Home / Posts Tagged "stato di attenzione"

In riferimento alla situazione meteorologica che sta interessando il territorio regionale, il Centro funzionale decentrato della Regione del Veneto ha dichiarato lo stato di attenzione dalle ore 14.00 di oggi alle ore 14.00 di domani, martedì 30 aprile, per eventuali situazioni di criticità idraulica, dovute ai livelli idrometrici sostenuti di alcuni corsi d’acqua.

 

In particolare, saranno tenuti sotto osservazione il Monticano e i seguenti bacini:

VENE-H – Piave Pedemontano (province di Belluno e Treviso);

VENE-G – Livenza, Lemene e Tagliamento (province di Venezia e Treviso).

 

Domani le precipitazioni saranno generalmente assenti, salvo qualche piovasco o burrasca di neve nelle aree montane.

 

Proprio in riferimento alla situazione nivometeorologica, il Centro Funzionale Decentrato ha dichiarato inoltre, dalle ore 14.00 di oggi, per rischio valanghe, la fase operativa di attenzione per il territorio antropizzato nelle aree delle Dolomiti e delle Prealpi Bellunesi.  

Particolare attenzione nell’attività di monitoraggio è richiesta nei siti valanghivi originatisi a causa degli schianti nel corso degli eventi alluvionali del 27-30 ottobre 2018.

 

Questa la situazione meteorologica prevista nelle aree montane del Veneto:

Nei prossimi giorni tempo per lo più stabile e mite salvo la possibilità di qualche piovasco. Lo zero termico sarà in innalzamento fino a 2300-2400 m con possibili gelate notturne oltre i 2000 m. Il rialzo termico e il soleggiamento determineranno un aumento dell’instabilità nel corso della giornata con possibili distacchi spontanei di piccole e medie valanghe lungo i percorsi abituali e sui ripidi pendii soleggiati specie nelle ore pomeridiane e serali. Il pericolo di valanghe, da mercoledì 1° maggio sarà in generale moderato (grado 2) nelle ore notturne in aumento fino a marcato (grado 3) a partire dalla tarda mattinata.

Una nuova fase di intenso maltempo sta per interessare il Veneto, con precipitazioni estese e persistenti, con quantitativi abbondanti, con nevicate consistenti specie in quota e forti venti meridionali in quota e, a tratti, su costa e pianura limitrofa.

 

Sulla base di queste previsioni, emesse da Arpav, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione Veneto ha emesso un avviso di condizioni meteo avverse, dichiarando lo stato di attenzione per criticità idrogeologica in alcune aree del territorio, e per vento forte in altre zone.

 

La dichiarazione ha validità dalle ore 6.00 del 1° febbraio alle ore 14.00 del 2 febbraio.

 

Lo stato di attenzione per criticità idrogeologica riguarda i bacini idrografici Alto Piave, Piave Pedemontano e Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone.

 

Lo stato di attenzione per vento forte è dichiarato sulle aree montane, pedemontane, costiere e pianura limitrofa.

Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione Veneto, alla luce delle previsioni meteo emesse dall’Arpav, che indicano l’arrivo di venti anche di forte intensità, ha dichiarato lo Stato di Attenzione sulle zone Montane e Pedemontane del territorio.
Il bollettino emesso ha validità dalle ore 8.00 di domani, 24 dicembre, alle ore 20.00 del 25 dicembre, giorno di Natale.

Tra il pomeriggio/sera di oggi e la giornata di domani, 11 luglio, le previsioni meteo emesse dall’Arpav indicano condizioni di spiccata instabilità, con probabili rovesci e temporali sparsi, a tratti diffusi, a partire dalle Dolomiti e in successivo trasferimento a Prealpi e a parte della pianura.
In proposito, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione Veneto ha emesso un avviso di criticità idrogeologica su tutto il territorio, con dichiarazione dello Stato di attenzione, valevole a partire dalle 14.00 di oggi fino alla mezzanotte di domani.
Lo Stato di attenzione è riferito allo scenario “temporali forti”. Attenzione rinforzata è dichiarata per l’area di Borca di Cadore.

Il Veneto resta interessato da condizioni di instabilità fino alle prime ore di domani con probabilità di rovesci e temporali, localmente anche intensi, su tutta la regione. Dal pomeriggio di domani, la zona interessata potrebbe essere quella dolomitica.
Sulla base delle previsioni meteo, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile Regionale ha dichiarato lo stato di attenzione per possibili criticità idrogeologiche dalle 8.00 di domani, sabato 9 giugno, alle 8.00 di domenica nel bacino idrografico Alto Piave. Visti i fenomeni meteorologici previsti, la criticità idrogeologica attesa è riferita allo scenario per temporali forti.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni