Home / Posts Tagged "ex Dogana"

Oltre cinquanta artisti, un’area da 100mila m2: al via il primo boutique festival italiano ispirato ai grandi eventi internazionali, con un’ultima grande novità

 

“Core Festival Aperol Spritz”, la tre giorni di musica ed eventi organizzata da Home in collaborazione con Aperol Spritz che si svolge nella zona Dogana di Treviso dal 7 al 9 giugno, porta in scena i migliori artisti made in Italy.

 

Tra i più importanti, venerdì sul palco ci saranno Calcutta, Pinguini Tattici Nucleari, Ghemon e Myss Keta.

Sabato sarà il turno di Salmo, Gemitaiz, Achille Lauro, Luchè e Ketama126.

Domenica gran chiusura con J Ax + Articolo 31, Maneskin e Emis Killa.

 

In tutto, sono oltre cinquanta le band che suoneranno dal vivo in questa prima edizione di un progetto totalmente innovativo nel panorama musicale italiano.

 

Le novità di Core Festival Aperol Spritz

Core Festival Aperol Spritz è il risultato dell’amore di Home per la sua città natale, il suo cuore: Treviso, un’idea nuova con la musica italiana come fondamenta, supportata da Aperol Spritz. Nell’anno del suo centesimo anniversario, infatti, Aperol rafforza il proprio sodalizio con Home Entertainment diventando “title sponsor” della prima edizione di “Core Festival Aperol Spritz”.

 

L’area di sviluppo del Core Festival Aperol Spritz sarà la stessa dove Home Festival è nato e cresciuto per nove anni. Le novità per il Core Festival Aperol Spritz non mancheranno. A partire dal progetto di riqualificazione dell’area dell’ex Dogana, reso possibile grazie alla collaborazione con SUN68, che prevede sulla parete dell’hangar la realizzazione di un enorme murales dai numeri impressionanti: un muro di oltre 300m2, che per essere dipinto avrà bisogno di 50 ore di lavoro e di 40 litri di colore.

 

Il lato principale dell’hangar dell’area ex Dogana durante i giorni del festival cambierà volto grazie all’opera di Zamoc (Luca Zanni), street artist di Modena. Una natura dai colori vividi sarà protagonista dell’opera, un dedalo di elementi che si intrecciano e sfociano in pattern colorati di ispirazione orientale. Il soggetto, ispirato a un’opera di Hokusai, svetterà permanentemente nell’area industriale come dono alla città per celebrare la nascita del Core Festival Aperol Spritz, grazie al supporto di SUN68, che è entusiasta di contribuire al colore e alla bellezza di quest’area urbana.

Dopo Salmo, Calcutta, Måneskin, Gemitaiz, Achille Lauro, Emis Killa e Ghemon si arricchisce la line up della tre giorni di musica e arte che si terrà a Treviso in zona Dogana dal 7 al 9 giugno, organizza Home Entertainment con la collaborazione di Aperol Spritz. Sul palco anche I pinguini tattici nucleari, Luché, Myss Keta, Ketama126 e la storica band resident Rumatera

 

I primi annunci hanno già acceso la luce dei riflettori della musica italiana su Treviso. “Core Festival Aperol Spritz”, la tre giorni di musica ed eventi organizzata da Home che si svolgerà nella Zona Dogana di Treviso dal 7 al 9 giugno adesso rilancia. Ci sarà infatti anche un altro headliner, J-Ax+Articolo 31, che conferma Core Festival Aperol Spritz come il miglior boutique festival capace di interpretare al massimo la musica italiana del momento.

 

L’area del nuovo festival è la stessa che per nove anni ha ospitato Home Festival, rimangono inalterati i metri quadri e l’organizzazione logistica, dalla zona food & beverage a quella degli espositori e degli show. I palchi saranno cinque e il main stage pulserà di un nuovo concept grafico. “Ci stiamo mettendo tutto il nostro “core” – spiegano gli organizzatori – perché questa nuova creatura riesca a toccare i vostri cuori”.

 

Dal punto di vista artistico, nei passati giorni erano già stati annunciati, tra gli altri, Salmo, Calcutta, Måneskin, Gemitaiz, Achille Lauro, Emis Killa e Ghemon. Adesso la macchina organizzativa svela un nuovo headliner: J-Ax+Articolo 31.

 

J-Ax prosegue i suoi festeggiamenti per i 25 anni di una carriera di grande successo e lo fa anche con Dj Jad riunendo gli Articolo 31, band che ha fatto la storia del panorama italiano degli Anni Novanta e che ha fatto scatenare migliaia di persone con le canzoni simbolo L’italiano medio, La mia ragazza mena, 2030, Così com’è, Ohi Maria, pietre miliari di una generazione intera. “Per festeggiare 25 anni di carriera ho pensato una cosa: non voglio prendere per il culo nessuno. E se voglio essere onesto non posso ignorare una parte fondamentale e formativa della mia carriera – i primi 10 anni negli Articolo 31”, così lo scorso settembre J-Ax ha diffuso la notizia esplosiva sui social.

 

Mentre sui circuiti di vendita on line si registra un boom di richieste di ticket e la campagna social sta registrando decine di migliaia di like, condivisioni e commenti, si rafforza la collaborazione tra Home Entertainment, società che per nove anni ha organizzato Home Festival a Treviso, e Aperol Spritz.

 

Nell’anno del suo centesimo anniversario, infatti, Aperol Spritz rafforza il proprio sodalizio con Home Entertainment diventando “title sponsor” della prima edizione di “Core Festival Aperol Spritz”.

Da oggi prende il via la campagna di comunicazione con un cuore rosso al centro, organizzata dalla società Home Entertainment. Il founder Amedeo Lombardi: “Treviso è stata, è e sarà sempre il Core di Home. A Treviso resta il CORE di casa. Core inteso come: massima espressione dell’amore, vitale come organo e necessario perché è il nucleo della nostra passione”. A gennaio i nomi degli headliner e da metà dicembre il consueto SUN68 XMAS TICKET apre le danze del festival più atteso dell’estate

 

Un cuore rosso, che batte al centro della parola “core”. Uno stile essenziale, emozionale, pulsante. Come la casa degli affetti, come l’universalità dell’amore. È questa l’immagine scelta per “Core”, il festival programmato nella sede dell’ex Dogana a Treviso dal 7 al 9 giugno 2019.

 

“Core” sarà un “boutique festival” di primissimo livello che crescerà nello spazio che per nove anni è stato di Home Festival. La logistica sarà simile e porterà migliaia di giovani nel capoluogo della Marca Trevigiana ad inizio giugno. Sarà la prima edizione di una manifestazione che farà della qualità il suo must. Infatti il progetto, totalmente innovativo nel panorama italiano, andrà a coinvolgere tutte le eccellenze del territorio dal punto di vista culinario, culturale, artistico. Una vetrina del più alto livello possibile del Veneto per il mondo.

 

La società organizzatrice Home Entertainment sta lavorando per chiudere gli ultimi dettagli della line up, che sarà annunciata nelle prossime settimane integralmente. Gli organizzatori poi annunciano per metà dicembre anche la speciale offerta natalizia di abbonamento, tradizione che Home Festival e SUN68 portano avanti da anni.

 

Infine, per quanto concerne l’evento che Home Entertainment organizzerà al Parco San Giuliano di Mestre dal 12 al 14 luglio 2019, al momento si sta lavorando sul fronte del cast artistico. A breve saranno annunciati i primi nomi.

La grande kermesse trevigiana che unisce tutte le arti si prepara a partire. Ma prima, ecco qualche curiosità

 

La nona edizione di Home Festival, che si celebrerà a Treviso in zona ex Dogana da mercoledì 29 agosto a domenica 2 settembre 2018, è un evento totalizzante che unisce la musica alle molteplici forme d’arte e declinazioni letterarie fino ai suggestivi show d’intrattenimento.

 

 

Home Festival è il miglior esempio a livello nazionale di Festival inteso come punto di aggregazione culturale e relazione tra persone, un evento che genera indotto economico in molti settori e che è polo di attrazione turistica internazionale grazie alla vicinanza con Venezia. Una macchina composta da innumerevoli ingranaggi e migliaia di ore di lavoro, oltre che da tanta passione e da un’energia contagiosa.

 

 

Ecco una stima delle passate edizioni per farvi capire la grandiosità (e i sacrifici) di questo evento immenso.

 

0: il costo (in euro) per l’ingresso dell’ “Aperol Spritz @ Home”, data zero del Festival

 

1: Venere degli stracci di Michelangelo Pistoletto esposta nell’edizione 2017

 

2: i megaschermi a lato del mainstage

 

3: megawatt: l’elettricità che nutre Hf

 

3: le location del festival: l’area in ex Dogana, il camping e il Pop Up Store in Piazza Borsa a Treviso

 

5: i giorni del festival dall’edizione 2016 ad oggi

 

8: i modi per arrivare all’Home Festival: a piedi, in bici, in bus pubblico, in moto, in auto, in taxi, in treno, in aereo

 

9: come le edizioni di Home Festival

 

22: le nazioni di provenienza dei partecipanti nell’edizione 2017

 

23: gli eventi di “road to Home Festival”

 

28: le associazioni attive per organizzare l’attuale edizione del Festival

 

35: i fotografi specializzati accreditati, decine gli amatori

 

45: i punti food and beverage nell’area: dai food truck ai mega spazi degli sponsor

 

48: i metri di larghezza del mainstage dell’HF18

 

51,5: la media delle ore di intrattenimento (live e show) durante ogni giorno di Festival

 

60: i metri di altezza da cui ci si è lanciati lo scorso anno dal bunjee jumping

 

62: le bancarelle in esposizione tra commerciali e associazioni

 

82: gli artisti (esclusi i musicisti) e gli scrittori protagonisti dell’Hf 2017

 

98: le aziende che hanno lavorato nell’area, dalla logistica al food, nella passata edizione

 

187: i principali show live all’Home Festival 2017

 

412: le richieste di accredito per fotografi e giornalisti professionali giunte nell’edizione 2017: persino da Slovenia, Croazia, Gran Bretagna, Canarie, Messico e Brasile

 

506: le tende disponibili del campeggio

 

586: i volontari che saranno attivi nei cinque giorni dell’edizione 2018

 

823: i pasti in media forniti ogni giorno in backstage ad artisti e lavoratori

 

1055: le band e gli artisti che si sono esibiti sui palchi di HF nelle ultime otto edizioni

 

3.428: gli accreditati al festival tra staff, artisti e loro accompagnatori, sponsor, lavoratori, volontari nella passata edizione

 

16.437: stima delle macchine parcheggiate nell’edizione 2016

 

27.000: le copie del magazine ufficiale distribuite durante l’edizione 2017

 

36.986: i metri di fili che illuminano il festival

 

88.000: le persone presenti nel 2016, poco meno nel 2017 con una data annullata per pioggia

 

102.300: i metri quadri dell’intera area interna del festival edizione 2017

 

190.000: gli “amici” sui principali social network (quasi centocinquanta mila su Facebook, trentamila su Instagram e oltre cinquemila su Twitter)

 

375.000: i volantini stampati (e distribuiti) e le locandine affisse

 

512.000: gli spettatori totali delle prime sei edizioni: 27.000 nel 2010, 55.000 nel 2011, 85.000 nel 2012, 107.000 nel 2013 (ultimo anno nel quale il festival è stato gratuito), 70.000 nel 2014 (ingresso 5 euro), 80.000 nel 2015 (ingresso 15 euro), 88.000 (ingresso 22 euro).

 

4.755.189: le pagine visualizzate sul sito www.homefestival.eu nell’ultimo anno

 

Milioni: le ore di sonno perse

 

Infinito: il Terzo Paradiso di Pistoletto ospite costante del Festival

Sono ore di febbrile lavoro per la costruzione della Casa di Home Festival 2018. Stamattina il sindaco di Treviso, Mario Conte, si è presentato a sorpresa nel cantiere dell’ex Dogana per far colazione assieme alle decine di persone che stanno lavorando nell’area e per controllare lo stato di avanzamento dei lavori.

 

Nel mentre, sta per chiudere lo spazio temporaneo del Pop Up Store di Piazza Borsa, in centro a Treviso. Lo spazio concesso dalla Camera di Commercio continuerà a vendere i biglietti a prezzi agevolati a 20 euro a data solo per i residenti nella provincia di Treviso fino a sabato 25 agosto.

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni