguenti attività: gestione, conduzione e manutenzione delle strade e di tutto quanto insistente su di esse, ad esempio pozzetti, coronamenti e chiusini, caditoie, marciapiedi, cordonate, cordoli, pavimentazioni stradali, sottofondi, superfici e manufatti laterali e complementari, muretti, recinzioni, delimitazioni, ecc.; gestione, conduzione e manutenzione dei fossati, dei canali, delle banchine e delle fasce / aree verdi di pertinenza della viabilità; gestione, conduzione e manutenzione delle dotazioni d’arredo urbano di pertinenza delle strade o aree pubbliche affidate (transenne, delimitatori, gettacarte); gestione, conduzione e manutenzione dei guard rail e dei parapetti; gestione, conduzione e manutenzione della segnaletica orizzontale e verticale; gestione, conduzione e manutenzione della segnaletica luminosa e degli impianti semaforici. Sono previsti, inoltre, la manutenzione degli impianti di segnalazione luminosa e semaforici e un servizio di reperibilità e pronto intervento e di attuazione del piano neve.

 

“Con questa soluzione vogliamo assicurare alla città e ai moglianesi una risposta pronta alle esigenze di manutenzione delle strade. Metteremo a disposizione dei cittadini un portale e un numero verde, per mezzo dei quali segnalare h24 le criticità. Ma otterremo anche la possibilità di creare un database storico degli interventi in modo da renderli più efficienti abbandonando la rincorsa alle emergenze cui siamo stati costretti negli ultimi anni. Infine abbiamo previsto la intercambiabilità e la cumulabilità degli interventi rispetto al capitolato, in modo da poterne rendere flessibile la realizzazione”, dichiara l’assessore ai Lavori pubblici, Filippo Catuzzato.

La Giunta comunale, nell’ultima seduta, ha approvato il progetto definitivo per il risanamento della parte superiore della copertura del complesso sportivo palestra-piscina Bissuola.

 

“Un intervento – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Francesca Zaccariotto – finanziato per un importo complessivo di 250 mila euro che fanno parte di un fondo di 2 milioni di euro assegnati a Venezia nel “Patto per la Città” e che l’Amministrazione comunale ha voluto destinare al ripristino funzionale degli impianti sportivi della Terraferma privilegiando tutti gli aspetti legati alla sicurezza e alla loro messa a norma. Il progetto – continua Zaccariotto – consisterà nel rifacimento del manto di copertura della piscina e della palestra per garantire l’efficienza e la tenuta dell’impermeabilizzazione, delle strutture lignee, di quelle portanti perimetrali e delle strutture metalliche composte da pilastri e travature che hanno il compito di ripartire e scaricare il peso delle coperture. L’esecuzione dei lavori avverrà, per la palestra, nel periodo da aprile e luglio mentre, per la piscina, tra luglio e settembre”.

 

“Dopo anni di abbandono – aggiunge l’assessore Zaccariotto – stiamo riuscendo a dare nuova vita a delle strutture che da troppi anni erano lasciate al loro destino e costituivano situazioni di degrado per la Bissuola. Questa Amministrazione, a differenza di quanto fatto nel passato, si sta impegnando a risolvere tutte quelle situazioni per le quali i cittadini chiedono risposte concrete. Dopo l’abbattimento dei Cubi dello scorso anno, ricettacolo di spacciatori e delinquenti, e i 600mila euro che abbiamo stanziato come Giunta lo scorso febbraio per sistemare definitivamente il Teatro e il Centro Civico, oggi abbiamo voluto dare un ulteriore segnale di attenzione alle richieste dei tanti cittadini che ci chiedono di rivitalizzare un’area e un parco che ha tutte le caratteristiche per essere uno dei più importanti polmoni verdi urbani. Ora non ci resta che lanciare un appello a tutti i residenti della zona: continuate ad aiutare questa Amministrazione a fate di questo Parco un luogo accogliente e di aggregazione, dove le famiglie e i bambini possano trascorrere le loro giornate in tranquillità. Noi saremo sempre dalla parte dei cittadini mettendo loro a disposizione strutture funzionali, sicure e aperte a tutti coloro che vogliono creare eventi e manifestazioni che rendano la Bissuola sempre più viva”.

Il Parco di Villa Longobardi rimarrà chiuso al pubblico per tre giorni, a partire da domani.

 

Saranno, infatti, attuati alcuni lavori di manutenzione di tipo idraulico e dei manufatti del laghetto e per ragioni di sicurezza è stata decisa la chiusura della struttura.

 

La riapertura è prevista per giovedì, salvo inconvenienti.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni