Home / Posts Tagged "bambini"

L’obiettivo della Run for Children è importante, Treviso è pronta ad andare di corsa per sostenerlo           

 

L’obiettivo è sempre lo stesso: far vincere la solidarietà. Inizia il conto alla rovescia in vista della terza edizione della Run for Children, manifestazione a carattere ludico-motorio, aperta a tutti, che percorrerà le strade del centro storico di Treviso nella serata di mercoledì 11 settembre.

 

Nata nel 2017 a sostegno del progetto Giocare in corsia

La Run for Children è nata due anni fa per sostenere il progetto della LILT “Giocare in corsia”. E il successo è stato immediato: 1144 partecipanti nel 2017, 1206 l’anno scorso. I volontari di “Giocare in corsia” dal 1994 sono impegnati a portare il gioco nei reparti di pediatria degli ospedali di Treviso e Conegliano. Il sostegno della Run for Children è importante: nelle prime due edizioni la manifestazione ha raccolto e interamente devoluto a “Giocare in corsia” oltre 23 mila euro.

 

«Conosciamo l’impegno dei volontari di “Giocare in corsia” – spiegano Gian Luca Sacilotto e Fabio Simionato, organizzatori della Run for Children insieme alla società sportiva H.Robert Running Team -. Sappiamo con quanta serietà e preparazione operano per portare il sorriso ai piccoli ospiti dei reparti di pediatria di Treviso e Conegliano. Le prime due edizioni della Run for Children sono state un successo, l’atmosfera era bellissima. Pensiamo che l’evento possa crescere ancora: più saremo, l’11 settembre, e più doneremo”.

 

Partenza da Piazza Indipendenza alle 19.30

La partenza della Run for Children avverrà alle 19.30 da Piazza Indipendenza. Il percorso sarà di 8 chilometri e si svilupperà interamente in centro storico. L’interpretazione della Run for Children sarà assolutamente libera: i partecipanti potranno correre o camminare.

 

Iscrizioni già aperte

Le iscrizioni – al costo di 10 euro – sono già aperte in otto punti di raccolta: Farmacia Calmaggiore (via Calmaggiore 24, Treviso), Tato Bar (viale Brigata Treviso 34, Treviso), Cappelletto (Piazza dei Signori 10, Treviso), Farmacia Santarello (via Trento Trieste 23, Zero Branco), Mio Mio Run (via Padre L. Tezza 6, Conegliano), Passsport (via Ortigara 84, Signoressa), LILT – Giocare in corsia (via Ospedale 1, Treviso), Treviso Assicura (viale Vittorio Veneto 3, Treviso).

 

È anche possibile iscriversi online attraverso il portale B4RUN SERVICE all’indirizzo www.b4run.com (pagamento con carta di credito, paypal o bonifico).

 

L’iscrizione comprende l’esclusiva t-shirt ufficiale dell’evento, gadget offerti dalla LILT e dagli sponsor, pettorale simbolico, assicurazione e ristoro finale all’arrivo.

Bambini e “nonni” di Villa delle Magnolie, dopo un mese di attività congiunte e attimi di condivisione, si sono salutati con momenti di commozione

 

60 bambini dei Centri Estivi di Monastier e gli ospiti del centro servizi “Villa delle Magnolie”, purtroppo, devono salutarsi: ma questo non sarà un addio, soltanto un arrivederci.

 

Sono state 7 settimane intense, un meraviglioso “Viaggio intorno al mondo” partito il 17 giugno e chiuso venerdì sera con una grande festa tra bambini, genitori e nonni. Anche per questa edizione, il centro estivo ha avuto come obiettivo principale il contatto tra generazioni diverse, raggiungendo ottimi risultati. Sono stati gli stessi genitori a complimentarsi con le educatrici, per la forte relazione tra i loro figli e gli ospiti di Villa Delle Magnolie: molti dei bambini hanno voluto portare dei regalini ai loro “nonni”, in modo che possano ricordarsi di loro durante l’anno.

 

Anche i genitori hanno avuto modo di legare con gli ospiti: alcuni hanno chiesto di poter passare durante le festività per salutarli. Durante la festa di chiusura del centro estivo, alcuni anziani si sono emozionati nel rivedersi nel filmato riassuntivo di questo fantastico percorso.

 

“Sono arrivata da poco in questa struttura – ha commentato una delle “nonne”, Annamaria Santini – non mi aspettavo di poter vivere un’esperienza affettiva così importante, così forte da voler bene a questi bambini come fossero dei veri nipotini”. Ed è stato proprio questo l’obiettivo cardine dell’associazione Germogli organizzatrice dei centri estivi: uno scambio intergenerazionale e la condivisione di momenti ludici, ricreativi, formativi e didattici fra l’infanzia e la terza-quarta età.

 

Dai balli popolari, ai laboratori creativi, a quelli di cucina o ancora di scrittura e lettura, in cui le persone anziane hanno fatto da cantastorie, raccontando ai piccoli alcuni eventi del passato e le leggende locali. Per non parlare delle esperienze nell’orto, o delle attività in cui i cittadini più anziani hanno coinvolto i bambini in giochi di una volta, ormai poco diffusi, raccontando della propria infanzia.

 

Il prossimo passo sarà l’inizio dei centri estivi dedicati ai ragazzi delle scuole medie, al via il prossimo settembre: il contenitore delle attività prevede delle interessanti novità, come i laboratori di giornalismo, di narrazione, multimediale, di fotografia e molto altro.

 

V come Vivi il divertimento! Valecenter, centro commerciale a Marcon, resterà aperto anche a Ferragosto con nuove attività dedicate a tutta la famiglia. Il 15 agosto, infatti, il centro polifunzionale continuerà a offrire tutti i suoi servizi al pubblico dalle ore 09:00 alle ore 21:00

 

 

Nella galleria dello shopping anche i bambini potranno essere coinvolti in differenti attività. Fino all’11 agosto, resterà nella piazza centrale il maxi gonfiabileLe hit dell’estate daranno ritmo ai salti e alle arrampicate dei bambini all’interno del gonfiabile illuminato con luci led. Un’idea, quella della direzione di Valecenter, per intrattenere i più piccoli in un’area park controllata. 

 

Il gonfiabile resterà a disposizione nel centro tutti i giorni dalle ore 16.00 alle ore 19.00 e i festivi dalle ore 10.00 alle ore 13.00. 

 

Una piscina di 20.000 palline per i più piccoli

Il divertimento non finisce qui! A prendere il posto del maxi gonfiabile, dal 12 agosto al 1° settembre, sarà allestita la Bubble Play Area: una piscina riempita da 20.000 palline argentate, turchesi e trasparenti, per dare ai bambini la sensazione di essere immersi in una vasca d’acqua. Una struttura certificata CE e innovativa che ha già avuto successo nelle ludoteche statunitensi e che si sta replicando sempre più anche in Europa. L’area giochi allestita si presta ad essere adatta a molteplici attività. Infatti, grazie all’installazione di una rete da carrington all’interno della piscina, alla disponibilità di sfere indossabili e di una palla da pallavolo, gli animatori presenti coinvolgeranno i bambini in match e gare. 

Sarà possibile accedere alla Bubble Play Area tutti i giorni dalle ore 16.00 alle ore 19.00 e i festivi dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00. 

 

 

L’impegno di Valecenter dimostrato nei confronti dei clienti dimostra come un centro commerciale possa diventare un luogo di incontro, di svago e di divertimento anche per i più piccoli. 

 

 

Orari 

Orari di apertura: 15 agosto 2019, dalle ore 09.00 alle ore 21.00 

Orari maxi gonfiabile: lunedì – venerdì dalle ore 16.00 alle ore 19.00 sabato – domenica dalle ore 10.00 alle ore 13.00 

Orari Bubble Play Area: lunedì – venerdì dalle ore 16.00 alle ore 19.00 sabato – domenica dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00.

L’iniziativa, finalizzata alla promozione della pratica sportiva tra i giovani, prevede l’erogazione di voucher dal valore di 180 euro per ogni bambino nato nel 2013 iscritto alla prima elementare. Il contributo sarà erogato alle associazioni sportive a copertura della quota di iscrizione.

 

C’è anche Jesolo tra i Comuni della Città metropolitana di Venezia che hanno aderito al progetto “6Sport”, finalizzato a promuovere la pratica sportiva tra i giovanissimi e i suoi valori. Partito in via sperimentale nel 2018 nel comune di Venezia, il progetto è stato esteso quest’anno a tutto il territorio metropolitano ed è rivolto a tutti i bambini che dal prossimo settembre risulteranno iscritti alla prima elementare.

Cosa prevede il progetto

Il progetto “6Sport” prevede l’erogazione di un voucher dal valore di 180 euro a sostegno dei costi di iscrizioni ad attività promosse dalle associazioni e società sportive iscritte all’albo comunale. Tramite un portale digitale, le stesse realtà possono accreditarsi presso la città metropolitana e presentare il corso, il cui costo potrà essere coperto in tutto o in parte dal valore del contributo.

 

A partire dal mese di settembre le famiglie con bambini iscritti al primo anno della scuola primaria potranno poi accedere alla piattaforma e consultare le diverse offerte per i figli e procedere all’iscrizione, attivando online il voucher.

 

“Non appena la città metropolitana ci ha messo al corrente del progetto – commenta l’assessore allo Sport di Jesolo, Esterina Idraabbiamo confermato la nostra adesione. Ogni iniziativa che consenta di avvicinare i giovani e i giovanissimi alla pratica sportiva ci trova più che favorevoli. Jesolo è una realtà che conta 85 associazioni e società vivaci e attive e tanti giovani che si dedicano con impegno a seguire le proprie passioni e tanti sono gli jesolani che hanno raggiunto traguardi importanti nello sport. Nel nostro comune i bambini nati nel 2013 iscritti all’anagrafe sono 285 e il progetto consentirà potenzialmente di raggiungere molti di loro mostrando la bellezza che c’è nel mettersi in gioco”.

Maggiori info

Sito
Pagina Facebook

Nell’ambito della rassegna estiva di teatro per famiglie, si avvicina l’ultimo appuntamento firmato Torototela TorototàMartedì 30 luglio, alle ore 21.15, in Piazzetta Ronfini sarà proiettato il film “Storia di Pinocchio”.

 

La serata inizierà alle ore 19.30 con attività e laboratori per bambini a cura delle associazioni del territorio.

 

Sarà a disposizione uno spazio per le famiglie e tutti coloro che vorranno incontrarsi per un pic-nic serale.

Le associazioni, in collaborazione con il Comune di Preganziol, offriranno ai presenti una fetta di anguria.

Ingresso a offerta libera.

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a firma di Silvia Benedetti e Sara Cunial (Misto)

 

“Qualche settimana fa è venuta alla luce in Emilia Romagna una realtà terrificante di soprusi ai bambini ed alle loro famiglie: per questo sosteniamo la fiaccolata di venerdì 26 luglio a Treviso affinché si scopra la verità e venga fatta giustizia.” Ad esprimersi in tal modo sono le portavoci alla Camera dei Deputati Silvia Benedetti e Sara Cunial.

 

“Il caso di Bibbiano è sicuramente quello più eclatante anche per le dimensioni,ma non l’unico verificatosi. L’inchiesta Angeli e Demoni avrebbe scoperchiato un sistema di abusi organizzato con l’unico fine di portare via circa 10.000 bambini alle rispettive famiglie, attraverso accuse infondate di maltrattamenti, per consegnarli ad altre famiglie che pagavano per i bambini. Ricordiamo quanto successo a Massa Finalese circa 20 anni fa, a Sagliano, a Mirandola. Si sospetta in Italia vi siano molte situazioni analoghe tutt’ora non scoperte dalla magistratura. Si parla di migliaia di famiglie distrutte, nelle quali i genitori vengono spesso accusati ingiustamente di violenze su bambini a volte addirittura plagiati per far credere loro di aver subito violenze in realtà mai accadute. Il dramma per i genitori è doppio: vedersi accusare di crimini infamanti che distruggono la loro mente e la loro reputazione ed il vedersi privati dei propri figli.”

 

“È stata annunciata dal ministro dell’Interno Salvini l’istituzione, entro i primi giorni d’agosto, di una commissione d’inchiesta sul caso di Bibbiano: non possiamo che essere favorevoli a ciò, ma auspichiamo che il caso di Bibbiano non venga strumentalizzato a fini politici oppure utilizzato per non rispondere ad altri interrogativi da alcuni membri del governo”, terminano le deputate.

Il  prezzo del dolore va dai 70,00 ai 400,00 euro al giorno, ma sale in caso vengano rilevate motivazioni speciali. Sono circa 35.00 i “prelievi” immotivati di bambini ogni anno. Ma non è una notizia di questi giorni: lo aveva denunciato già nel 2013 il Giudice del Tribunale di Bologna, avv. Francesco Morcavallo, nel corso di una trasmissione televisiva. La conduttrice Panicucci raccontava un caso di dolorosa sottrazione di un bambino dalla sua mamma pur in una situazione familiare favorevole, dove zia e nonna avevano espresso la loro disponibilità a farsi carico del nipote. Il Giudice aveva spiegato benissimo che dare il piccolo ai familiari non avrebbe fruttato niente!
La legge in vigore consente assoluta discrezionalità degli enti preposti: assistenti sociali, medici e magistrati, nella valutazione e nelle analisi psicologiche che determinano l’allontanamento di un minore e libertà di coscienza ai magistrati.
Poi il sistema di pagamento basato sulle “teste” e non sul rendiconto, con tariffe che crescono se viene certificato un bisogno speciale, è affidato a cooperative che gestiscono i centri di “sosta e smistamento” dei bimbi sottratti alle famiglie. Tutto questo, come sottolineava la conduttrice nel servizio di ben sei anni fa, potrebbe capitare a chiunque, poiché le motivazioni che mettono in moto questo disumano mercato possono essere assolutamente inventate, come testimoniano i fatti che hanno coinvolto alcune famiglie di Bibbiano. Ecco perché tacere!
La nostra Redazione si mette a disposizione di chi volesse raccontare casi accaduti in zona.
Silvia Moscati

Nell’ambito della rassegna estiva di teatro per famiglie, arriva il penultimo appuntamento firmato Torototela Torototà.

 

Domani, lunedì 23 luglio, alle ore 21.15, nel campo dell’oratorio di Frescada (via della Pace) avrà luogo il racconto con musica de L’Acciarino Magico.

 

La serata inizierà alle ore 19.30 con attività e laboratori per bambini a cura delle associazioni del territorio.

 

Sarà a disposizione uno spazio per le famiglie e tutti coloro che vorranno incontrarsi per un pic-nic serale.

Le associazioni, in collaborazione con il Comune di Preganziol, offriranno ai presenti una fetta di anguria.

Ingresso a offerta libera.

Sabato 20 luglio, alle ore 17.30, presso la Piazza Eventi Unieuro del centro commerciale Auchan Porte di Mestre, si terrà il “POP PARTY UGLY DOLLS!”, una festa per bambini organizzata dal ristorante Mc Donald’s!

 

Le animatrici proporranno un sacco di giochi divertenti e creativi, laboratori di disegno ed altre attività incentrate in particolar modo sulle Ugly Dolls, le simpatiche bambole in regalo con il menù Happy Meal.

 

A conclusione delle attività e dei giochi per i bambini si terrà una baby-dance con balli di gruppo aperti anche ai genitori.

La partecipazione al party è libera e gratuita.

Alle 17.45 di ieri, i Vigili del fuoco sono intervenuti in laguna a Venezia nella zona di Sant’Erasmo Bacan all’altezza del Mose, per un incidente nautico di un lancione finito contro una briccola.

 

Una bambina che si trovava a bordo nell’urto è finita fuori bordo. Un adulto si è lanciato in acqua per soccorrere la dodicenne. Altri due sono rimasti a bordo. Un gommone di passaggio ha prestato i primi soccorsi fino all’arrivo dell’autopompa lagunare dei Vigili del fuoco. Subito dopo è arrivata l’imbarcazione del Suem 118, che ha portato via la bambina e l’uomo.

 

Purtroppo la bambina nonostante i soccorsi è deceduta. Le altre due persone sono state assistiti dal personale dei Vigili del fuoco sul posto anche con i sommozzatori.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni