Home / Posts Tagged "programma"

“Candiani Groove torna a entusiasmare il pubblico non solo mestrino, ma dell’intera Città Metropolitana e del Veneto – ha esordito l’assessore Venturini – proponendo, come di consueto, artisti ricercati e concerti inediti con una lunga serie di appuntamenti nel segno del jazz, della world music, della contaminazione dei linguaggi e con progetti davvero originali. L’obiettivo dell’Amministrazione comunale, ancora una volta, è quello di consolidare proposte e luoghi già apprezzati dal pubblico e, allo stesso tempo, proporre nuovi spazi di fruizione e nuove idee, per arricchire sempre più il panorama dell’offerta culturale. Crediamo infatti che la cultura, a tutte le età, sia un importante canale di comunicazione. Non da ultimo vogliamo rivolgerci anche ai numerosi turisti, proponendo il pieghevole con il programma anche in lingua inglese”.

 

La novità dell’edizione 2018/19 del Candiani Groove, come hanno spiegato Casarin e Da Lio, è la collaborazione con il Teatro Toniolo che, giovedì 11 ottobre alle ore 21, ospiterà sul palco James Senese, voce, sax tenore e soprano che porta a Mestre, con i Napoli Centrale, il disco che lo ha consacrato come uno dei più grandi musicisti italiani degli ultimi 50 anni. Venerdì 19 ottobre (sempre ore 21) apre il cartellone dell’auditorium del Candiani il concerto della band mediorientale 47 Soul Balfron Promise, che presenta il proprio e unico genere musicale chiamato “Sham-step”, un mix di musica da strada tradizionale combinato con ritmi elettronici e influenze funk, hip-hop e rock. Chiude il mese di ottobre, domenica 28 alle ore 18, Note in quinta con “Le note delle nuvole (una vita in altalena)” di Guido Festinese, una raffinata proposta di prosa e jazz.

 

Il mese di novembre apre con un concerto ad alto contenuto sociale: sabato 3, alle ore 21, va in scena “Faraway so Close” dei New Landscapes, un concerto che vede l’ensemble cameristico collaborare con il giovane musicista curdo- iracheno, virtuoso di qanon, Niwar Ismat Issa. Venerdì 9 (ore 21), in auditorium arriva la forza travolgente della cantante, danzatrice e percussionista della Costa d’Avorio Dobet Gnahorè, per la prima volta in veste di compositrice e con una connotazione marcatamente elettronica. Domenica 18 (ore 18) si prosegue con il doppio concerto “The Art of Duo” di Di Bonaventura/Pysz e Di Toro/Goloubev, ovvero un doppio duo legato da un significativo filo artistico. Sabato 24 novembre alle ore 21 la protagonista è Rosa Emilia Dias, per la prima assoluta del nuovo disco “Madrigal”: la parola “madrigal” spiega bene il concerto perché il suo significato è “piccola composizione poetica che sintetizza un pensiero delicato”. Infine il mese termina con l’appuntamento di venerdì 30 alle ore 21 con “Sonoristan,” il progetto di Riccardo Onori (chitarrista di Jovannotti e di altri grandi artisti), che ha voluto “tradurre in musica la meravigliosa esperienza di conoscere persone straordinarie di varie nazionalità”.

 

Dicembre si apre con un evento speciale: mercoledì 5 (ore 21) va in scena la sensualità del tango con i ballerini della compagnia Naturalis Labor e lo spettacolo “Alma de Tango”, mentre venerdì 7, stessa ora, è la volta di Mirkoeilcane, artista selezionato alla 68. edizione del Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte e arrivato secondo con il brano “Stiamo tutti bene”, ma che ha vinto anche il Premio Sergio Bardotti per il Miglior Testo, il Premio della Critica Mia Martini, il Premio Enzo Iannacci di NuovoImaie e la Targa PMi. Venerdì 14 dicembre, alle 21, gran finale con Cristina Donà e il suo “Sea Songs”, un concerto in cui propone alcuni dei suoi brani più celebri ma anche composizioni di altri autori.

 

Tutte le informazioni sugli spettacoli e sui biglietti si possono consultare sul sito www.culturavenezia.it/candiani e su facebook.com/Centro.Culturale.Candiani

Il nome è già una meraviglia: “Bibione is surprising run”. Bibione, rinomata località turistica sulla costa veneziana, l’8 settembre ospiterà la quinta edizione di una gara sulla distanza delle 10 miglia (16,094 km) che promette spettacolo.

 

Anche in questa edizione si correrà il sabato pomeriggio (con partenza prevista alle 17), e non più la domenica mattina. La gara partirà e arriverà nella scenografica Piazza Fontana, dove sarà collocata anche un’ampia area espositiva, dedicata alla promozione di prodotti tipici e materiali tecnici per il running.
Il percorso di “Bibione is surprising run” toccherà gli angoli più suggestivi di quest’angolo di Adriatico che ogni anno attira milioni di turisti e rappresenta una meta abituale anche per gli appassionati delle più diverse discipline sportive.

 

In particolare, un lungo tratto di gara sfrutterà l’ampia rete di piste ciclopedonali, a ridosso della spiaggia, che caratterizza questa parte del litorale veneziano. Tra cielo e mare, pineta e laguna, Bibione prepara una corsa davvero sorprendente.

 

Programma e orario della Bibione is surprising run 2018:
La corsa a Bibione si svolgerà in data 8 settembre 2018 con ritrovo alle ore 14.00. La partenza avverrà alle 17.00 da Piazza Fontana.
La corsa potrà essere completata al massimo 135 minuti.
L’edizione 2018 propone tre diverse prove:

– Bibione Run 10 miglia non competitiva

– Bibione Run 10 miglia competitiva FIDAL

– Bibione Run 20 miles competitiva internazionale

Il modulo d’iscrizione alla Bibione Run 2018, valido per tutte e tre le corse, è scaricabile qui.

Per saperne di più: www.bibionerun.com.

Dal 15 al 23 giugno Roncade torna il Festival dei Luoghi e delle Emozioni che si anima con eventi eccezionali, conferenze, laboratori e Notte Bianca

 

Sta per avere inizio il Fle, Festival dei Luoghi e delle Emozioni 2018 e gli assessorati alla Cultura e alle Manifestazioni, insieme alla Pro Loco e alle associazioni del territorio invitano tutti alla grande festa che sta per iniziare.

 

Gli ultimi ritocchi al centro dopo il restyling e Roncade potrà indossare l’abito buono per ospitare il festival che contraddistingue la cittadina da 7 anni a questa parte.

 

Il calendario degli appuntamenti si aprirà il 15 giugno con alcune iniziative per i giovani, si accenderà con l’incredibile “Cena inversa” (N.B. prenotazioni entro il 10 giugno), continuerà con laboratori, tour, conferenze in tutto il comune e culminerà il 23 con una straordinaria Notte Bianca.

 

Naturalmente inedito il tema dell’edizione 2018, “Il design disegna il mondo”. Le suggestioni di una cittadina rinascimentale e del suo territorio si affiancano per quasi dieci giorni all’innovazione, alla ricerca, all’estetica creata per la funzionalità, sviluppando tre macro sezioni assolutamente non esaustive, poiché il design è “pluriverso” e abbraccia ormai qualsiasi ambito, ma puntellate in un forte vincolo territoriale. Design e industria, design e moda, design e cibo.

 

“Una grande serie di iniziative originali – spiegano gli assessori Viviane Moro e Loredana Crosato – che coinvolge in maniera sempre più massiccia le realtà sociali e produttive del Comune, insieme ai cittadini della nostra bella comunità. Il Festival roncadese si sta sviluppando, forte dei picchi da 12.000 persone che hanno caratterizzato la Notte Bianca 2017 e delle migliaia di presenze alle manifestazioni dello scorso anno. Il successo delle scorse edizioni ci ha spronato a creare un cartellone ricchissimo di eventi per ogni target e interesse.”

“Il Fle rimane una festa popolare – precisano – ma ha come fine primo la trasmissione di valori culturali e la stimolazione agli approfondimenti.”

 

 

Programma sommario Fle 2018

E se il Fle 2018 venisse inaugurato dai giovani? Voilà. La prima dedica del Festival dei Luoghi e delle Emozioni è proprio per loro, per quella fresca voglia di ottimizzare divertimento e apprendimento, socialità e crescita individuale, tradizione e innovazione.

Alle 19:30, al parco dell’Isola sul Musestre, la Riverside Music Experience (concerto delle giovani band del territorio). Seguirà, alle 21.00 The Color Party, dj set e performance di scoppi colorati, mentre in biblioteca, in contemporanea, avrà luogo un’iniziativa con sacco a pelo e spazzolino che galvanizza i più piccoli e dura tutta la notte con protagonisti i più famosi designer illustratori. La partecipazione è gratuita su prenotazione.

 

Meno gratuito ma assolutamente straordinario si annuncia invece il gran gala di lunedì 18, per il quale è richiesta la prenotazione tassativa entro domenica 10 allo 0422 840593 oppure al 328 5997702.

 

Dalle 20.30 si terrà la “Cena inversa sotto le stelle”.

L’evento, esclusivo ed elegantemente conviviale, avrà una location d’eccezione, la via centrale roncadese che per la prima volta nella sua storia ultra centenaria diverrà un ristorante d’elite, con tavoli rotondi da dieci e lunghe tovaglie, come lungo sarà l’abito richiesto alle signore (in caso di pioggia il piano B prevede il dinner sotto i portici).

 

La serata darà risalto al macro tema incentrato sul Food design, ovvero sul design del cibo e sarà tutta da scoprire, poiché le portate (che si annunciano sbalorditive) costituiranno solo uno dei particolari del programma.

 

Ma sabato 16 e domenica 17 giugno il programma è altrettanto denso, tra laboratori di cake design e packagin creativo, design storytelling e scratch, ciclotour in aziende innovative.

Tra quelle partecipanti ricordiamo Texa, Gela, Molini Rachello, Idea Stampa, Veneta Cucine e G. & D., fiori all’occhiello dell’imprenditoria roncadese.

 

Martedì viene approntato un laboratorio a tema nella Grande Casa Rosa di Ca’ Tron e poi, dalle vigne della frazione, si celebra una sorta di Festa della Trebbiatura con un percorso didattico su come è cambiata la tecnologia e come son progettate le macchine per la lavorazione dell’uva e del pane a chilometro zero.

Alla sera, cinema all’aperto nel giardino davanti alla chiesa di Ca’ Tron.

 

Mercoledì in castello (o in chiesa antica a San Cipriano) ci si concentra sul design moda e industria, con approfondimento sul mondo di Instagram con la mega blogger Lady Violante e con la roncadese Elisabetta Armellin, fondatrice del notissimo marchio di borse V°73.

 

L’argomento moda viene ulteriormente affrontato giovedì ai laghetti della tenuta catronese di Cattolica con una sfilata di moda in abbinata a uno dei concerti jazz di Sile jazz festival.

 

Poi ancora in castello, a Roncade, per parlare del cibo nel marketing con Cinzia Scaffidi (vice presidente di Slow Food Italia), con un esperto di design del cibo e con uno chef d’eccezione.

 

Infine l’immancabile e irrinunciabile notte bianca, che sabato 23 riassumerà i contenuti della settimana e li distribuirà lungo via Roma in un contesto scenografico a tema con un intrattenimento dei più audaci.

 

Durante tutta la settimana, il tema del festival e il suo programma verranno diffusi sui social grazie ai ragazzi di Suonica, agenzia di web marketing e produzione eventi di Treviso.

 

A questo link il programma completo.

Il 2 giugno, 72° anniversario della Proclamazione della Repubblica, sarà celebrato anche quest’anno, sul territorio comunale, con una serie di significativi appuntamenti.

 

A Venezia, in piazza san Marco, la cerimonia prenderà il via alle 9.10, con l’ingresso dei labari delle associazioni combattentistiche e d’Arma, cui seguirà la lettura del messaggio del presidente della Repubblica; alle 9.30 si procederà all’alzabandiera.

 

A Mestre, in piazza Ferretto, le celebrazioni inizieranno alle 10.25, anche in questo caso, con l’ingresso dei labari delle associazioni combattentistiche e d’Arma  e con la lettura del messaggio del presidente della Repubblica, mentre alle 10.45 è prevista la cerimonia dell’alzabandiera.

 

A Favaro, alle 11.15, si terrà invece l’incontro con l’Unione Nazionale Cavalieri d’Italia, che prevede la deposizione di una corona d’alloro al monumento ai Cavalieri dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana e, a seguire, un concerto della banda musicale di Tessera.

 

Nel pomeriggio, alle ore 17, al teatro La Fenice, si terrà un concerto straordinario, offerto alla cittadinanza, con la partecipazione del pianista Francesco Granata, in cui saranno eseguite musiche di Scarlatti, Mozart e Debussy.

 

La giornata si chiuderà idealmente alle ore 19, sia in piazza san Marco che in piazza Ferretto, con la cerimonia dell’ammainabandiera.

Sette concerti, da ieri, 26 maggio, al 28 giugno 2018, nelle Chiese di Favorita, Marghera, Carpenedo, Chirignago, Malcontenta, Lido e Murano, con programmi musicali che spaziano da Pachelbel a Morricone, da Vivaldi a Stiegler: è in estrema sintesi il programma del nuovo ciclo di concerti delle Città in festa, la rassegna promossa dal Comune di Venezia e dalla Fondazione Teatro La Fenice, vedrà anche quest’anno i professori d’orchestra della Fenice esibirsi in ‘trasferta’ in alcuni luoghi significativi dell’arcipelago e della terraferma.

 

 

“Grazie alla brillante idea del sindaco Luigi Brugnaro di portare la musica d’eccellenza in tutto il territorio metropolitano e sull’onda del successo dei concerti dello scorso inverno, – commenta l’assessore Paola Mar – abbiamo chiesto alla Fenice di riproporre un programma di eventi che saranno ospitati nelle chiese o nelle sale dei patronati. Richiesta che il sovrintendente Ortombina ha prontamente accolto condividendone la valenza sia dal punto di vista culturale sia sociale: facendo uscire la musica dal Teatro La Fenice per portarla nelle scuole e diffonderla sul territorio abbiamo lanciato una sfida. La partecipazione alla prima stagione ha dimostrato la bontà del progetto, con questo ulteriore cartellone estivo vogliamo suggellare un impegno duraturo con i nostri cittadini per fare in modo che la musica e le eccellenze della nostra Città siano veramente alla portata di tutti”.

 

 

Ecco il calendario completo: sabato 26 maggio 2018 alle ore 21 nella Chiesa Santa Maria del Carmelo di Favorita, ma in replica il sabato successivo, il 2 giugno alle ore 17, nella Sala Teatro Patronato San Pio X di Marghera, l’ensemble di fiati della Fenice eseguirà il Divertimento di Franz Joseph Haydn, le Antiche danze ungheresi di Ferenc Farkas, il Canonedi Johann Pachelbel, Trois pieces breves di Jacques Ibert e l’ouverture dal Barbiere di Sivigliadi Gioachino Rossini.

 

 

Sabato 2 giugno alle ore 20.45 nella Chiesa di San Gervasio e Protasio di Carpenedo, e in replica domenica 24 giugno alle ore 20.30 nell’Aula Magna del Patronato San Pio X del Lido di Venezia, i Solisti della Fenice interpreteranno il Settimino in mi bemolle maggiore op. 20 di Ludwig van Beethoven e l’ouverture dal Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini.

 

 

Domenica 3 giugno alle ore 21 nella Chiesa di San Giorgio Martire di Chirignago, e in replica venerdì 8 giugno alle ore 21 nella Chiesa di Sant’Ilario Vescovo di Malcontenta, il quartetto d’archi composto dagli strumentisti del Teatro La Fenice eseguirà il Canone di Pachelbel, L’arrivo della regina di Saba dall’oratorio Solomon di Georg Friedrich Händel, il Concerto in sol maggiore rv 151 alla rustica di Antonio Vivaldi, il Divertimento per archi n. 1 in re maggiore kv 136 e il Quartetto per archi n. 1 in sol maggiore kv 80 di Wolfgang Amadeus Mozart, e infine un medley di colonne sonore di Ennio Morricone.

 

 

La rassegna si concluderà con il concerto nel Duomo di San Donato di Murano, giovedì 28 giugno alle ore 20.45, con l’ensemble di corni del Teatro La Fenice che interpreterà la Grande Messa di Sant’Uberto di Karl Stiegler e la Suite Gebet des Jägers di Heinrich Wottawa.

Continua con grande intensità il programma di rigenerazione urbana Oculus Plus, versione aggiornata del programma Oculus. Entrambi i programmi prevedono pressanti azioni di sgombero per la sicurezza urbana, effettuate da Polizia locale e Veritas, di accampamenti e persone problematiche insediati presso aree e edifici abbandonati.

 

Le operazioni sono sempre accompagnate da interventi antintrusione delle aree e degli edifici interessati, con l’utilizzo di mattoni e barriere elettrosaldate.

Il programma Oculus Plus, attivo dal 15 maggio – fa sapere la Polizia locale – prevede fino a tre interventi di sgombero a settimana, con l’obiettivo di scoraggiare definitivamente gli sbandati a trovare ricoveri di fortuna in città; sbandati che, sinora hanno sempre rifiutato ogni approccio da parte dei servizi sociali del Comune.

 

La prima operazione Oculus plus, effettuata in data 15 maggio presso le quattro aree sottostanti ai cavalcavia di Mestre e Marghera, ha portato al rinvenimento e alla rimozione di oltre venti giacigli e materiale vario da bivacco, quali pallet in legno utilizzati sia come mobilio di fortuna che come legna da ardere e un numero considerevole di sacchetti marcescenti con effetti personali in condizioni igieniche precarie.

 

I successivi interventi, effettuati il 17, 18 e 22 maggio, ha portato al rinvenimento e alla rimozione di circa 3 o 4 giacigli per volta, a testimonianza dell’efficacia del programma.

 

Oggi è stato effettuato l’ultimo intervento “massivo”, con lo smantellamento dell’ultimo accampamento sorto sotto la punta estrema sottoviaria della Rampa Rizzardi.

Sono state rimosse le ultime sette “baracche” abusive e sono stati eliminati 10 giacigli, per un totale di circa 18 metri cubi di materiale.

 

       

 

La presenza dei cosiddetti “barbanera” di nazionalità romena sotto i cavalcavia – rende noto la Polizia locale – è in netta e costante contrazione; i servizi proseguiranno sino allo smantellamento completo e duraturo degli accampamenti.

Dopo quella di martedì, è scattata oggi, ad opera degli agenti del Servizio Sicurezza urbana della Polizia locale e degli operatori Veritas, la seconda operazione del programma “Oculus Plus”.

 

Questa mattina, presso le quattro aree sotto le rampe cavalcavia di Mestre e Marghera che erano state teatro del blitz condotto 48 ore prima, è stato effettuato un secondo intervento teso a rimuovere eventuali nuovi accampamenti predisposti dai cosiddetti “barbanera”. In un paio d’ore sono stati rimossi una dozzina di giacigli, nonché il consueto materiale da bivacco, ovviamente presente in quantità più limitate rispetto a martedì scorso.

 

La pressione della Polizia locale e di Veritas nell’ambito del contrasto al degrado urbano proseguirà con grande intensità anche nelle prossime settimane.

 

          

 

“Oculus plus” è il programma di rigenerazione urbana che rafforza il precedente “Oculus”, e si prefigge di garantire una ancora più costante vigilanza dei luoghi divenuti problematici per la sicurezza urbana a causa di occupazioni di aree ed edifici abbandonati, nonché di provvedere allo sgombero degli stessi

Il 19 e il 20 maggio, la biblioteca di Preganziol sarà presente alla Fiera4passi di Treviso, in parco sant’Artemio, presso lo stand del Polo BibloMarca, nell’area 72.

 

A Fiera4passi, uno degli eventi più importanti a livello nazionale nel panorama dell’economia sostenibile, quest’anno si parla di giovani e con i giovani. Tema della XIII edizione è infatti “Generazioni in viaggio”: idee passioni e obiettivi per costruire, credere e desiderare l’economia del futuro fondata sull’innovazione, la progettualità, il rispetto delle risorse ambientali e il potenziamento delle conquiste sociali attraverso le aspettative e il coinvolgimento delle nuove generazioni.

 

 

Oltre ai bibliotecari, saranno presenti gli amministratori, con i quali sarà possibile esprimere idee e desideri sulla biblioteca che vorresti, e i lettori volontari delle singole biblioteche che intratterranno bambini e adulti con letture.

 

A questo link è possibile leggere tutti gli eventi in programma, dedicati a bambini e famiglie.

 

 

La Regione del Veneto sarà presente anche quest’anno al Salone Internazionale del Libro di Torino, che dal 10 al 14 maggio si terrà nella sede espositiva di Lingotto Fiere.

 

“Partecipiamo a questa 31ᵃ edizione – sottolinea l’assessore alla cultura del Veneto – e in modo innovativo, dedicando un’attenzione particolare alle pubblicazioni che sono state promosse e realizzate per favorire la conoscenza e lo studio della nostra realtà regionale e ai prestigiosi autori che l’hanno raccontata. Nei nostri spazi ospiteremo alcune case editrici che svolgono un ruolo fondamentale nella diffusione della storia, della cultura, delle tradizioni e della civiltà del Veneto: una vetrina importante che valorizza una realtà editoriale che vogliamo promuovere e un’imprenditoria che vogliamo sostenere”.

Tema conduttore dell’edizione 2018 del Salone è “Un giorno tutto questo”, un invito a riflettere e a ragionare sull’idea del futuro.

 

Gli editori presenti nello spazio regionale del Veneto sono: Antiga Edizioni, Biblioteca dei Leoni, Casa Editrice el squero, Il Poligrafo, Gruppo Editoriale Delmiglio Inchiostro, Kellermann, ME Publisher-Mazzanti Libri, Panda Edizioni, Ronzani Editore, Sime Books.

 

Questi gli incontri e i dibattiti in programma nelle cinque giornate del Salone, nello spazio espositivo del Veneto:

 

giovedì 10 maggio
ore 11.00-12.00 – Autori diversi presentati dalla Casa editrice el squero – Interventi di Maria Luisa Semi, Guido Moltedo e Pier Francesco Ghetti
ore 12.00-13.00 – Presentazione del libro “Ho fatto Centro” a cura di Infinito Edizioni – Interventi di Oscar De Pellegrin, Francesca Mussoi, Marco D’Incà, Mario Scarzella, Nicola Barchet e Luca Leone

ore 13.00-14.00 – Presentazione della collana “Typographica. Storia e culture del libro. L’arte di fare bei libri” a cura di Ronzani Editori – Interventi di Giuseppe Cantele, Alessandro Corubolo e Antonio Cavedoni
ore 14.00-15.00 – Presentazione del libro “Il punto alto della felicità” a cura di Ediciclo Editore – Interventi di Mauro Daltin e Lorenza Stroppa
ore 15.00-16.00 – Premio Letterario “Dispatriati” dedicato al tema delle migrazioni umane: i libri vincitori del 2016 e 2017 a cura di ME Publisher – Mazzanti Libri – Interventi di Carlo Mazzanti, Renza Bandiera e Roberta Sorgato
ore 16.00-17.00 – Presentazione del libro “I Benandanti – Una storia senza tempo” a cura di Panda Edizioni – Interventi di Floreana Nativo e Giuseppe Fiorica
ore 17.00-18.00 – Presentazione del libro “Il mio mitra è una chitarra” a cura di Gruppo Editoriale Delmiglio Inchiostro – Interventi di Stefano Pisani, Alex Galbero e Emanuele Delmiglio
ore 18.00-19.00 – Presentazione del libro “Prosecco & Spritz – Paesaggi e aperitivi” a cura di Sime Books – Interventi di Elisa Giraud, Arcangelo Piai e Giovanni Simeone
ore 19.00-20.00 – Apertivi d’Inchiostro “Piccola storia d’Inchiostro” a cura di Gruppo Editoriale Delmiglio Inchiostro – Intervento di Emanuele Delmiglio

 

venerdì 11 maggio
ore 10.30-12.30 – Presentazione del progetto “Il Veneto Legge” a cura di Regione del Veneto
ore 12.30-13.30 – “Non si abbandonare mai”: la perdurante attualità del pensiero di Niccolò Machiavelli a cura di Ronzani Editore – Interventi di Jean-Claude Zancarini e Paolo Carta
ore 13.30-14.00 – Omaggio a Italo Sbrogiò “La fiaba di una città industriale” a cura della Casa editrice el squero – Interventi di Gianfranco Bettin e proiezione di video-intervista in anteprima
ore 14.00-15.00 – Presentazione del libro “Addio Italia” a cura di Mazzanti Libri – Interventi di Gianfranco Bettin e Gianni Favarato
ore 15.00-16.00 – “La rivoluzione necessaria: donne, politica, ecologia” a cura di Il Poligrafo – Interventi di Monica Lanfranco, Elena Mazza Niro, Franca Marcomin con un video-intervento di Laura Cima
ore 16.00-17.00 – Presentazione del libro “Birra – Il manuale definitivo dedicato alle persone normali” a cura di Panda Edizioni – Interventi di Alessandro Coppo e Andrea Tralli

ore 17.00-18.00 – Presentazione del libro “Treviso Urbs Picta” a cura di Fondazione Benetton Studi Ricerche Antiga Edizioni – Interventi di Giovanni Carlo Federico Villa, Chiara Voltarel e Andrea Simionato
ore 18 00-19.00 – Presentazione del libro “Poetare d’amore non mi basta” a cura della Casa editrice el squero con azioni performative della Compagnia Tecnologia Filosofica
ore 19 00-20.00 – Apertivi d’Inchiostro “Te lo dirò domani” a cura di Gruppo Editoriale Delmiglio Inchiostro – Intervento di Marco Ongaro

 

sabato 12 maggio
ore 11 30-12.30 – Presentazione del libro “Tutte per la vittoria. Femmine, fate, massaie nella propaganda bellica 1915-1918” a cura di Kellermann Editore – Intervento di Dacia Maraini
ore 12.30-13.30 – “Scrittrici ritrovate: donne, scrittura e letteratura” a cura di Il Poligrafo – Interventi di Daniela Finocchi e Luisa Ricaldone
ore 14.00-16.00 – La rete dei Premi letterari “Il Veneto per la Scrittura” – Interventi di rappresentanti dei premi: Premio Letterario “Regione del Veneto – Leonilde e Arnaldo Settembrini, Mestre”; Premio “Mario Rigoni Stern per la letteratura multilingue delle Alpi”; Premio di poesia “Mario Bernardi”; Premio “Giovanni Comisso”; Premio “Giuseppe Mazzotti” e Premio Segafredo- Zanetti “Un libro per il cinema”
ore 16.00-17.00 – Presentazione del libro “I luoghi degli scrittori veneti” a cura di Mazzanti Libri – intervento di Sergio Frigo
ore 17.00-18.00 – Presentazione del libro “Non solo Putin” a cura di Biblioteca dei Leoni – Interventi di Alberto Sinigaglia e Ennio Caretto
ore 18.30-19.15 – Presentazione del libro “Come sopravvivere alla fine del mondo” a cura di Il Poligrafo – intervento di Giovanni Spitale
ore 19.15-20.00 – Apertivi d’Inchiostro “Scrivere giallo, nero e altri colori” a cura di Gruppo Editoriale Delmiglio Inchiostro – Intervento di Gianluca Morozzi

 

domenica 13 maggio
ore 11.00 – 12.00 -“Ricordi di un melomane domestico: Alessandro Duranti racconta Maria Callas” a cura di Ronzani Editore – Interventi di Alessandro Duranti e Franco Zabagli
ore 12.00 – 13.00 – Presentazione del progetto “Spiriti Libri” a cura di Gruppo Editoriale Delmiglio Inchiostro – Interventi di Emanuele Delmiglio con la partecipazione di alcuni studenti
ore 13.00-14.00 – Presentazione del libro “Auntie Rita” a cura di Gruppo Editoriale Delmiglio Inchiostro – Interventi di Francesca Di Blasio e Stefano Giorgianni

 

ore 14.00-15.00 – Presentazione del libro “Phisa Harmonikòs. Una vita da artigiana che canta” a cura di Kellermann Editore – Interventi di Francesca Gallo
ore 15.00-18.00 – Premio Campiello: un incontro con la lettura a cura di Regione del Veneto e Fondazione Il Campiello – L’Assessore al territorio, cultura e sicurezza della Regione del Veneto e il Presidente della Fondazione il Campiello, Matteo Zoppas, invitano a un incontro con la lettura insieme a Chiara Fenoglio, Philippe Daverio, Mauro Corona, Francesca Manfredi e Stefania Zuccolotto. A seguire presentazione dei libri “Il pappagallo e il doge” a cura de La Biblioteca dei Leoni e “Delitti in Armonia” a cura di Casa editrice el squero
ore 18.00-19.00 – Incontro con il Campione Livio Berruti a cura di Mazzanti Editore – Interventi di Livio Berruti e Carlo Mazzanti
ore 19.00-20.00 – Apertivi d’Inchiostro “Avete domande da pòrci? Un dialogo semiserio sull’arte della scrittura” a cura di Gruppo Editoriale Delmiglio Inchiostro – Intervento di Enrico Rulli

 

lunedì 14 maggio
ore 10.00 – 12.00 – Gli editori veneti raccontano la Grande Guerra – Presentazione della “Cartografia militare della Prima Guerra Mondiale. Cadore, Altipiani e Piave nelle carte topografiche austriache e italiane dell’Archivio di Stato di Firenze” coedizione Regione del Veneto, Antiga Edizioni, Marco Polo System g.e.i.e. e Università degli Studi di Padova – interventi dell’Assessore al territorio, cultura e sicurezza della Regione del Veneto e di Aldino Bondesan
ore 12.30 – 13.30 – Presentazione del progetto “Il libro parlato” a cura di Mazzanti Editori e Lions Club – Intervento di Andrea Mazzanti
ore 14.30-15.30 – Presentazione del libro “Vasandhi. Schiava in India, schiava in Italia” a cura di Infinito Edizioni – intervengono l’Assessore al territorio, cultura e sicurezza della Regione del Veneto e Vasandhi, Valentina Noce e Rinaldo Boggiani.

Continuano gli eventi delle “Città in Festa”, il ricco programma che coinvolge, con svariate iniziative, Venezia, le isole e la terraferma:

 

Questi gli eventi di domani, martedì 8 maggio:
MESTRE CARPENEDO

– Ti racconto l’affido e la solidarietà familiare (Servizio Politiche Cittadine per l’Infanzia e l’Adolescenza), ore 10-12

– Mossa vincente, Scacchi in corte, fondazione Mammamaria, ore 16.30

– La città che mi piace, Taglia e incolla per bambini, fondazione Mammamaria, ore 17.30

 

Questi gli eventi di mercoledì 9 maggio:
LIDO PELLESTRINA
– 8° Memorial Nicola Vianello, Parrocchia agli Alberoni
MESTRE CARPENEDO
– campionato di serie A basket: Umana Reyer – EA7 Emporio Armani Milano, ore 20.30, Palasport Taliercio
– “Billy Elliot, il musical” (in scena fino al 13 maggio), Teatro Toniolo, ore 19.30

 

Questi gli eventi di giovedì 10 maggio:
VENEZIA MURANO BURANO
– saggio del Conservatorio Benedetto Marcello Auditorium “L. Sbrogiò”
MESTRE CARPENEDO
– “Billy Elliot, il musical” (in scena fino al 13 maggio), Teatro Toniolo, ore 21
– La lingua in strada, coop. soc. Elleuno, Terre di Mezzo, ore 16.30

– Una città che può… essere solidale: ospitare ragazzi migranti (Servizio Politiche Cittadine per l’Infanzia e l’Adolescenza), ore 17.30.

 

Per tutte le iniziative in programmazione al Centro Culturale Candiani consultare la pagina: www.culturavenezia.it/candiani
Per maggiori informazioni, si invita comunque a consultare i seguenti siti:  live.comune.venezia.itwww.culturavenezia.it

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni