Home / Posts Tagged "ceschin"

Riceviamo e pubblichiamo la breve risposta del sindaco Davide Bortolato alle dichiarazioni sollevate dal Consigliere Ceschin in merito al Consiglio Comunale dei Ragazzi

 

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi ha perso brio e forza ed ora c’è bisogno di nuova linfa vitale. Come di consueto il consigliere Ceschin accende gli allarmi inutilmente. Il CCR, importante organo del nostro Comune, in vigore dall’anno 2000 in virtù dell’art.12 legge 176/1991 di cui alla convenzione ONU sui diritti dell’infanzia, andrà presto ad eleggere le rappresentanze ed inizierà anche quest’anno il suo ammirevole lavoro. 

 

Questa Amministrazione già i primi giorni di dicembre ha convocato i tutor scolastici per indire le nuove elezioni e successivamente il 16 dicembre ha incontrato un genitore delegato e la storica coordinatrice del CCR. 

 

Consideriamo che nel passato quinquennio i ragazzi del CCR non sono mai stati accolti in Consiglio Comunale come consuetudine e che, sempre nell’ultimo quinquennio le richieste e le istanze portate dai bambini siano state completamente dimenticate a favore di una prosopopea educativa e politica fatta dall’ex Vicesindaco Ceschin. 

 

Infatti i ragazzi, nell’ultimo periodo del CCR, hanno ricoperto un ruolo passivo, marginale e non propositivo e attivo come da dettami del Progetto del Consiglio Comunale dei Ragazzi. L’ultima turnata del rinnovo del CCR è stata fatta il 17 dicembre 2018 in tutta fretta senza dare nemmeno la possibilità ai giovani di cominciare la loro “campagna elettorale”. 

 

Dalla nostra Amministrazione subito è stato richiesto un nuovo appuntamento con le tutor della scuola per poter indire le elezioni alla ripresa delle attività scolastiche dopo il periodo natalizio. Solo la scorsa settimana abbiamo ricevuto la conferma dell’appuntamento che è stato fissato per questa settimana. 

 

L’assessore Tochet e il consigliere delegato Bison stanno già lavorando per far ripartire con più brio e più energie di sempre il CCR, caratterizzando con partecipazione, confronto e senso civico il progetto che ha senso solamente se i ragazzi sono al centro del progetto stesso e mai deve essere strumentalizzato dalla politica come il nostro consigliere Ceschin ha fatto. 

A seguito dell’articolo uscito ieri sulle pagine della Tribuna “Giardinetti in vendita”, relativamente alla cessione dei giardinetti delle scuole medie Montalcini, nel profilo Facebook personale del consigliere di minoranza Daniele Ceschin è comparso quanto segue:

La maggioranza leghista di Mogliano Veneto mette nel piano delle alienazioni perfino gli angoli verdi delle scuole e toglie spazio ai progetti didattici dei ragazzi.
Come volevasi dimostrare.
Ma non provate un po’ di vergogna?

 

 

In tutta risposta, il sindaco Davide Bortolato ha pubblicato nel proprio profilo Facebook il testo di delibera di Giunta dello scorso 31 gennaio, avente ad oggetto proprio la “Riorganizzazione edifici comunali primo stralcio: scuola media di Via Gagliardi, palestra polifunzionale”. Atto di indirizzo relativo ad area di pertinenza della scuola media di Via Gagliardi.

 

Nella delibera, che evidenza la presenza di Daniele Ceschin (allora in veste di vicesindaco) e unanimità di voto favorevole, si legge come l’Amministrazione Comunale accettasse la proposta formulata dalla ditta Serenissima Ristorazione S.P.A. e indicasse quale linea di indirizzo di autorizzare tale ditta all’occupazione temporanea di porzione del sedime della scuola media, rinviando a successivo provvedimento la compiuta disciplina, nel rispetto della vigente normativa, relativa alla cessione dell’area.

 

Cade a pennello, allora, il commento del primo cittadino, che risponde:

Gli amici dell’opposizione oggi mi attaccano su decisioni che hanno preso loro! Hanno la memoria corta o stanno mettendo in moto la loro macchina delle falsità per denigrarmi???
Mi sa proprio che sono loro che si devono VERGOGNARE!
Lo Smemorato Ceschin era presente nella Giunta del 31 gennaio 2019 durante la quale è stata presa la decisione di alienare un pezzo del giardino della scuola, ma sembra proprio che non sappia neppure quello che ha approvato nella DGC 31/2019. Posso giustificare il Consigliere Prete che a gennaio non sedeva ancora in Consiglio, ma Ceschin dov’era? E Arena che dice?

 

“Con una figuraccia del genere – commenta infine il Sindaco Davide Bortolato – un Consigliare comunale con un briciolo di coscienza si dimetterebbe”.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni