Home / Posts Tagged "programma “Oculus Plus”"

Nuova operazione, da parte del personale del Servizio Sicurezza Urbana della Polizia Locale di Venezia, nell’ambito dei programmi “Oculus” e “Oculus Plus”. Gli agenti sono entrati in azione per effettuare lo sgombero di un area in via Banchina dell’Azoto, a Marghera, occupata abusivamente da cittadini rumeni senza fissa dimora; inoltre questi spesso, nelle stazioni ferroviarie di Mestre e Venezia, esercitano abusivamente l’attività di portabagagli.

 

Lo sgombero dell’area, di proprietà demaniale, si è reso necessario, previa denuncia/querela sporta dall’Autorità portuale. Ciò avviene per garantire la sicurezza dei raccordi ferroviari adiacenti; l’Autorità stessa ha messo a disposizione uomini e mezzi per l’abbattimento di sette baracche e di due tende malsane e macilente, oltre  che per l’asporto di tutto il materiale da bivacco.

 

Inoltre un cittadino rumeno è sottoposto all’identificazione e al deferimento all’autorità giudiziaria, dopo essere stato sorpreso all’interno di una baracca. Grazie all’installazione di una rete lungo tutto il perimetro, l’area è stata messa in sicurezza.

Continuano gli sgomberi previsti dal programma “Oculus Plus” della Polizia locale nelle aree occupate da persone problematiche per la sicurezza urbana.

 

Il programma, che ha preso avvio un mese fa, ha già consentito di liberare le quattro campate cavalcaviarie tra Mestre e Marghera.

 

 

 

Essendo così frequenti, gli sgomberi comportano la rimozione di un numero sempre più esiguo di giacigli, a riprova dell’efficacia dell’azione. Nella mattinata odierna, Veritas e il Servizio Sicurezza Urbana della Polizia Locale hanno rimosso tre giacigli e un divano.

 

 

Le attività continueranno fino al raggiungimento della soluzione definitiva del problema.

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni