Home / Posts Tagged "presentazione candidati"

C’è la giovane campionessa mondiale di pattinaggio, Ilenia Martini e l’imprenditore Ugo Benvenuto; ma anche tanti volti della società civile e politica: un mix di novità ed esperienza per una grande squadra pronta a guidare il cambiamento di Carbonera.

 

Sotto la guida di un sindaco giovane ma determinato a dare la svolta al comune trevigiano come Federica Ortolan.

Benvenuto Ugo, Bettiol Chiara, Bisetto Livio, Bortoluzzi Romeo, Ceschin Oriana, Cogo Manuel, Corbanese Valter, Criveller Maurizio, Francescato Federico, Marcon Giorgia, Martini Ilenia, Maso Claudio, Sartor Roberto, Tempesta Sabrina, Tiveron Ludovica e Zanini Barbara: sono questi i 16 candidati che accompagneranno la trentenne Federica Ortolan verso la corsa alla carica di Primo Cittadino di Carbonera.

 

“Questa lista è la sintesi migliore della forza e delle qualità dei cittadini di Carbonera – sottolinea la candidato sindaco Federica Ortolan – una squadra che propone volti giovani e nuovi, ma anche l’esperienza di imprenditori ed ex consiglieri pronti ad aiutarmi nel provare a cambiare volto a un comune come Carbonera. Grazie a loro e all’impegno di tante altre persone che lavorano dietro le quinte stiamo preparando un futuro migliore per la nostra città”.

 

Nomi noti e meno nella lista che riunisce la forza dell’alleanza del centrodestra, con Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia tutti insieme per guidare il comune trevigiano.

 

Fra i 16 candidati c’è la giovane campionessa di pattinaggio, Ilenia Martini, 25 anni, cresciuta nell’ Asd Pattinaggio Artistico Mignagola con cui ha vinto diversi titoli europei e mondiali, ma anche il volontario Romeo Bortoluzzi, più volte presente nelle esperienze di volontariato in Africa, fino all’imprenditore Ugo Benvenuto, riuscito a superare le difficoltà della crisi e a lanciare una nuova azienda.

 

“Un gruppo unito, una vera squadra – conclude Ortolan – e un altro aspetto importante una lista che rappresenta in maniera puntuale anche tutte le frazioni del comune: abbiamo voluto infatti fare in modo che tutto il territorio comunale fosse presente in questo progetto di rinnovamento e di cambiamento. Lo dice il nostro slogan: a Carbonera è ora di fare”.

Sabato mattina, Il Ponte, lista civica che appoggia la candidatura del sindaco uscente Carola Arena, ha indetto una conferenza stampa per illustrare i punti del suo programma elettorale e presentare i candidati. Erano presenti Lucio Carraro Sandro Del Todesco e il sindaco Carola Arena.

 

Il programma prevede un impegno molto nutrito e impegnativo. Per la verità alcune delle cose elencate sono state all’ordine del giorno della amministrazione uscente senza però essere state realizzate.

 

I suoi esponenti assicurano impegno per:

• realizzare spazi per la cultura e una cittadella dello sport

• le esigenze della scuola

• la promozione e la difesa dei servizi sanitari

• la valorizzazione dell’istituto Gris

• creare un “tavolo delle opportunità” a favore delle nuove povertà e in difesa delle donne e dei minori

• una città sicura ed eco sociale

• l’innovazione delle attività produttive

• per salvaguardare le Cave di Marocco.

 

Un insieme di ottimi propositi per la nostra città e che come comune denominatore dovrebbero avere una cosa: il rispetto per la democrazia.

 

Purtroppo un fatto increscioso accaduto durante la conferenza stampa – e che francamente non ci si aspettava da persona qualificata quale è Lucio Carraro – ha posto seri dubbi sulla democrazia e sul fair play di questa compagine politica.

L’accaduto

La stampa presente ha chiesto spiegazioni su come si intendesse recuperare l’istituto Gris, visto che in questi ultimi cinque anni non sono stati portati avanti i progetti in programma dell’attuale sindaca. Ancora, è stato chiesto come si pensasse di recuperare le Cave di Marocco, dal momento che appartengono a un privato. Infine è stato chiesto di poter visionale il progetto di ampliamento del poliambulatorio (mai mostrato) e il motivo per cui sono stati persi dei servizi.

 

I rappresentanti de Il Ponte hanno risposto accusando la precedente amministrazione e la Lega, mentre il sindaco ha accreditato le responsabilità all’Ulss, affermando inoltre che anche la mancata applicazione del P.A.T. è da attribuirsi alla Regione governata dalla Lega.

 

Alle giuste e circostanziate repliche della stampa presente, Carraro – visibilmente molto alterato – ha tolto la parola ai giornalisti, chiudendo di fatto la conferenza stampa tra gli applausi dei suoi e dimostrando uno scarso senso della democrazia.

 

La stampa era stata invitata per conoscere i candidati e anche per ascoltare e discutere sui programmi, quindi stava svolgendo il lavoro per il quale era stata convocata.

 

Foto credit: Facebook @ilpontelistacivicamogliano

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni