Home / Posts Tagged "litorale"

Fitta adesione dei sindaci del Veneto alla cena di beneficenza del 7 febbraio, a Villa delle Magnolie a Monastier. Ora si attendono i cittadini che dovranno essere “serviti”

 

Sono già 20 i sindaci, fra cui quelli di Vicenza, Treviso e Belluno, un presidente di Provincia e vari assessori ad aver aderito alla cena benefica a favore di Venezia e i comuni del litorale colpiti dal maltempo dello scorso novembre.

 

Ma non saranno seduti a conversare fra loro in giacca e cravatta. Saranno tutti in piedi, cortesi e frettolosi, in divisa da cameriere, a far la spola fra la cucina e i tavoli dei veri commensali.
Accadrà venerdì 7 febbraio alle 19.30, a Monastier, nel salone del Centro Servizi “Villa delle Magnolie” intitolato ad Antonio Calvani.

 

L’evento, che ha finalità squisitamente benefiche, è alla sua seconda esperienza. Lo scorso anno l’intero ricavato, pari a 11 mila euro, fu destinato ai comuni di Zenson, Salgareda, Ponte di Piave e San Biagio di Callalta, colpiti dall’esondazione del Piave nell’autunno precedente.
Le risorse raccolte in questa edizione, invece, confluiranno nel fondo regionale istituito per contribuire alla riparazione dei danni subiti da Venezia e dalle località rivierasche del litorale in occasione della mareggiata dello scorso novembre.

 

“Invitiamo tutti i cittadini che volessero partecipare, per essere serviti ai tavoli da questi insoliti camerieri, a prenotare quanto prima. Sarà la dimostrazione congiunta di una solidarietà tipica dei veneti che non si fermano ad aspettare gli eventi ma li affrontano insieme” – fa sapere Gabriele Geretto Amministratore delegato della “Giovanni XXIII” che anche lui, per l’occasione, vestirà il grembiule assieme al presidente di Sogedin Massimo Calvani.

A vestire l’insolita livrea, tuttavia, non saranno solo amministratori pubblici e figure istituzionali.

 

Un solido rinforzo al parco camerieri giungerà anche da esponenti di varie associazioni tra cui “Trifoglio Rosa” di Mestre, “Bersaglieri d’Italia” sezione di Monastier e Treviso, “Melograno”, “Oltre l’Indifferenza”, “Trevisani nel Mondo” e dalle sezioni dell’ Unione Cavalieri d’Italia (Unci) di Treviso e di Udine, oltre che dai dipendenti della Casa di cura “Giovanni XXIII” e del Centro servizi “Villa delle Magnolie”.
Sono previsti infine momenti di humour con l’intervento dei comici “Marco & Francesco”.
Per le prenotazioni sono a disposizione, entro il 5 febbraio e fino ad esaurimento posti, i numeri 0422.896548 e 348 2726138. La quota di partecipazione è di 18 euro per gli adulti e 8 euro per i bambini fino a 10 anni.

 

L’iniziativa, che ha il patrocinio del comune di Monastier, è promossa dai dipendenti di Sogedin, società che gestisce, la Casa di Cura “Giovanni XXIII”, il Centro Servizi “Villa delle Magnolie”, il Micro Nido “La Casa sull’Albero”, il Park Hotel “Villa Fiorita”, l’“Antony Palace Hotel” e l’“Antony Hotel”.

L’iniziativa si terrà a Villa delle Magnolie il 7 febbraio

 

“Sindaci camerieri” per solidarietà. La cena, la seconda dopo quella organizzata lo scorso anno per le famiglie alluvionate del Piave, è promossa dai dipendenti di Sogedin di Monastier che con la Casa di Cura “Giovanni XXIII” e il Centro Servizi “Villa delle Magnolie” di Monastier hanno anche deciso di donare delle ore di lavoro. L’iniziativa, patrocinata dal comune di Monastier che parteciperà con il sindaco Paola Moro e una rappresentanza della giunta, è aperta a tutta la cittadinanza e si terrà venerdì 7 febbraio alle 19.30. Sono stati invitati a partecipare tutti i sindaci del Veneto e i rappresentanti delle associazioni del territorio.

 

L’intero ricavato andrà a quanti hanno avuto seri danni, a Venezia e nei comuni del litorale, a seguito del maltempo dello scorso novembre. Per una sera saranno i primi cittadini a servire ai tavoli con tanto di vassoi e grembiuli.

 

L’anno scorso furono raccolti oltre 11 mila euro che furono distribuiti ai comuni di Zenson, Salgareda, Ponte di Piave e San Biagio di Callalta. “È diventato quasi un appuntamento periodico – commenta l’amministratore delegato della Casa di Cura Giovanni XXIII Gabriele Geretto – Ci dispiace perché ci rendiamo conto che episodi così drammatici come quelli del 2018 e dello scorso novembre non vorremmo che accadessero mai. È bello però vedere che anche in questi casi non manca la solidarietà. Per questo ringrazio in anticipo quanti vorranno partecipare e tutti i dipendenti del nostro gruppo che fin dalle prime ore successive all’alluvione hanno cercato di dare, come potevano il loro contributo donando ore di lavoro e proponendo questa cena benefica”.

 

Dopo la devastazione causata dall’acqua alta a Venezia e le mareggiate che hanno colpito  i comuni del litorale veneziano i dipendenti di Sogedin – rappresentati da Pina Annibali- si sono prodigati subito proponendo, per raccogliere fondi, di devolvere delle ore di lavoro e di organizzare questa bella iniziativa che si terrà il 7 febbraio. Qui gli stessi dipendenti della Casa di Cura “Giovanni XXIII” del Centro Servizi “Villa delle Magnolie” serviranno a tavoli assieme ai sindaci del Veneto e rappresentanti delle associazioni. Visto lo scopo benefico dell’iniziativa hanno deciso di partecipare anche i comici “Marco & Francesco” che porteranno una ventata di allegria con i loro simpatici personaggi, tra questi le simpatiche nonnine Flora e Virginia.

 

“Lo scorso gennaio fu un grande successo. Contiamo di ripeterlo anche quest’anno – fa sapere Pina Annibali – per questo abbiamo predisposto dei numeri di telefono da chiamare per le prenotazioni della cena che si terrà nel salone A. Calvani del Centro Servizi Villa delle Magnolie”. Basterà telefonare, entro il 5 febbraio, e comunque fino ad esaurimento posti, al numero 0422.896548 o 348.2726138. Il costo della cena è di 18 euro per gli adulti e 8 euro per i bambini fino a 10 anni. Tutto il ricavato andrà interamente in beneficenza in quanto i costi delle pietanze sono a carico della Casa di Cura Giovanni XXIII e del Centro Servizi Villa delle Magnolie.

In molti veneziani è ancora vivo il ricordo del tornado che l’11 settembre 1970 colpì Venezia.

 

Morirono ben 36 persone, di cui 20 in un motoscafo dell’ACTV affondato dal tornado davanti alla fermata dei Giardini.

 

Ci furono case scoperchiate e molti alberi sradicati; i danni furono ingenti.

 

Negli anni successivi, e sino ad oggi, molti eventi straordinari legati al tempo hanno colpito Venezia e il suo litorale, ma nessuno così catastrofico per l’alto costo in vite umane come quello dell’11 settembre 1970.

Domani, sabato 24 marzo, si terrà, su iniziativa della Municipalità Lido Pellestrina, la manifestazione “’Ndemo a netar i murassi”, un evento di sensibilizzazione ambientale che ha lo scopo di migliorare e preservare l’accessibilità, la sicurezza e la viabilità di una delle spiagge più caratteristiche del nostro litorale.

 

All’iniziativa, che avrà come punto di incontro, alle ore 10, l’Eurotel, hanno già aderito, tra gli altri l’Istituto comprensivo “F. Ongaro” di Lido Pellestrina, il Polo Tecnico professionale “V. Corner” di Venezia e numerose associazioni del territorio. Veritas fornirà il materiale necessario alla raccolta dei rifiuti.

 

L’evento, che si inserisce nell’ambito della campagna “Let’s Clean Up Europe 2018!”, promossa per la “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti”, oltre all’intento di riaccendere i riflettori su un’area dimenticata e sulle sue criticità, si caratterizza come un’opportunità per sensibilizzare i cittadini sugli aspetti dell’abbandono, della riduzione, del riciclo dei rifiuti e di uno stile di vita più “amico” dell’ambiente.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni