Home / Posts Tagged "Dolo"

Un evento al di sopra delle aspettative quello di ieri sera, a Dolo, per la festa aziendale dei 50 anni di fondazione di Horeca Brenta, azienda veneta leader nel settore della distribuzione.

 

“Oggi è un giorno speciale, perché festeggiamo i primi 50 anni di Horeca Brenta! 50 anni di obiettivi mirati, scelte e cambiamenti. 50 anni di impegno costante e di tante belle soddisfazioni.” Ad aprire i festeggiamenti, Patrizio Salmaso, titolare dell’azienda veneziana, che ha accolto gli oltre 500 invitati, cui ha rivolto un sentito ringraziamento per il loro prezioso contributo.

 

 

La figlia Silvia Salmaso, Responsabile marketing dell’azienda, ha poi premiato tutti i clienti, fornitori e dipendenti che hanno dato il loro prezioso contributo nel corso di questo importante percorso.

 

Ad allietare il piacevole clima di festa non sono mancati il buon cibo e l’ottima birra artigianale Corti Veneziane, misti alla simpatia e alle battute di Moreno Morello, inviato di Striscia la Notizia, special guest della serata.

 

Horeca Brenta può così aggiungere ai suoi ricordi più affezionati anche questa splendida serata di festeggiamenti, testimonianza del fatto che quando si affronta la quotidianità lavorativa con entusiasmo e tenacia, i grandi successi non tardano ad arrivare!

 

Chi è Horeca Brenta

Horeca Brenta, fondata nel 1969, è un’azienda al passo con i tempi, che ha fatto della sua storia il motore per guardare con sicurezza il futuro a venire.

 

Mai come nel settore della distribuzione e in particolare quello delle bevande necessario proporre uno stile di vendita giovane e dinamico, sempre pronto a rispondere alle diverse esigenze di mercato. Questa consapevolezza che ha portato l’azienda di Dolo a essere un solido punto di riferimento nelle province di Venezia, Padova e Treviso. Con una selezione di oltre 8000 referenze e un servizio puntuale, Horeca Brenta si rivela un partner sicuro e affidabile in tutto il territorio nazionale.

 

 

Dolo (VE), 2 ottobre 2019

Il caldo torrido di questi ultimi giorni ci ha fatto venir voglia di grigliate in giardino, pic-nic al mare e birrette in compagnia degli amici!

 

Oggi vogliamo perciò raccontarvi qualcosa di nuovo sulle birre artigianali Corti Veneziane, a partire dalle loro coloratissime bottiglie raffiguranti incantevoli luoghi di Venezia.

 

Acqua purissima, luppolo delle migliori varietà, lievito naturale e malto sono gli ingredienti di queste birre artigianali di qualità: un prodotto non pastorizzato e non filtrato, e soprattutto privo di conservanti e coloranti!

 

Altro segno distintivo sono i loro simpatici nomi, così ancorati al territorio – e al dialetto! – veneto, di cui sono originari. Vi presentiamo allora la Boca de Basi, la Redentor, la Ciaro di Luna, la Cankara, la Biondina, la Kanaja e la Carneval.

 

Il loro gusto e la frizzantezza equilibrata derivano da antiche ricette, oggi rispolverate e fatte proprie dai Mastri Birrai di casa Corti Veneziane.

 

Corti Veneziane è un brand solido e conosciuto, complici la fiducia dei consumatori e un buon progetto di comunicazione digitale alle spalle made in WTN.

Alle 14.45, i Vigili del fuoco sono intervenuti per un incidente stradale tra due automezzi pesanti al km 375 dell’autostrada A4 in direzione Milano, nel territorio di Dolo: ferito un autista. Le squadre dei pompieri accorse da Mestre e Mira hanno messo in sicurezza i mezzi ed estratto un conducente rimasto incastrato nella cabina. Il ferito è stato preso in cura dal personale del Suem 118 e trasferito in ospedale. Sul posto la Polstrada al personale ausiliario dell’autostrada.

 

Alle 12 circa di ieri i Vigili del fuoco sono intervenuti in via Rizzo a Dolo per un incendio divampato in una casetta adibita a ricovero attrezzi agricoli e poi esteso alla facciata dell’attigua abitazione. Decine le chiamate alla sala operativa del 115 per l’alta colonna di fumo visibile a distanza.
I Vigili del fuoco, arrivati da Mira e da Mestre con 3 automezzi e 9 operatori, sono riusciti  a circoscrivere le fiamme, evitando il coinvolgimento dell’intera abitazione. Le cause del rogo sono al vaglio dei tecnici dei vigili del fuoco. Le operazioni di soccorso sono terminate dopo circa tre ore.

 

POST TAGS:

Grande partecipazione per la 22^ edizione della gara che domenica 7 aprile, alle 9.15, scatterà da Mira e toccherà anche Dolo, Fiesso d’Artico e Stra

 

-2 giorni alla Dogi’s Half Marathon. Il conto alla rovescia per l’edizione 2019 della mezza maratona della Riviera del Brenta è ormai agli sgoccioli. Organizzata dall’Atletica Riviera del Brenta, in collaborazione con il Centro Nazionale Sportivo Libertas, la Dogi’s Half Marathon partirà da Mira, nel Veneziano, alle 9.15 di domenica 7 aprile, per andare a toccare anche i Comuni di Dolo, Fiesso d’Artico e Stra.

Quasi duemila gli iscritti, in rappresentanza di 12 nazioni

Keniani ed etiopi saranno gli atleti da battere nella 22^ edizione della Dogi’s Half Marathon. L’aggiunta dell’ultima ora è rappresentato dall’esperto keniano Cosmas Kigen, 2h09’43” di primato personale nella maratona (2011), reduce dal successo di domenica scorsa all’Unesco Cities Marathon. Riflettori puntati inoltre sui connazionali Kimosop Kiprono (1h02’15”), desideroso di riscattare il ritiro al 34° chilometro dell’Unesco Cities Marathon dopo un veloce passaggio a metà gara (1h06’44”), e Ken Mutai (1h05’37” di personale, stabilito il 24 febbraio, giungendo secondo a Treviglio).

 

Tra gli italiani da seguire il trevigiano Roberto Graziotto (Tornado), oltre a Matteo Gobbo (Atl. Biotekna Marcon), Matteo Penazzato (Atl. Riviera del Brenta) ed Enrico Simoli (Atl. Biotekna Marcon). Tra le donne, pronostico a favore dell’etiope Meseret Engidu Ayele, reduce dalla vittoria della Mezza del Marchesato a Saluzzo, dove ha portato il personale a 1h14’15”, e, prima ancora, dal quinto posto dei Societari tricolori di cross di Venaria Reale. Puntano ad un piazzamento di prestigio anche la vicentina Greta Pizzolato (Pol. Aurora) e le veneziane Anna Busetto (Atl. Due Torri Sporting Noale), terza nel 2018, Jessica Doria (Generali Runners) ed Erika Michielan (Amatori Atl. Chirignago). Al via pure Elena Camali (Atl. Riviera del Brenta) e l’ex azzurra Silvia Sommaggio.

 

Una vigilia di corsa

Una festa all’insegna dello sport e della solidarietà che scatterà già domani, sabato 6 aprile, alle 15, con l’apertura dell’Expo nella piazza del Municipio di Mira. La vigilia della Dogi’s Half Marathon sarà scandita da alcuni eventi collaterali:

• il Giocatletica (alle 15.30), che impegnerà in giochi sportivi i giovani (6-11 anni) dell’Atletica Riviera del Brenta

• la presentazione dei pacer (alle 16.30)

• l’esibizione di balli latini del laboratorio coreografico Danzarte del liceo “Stefanini” di Mestre (alle 17)

• spazio al libro di Alberto Rosa “La Regina di New York” (alle 17.30)

• infine, la presentazione dei progetti di solidarietà che accompagneranno la 22^ Dogis Half Marathon (alle 18). All’Expo, per i ritardatari, sia sabato che domenica (sino alle 8.30), sarà anche possibile iscriversi alla Dogi’s Half Marathon.

 

 

 

Presenti anche gli operatori del BLS-RUN TEAM

Se c’è un problema di cuore, alla Dogi’s Half Marathon l’aiuto arriverà di corsa. Nel vero senso della parola. Al via della mezza maratona ci sarà infatti anche il BLS-RUN Team “…rianimatorINcorsa”, una squadra di podisti abilitati a svolgere manovre di rianimazione cardiopolmonare e defibrillazione precoce.

 

Gli atleti del BLS-RUN Team, con le loro magliette arancioni, saranno guidati dal creatore del gruppo Gianni Stelitano.

 

La speranza è sempre la stessa: che i componenti del BLS-RUN Team possano godersi la corsa come tutti gli altri atleti, senza dover mai intervenire per soccorrere qualcuno.

 

Di corsa con gli Amici di Diego

Ci saranno anche gli Amici di Diego a colorare di sorrisi e allegria la Dogi’s Half Marathon. L’associazione è nata nel 2007 con l’obiettivo di portare i ragazzi con disabilità a partecipare a maratone, mezze maratone e corse su altre distanze. Presieduta da Stefano Franceschin, l’associazione è composta da 16 ragazzi e da una settantina di soci. Gli atleti che corrono assieme agli Amici di Diego spingono le carrozzine lungo il percorso di gara, facendo assaporare ai ragazzi l’esperienza e la gioia del mondo podistico, in un contorno di risate e allegria.

 

Ritmo e palloncini 

Quattordici angeli custodi” per fare della Dogi’s Half Marathon un’esperienza ancora più divertente e alla portata di tutti. Anche quest’anno, alla mezza maratona dei Dogi, funzionerà un servizio di pacer per gli atleti che parteciperanno alla gara con un obiettivo cronometrico prefissato.Sette le fasce di ritmo: da 1 ora 25’ a 2 ore. Un intervallo di tempo ampio, in modo da coinvolgere atleti di ogni livello e preparazione. Gli “angeli custodi” della Dogi’s Half Marathon sono già stati protagonisti delle quattro tappe di Meet your Pacer”, gli allenamenti collettivi del sabato mattina che hanno toccato le diverse località della Riviera del Brenta. Ora l’obiettivo è dare ritmo a tutti i partecipanti alla Dogi’s Half Marathon. Ecco i pacer della mezza maratona dei Dogi, suddivisi per ritmo colore del palloncino:  1h25’ (palloncino rosso): Francesco Caroni e Riccardo Miola.1h30’ (palloncino blu): Marco Brancalion e Alberto Rigotti. 1h35’ (palloncino azzurro): Denise Furlanetto e Paolo Miola. 1h40’ (palloncino verde): Riccardo Mangino e Federico Lazzari. 1h45’ (palloncino giallo): Claudia Pernumian e Floriano Maragno. 1h50’ (palloncino rosa): Angela Varotto e Francesco Mastrangelo. 2h00’ (palloncino fucsia): Raffaella Stefani e Matteo Favaretto.

 

Il Trofeo Team Elite

L’edizione 2019 della Dogi’s Half Marathon coinciderà con il Trofeo Team Elite, una gara a squadre dedicata a tutte le società che si presenteranno al via della mezza maratona con almeno dieci atleti. Il Trofeo Team Elite premierà il team tecnicamente più forte, ossia quello che otterrà il miglior tempo complessivo sulla base della somma delle migliori dieci prestazioni cronometriche realizzate dai suoi atleti. In palio, per la squadra vincitrice, dieci iscrizioni gratuite per l’edizione 2020 della Dogi’s Half Marathon. Un bel modo per premiare il vero spirito di squadra.

 

Una maratona solidale

Dogi’s Half Marathon, da sempre, è anche una corsa solidale. Quest’anno, tra gli obiettivi della mezza maratona dei Dogi, c’è il sostegno a due iniziative che mettono al centro le persone e la natura. Il 7 aprile, sulle strade della Riviera del Brenta, si correrà anche per il Progetto “CasaNostra”, una struttura dedicata a persone con sindrome di Down, che pulsa nel cuore di Mestre. Voluta da AIPD sezione Venezia-Mestre, “CasaNostra” non è un’isola separata dal mondo. È una casa tra le case (si trova in via Spalti 26), che permette agli utenti di affrontare in autonomia i vari momenti della vita quotidiana, cercando anche di integrarsi con la comunità per ricevere e dare una mano. Ad oggi, i costi del progetto (personale, affitto, utenze, spese vive) sono completamente a carico dei partecipanti e delle loro famiglie. Il sostegno della Dogi’s Half Marathon andrà in questa direzione. Dalle persone alla natura. Dogi’s Half Marathon, quest’anno, correrà anche a favore di un progetto di ripristino dei sentieri del Cadore, devastati dal maltempo dello scorso autunno. Il progetto si chiama il “Sentiero della solidarietà” e vedrà la Dogis Half Marathon affiancare la sezione CAI di Dolo. I volontari del CAI interverranno in particolare modo nella sistemazione di uno dei sentieri che portano al rifugio 7° Alpini, nel Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. Il rifugio 7° Alpini costituisce la principale base alpinistica del gruppo della Schiara ed è la tappa finale dell’Alta via n.1 , un percorso lungo circa 150 km, che parte dal lago di Braies e arriva a Belluno. I volontari saranno impegnati nel recupero e ripristino dei sentieri che sono stati seriamente danneggiati e in parte anche cancellati dalla disastrosa caduta degli alberi. Non ultima, sarà necessaria la sistemazione e il ripristino della segnaletica bianca e rossa tipica dei sentieri che molto spesso è presente sugli alberi, ora assente o parziale. L’aiuto della Dogi’s Half Marathon andrà dunque ai volontari e si tradurrà in materiali, attrezzature e generi necessari al compimento del progetto.

 

VilleCard nel pacco gara

Si rinnova anche quest’anno la collaborazione tra la Dogi’s Half Marathon e VilleCard, la carta personale che dà diritto a un biglietto scontato per l’ingresso nelle ville della Riviera del Brenta a scelta tra quelle aderenti al circuito. Nel pacco gara gli atleti troveranno una VilleCard omaggio logata Dogi’s Half Marathon.

 

Sponsor

Corrono con l’edizione 2019 della Dogi’s Half Marathon: Macron (sponsor tecnico), L’Insalata dell’Orto, Goccia di Carnia, Argos, Esa Line, EthicSport, Stefar, Interspar, Surteco, Salumificio Fratelli Celin, Pasticceria Zaggia, Parafarmacie Beggio, Boldrin Espurgo, Automazione Veneta, Al Molino Fioreria, Farmacia Beggio, Bielo Hub.

L’edizione numero 41 di Riviera Fiorita aprirà venerdì 5 aprile la stagione turistica 2019 della Riviera del Brenta e della Terra dei Tiepolo.

 

Ad inaugurare la rassegna che si ripropone forte di un restyling maturato grazie alla neo-costituita Organizzazione di Gestione della Destinazione (OGD) Rivera del Brenta e frutto di un lavoro congiunto tra Amministratori Pubblici, Categorie economiche e Operatori turistici con San Servolo Servizi società in house della Città metropolitana di Venezia.

 

 

L’APERTURA

Come capofila, sarà lo spettacolo Incanti d’Acqua, in programma a Stra, nel ramo d’acqua di fronte al ponte del Torresino. Musica, balli, rievocazioni storiche, gastronomia: questi gli ingredienti del programma che avrà inizio alle 19.30 e si concluderà attorno alle 23.00.

 

 

IL PROGRAMMA

Il programma della nuova edizione di Riviera Fiorita è stato presentato a Mira, a Villa Widmann, dove ad illustrare le novità della manifestazione c’erano Andrea Berro, Amministratore Unico di San Servolo Srl; Alberto Polo, Presidente Ogd Riviera del Brenta Terra dei Tiepolo e Sindaco di Dolo; Andrea Martellato, Presidente dell’Unione dei Comuni Città della Riviera del Brenta e Sindaco di Fiesso d’Artico; Marco Dori, Sindaco di Mira; Mario Ferraresso, Assessore LLPP del Comune di Stra; Massimo Calzavara, in rappresentanza della Città Metropolitana di Venezia.

 

“Per la 41^ edizione di Riviera Fiorita si è riusciti a costituire un’organizzazione diversa in cui San Servolo Servizi Metropolitani ha fatto da capofila all’iniziativa, radunando tutti comuni del territorio della Riviera del Brenta e della Terra dei Tiepolo per creare un rinnovamento della manifestazione. Un evento che si concretizza non più in una sola giornata, ma che, da aprile a settembre, riunisce tutti gli eventi già presenti sul territorio sotto un unico cappello”. Dice l’amministratore Andrea Berro.

 

 

L’EVENTO

Riviera Fiorita è uno degli eventi più caratterizzanti di questa destinazione, promuove e valorizza asset strategici del territorio come le ville, i percorsi fluviali, il legame con Venezia, inseriti in un sistema di accoglienza con un’offerta gastronomica e alberghiera di indiscussa qualità.

 

La scelta di anticipare ad aprile la manifestazione abbandonando il periodo di settembre che aveva caratterizzato l’appuntamento nei suoi 40 anni, è stata una scelta ponderata per fare da volano a tutte le manifestazioni e iniziative poi spendibili turisticamente nell’area metropolitana della Riviera del Brenta.

 

È nata così l’idea di inserire un nuovo appuntamento di grande appeal e fascino che attirasse l’attenzione degli operatori della filiera turistica e aggregasse le manifestazioni a tema fiorito che popolano i calendari da aprile a giugno in Riviera del Brenta e nella Terra dei Tiepolo fino al Terraglio.

 

“L’evento è frutto di una forte collaborazione che ha messo insieme gli eventi del territorio del Brenta, fino a quello del Terraglio, e rappresenta un modo per aggredire il mercato del turismo dimostrando di saper essere uniti. È una collaborazione che fa ben sperare”, ha evidenziato il sindaco di Dolo Alberto Polo.

 

“È un evento importante per la Riviera del Brenta ma anche per la Città Metropolitana di Venezia – ha spiegato Massimo Calzavara – dimostra come occorra continuare a percorrere la strada della sinergia, elemento che ha sempre caratterizzato la Città Metropolitana in questi anni.”

 

Per il lancio della destinazione, inoltre, si è pensato ad un evento che facesse sintesi di alcuni elementi fortemente identificativi: il legame con Venezia, il tema dell’acqua, le suggestioni della notte, la valorizzazione della Voga alla Veneta, la gastronomia, il ballo.

 

 

LE NOVITÀ

È così nata l’idea di proporre Incanti d’acqua lo spettacolo che ha aperto il Carnevale 2018 di Venezia in Rio di Cannaregio con la Festa Veneziana sull’Acqua, nella suggestione della sera, nella magia degli 4 elementi: terra, fuoco, acqua, aria. Ospite d’onore: la Voga alla Veneta con le Remiere di rappresentanza che parteciperanno al corteo acqueo come fulcro stesso dello spettacolo curato nella regia dalla società Wavents.

 

L’esibizione (inizio attorno alle 22.20) unisce acqua e cielo creando quadri scenici ora in sospensione aerea, ora sull’acqua grazie all’utilizzo di barche come palcoscenico per ospitare particolari strutture luminose ed artisti con coreografie di fuoco.

 

Il danzatore acrobata Nico Gattullo, già protagonista del Corteo di San Nicola di Bari, del Ballo del Doge di Venezia e giovane stella delle arti performative italiane sarà il protagonista di questo viaggio tra bellezze naturali e bellezze artistiche che contraddistinguono la Riviera del Brenta, un territorio in cui storia, arte e natura si fondono da secoli creando un paesaggio unico nel suo genere.

 

Lo spettacolo celebra i grandi fasti del Settecento veneziano che in questo territorio hanno le loro testimonianze più belle e famose, creando continui rimandi al barocco, alla città di Venezia e al suo celebre Carnevale.

 

La direzione di produzione è affidata a Massimo Andreoli, già responsabile dei cortei storici del Carnevale di Venezia. La direzione artistica è curata da Gabriele Bonvicini, musicista con esperienza ventennale e responsabile artistico di numerosi grandi eventi. La regia è curata dal padovano Alessandro Martello.

 

Per il pubblico che assisterà alle esibizioni in programma dalle 19.30 a terra saranno a disposizione anche mini truck-food con golosità di vario tipo da gustare nell’attesa dello spettacolo.

 

 

CONTATTI E INFO

Mail: [email protected]

Pagina Facebook: Riviera Fiorita

Sito: www.riviera-fiorita.it

 

 

GLI APPUNTAMENTI

venerdì 5 aprile

Stra/Vigonovo – Ramo d’acqua davanti al Ponte del Torresino

ore 19.30 – 23.00

Specchio specchio delle mie brame qual è la scarpa più bella del reame

MUSEO DELLA CALZATURA DI VILLA FOSCARINI ROSSI

ore 19.30-23.00

Indossa, fotografa e condividi sui tuoi profili social alcune preziose calzature presenti nel Museo della Calzatura. Potrai essere scelto come nostro ospite all’evento: “Pasquetta in Villa”. L’accompagnamento musicale dal vivo, a cura della scuola di musica IL PENTAGRAMMA, rallegrerà l’atmosfera e renderà la visita delle sale ancora più piacevole.

Food Truck

PARCO DELLE RIMEMBRANZE

ore 19.30 – 23.00

In attesa dello spettacolo una gustosa selezione a cura di: Languorino, Boom Brasil, Mamakebon

Tour in notturna in Battello

ore 20.15- IMBARCO DA PORTA PORTELLO (PADOVA) oppure

ore 21.00-imbarco da Dolo (VENEZIA)

navigazione verso Stra (VE) per assistere allo spettacolo Incanti d’Acqua.

Al termine, navigazione di rientro.

Durante il percorso saranno serviti, una degustazione di salumi e formaggi nel tratto da Padova, vino e biscotteria tradizionale veneziana nel tratto da Dolo.

Biglietto: € 13. Prenotazione obbligatoria

Tour da Padova a cura di Delta Tour. Info sul sito e pagina FB

Tour da Venezia a cura di Artemartours. Info sul sito e pagina FB

 

 

La Magia del Tango

RAMO D’ACQUA DAVANTI AL PONTE DEL TORRESINO

ore 22.00

Esibizione di tango con ballerini argentini su un tipico “Gondolone” veneziano

A cura della Rari Nantes Patavium 1905

Incanti d’acqua

RAMO D’ACQUA DAVANTI AL PONTE DEL TORRESINO

ore 22.20

Un inedito connubio di performance aeree, strutture luminose su barche, evoluzioni di fuoco, luci e musica, che colorerà e animerà le acque del fiume Brenta. Lo spettacolo celebra la primavera in arrivo che tinge di vita un paesaggio di rara bellezza come quello creato dal corso del fiume Brenta.

A cura di Wavents Events & Services

Poco prima della mezzanotte, i Vigili del fuoco sono intervenuti in autostrada A4 all’ingresso dell’area di servizio di Arino di Dolo in direzione Venezia, per un tamponamento di un mezzo pesante da parte di un’auto: deceduto l’uomo alla guida della vettura. I pompieri accorsi da Padova e Mira hanno messo in sicurezza i mezzi e soccorso l’uomo, ma purtroppo il personale medico del Suem 118 ha dovuto constatare la morte dell’uomo 40 enne, che era alla guida di una Giulietta. Coinvolto parzialmente anche un furgone nell’incidente.

La polstrada ha eseguito i rilievi del sinistro per ricostruire la dinamica dell’incidente. Sul posto il personale ausiliario dell’autostrada. Le operazioni di soccorso sono terminate alle 2.00 circa.

A fine dicembre sono stati rivelati i risultati della quarta edizione del Best Italian Beer 2018, il concorso ideato da FederBirra e promosso dal Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del Turismo, con lo scopo di selezionare le migliori produzioni italiane di birra – rigorosamente artigianale – attraverso i criteri di selezione rimessi a una giuria popolare di appassionati bevitori.

 

Dopo il triplice successo della scorsa edizione, il 2018 ha regalato al Birrificio Corti Veneziane di Dolo (Ve) sorprese ancora maggiori e ben quattro riconoscimenti!

 

Una delle soddisfazioni più grandi è quella che ha visto la Kanaja di nuovo protagonista: birra in stile Pils doppio malto dal gusto lievemente amaro, già vincitrice del Luppolo d’Argento nella scorsa edizione, che stavolta è svettata in cima alla classifica, conquistando il Luppolo d’Oro. Stessa sorte per la pregiata rossa Boca de basi, particolarmente amata per le sue note caramellate e la sua schiuma fine e cremosa.

 

I successi non sono mancati nemmeno per la Biondina e la Carneval, due birre beverine dal gusto armonioso ed equilibrato, che si sono piazzate sul podio portando a casa rispettivamente un Luppolo d’Oro e un Luppolo di Bronzo.

 

Nato poco più di tre anni fa, il Birrificio Corti Veneziane si arricchisce così di quattro prestigiosi premi che esaltano tutta l’eccellenza di una birra artigianale di qualità, non pastorizzata, non filtrata e priva di conservanti e coloranti.

Tre nuovi appuntamenti con la musica jazz approderanno nei prossimi giorni vicino a noi, in un tour di grande intensità espressiva che nasce dall’incontro tra il trombettista iracheno Amir ElSaffar e il trio Hyper+, formato da Nicola Fazzini al sax, Alessandro Fedrigo al basso e Luca Colussi alla batteria.

 

La prima tappa in programma è per questo sabato 24 marzo, alle ore 21, sul palcoscenico del San Vito Jazz di San Vito al Tagliamento.

Nei giorni a seguire, il tour arriverà al Jazz Area Metropolitana di Dolo, domenica 25 marzo, alle ore 14, per concludersi al Carambolage di Bolzano, lunedì 26 marzo, alle ore 21.

 

Nato a Chicago, ma di origini irachene, Amir Elsaffar suona la tromba e il santur (una cetra su tavola percossa), dedicandosi altresì all’esplorazione delle tecniche vocali mediorientali, per rendere ancora più originale il suo approccio alla musica jazz.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni