Home / Posts Tagged "Black Friday"

Il “Black Friday” – il tradizionale momento di shopping a prezzi speciali che dà il via agli acquisti natalizi – è arrivato a McArthurGlen Designer Outlet Noventa di Piave e anche quest’anno si presenta in formato extralarge: le promozioni del Black Friday saranno nei negozi per ben 4 giorni: da oggi fino a lunedì 2 dicembre incluso.

 

Quest’anno il Black Friday all’outlet è particolarmente ricco di proposte anche per i giovani poiché da qualche giorno è stata aperta la nuova piazza che ospita veri e propri stores di carattere lifestyle-sportswear. Questa area del Centro diventerà in futuro un polo di attrazione per la clientela più giovane e sportiva.

 

Nella nuova piazza, che ricorda quella degli scacchi di Marostica, ha aperto oggi il negozio di abbigliamento sportivo Rossignol, mentre nelle scorse settimane avevano aperto i rinnovati e grandissimi Nike e Adidas store, ognuno di circa 700 mq e il ricercatissimo brand di scarpe casual Vans, non ancora presente a Noventa Outlet. Inoltre uno spazio ad hoc di questa piazza è stato assegnato ad alcuni giovani designer che tutti i sabati e le domeniche – fino alla fine di dicembre – potranno personalizzare gratuitamente con decori e ricami gli acquisti effettuati nei negozi del Centro.

 

Trasporto

Per agevolare i flussi sono state messe in atto diverse misure per facilitare l’arrivo dei visitatori e il parcheggio in accordo con la municipalità locale: è stato ulteriormente potenziato il servizio dedicato ai parcheggi e alla scorrevolezza del traffico e sia sabato che domenica saranno disponibili i parcheggi in zona industriale di Noventa con servizio navetta gratuita al Centro dalle 9 alle 21. Per la prima volta, inoltre, sono stati organizzati bus in partenza da Treviso – Via Roma- e da Padova – Via della Pace – in partnership con la società BUSFORFUN con partenze alle 9:30 e alle 13 e ritorno nel pomeriggio oltre a quelli già esistenti con partenza da Venezia alle 10 e alle 14  – sosta a Mestre e Marghera – e rientro da Noventa alle 16 e alle 19.

 

I Black Friday Days offriranno anche l’occasione per ammirare da vicino lo straordinario albero di Natale alto quasi 32 metri, uno dei più grandi d’Italia, impreziosito da 125.000 decorazioni luminose.

 

Per maggiori informazioni: sito.

 

Il giorno più atteso per gli amanti dello shopping arriva a Valecenter!

 

Anche quest’anno, il centro commerciale di Marcon accoglie l’iniziativa che dà il via al periodo degli acquisti natalizi: il Black Friday. Nato negli Stati Uniti negli anni ’60 e indicato sul calendario come il venerdì successivo alla festa del Ringraziamento, è diventato una consuetudine anche in Italia.

 

“Imperdibili promozioni” sarà lo slogan di tutti gli store della galleria di Valecenter nella giornata di venerdì 29 novembre. I negozi, dall’abbigliamento alle gioiellerie, da quelli di elettronica alle drogherie, presenteranno i loro prodotti scontati solo per 12 ore. Un’occasione non solo per i consumatori che potranno acquistare una vasta gamma di articoli a prezzi ribassati, ma anche per i commercianti che, grazie al grande afflusso, potranno – come da tradizione – colorare di nero i conti chiusi in positivo nel loro libro contabile.

 

Negli ultimi anni il Black Friday ha acquisito un’importanza considerevole dal punto di vista commerciale soprattutto all’interno dei centri commerciali. Valecenter offre così la possibilità a ciascun cliente di godere di queste eccezionali promozioni e soddisfare alcuni dei loro desideri.

 

Venerdì 29 novembre tutti i negozi presenti nella galleria del centro commerciale di Marcon resteranno aperti dalle ore 09.00 alle ore 21.00.

Il “Black Friday“, la più famosa vendita al dettaglio, è diventato parte integrante di molti periodi di festività, ma questa tradizione ha radici più oscure di quanto si possa immaginare!

 

Black Friday: da Crash finanziario a Shopping Mania

Il primo utilizzo registrato del termine Black Friday non venne applicato allo shopping, bensì alla crisi finanziaria: in particolare, al crollo del mercato dell’oro statunitense avvenuto in data 24 settembre 1869.

Due spietati finanzieri di Wall Street, Jay Gould e Jim Fisk, lavorarono insieme per acquistare tutto l’oro della nazione, sperando di far alzare il prezzo alle stelle e venderlo per guadagni sorprendenti. Quel venerdì di settembre la cospirazione venne però svelata, mandando la borsa in caduta libera e costringendo chiunque alla rovina: dai baroni di Wall Street ai poveri agricoltori del Paese.

 

La storia più comunemente accettata però dietro la tradizione del Black Friday la collega a un’intuizione avuta da rivenditori e negozianti: dopo un anno intero di attività in perdita (in rosso), i commercianti incominciarono a pensare che presumibilmente avrebbero tratto profitto (e tornare in “black”, nero) il giorno dopo la festività del Giorno del Ringraziamento (il quarto giovedì di novembre), perché gli acquirenti di ritorno dalle dispendiose vacanze avrebbero apprezzato comprare merce scontata a buon prezzo.

 

Negli ultimi anni però è emersa un’altra origine del termine, che dà una svolta particolarmente brutta alla tradizione.

Questa teoria sostiene infatti che nel 1800 i proprietari delle piantagioni di cotone meridionali degli Stati Uniti potessero acquistare schiavi a prezzo scontato il giorno dopo il Ringraziamento. Sebbene questa versione delle radici del Black Friday abbia comprensibilmente portato qualcuno a chiedere un boicottaggio della festività, in realtà non ha basi storiche accertate.

 

La vera storia del Black Friday non è comunque così solare e allegra come sembra.

Negli anni Cinquanta, la polizia della città di Philadelphia usò per la prima volta questo termine per descrivere il caos che seguì le festività del Giorno del Ringraziamento, quando orde di acquirenti e turisti si riversarono in città prima della grande partita annuale di football della Marina Militare.

Non solo i poliziotti di Philadelphia avrebbero potuto prendersi il giorno libero, avrebbero anche dovuto lavorare turni extra occupandosi della folla e del traffico. Ovviamente pensando anche ai taccheggiatori che si avvantaggiarono del clamore nei negozi, per aumentare il mal di testa delle forze dell’ordine.

Il trambusto di quegli anni non bastò a placare il trend. Nel 1961 il Black Friday aveva ormai preso piede a Philadelphia talmente tanto che si provò, senza successo, a cambiarne il nome in Big Friday per rimuovere le connotazioni negative degli anni precedenti. Il termine però non si diffuse nel resto dello stato e dopo il 1985 Black Friday diventò di uso comune a livello nazionale.

 

L’epoca d’oro del Black Friday

Alla fine degli anni Ottanta i rivenditori avevano ormai trovato il modo di trasformare il Black Friday in qualcosa di positivo: il risultato fu il concetto di “dal rosso al nero” fondato sull’idea che il giorno dopo la festività del Ringraziamento ci fosse l’occasione per i negozianti americani di ottenere un profitto.

 

Il significato del Black Friday rimase quindi ancorato al concetto di “profitto positivo“, facendo dimenticare ben presto le radici più oscure del termine acquisite a Philadelphia.

 

Da allora, il trend di dedicare una giornata alle offerte e a prodotti scontati si è trasformata in un evento di più giorni, generando altre festività dedicate agli sconti come la Small Business Saturday durante il fine settimana e il sempre più famoso Cyber Monday per i prodotti tecnologici.

Domani, venerdì 31 maggio dalle 10 alle 20, all’outlet di Noventa di Piave ritorna il Black Friday!

 

Anche se il meteo fa le bizze, l’estate è alle porte e non c’è nulla di meglio di un giorno di promozioni speciali per rinnovare il guardaroba e la casa. Con l’occasione i negozi del Centro che aderiscono all’iniziativa propongono offerte e promozioni speciali: tra questi ricordiamo Blumarine che applica un ulteriore 30% su tutta la collezione o Desigual che applica un ulteriore 40%, mentre Samsonite propone il 30% di sconto su trolley e valigieper un viaggio all’insegna dello stile e della qualità. Red Valentino inoltre propone una selezione di abiti con un ulteriore 30% di riduzione e Sergio Rossi applica un 40% sulla collezione di calzature. Per l’arredo e la casa sono previste ulteriori riduzioni anche tra la biancheria di Frette, le pentole di Le Creuset e le porcellane di Richard Ginori.

 

Il “venerdì nero” dello shopping è arrivato, ed è l’occasione per inaugurare al meglio la stagione del mare e togliersi qualche sfizio fashion da sfoggiare nelle calde giornate estive che… prima o poi arriveranno!

Torna, dopo l’esordio dell’anno scorso, l’Happy Black Friday, la manifestazione di mercatini, musica e shopping che promette di riempire di vita ed energia il centro di Mestre nell’ambito del più ampio palinstesto de “Le Città in Festa”. Nella giornata di domani, venerdì 23 novembre, a partire dal pomeriggio, il programma sarà come sempre ricco di iniziative.

 

In via Rosa e in galleria Barcella, per esempio, apertura straordinaria dei negozi fino alle 21 con sconti ad hoc (promozione valida anche per il giorno seguente, sabato 24 novembre, e in alcuni casi per tutto il fine settimana). In Piazzetta Coin dalle 16 spazio invece alla Festa della castagna, con musica e vin brulè oltre che spettacoli per bambini da parte di artisti di strada. Sabato e domenica, sempre in piazzetta Coin, in calendario “L’autunno in tavola”, con bancarelle di prodotti tipici di stagione. Il 25 novembre dalle 10.30 alle 13 dimostrazione d’intaglio di zucche e, dalle 15.30 alle 18, spettacoli per bambini.

 

Per tornare a domani, in piazza Ferretto ci sarà la “Cena in musica”, mentre in via Mestrina e via Ca’ Savorgnan alcuni negozi praticheranno sconti speciali fino al 50% (anche nel corso del weekend), cui si aggiungeranno dj set e karaoke da parte dei locali della zona, i quali proporranno menù studiati appositamente per la serata.

 

Nei piazzali e negli stalli con strisce blu di Mestre la sosta sarà gratuita a partire dalle 15. Sono escluse le aree di Marghera, San Giuliano (Porta Rossa, Blu e Gialla), Piazzale Roma e Vega (vie Pacinotti, Ferraris e dell’Elettrotecnica). Con le consuete modalità, tramite i coupon distribuiti dagli esercizi aderenti all’iniziativa, la prima ora al Park Costa (per sole autovetture-no GPL aperto h24) e al Park Candiani sarà gratuita.

 

Per ulteriori informazioni: http://events.veneziaunica.it/it/happy-friday-23novembre-2018.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni