Home / Posts Tagged "evento"

Si terrà l’11 e 12 ottobre l’evento dedicato a WordPress

 

Verona è pronta ad ospitare un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati di WordPress, la piattaforma di publishing online più utilizzata al mondo. GoDaddy è tra i Silver Sponsor del WordCamp Verona 2019, che si terrà l’11 e il 12 ottobre presso l’Hotel San Marco.

 

Sviluppatori, blogger, web designer o semplicemente curiosi delle tecnologie digitali, sono invitati ad incontrare altri membri della grande community WordPress e condividere le proprie esperienze legate al mondo del web e alle potenzialità del CMS più usato al mondo.

 

Durante la giornata di sabato 12 presso lo stand GoDaddy sarà possibile partecipare al gioco “Incontra il tuo avatar gemello”. Ai partecipanti verranno distribuiti degli adesivi con un personaggio GoDaddy, chi troverà una persona con lo stesso adesivo e si recherà in coppia allo stand GoDaddy potrà partecipare all’estrazione di un divertente premio.

 

Il programma è molto ricco e si articola in due giornate. Quella di venerdì 11 ottobre è dedicata al Contributor Day, durante il quale verranno organizzati diversi gruppi di lavoro aperti ad utenti di qualsiasi livello per confrontarsi su varie aree tematiche. Lo scopo è infatti contribuire allo sviluppo di WordPress, un progetto open source in continuo sviluppo grazie al lavoro della sua community di utenti provenienti da tutto il mondo. Sabato 12 ottobre si terranno invece diversi talk d’approfondimento su tematiche quali l’eCommerce, l’User Experience, lo sviluppo di siti e molti altri, con diversi esperti pronti a riportare le loro esperienze e case history di successo.

 

La prima versione di WordPress risale al 2003 e oggi detiene il 58% del mercato tra tutti i CMS presenti, tanto che il 34% dei siti attualmente attivi sul web è costruito con questa piattaforma, un dato che corrisponde a circa a75 milioni di siti, come riportato sul sito ufficiale WordCamp. A partire dal primo evento creato nel 2006 da Matt Mullenweg, oggi sono stati organizzati oltre 1000 WordCamp in 75 città, toccando oltre 65 nazioni in tutto il mondo. 

 

Per scoprire tutti i dettagli su questo evento è possibile visitare il blog di Godaddy all’indirizzo https://it.godaddy.com/blog/godaddy-wordcamp-verona-2019/.

L’associazione di quartiere Ovest-Ghetto scrive alla nostra Redazione per informare che anche quest’anno si terrà la rassegna di teatro e musica all’aperto “Il Parco sale in Palco” (locandina), organizzata dall’Associazione di Quartiere Ovest-Ghetto e giunta alla 14^ edizione.

 

L’evento si terrà da giovedì 4 a lunedì 8 luglio al Parco del Sole, per un totale di cinque serate in compagnia, completamente gratuite.

Si chiama Sant’Antonio casamenteiro ed è un evento particolare quello che avrà luogo domani, sabato 22 giugno, alla Basilica del Santo di Padova.

 

Organizzato per il secondo anno nell’ambito del Giugno Antoniano, questo evento di preghiera e aggregazione accoglierà nella Basilica centinaia di single, indicativamente tra i 20 e i 50 anni, offrendo loro un’occasione di spiritualità, confronto e vicinanza.

 

A promuovere l’iniziativa è Padre Oliviero Svanera, rettore della Basilica. “Tante persone, superata la giovinezza, sentono di non aver ancora trovato la propria strada”, sostiene.

«Non siamo un’agenzia matrimoniale», scherza poi, e sottolinea piuttosto come questo evento voglia dare ai suoi partecipanti la possibilità  di fare nuove conoscenze. Chissà che l’intercessione del Santo riesca poi a creare una relazione stabile, per vivere un futuro sereno al fianco della persona giusta.

 

Il termine casamenteiro prende spunto da una forma di devozione popolare particolarmente diffusa in Portogallo, terra natale di Sant’Antonio, e nei Paesi dell’America Latina, in cui il Santo viene invocato per trovare marito o moglie, ovvero per “accasarsi”. Da qui l’appellativo di “casamenteiro”.

Al di là dell’accasarsi, lo scopo del Sant’Antonio casamenteiro è quello di dare spazio a chi non vuole restare da solo.

 

 

Come si svolgerà l’evento

L’incontro avrà inizio alle 16.30 con l’accoglienza dei partecipanti nello Studio teologico. Seguirà poi la testimonianza del “Gruppo Sale”, che darà occasione di confrontarsi sul tema della solitudine in età adulta.

Alle 19.00 ci si sposterà in Basilica per la Santa Messa, cui seguirà un apericena nel chiostro del beato Luca Belludi accompagnato dalle note della banda musicale di Selvazzano Dentro.

L’evento richiede l’iscrizione online.

 

 

Fonte: www.santantonio.org

L’Holi il festival dei colori, il primo e originale format ideato e portato in Italia da due giovani organizzatori di eventi, il vicentino Marco Bari e il trevigiano Fabio Lazzari, è tornato per travolgere parchi, città e spiagge di musica, colori e tanto divertimento.

 

IL SUCCESSO

Cinque edizioni di successo, raffiche di sold out per un totale di mezzo milione di partecipanti, questa la sintesi di un fenomeno di tendenza che ha conquistato, anno dopo anno, grandi e piccini, giovani e famiglie e che non smette mai di stupire grazie alla sua formula d’intrattenimento fatta di pura gioia di stare insieme tra profumate nuvole di colore.

Il suo successo dilagante ha attirato addirittura l’attenzione del regista Fausto Brizzi che lo ha inserito nel film “Forever Young”, l’unico Holi ad esser entrato nelle sale cinematografiche. E ora tutto è pronto per ripartire per la grande sesta edizione.

 

IL TOUR

Dopo la recente grande anteprima a Piazzola sul Brenta che ha attirato oltre quattro mila “holi lovers”, la festa dei colori più grande d’Italia mette in moto il Summer tour partendo da Sottomarina, una delle spiagge simbolo del divertimento estivo e storicamente la località che ha registrato clamorosi sold out in tutte le scorse edizioni del festival.

 

IL DEBUTTO

Domani, sabato primo giugno dalle ore 18 fino mezzanotte e mezzo lo stabilimento di Sand Beach ospiterà il popolo degli “holi lovers” tra mille arcobaleni, musica e balli per un divertimento sano e spensierato, in virtù dei valori e dei messaggi di amicizia e amore propri della festa indiana a cui si ispira il festival. Gli organizzatori: “Siamo sempre felici di tornare a Sottomarina, è una delle nostre tappe preferite e storicamente tra le più affollate. Sarà una grande festa, dopo tanta pioggia è tempo di colorare il cielo con i nostri arcobaleni”.

 

LE DATE

Ed ecco le primissime date dell’Holi on Tour 2019: sabato 1 giugno a Sottomarina nel Veneziano, domenica 2 giugno grande festa al Carroponte di Milano, mentre sabato 8 giugno esordio a Schio, nel Vicentino e il 15 sul palco dello Sherwood Festival a Padova. A breve altri annunci.

 

COME FUNZIONA

Come funziona il festival è ormai noto a tutti, tanta musica dalla consolle dei dj, il vocalist che annuncia il countdown e alla fine tutti che lanciano in aria o addosso le polverine colorate e via si balla e si canta tutti insieme, ma pochi sanno da dove derivi questo format che ha ispirato i due event manager. Durante la festa indiana denominata “Holi” interi popoli dei villaggi dell’India, Bangladesh, Nepal e Pakistan si lanciano sacchi di polverine colorate e gavettoni per celebrare la rinascita e l’amore e la definitiva sconfitta del male in favore del bene.

 

L’EVENTO

La ricorrenza cade i primavera ed è portatrice di messaggi positivi universali, di amicizia, fratellanza e amore. Lazzari e Bari: “Il nostro festival non si riduce ad un evento per divertirsi, ma è un maniera contemporanea, un veicolo per trasmettere i valori genuini di questa antica ricorrenza e soprattutto per manifestare l’anima solidale che sta alla base di tutto e per la quale abbiamo ideato il festival”. Infatti, ciò che distingue l’Holi il Festival dei colori dagli altri format che lo imitano sull’onda della viralità del fenomeno, è lo scopo solidale.

 

L’INTENTO BENEFICO

Fin dall’esordio del festival, Lazzari e Bari raccolgono fondi per la Fondazione Fratelli Dimenticati che aiuta i bambini audiolesi di un villaggio in India. La Fondazione Fratelli Dimenticati è una onlus di Cittadella, nel Padovano, che finanzia un progetto a Nandanagar, un villaggio nel Nord-Est dell’India dove nel 2006 è stata istituita la Ferrando School, un istituto che accoglie bambini audiolesi con l’obiettivo di intervenire precocemente nella diagnosi e nella cura della sordità attraverso percorsi terapeutici.

Domenica 12 maggio, alla radura del “Bosco di Franca”, si rinnova l’appuntamento con la “Festa del Bosco di Mestre”; manifestazione promossa, per il terzo anno consecutivo, dall’Associazione Bosco di Mestre con la collaborazione del Comune di Venezia, l’Istituzione Bosco e Grandi Parchi e Ocrad (il Dopolavoro della Regione Veneto).

L’obiettivo è quello di far vivere e conoscere sempre più ai cittadini questa grande oasi naturalistica nonché insostituibile grande polmone verde della città; vasta ormai circa 230 ettari, che si estende a macchia di leopardo nei quartieri di Mestre, Carpenedo, Campalto, Carpenedo, Favaro e Dese.

 

Il calendario della giornata sarà ricco di appuntamenti:

– dalle ore 9 a Forte Cosenz, sarà possibile visitare la mostra ornitologica;
– alle ore 10.30 è prevista la partenza in bici dal parcheggio di via Verrazzano a Mestre per raggiungere il “Bosco di Franca” guidati dai soci della Fiab Mestre e del Pedale Veneziano;
– dalle ore 10.30 si aprono le visite guidate ai boschi “Ottolenghi”, “Franca” e “Zaher” (a piedi o in carrozza trainata da cavalli), con camminata guidata alla scoperta delle specie di uccelli presenti nell’area;
– alle 11.30 si terrà il concerto en plein air con la “Giovane Orchestra Metropolitana”
– alle 12.30  è previsto il pranzo al sacco (che potrà essere acquistato anche il loco)
– dalle 15 si terranno attività e giochi all’aperto con “Nordic walking” Mestre e altre visite naturalistiche.

 

Per ulteriori informazioni: www.assboscomestre.it      cell. 3296986704

Fiaticorti, festival internazionale del cortometraggio indetto dal Progetto Giovani del Comune di Istrana (TV), con la pubblicazione del nuovo bando dà avvio all’edizione 2019 e celebra il proprio ventennale.

 

 

L’EVENTO

 

È una manifestazione voluta, organizzata e pensata da un gruppo di giovani under 30; essa si distingue tuttavia per la storia ormai ventennale. Fiaticorti è infatti il primo festival di cortometraggi della provincia di Treviso, uno dei due più antichi del Veneto – nato in concomitanza con Circuito Off -, e tra i più longevi a livello nazionale. Oggi in Italia i festival dedicati ai cortometraggi sono circa 200, e Fiaticorti in questo panorama è una tra le manifestazioni più conosciute e ambite. In vent’anni hanno partecipato al concorso circa 8 mila cortometraggi, rappresentando ben 120 paesi del mondo.

 

IL VENTENNALE

 

Fiaticorti raggiunge l’importante traguardo dei vent’anni – spiega Maria Grazia Gasparini, sindaco del Comune di Istranae non possiamo che esserne molto fieri, anche perché si tratta di un progetto nato e portato avanti con professionalità e passione dai cittadini più giovani del nostro comune. È inoltre un festival che coinvolge numerose realtà del territorio e non solo, creando reti e sinergie in continua espansione”.

 

IL BANDO

 

Il bando di partecipazione all’edizione Fiaticorti 20 è stato appena pubblicato e prevede come di consueto tre sezioni: Fiaticorti, dedicata a cortometraggi di genere vario; FiatiComici, riservata a cortometraggi di genere comico, satirico o demenziale; e Premio FiatiVeneti, per filmati realizzati da autori residenti in Veneto (a quest’ultima sezione di gara la partecipazione è automatica per autori residenti in Veneto o filmati dedicati al Veneto). Indipendentemente dalla sezione, il tema è libero e la durata delle pellicole non può superare i venti minuti. Ogni autore, inoltre, può iscrivere una sola opera per sezione e ogni cortometraggio può concorrere per una sola categoria.

 

Sono ammesse opere realizzate dopo il 1° gennaio 2018, iscrivibili attraverso le piattaforme Festhome.com, Filmfreeway.com, ClickForFestivals.com, Movibeta.com entro il 31 agosto 2019 (https://www.fiaticorti.it/iscrizione).

 

 

PREMI

 

Una giuria di esperti e operatori del settore esaminerà le opere ammesse al concorso e assegnerà i premi:

 

  • Premio Fiaticorti, al miglior cortometraggio;
  • Premio FiatiComici, al miglior cortometraggio comico;
  • Premio FiatiVeneti, al miglior cortometraggio sezione FiatiVeneti;
  • Miglior interprete Fiaticorti, alla miglior attrice o attore dei cortometraggi in gara.

 

La premiazione avverrà a novembre 2019 e sarà preceduta dalla rassegna dei corti selezionati dalla direzione artistica guidata da Bartolo Ayroldi Sagarriga (orari e luoghi verranno successivamente comunicati). Il vincitore del Premio Fiaticorti riceverà la somma di 500,00 euro.

 

Il concorso è realizzato con il patrocinio  della Regione Veneto e della Provincia di Treviso, in collaborazione con Associazione Vertigo, Pro Loco comunale di Istrana, 51° Stormo dell’Aeronautica militare. Il concorso Fiaticorti rientra nel circuito RetEventi della Provincia di Treviso.

 

Fiaticorti è stato istituito nel 2000 sull’onda di un’opportunità nascente, girare video home made: una scelta lungimirante se si pensa a quanta strada è stata fatta in questa direzione (dai video girati con i telefoni cellulari al videogiornalismo partecipativo). Ma l’identità del festival, fedele a quella del classico cineforum anni Settanta, è sempre rimasta la stessa, con la volontà di trasmettere la cultura e la passione per i cortometraggi, scegliendo di non affiancare eventi collaterali di diverso genere.

 

Non solo, Fiaticorti dall’edizione 2011 ha assunto anche una valenza pedagogica. Durante le serate di rassegna il pubblico non assiste soltanto alla visione dei cortometraggi; anzi, sarà invitato a partecipare ad un vero e proprio laboratorio di analisi cinematografica volto a valorizzare gli aspetti espressivi, stilistici e contenutistici; talvolta – soprattutto da parte di un pubblico meno esperto – possono non essere colti. Tale approfondimento favorisce uno scambio di opinioni e valutazioni tra il pubblico in sala, la giuria e gli organizzatori.

 

 

LE COLLABORAZIONI

 

Il festival collabora con altre manifestazioni venete. Tra queste: il Premio Vincenzoni di Treviso, il Festival del Viaggiatore di Asolo, e nel 2017 ha collaborato a Fotogrammi veneti – i giovani raccontano promosso dai Comuni di Quinto, Istrana, Paese e Morgano in provincia di Treviso e finanziato dalla Regione del Veneto per la realizzazione di una serie di cortometraggi con focus sul Veneto. Inoltre con “Ciak si gira” sono stati organizzati corsi rivolti ai giovani del territorio, con la partecipazione del direttore artistico di Fiaticorti, Bartolo Ayroldi Sagarriga.

 

 

PER INFO

sito: www.fiaticorti.it,

mail: [email protected]

Sabato 27 APRILE, alle ore 17, presso l’area INFOPOINT INFOVOX del CENTRO COMMERCIALE AUCHAN PORTE DI MESTRE, avrà luogo la presentazione del libro “Salsa, passioni e tradimenti” scritto da Giorgio Girace, scrittore locale. Modera l’incontro Pierluigi Rizziato, giornalista e scrittore.

 

Girace nasce a Salerno nel 1959 ma vive e lavora a Mestre. Appassionato di storia antica, di filosofia, ma soprattutto di ballo, ha scelto proprio questa sua passione come tema principale del suo romanzo.

 

“Salsa, passioni e tradimenti” è la storia di un amore improbabile, le cui basi poggiano sul compromesso del tradimento. Il protagonista, Glauco, è un provetto ballerino di salsa che fa quel che può per accontentare il gentil sesso ma confuso da un fallimento coniugale, si introdurrà in un vicolo cieco di falsi amori e false gioie.

 

La presentazione del libro sarà intervallata da momenti danzanti e momenti canori, performance artistico-musicali a cura delle figlie dell’autore stesso.

 

I libri sono acquistabili presso il punto vendita Feltrinelli all’interno del centro commerciale Auchan Porte di Mestre.

Ogni stagione porta con sé caratteristiche ben precise, a cui il nostro corpo deve adattarsi: per agevolarlo in questi passaggi, è possibile focalizzare l’attenzione sull’elemento che, secondo la Medicina Tradizionale Cinese, caratterizza il periodo.

 

Grazie allo Stretching energetico dei meridiani è possibile armonizzare mente e corpo all’elemento che domina la stagione.

 

L’appuntamento è a Villa Margherita a Treviso, sabato 11 maggio, alle ore 11.

 

Alcune caratteristiche di questo elemento:

• Orario di attività dell’elemento: 11:00-15:00

• stagione: estate

• punto cardinale: sud

• gusto: amaro

• odore: bruciato

• senso: tatto

• tessuti: sangue e vasi sanguigni

• voce: allegra

• agente esterno: caldo

• colore: rosso

• emozioni: gioia, allegria

 

Al termine, ci sarà una meditazione in connessione con la natura per stimolare il contatto con il cuore, in armonia con l’elemento fuoco.

 

Le iscrizioni sono aperte fino a martedì 7 maggio.

 

 

Insegnante e curatrice dell’evento: Alessandra Ramelli, istruttrice di ginnastiche posturali, Pilates e Stretching Energetico dei Meridiani

 

Conduce la meditazione: Roberta Marzola, facilitatrice in tecniche per il riequilibrio energetico, insegnante di meditazioni attive.

 

In caso di pioggia l’evento si terrà presso la palestra Strada Facendo Indoor.

Dopo il grande successo dell’anno scorso, domenica 5 maggio torna la Treviso in rosa, la grande manifestazione a passo libero dedicata a tutte le donne.

 

Le iscrizioni vanno a gonfie vele. Così a gonfie vele che per venire incontro alla numerose richieste di partecipazione si è deciso di prorogare il termine di chiusura delle iscrizioni, inizialmente previsto per il 21 aprile.

 

In questi giorni stanno progressivamente chiudendo i punti d’iscrizione esterni, che gli organizzatori invitano a non utilizzare più, ma sarà ancora possibile iscriversi a Treviso in rosa attraverso due modalità:

• compilando l’apposito modulo per l’iscrizione individuale, disponibile nel sito e seguendo le indicazioni che vi sono contenute

• utilizzando la procedura d’iscrizione online (pagamento con carta di credito – circuiti Visa, Visa Electron o MasterCard) attraverso il portale Enter Now (spese di commissione a carico di chi effettua l’iscrizione). Clicca qui.

 

La data di chiusura ufficiale delle iscrizioni alla Treviso in rosa sarà comunicata con adeguato anticipo sui canali social e nel sito internet della manifestazione.

V come Vedrai che spettacolo!

Per festeggiare la giornata delle uova di cioccolato, il Valecenter presenta delle aperture straordinarie e tante sorprese!

 

Sabato 20 e lunedì 22 aprile (dalle 09 alle 21) le porte del centro commerciale di Marcon (VE) saranno aperte al pubblico, non solo per lo shopping, ma anche per eventi di condivisione e intrattenimento.

 

È questa l’anima di Valecenter, che con un mood propositivo e pronto a soddisfare le esigenze di tutte le tipologie di target, in occasione della festività pasquale ha deciso di pianificare molteplici attività, soprattutto per i più piccoli.

Ed è così che le gallerie del centro commerciale prenderanno vita rendendo la visita un vero e proprio evento a 360 gradi, dove sarà possibile rivivere la storia de La Fabbrica di Cioccolato con Willy Wonka e i fedelissimi aiutanti Unpa Lumpa, in un musical sorprendente per grandi e bambini.

 

Animatori e mascotte pronte a scattarsi foto ricordo con i bambini, musica e ovetti di cioccolato: due giorni dedicati completamente al cliente in un’atmosfera di festeggiamenti.

 

Orari di apertura

Lunedì 22 aprile: 09-21
Giovedì 25 aprile: 09-21
Mercoledì 1° maggio: 09-21

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni