Home / Posts Tagged "Festa dei fratelli"

Oggi, 10 aprile, si celebra la Festa dei fratelli e delle sorelle. Creata negli USA nel 1997 da Claudia Evart  per onorare suo fratello morto giovanissimo, la ricorrenza vuole attirare l’attenzione sul legame speciale che unisce i fratelli

 

Testimoni di questo legame fortissimo sono sicuramente i fratelli gemelli  Centenaro, di nome e di fatto, che hanno addirittura superato il secolo di vita: lo scorso 26 gennaio Antonia e Severino hanno infatti festeggiato i loro 101 anni!

 

 

I primi 20 anni della loro vita li hanno trascorsi insieme ai 5 fratelli e ai genitori a Mirano, in una casa di campagna. Ambedue avevano superato la quinta elementare, che per l’epoca era un traguardo di studi importante. Recentemente Severino ha raccontato che lui era sempre il primo della classe, ma la medaglia d’oro e d’argento, che all’epoca veniva conferita ai migliori scolari, gli era spesso stata sottratta ingiustamente da qualche “figlio di papà” e a lui veniva data quella di bronzo.

 

Allo scoppiare della Seconda guerra mondiale Severino partì per Taranto, dove si sarebbe imbarcato di lì a poco sulla nave Espero che, il giorno dopo la partenza, venne affondata.

Finì in acqua e vi rimase alcune ore appeso ad una cassetta. Fu salvato e fatto prigioniero dalla nave australiana Sydney.

 

La notizia dell’affondamento della prima nave italiana e della perdita di gran parte del suo equipaggio portò alla disperazione la famiglia Centenaro. Antonia no, in cuor suo sentiva che Severino era vivo e a differenza degli altri continuò a vestirsi con abiti colorati mentre tutti  vestivano il lutto. Severino ritornò a casa alla fine del 1946 dopo più di 6 anni di prigionia in India.

 

 

Oggi Severino vive da solo in una casa che vanta mura storiche e dove lui, con le sue mani, ha restaurato l’effige della Madonnina intarsiata nel muro di cinta di via Gazzera Alta, a Mestre.

 

Cura il suo orto, quasi 400 metri quadri di verde, va a fare le spese in bicicletta, tiene in ordine la casa e si fa da mangiare. Sul vino è categorico: “Mezzo litro al giorno per 365 giorni l’anno, per tutta la vita, fa benissimo”. È la miglior pubblicità della bontà della dieta mediterranea e del vino in particolare, a dispetto di qualsiasi etichetta europea.

 

 

 

Mercoledì scorso Severino ha ricevuto la prima dose del vaccino Moderna che da tanto attendeva.

È stata grande la sua soddisfazione, quasi avesse conquistato una medaglia. Non ha avuto nessuna reazione e ora sta benissimo.

 

Antonia vive a Mogliano Veneto insieme al marito Ruggero, che ha compiuto 100 anni questo gennaio, qualche giorno prima del loro compleanno. “Se avessi saputo che lui era più giovane di un anno non mi sarei mai messa a far l’amore con lui – racconta Antonia. – Mi ha mentito ma quando l’ho scoperto era troppo tardi”.

 

Le loro incredibili vite sono raccontate nel libro “Uno, due, tre, cento!” che presto sarà stampato.

 

Da un po’ di giorni Antonia non sta molto bene ma è accudita amorevolmente dalla figlia Vanna.

“Auguro alla nostra concittadina Antonia una pronta guarigione – sono le parole dell’Assessore alle Politiche Sociali del comune di Mogliano, Giuliana Tochet. – Da molti anni la conosco e so bene che ha saputo sconfiggere per ben due volte un brutto male. Forza Antonia!”.

 

Silvia Moscati

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni