Home / Posts Tagged "vantaggi"

L’estate sembra finalmente arrivata e con essa i primi caldi e i primi frutti della bella stagione. Ma quali sono i frutti che possiamo trovare nei mercati? E, soprattutto, quali sono le loro proprietà?
Sicuramente molti già sapranno che consumare frutta di stagione porta con sé dei vantaggi considerevoli: si evitano i pesticidi, si rispetta l’ambiente e il ciclo della terra, si beneficia appieno delle proprietà presenti nella frutta.

 

Anguria. Se pensiamo all’estate il primo frutto che viene in mente è l’anguria a cui è associato la parola “dissetante”. Ma perché? La parte commestibile dell’anguria è, infatti, composta dal 91% di acqua e da circa il 6% di zuccheri. In essa, poi, troviamo composti come il licopene (pigmento che consente la colorazione rossa), carotenoidi, vitamina A, l’amminoacido citrullina e modeste quantità di potassio e vitamina C. Il consumo di citrullina, vitamina C, carotenoidi e licopene contribuisce alle capacità antiossidanti del nostro organismo e, oltretutto, aiuta a migliorare la resistenza a uno sforzo sportivo del 6% in più.

 

Ciliegia. Ammettiamolo: il suo colore rosso e la sua dolcezza sono irresistibili per chiunque. Nelle ciliegie è possibile trovare: zuccheri (fruttosio e glucosio), vitamina C, A, E e K, minerali (calcio, potassio, magnesio e fosfato) e le antocianine. Le antocianine sono dei pigmenti che danno al frutto una colorazione che può andare dal rosso al blu e, nel nostro organismo, svolgono il ruolo di antiossidanti. Nonostante le proprietà antiossidanti delle ciliegie, esse contengono 13g di zuccheri su 100 g di frutto, quindi attenzione alle scorpacciate!

 

Fragola. Anche le fragole sui banchi del mercato sono un segnale che la bella stagione è arrivata. Pochi sanno che le fragole sono tra i frutti più consumati nel mondo. Sono fonte di antiossidanti: vitamina C, composti fenolici e carotene. Studi effettuati su persone che consumano fragole hanno evidenziato che esse sono coinvolte nelle prevenzione di infiammazioni, stress ossidativo, malattie cardiovascolari, diabete, cancro e obesità.

 

Pera. Combinare le pere al cioccolato è pura poesia e i pasticceri lo sanno bene… Nella composizione nutrizionale delle pere troviamo il fruttosio (zucchero presente nella frutta), minerali (come potassio, magnesio e calcio), amminoacidi essenziali (leucina, lisina e isoleucina) e una buona quantità di composti fenolici. Il componente della pera, su cui gli scienziati si sono maggiormente soffermati, è però l’acido malico. In pazienti che soffrono di continua formazione di calcoli renali, esso garantisce, infatti, una protezione efficace.

 

Susina. Pablo Neruda decise di dedicare una poesia alla susina definendola come il frutto della memoria. La susina contiene: antiossidanti, carboidrati, vitamine e minerali (sodio, potassio, magnesio, calcio, zinco e ferro). Per la sua grande quantità di minerali, essa è raccomandata alle donne che hanno mestruazioni irregolari o in menopausa.

 

Uva. L’uva è il frutto che anticipa la fine dell’estate. Essa contiene alti livelli di polifenoli che studi di laboratorio hanno dimostrato essere coinvolti nella riduzione dello stress ossidativo, nell’aumento della risposta infiammatoria nonché avere benefici sulle malattie cardiovascolari. Anche qui attenti però allo zucchero!

 

Spesso qui abbiamo parlato di antiossidanti. Cosa sono? Perché risultano essere così importanti? Gli antiossidanti sono delle molecole in grado di svolgere la funzione di “scudo” nei confronti dei radicali liberi che si formano durante i normali processi del nostro organismo, ma non solo. I radicali liberi, la cui formazione può anche essere aumentata dal fumo di sigarette e dall’eccessiva esposizione al sole, sono molecole che derivano principalmente dall’ossigeno e dall’azoto. La loro instabilità li rende pericolosi per qualsiasi molecola del nostro organismo: DNA, proteine, lipidi e carboidrati. Il nostro organismo è quindi sempre esposto al continuo attacco da parte dei radicali liberi, ma, niente paura, la natura viene in nostro soccorso con le molecole antiossidanti presenti nella frutta estiva!
Quindi quest’estate “a tutta frutta”!

Vantaggi per tutti con le modalità di pagamento online del bollo auto: se ne è parlato nel corso dell’incontro che una delegazione di rappresentanti dei tabaccai di tutte le province del Veneto ha avuto con il Vicepresidente della giunta regionale, per fare il punto sullo stato di attuazione delle strategie concordate nel corso dell’anno 2017 per la riscossione della tassa automobilistica. Nell’effettuazione di questo importante servizio, in convenzione con la regione, migliaia di tabaccai veneti collaborano per la riscossione della tassa anche a mezzo di innovative modalità di pagamento on-line (sul modello PagoPA) introdotte per un miglior servizio verso i cittadini e un minor costo a carico di questi esercizi commerciali.

 

Il Vicepresidente ha evidenziato che la regione ha aderito fin dal maggio 2017 al sistema PagoPA, con risultati tra i migliori in Italia in termini di quantità di pagamenti ricevuti. Tale sistema porta vantaggi consistenti sia per la Regione, sia per i cittadini, sia per gli agenti contabili come i tabaccai del Veneto, che possono così riscuotere senza possibilità di errori la tassa automobilistica, dietro semplice esibizione da parte dei cittadini di un avviso di pagamento dotato di codice a barre o QR Code.

 

Il diffondersi di questa operatività consentirà inoltre in breve tempo di limitare al massimo la necessità di utilizzo di contanti; in tal modo anche i tabaccai potranno nel tempo vedere sempre più limitata la necessità di fornire le onerose garanzie alla regione richieste invece per i pagamenti riscossi con vecchie modalità.

 

II Vicepresidente, a fronte degli impegni regionali assunti e mantenuti, ha chiesto ai tabaccai di promuovere anche il nuovo sistema di registrazione dei contribuenti sul portale regionale Infobollo. Registrando su questo portale la targa del veicolo associato al proprio codice fiscale, ogni contribuente può vedersi recapitare, circa un mese prima, una mail che gli ricorda la scadenza del bollo, quanto e come deve pagare, ricevendo contestualmente il QR Code che potrà esibire anche in tabaccheria per effettuare senza problemi di errori il pagamento anche con bancomat o carta di credito, senza ulteriori commissioni aggiuntive.

 

Attualmente in Veneto si sono registrati al servizio oltre 197 mila utenti. Una sua maggior diffusione, oltre ad aiutare a eseguire correttamente e nei tempi previsti i versamenti dovuti, contribuirà a ridurre notevolmente anche per i tabaccai gli oneri richiesti dalla legge statale per poter esercitare tale servizio pubblico.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni