Home / Posts Tagged "famiglie in difficoltà"

Ammonta a circa 2 mila euro la somma destinata dall’associazione Quartiere Est per l’acquisto di buoni mensa e a quasi 800 euro quella per l’acquisto di abbonamenti per mezzi pubblici per studenti di famiglie in difficoltà economica

 

Sempre più solidale l’associazione di quartiere Est che, con i suoi  rappresentanti – il presidente, Piergiorgio Ruffoni, e il tesoriere, Roberto Mantovan – ha incontrato mercoledì il sindaco, Carola Arena e l’assessore alle politiche sociali, Tiziana Baù, in sala consiliare per un ringraziamento formale per quanto devoluto a favore della comunità nel corso dell’anno.

 

Quasi 2 mila euro l’importo del contributo a scopo benefico consegnato dai rappresentanti dell’associazione di quartiere Est al Comune di Mogliano Veneto per coprire le spese di acquisto dei buoni mensa di studenti di famiglie bisognose i cui figli frequentano le scuole del quartiere, su segnalazione dell’Ufficio scolastico.

 

Una somma che va ad aggiungersi ai 788 euro, donati dalla stessa associazione ad inizio anno scolastico per concorrere all’acquisto di abbonamenti per i mezzi pubblici, autobus e treno, e aiutare quegli studenti che altrimenti avrebbero avuto serie difficoltà a recarsi a scuola. Il tutto su indicazione e in stretta collaborazione con gli uffici delle Politiche Sociali, e con modalità di totale anonimato.

 

È davvero generoso il contributo dato dall’associazione quartiere Est a numerose famiglie bisognose della nostra Città e di questo siamo davvero grati e riconoscenti. In un contesto generale in cui risorse economiche e tempo sono sempre più in contrazione, l’associazione di quartiere Est quest’anno ha persino aumentato il proprio contributo rispetto all’anno scorso, e, quindi, ancora più apprezzabile il loro impegno. Questi sono i buoni esempi delle tante attività svolte dalle nostre associazioni di Quartiere.  Un ruolo importantissimo per il tessuto sociale cittadino nel quale, come Amministrazione, crediamo fortemente, poiché costituiscono un efficace strumento di partecipazione e di rappresentanza delle istanze dei cittadino.” hanno commentato il sindaco, Carola Arena, e l’assessore alle politiche sociali, Tiziana Baù.

 

Da lungo tempo l’associazione di quartiere Est è attiva nel volontariato e nelle azioni di solidarietà, tra le voci dello statuto dell’organismo. L’associazione di quartiere Est ha raccolto e devoluto in azioni di solidarietà circa 5 mila euro quest’anno, rispetto ai 4.400 euro del 2017. Tra le quote devolute, anche l’importo di 300 euro, a favore del Comune di Cencenighe Agordino, tra i paesi colpiti dalle recenti calamità.

 

Cresce anche il numero dei soci dell’Associazione Quartiere Est, tra i più popolati della città, che conta oggi circa 300 iscritti, mentre il direttivo, come da statuto, consta di 11 consiglieri.

Ricordiamo alla cittadinanza casalese che sabato 16 giugno il Gruppo Carità della Parrocchia e l’Associazione di Volontari di Protezione Civile organizzano la consueta raccolta di generi alimentari presso il supermercato Alìper in via S. Michele 47, da destinare alle famiglie in difficoltà del comune.

 

Questi i prodotti accettati: pasta, riso, olio, tonno, pelati e sughi, piselli, fagioli, ceci, sale e zucchero, latte a lunga conservazione, biscotti, caffè, farine, articoli per l’igiene personale, detersivi e detergenti per la casa.

 

Sostenere chi fa fatica a stare al passo e scivola sempre più indietro, rischiando la marginalizzazione. Sconfiggere pigrizia ed egoismi e tendere la mano a chi oggi è in difficoltà.

La chiamata è alle famiglie moglianesi da parte dell’Amministrazione comunale che, conscia della difficoltà crescente in ampi settori della società, con aumento della quota delle famiglie a rischio povertà anche nel territorio moglianese, implementa i propri servizi sociali aderendo al progetto “famiglie in rete”.

Coinvolgendo il mondo dell’associazionismo sociale che già è partner attivo e prezioso della progettualità comunale, mercoledì 18 aprile, alle 20.30 il progetto sarà presentato alla cittadinanza  nel corso di un incontro che si svolgerà presso il Centro Sociale.

“Come in una grande famiglia ci si aiuta vicendevolmente, anche in una comunità cittadina delle dimensioni di Mogliano non si può solo pensare a se stessi, mentre magari il vicino non sa più come tirare avanti. Se ciascuno fa un piccolo passo, la strada fatta da tutti alla fine sarà molta”, commenta il Sindaco Carola Arena.

Il progetto è già rodato. Lanciato nel 2007 dall’Ulss 8, Castelfranco – Asolo, con un finanziamento regionale è stato allargato anche ad altri Comuni tra cui undici dell’Ulss 9, Treviso. Dopo la conclusione del progetto Ulss nel novembre scorso, i Comuni dell’Ulss 9 hanno deciso di proseguire con le attività, con Spresiano capofila, invitando anche Mogliano a farne parte.

L’obiettivo è mettere in rete famiglie, appositamente formate, disponibili ad affiancare, gradualmente e attraverso un processo di conoscenza reciproca, altre famiglie che si trovano in difficoltà nell’affrontare i problemi quotidiani o che presentano momentanee situazioni di fragilità. Il lavoro si basa sull’interazione di tutti i membri e le persone coinvolte, soprattutto nella protezione e promozione della salute dei minori e nel perseguimento del benessere di ciascuno nel senso più ampio.

“L’incontro di mercoledì prossimo è il primo momento di sensibilizzazione, successivamente le famiglie che saranno disponibili ad affrontare questo percorso seguiranno una formazione specifica. Ci saranno incontri periodici tra le famiglie, l’assistente sociale e l’educatrice al fine di creare una vera e propria rete che accoglie. Da questo scambio di relazioni le famiglie accoglienti riceveranno una grande gratificazione, ma soprattutto quelle accolte potranno sentire di non essere sole di fronte ai problemi”, commenta Tiziana Baù, assessore alle Politiche sociali.

Le famiglie accoglienti possono offrire il loro sostegno a quelle in difficoltà accudendo un bambino in casa propria per qualche pomeriggio la settimana, accompagnando il bambino ad attività extra scolastiche, offrendo il proprio affiancamento qualche ora alla settimana per sollevare i genitori dalle loro fatiche quotidiane o da momenti particolari che possono attraversare quali malattie, separazione, lutti, aiutando loro a superarli.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni