Home / Posts Tagged "Centro odontoiatria"

Il prossimo 5 ottobre, il Centro di Odontoiatria e Protesi Dentale di Marghera incontra i bambini in età pediatrica (0-12 anni) per educarli all’importanza dell’igiene e della prevenzione orale.

 

A quanti anni si consiglia di fare la prima visita, a che età escono i denti permanenti, cos’è il morso incrociato, quando è necessario mettere l’apparecchio ortodontico e cosa fare in caso di affollamento tra i denti saranno alcune delle tematiche affrontate durante l’arco della giornata.

 

Data la presenza dei denti da latte, spesso si tende a sottovalutare la necessità di far conoscere ai bambini la figura del dentista già dai primi anni di vita, ignorando però che i disturbi dentali e gengivali possono manifestarsi già a questa tenera età.

 

Ospitato presso lo studio sito in Via Bernardo Canal 6, a partire dalle 9.30, l’evento vedrà lo staff del Centro mettersi a completa disposizione dei bambini per approfondire i vari aspetti di una regolare igiene orale, offrendo anche una prima visita di controllo gratuita che può essere prenotata al n. 041.931313.

Ci chiediamo spesso come sbiancare i denti rimuovendo il tartaro, le macchie e le carie dentali accumulati nel tempo. Denti bianchi e sani rappresentano infatti una delle caratteristiche più ambite, e non solo per un fattore estetico, ma anche per l’igiene dentale e la salute delle gengive.

 

La quotidiana pulizia dei denti però non basta, nemmeno se rafforzata dall’uso del collutorio e del filo interdentale. Talvolta, per avere denti bianchi bisogna ricorrere a un trattamento più profondo. Uno di questi è certamente lo sbiancamento dentale professionale.

 

Per riportare il colore dei denti al bianco e alla luminosità di un tempo, è possibile scegliere tra diverse tipologie di trattamenti sbiancanti, tra cui:

• sedute a base di perossido di idrogeno, applicato direttamente sulla superficie dentale;
• tecnologia White Dental Beauty, che rimuove le macchie in superficie e sbianca i denti dall’interno.

 

Riguardo l’utilizzo del perossido, niente paura. È un trattamento di pulizia denti molto efficace, che però richiede molta pazienza e molta attenzione durante il processo lavorativo, poiché non si tratta di un procedimento rapido e di solito necessita di un paio di applicazioni, ripartite in una o più sedute.

 

Altro discorso riguarda invece il White Dental Beauty, un trattamento che permette di sbiancare i denti tramite una tecnica associata all’uso di lampade o laser, che vanno a coadiuvare l’azione del gel.

 

Sebbene in tanti pratichino lo sbiancamento dei denti fai da te, rimettendosi ai diversi apparecchi di uso domestico disponibili in commercio, la cosa migliore per la propria pulizia dei denti resta quella di affidarsi a dentisti specializzati e agli igienisti dentali. Non solo per avere denti perfetti, ma anche per salvaguardare la propria salute.

 

Un consiglio per avere denti bianchi è di prendersene cura evitando, o perlomeno limitando, l’assunzione di cibi o bevande pigmentati come tè, caffè, bibite, caramelle, sughi, liquirizia, tabacco da masticare ecc… Senza dimenticare che la pulizia dei denti quotidiana è indispensabile contro la formazione del tartaro e delle carie.

 

Spesso e volentieri, per una questione di costi, le persone si affidano allo sbiancamento fai da te, navigando in rete alla ricerca di informazioni o tutorial.

Va però fatto presente che lo sbiancamento dei denti dovrebbe essere pensato con cura insieme ai professionisti del settore poiché, con i metodi casalinghi – specie se si usano sostanze improvvisate o inadatte – c’è il rischio di rovinare lo smalto. Al contrario, ogni dentista di fiducia sa bene come trattare i tuoi denti e cosa consigliarti per un sorriso ben curato e libero da tartaro e carie.

 

 

La Redazione ringrazia il Centro di Odontoiatria e Protesi Dentale per le informazioni accurate inviateci, che ci hanno permesso di realizzare questo articolo.

Nella nostra rubrica di Lifestyle, è tempo di parlare di igiene orale e prevenzione, cercando di capire quali sono le buone pratiche da adottare e quali invece le false credenze da cui prendere le distanze per preservare la salute dei nostri denti e prevenire nel migliore dei modi carie e gengiviti

 

La bocca non è certo un ambiente sterile. Al contrario, ospita oltre 700 specie diverse di batteri, alcune buone e altre cattive. Un buon equilibrio fra le due aiuta a mantenere denti e gengive sani. In certe condizioni, però, la proliferazione batterica cattiva può prendere il sopravvento e causare la comparsa di carie o di altri fastidi.

 

Se trascurata, la carie porta alla distruzione graduale dei tessuti duri del dente colpito (smalto e dentina). Questo processo, che ha origine dalla superficie dentale, si estende progressivamente in profondità, fino a raggiungere il tessuto pulpare. È in questo momento che la carie, finora asintomatica, comincia a manifestare i primi disturbi, come ipersensibilità a cibi e bevande caldi e freddi, alitosi e dolore alla masticazione.

 

In altre parole, nel momento in cui i batteri riescono a oltrepassare lo smalto e a raggiungere la dentina, l’azione erosiva si fa per loro più semplice e i danni compaiono più rapidamente.

 

Attenzione particolare va rivolta ai soggetti in età pediatrica, ossia la fascia più colpita, poiché lo smalto dei denti da latte è meno resistente di quello dei denti definitivi. Inoltre, i bambini sono soliti consumare più frequentemente dolciumi, succhi di frutta, bibite gassate e merendine: tutti alimenti che possiedono una grande quantità di zucchero.

 

Proprio lo zucchero stimola infatti la produzione di sostanze acide da parte dei batteri. Sostanze, queste, in grado di aderire al dente e di penetrare lo smalto che normalmente lo protegge: da qui ha inizio la carie.

 

Una disattenta igiene orale è perciò la causa primaria della formazione di carie, perché favorisce il deposito della placca batterica.

 

Buona regola sarebbe accompagnare allo spazzolino (almeno una volta al giorno) anche l’uso del filo interdentale, che aiuta a rimuovere la placca dalle zone laterali dei denti. Molari, premolari e incisivi superiori sono quelli più a rischio, perché più difficili da pulire.

 

Un valido alleato potrebbe essere altresì il dentifricio al fluoro, che aiuta a prevenire le infezioni dentali, rallentando la distruzione dello smalto e favorendo allo stesso tempo la sua remineralizzazione.

 

Insomma, una quotidiana e corretta igiene orale dopo ogni pasto è la strategia preventiva più efficace. Assieme ad essa, una visita di controllo periodica dal dentista può aiutarti a individuare in tempo la presenza di carie e di altre anomalie, evitando così di dover ricorrere a pratiche più invasive quando potrebbe essere già tardi.

 

Uno stadio avanzato della carie può portare infatti anche ad ascessi e a infezioni che, se non presi in tempo, potrebbero rendere necessaria la devitalizzazione o addirittura l’estrazione del dente cariato.

Il tipo di trattamento di cura cui sottoporsi dipende comunque dalla gravità della situazione.

 

In zona sono presenti molti centri odontoiatrici che si prendono cura della nostra salute orale. Uno di questi è il Centro di Odontoiatria e Protesi Dentale con sede a Marghera.

 

 

La Redazione ringrazia il Centro di Odontoiatria e Protesi Dentale per le informazioni accurate inviateci, che ci hanno permesso di realizzare questo articolo.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni