Home / Posts Tagged "CUAMM"

Oggi, lunedì 20 maggio, il treno arriva a Vicenza (e rimarrà sino a mercoledì 22) il Treno della Salute di Medici con l’Africa – CUAMM; ultima tappa del viaggio “per conoscere, prevenire, star bene” che lo ha portato in venti giorni nelle stazioni di nove città venete.

 

Alle ore 18:00 di lunedì, nella stazione ferroviaria del capoluogo berico, si terrà l’evento conclusivo dell’iniziativa, al quale parteciperanno, tra gli altri, l’assessore regionale ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti, che aveva anche salutato l’avvio del percorso alla stazione ferroviaria di Venezia, e il presidente del Consiglio Regionale del Veneto.

 

Cos’è il Treno della Salute

 

Il Treno della Salute di Medici con l’Africa – CUAMM è un progetto ideato dall’associazione “Ferrovieri con l’Africa”; progetto sostenuto dalla Regione del Veneto (80 mila euro sono stati stanziati su proposta dell’assessore alla sanità), con il supporto di Trenitalia e delle Aziende Ulss del Veneto.

 

Ogni vagone del treno ha una diversa funzione. In uno il CUAMM, prima Ong in campo sanitario riconosciuta in Italia e la più grande organizzazione italiana per la promozione e la tutela della salute delle popolazioni africane, sensibilizza sulle tematiche dell’emergenza umanitaria di carattere sanitario in quel continente.

 

I vagoni-laboratorio

 

Altri sono dedicati ai laboratori esperienziali, rivolti alle scuole primarie, sui temi dell’alimentazione e dell’attività motoria. Uno ospita i volontari che effettuano controlli della pressione arteriosa, della glicemia, del colesterolo, elettrocardiogrammi, ecc; un altro gli operatori delle Ulss venete che propongono valutazioni e consulenze su corretti stili di vita.

“Un esempio di come due servizi pubblici essenziali, quali i trasporti e la sanità, possano integrarsi. Fornendo ai cittadini un’occasione di grande utilità per occuparsi della propria salute ma anche di quella di chi vive in condizioni di estremo bisogno; facendo del bene a sé stessi attraverso la prevenzione, la conoscenza e il controllo, e agli altri attraverso la solidarietà”.

 

Con queste parole l’assessore regionale ai trasporti è intervenuta alla stazione ferroviaria di Santa Lucia a Venezia all’inaugurazione del Treno della Salute di Medici con l’Africa – CUAMM. Iniziativa ideata dall’associazione ‘Ferrovieri con l’Africa’ e sostenuta dalla Regione del Veneto (80 mila euro sono stati stanziati su proposta dell’assessore alla sanità); con il supporto di Trenitalia e delle Aziende Ulss del Veneto.

 

 

 

L’INIZIATIVA

 

“Un’esperienza che si ripete dopo il successo dell’edizione 2017 – ha sottolineato l’assessore – e che prevede la presenza di questo convoglio davvero multifunzionale, caratterizzato dallo slogan ‘conoscere, prevenire, star bene’, in tutti i capoluoghi di Provincia del Veneto, oltre che a Portogruaro e a Bassano del Grappa, offrendo la possibilità ai cittadini di controllare il proprio stato di salute, di conoscere quali sono le abitudini da far proprie per vivere in modo sano, ma anche di avvicinare giocosamente i bambini delle scuole a questi temi coinvolgendoli in laboratori didattici”.

 

L’assessore, dopo aver espresso stima e gratitudine al CUAMM e ai ‘Ferrovieri con l’Africa’ (“dove ci sono loro – ha detto – la solidarietà diventa gioia”), ha letto una lettera di saluto del presidente della Regione, il quale ha voluto sottolineare il valore di un progetto che punta a sensibilizzare la popolazione su aspetti essenziali quali la prevenzione e la diffusione della conoscenza dei più corretti stili di vita.

 

I VAGONI

 

I vagoni del Treno della Salute presentano funzioni diverse; in uno il CUAMM, prima Ong in campo sanitario riconosciuta in Italia e la più grande organizzazione italiana per la promozione e la tutela della salute delle popolazioni africane, sensibilizza sulle tematiche dell’emergenza umanitaria di carattere sanitario in quel continente.

 

Altri sono dedicati ai laboratori esperienziali, rivolti alle scuole primarie, sui temi dell’alimentazione e dell’attività motoria; uno ospita i volontari che effettuano controlli della pressione arteriosa, della glicemia, del colesterolo, elettrocardiogrammi, ecc. e un altro gli operatori delle Ulss venete che propongono valutazioni e consulenze su corretti stili di vita.

 

 

 

LE TAPPE

 

Dopo la partenza da Venezia, queste sono le future otto tappe del treno in altrettante stazioni venete: Padova, 3-5 maggio; Rovigo, 6-7 maggio; Bassano del Grappa, 8-9 maggio; Treviso Centrale, 10-12 maggio; Belluno, 13-14 maggio; Portogruaro, 15-16 maggio; Verona Porta Nuova, 17-19 maggio; Vicenza, 20-22 maggio.

 

Anche l’assessore alle infrastrutture e trasporti della Regione del Veneto domenica 27 maggio salirà sul “Treno della Solidarietà”, che da Treviso porterà al Lago di Santa Croce (BL), partecipando così all’iniziativa promossa da “Medici con l’Africa CUAMM” e dall’associazione “Ferrovieri con l’Africa” per sostenere il progetto “Prima le mamme e i bambini a Pujehun”, in Sierra Leone.

 

“La Regione patrocina questo progetto – sottolinea l’assessore – per il suo straordinario valore di solidarietà e attenzione nei confronti di comunità povere e prive anche dei servizi sanitari più essenziali. Ma è anche un modo per dire grazie ai Ferrovieri e al CUAMM per la loro generosità e per condividere con loro un’attività che ha prodotto in questi anni aiuti concreti in una terra dove ancora le mamme e i loro bambini possono morire per la mancanza di un trasporto adeguato”.

 

L’obiettivo specifico per il 2018 è, infatti, quello di potenziare le emergenze ostetriche e pediatriche verso l’ospedale di Pujehun, raggiungendo anche le aree più isolate e periferiche di quest’area della Sierra Leone.

 

Tornando a domenica, il viaggio solidale si svolgerà con un treno storico a vapore che caricherà i partecipanti e, per chi lo desidera, le loro biciclette.

 

 

Il programma della giornata sarà il seguente:

8:35 STAZIONE TREVISO CENTRALE

Carico biciclette e partenza

11:00 STAZIONE BELLUNO

Scarico biciclette e partenza per il Lago di Santa Croce (chi in bicicletta, chi a bordo del treno)

12:30 STAZIONE SANTA CROCE DEL LAGO

Arrivo con il treno

13:00 – 15:00 LAGO DI SANTA CROCE

Ristoro, animazione per bambini e intrattenimento musicale

17:00 STAZIONE SANTA CROCE DEL LAGO

Rientro per Treviso

 

NB: chi parteciperà alla pedalata (lungo un percorso ciclo-pedonale di 31 km, con un dislivello di 250 metri) scenderà con le proprie bici a Belluno, mentre chi preferisce camminare arriverà al capolinea e raggiungerà il luogo di ritrovo a piedi: tutti i partecipando sono attesi nel parco del lago, dove si terrà una festa con cibo, musica e intrattenimento per bambini.

 

 

Quota di partecipazione

La quota di partecipazione è a offerta libera, con un minimo di € 25 a persona.

I bambini fino ai 14 anni non pagano nulla.

La quota comprende:

– parcheggio metropark a Treviso.

– viaggio e trasporto bicicletta A/R con il treno a vapore

– spuntino lungo il viaggio

– rinfresco durante la sosta al Lago di Santa Croce

 

 

Per informazioni e prenotazioni:

Nicola Samà 313 8273931

Elio Zanni 313 8273916

 

 

Consigli e indicazioni per i partecipanti:

Durante il viaggio in treno verrà offerto uno spuntino.

Durante il percorso in bicicletta si è tenuti a rispettare il codice della strada.

È vivamente consigliato l’uso del casco.

Le biciclette devono essere in buone condizioni di manutenzione e con più rapporti per i tratti in salita.

Avere a seguito una camera d’aria di scorta idonea alla propria bicicletta.

Abbigliamento idoneo per possibili avversità meteo.

L’organizzazione declina qualsiasi responsabilità civile e penale durante la manifestazione.

Porta e offri: è possibile portare e condividere dolci, torte salate e altro durante la sosta al lago.

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni