AmbienteRegioneSlide-main

Zanoni (PD): “Rifiuti, dobbiamo cambiare rotta. Illustrato il progetto di legge per incentivare porta a porta e riciclo, lotta all’usa e getta e agli imballaggi in plastica”

2 minuti di lettura

“La raccolta differenziata non basta: il Veneto è una Regione virtuosa, ma per avere risultati significativi serve uno scatto in avanti incentivando il ‘porta a porta’ e l’uso di prodotti ecologici. La quantità di rifiuti va abbattuta e possiamo farlo solo puntando in maniera convinta sulle quattro ‘erre’: riduzione, riutilizzo, riciclo e recupero. È una battaglia indispensabile anche per combattere l’inquinamento e i cambiamenti climatici”. È quanto afferma Andrea Zanoni, consigliere del Partito Democratico e primo firmatario del Pdl ‘Interventi in materia di raccolta di rifiuti urbani e di incentivazione all’uso di prodotti ecologici’ illustrato oggi in una conferenza stampa a cui ha partecipato il presidente del Forum Rifiuti Zero, Michele Boato. Forum che ha elaborato la proposta attraverso numerosi incontri svoltisi a Padova presso la sede dei Beati Costruttori di Pace di Don Albino Bizzotto, punto di riferimento di molte associazioni e comitati. Il progetto di legge è stato sottoscritto dall’intero gruppo PD, oltre che dagli esponenti del M5S, Civica per il Veneto, Liberi e Uguali, Forza Italia – Veneto per l’autonomia e Italia in Comune.
 
“Con il sistema di raccolta tramite cassonetti la differenziata resta mediamente sotto al 40%, mentre con il passaggio al porta a porta molti Comuni hanno già superato l’80%, obiettivo che ci proponiamo di raggiungere ovunque entro il 2025 – ha esordito Zanoni – Oltre all’impatto ambientale non va sottovalutato neanche quello economico: in Italia il costo medio di conferimento del residuo secco indifferenziato è pari a 140 euro a tonnellata e con il porta a porta si potrebbe ottenere una diminuzione dello smaltimento in discarica sino al 75%”.
 
Il progetto di legge prevede la raccolta domiciliare per carta e cartone, multi-materiale come vetro, plastiche, tetrapak, barattoli in metallo; organico e verde ovvero scarti alimentari e vegetali; oli esausti; pannolini e pannoloni e oggetti ingombranti, oltre alla fornitura a chi lo richiede di contenitori per il compostaggio domestico. “C’è poi il problema degli imballaggi e dell’enorme quantità di plastica che poi deve essere smaltita, a partire dalle bottigliette d’acqua. Per questo chiediamo di fornire nelle mense scolastiche e negli edifici pubblici brocche e bottiglie di vetro, somministrando acqua dell’acquedotto, così come la diffusione di distributori automatici di latte alla spina”.
 
Ma il Pdl chiama in causa anche gli acquisti nella pubblica amministrazione: “Regione, enti strumentali e Ulss adottino il sistema degli acquisti verdi attraverso l’adesione alla procedura Green Public Procurement (GPP) che privilegia l’acquisto di prodotti con materiale riciclato e dal 1° gennaio 2020 in tutte le loro sedi, si avvi la raccolta differenziata e il recupero dei toner delle stampanti e degli altri rifiuti speciali che possono essere rigenerati. “Capisco che l’usa e getta è più pratico, ma è impensabile andare avanti su questa strada. È urgente cambiare, lo dobbiamo alle nuove generazioni. Mi auguro che la maggioranza lo capisca – conclude Zanoni – e che il Pdl venga calendarizzato al più presto e approvato entro fine anno”.

Articoli correlati
NewsSaluteSlide-mainTreviso

Dose "booster" per Carolyn Smith alla presenza del presidente Zaia e del generale Figliuolo

1 minuti di lettura
All’avvio della terza dose della campagna vaccinale anti Covid all’hub di Villorba una testimonial d’eccezione: si tratta di Carolyn Smith, coreografa, ex…
MoglianoRegioneSlide-main

Bocciofila Concordia Moglianese, inaugurato il nuovo impianto di raffrescamento

1 minuti di lettura
Grande giornata ieri per Mogliano Veneto e per la storica Bocciofila Concordia Moglianese. 270 atleti provenienti da varie regioni del nord Italia…
CasierCulturaRegioneSaluteSlide-mainTempo liberoTurismo

Benessere Donna, il nuovo corner della biblioteca comunale di Casier

1 minuti di lettura
Mens sana in corpore sano. La biblioteca di Casier inaugura, giovedì 23 settembre alle 21.00, il nuovo corner Benessere Donna, un vero…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!