MusicaSlide-mainTreviso

Vikram Francesco Sedona, giovane promessa del violino, domani al Del Monaco

3 minuti di lettura

Martedì 23 aprile il talento del giovane violinista trevigiano, accompagnato dall’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta diretta da Massimo Raccanelli, sarà protagonista di un concerto sinfonico dedicato alla grande musica romantica.

TREVISO – Cala il sipario sulla stagione concertistica 23/24 del Teatro Mario Del Monaco con un appuntamento dedicato alla grande musica romantica intitolato “Giovani promesse”. Protagonista del concerto sinfonico in programma martedì 23 aprile alle ore 20 sarà infatti il giovanissimo violinista trevigiano Vikram Francesco Sedona, vincitore assoluto del 32° Concorso per violino Città di Vittorio Veneto. Ad accompagnarlo sul palcoscenico anche l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta guidata dal maestro Massimo Raccanelli.

Il programma del concerto del 23 aprile vedrà nella prima parte il giovane Vikram Francesco Sedona interpretare il Concerto in Re maggiore per violino e orchestra op.77 di Johannes Brahms, pietra miliare della letteratura violinistica e musicale dell’Ottocento. Scritto nel 1878 per e in collaborazione con Joseph Joachim – tra i maggiori violinisti della sua epoca – è improntato alla serenità, dopo la problematica gestazione della Prima Sinfonia e lontano dalla drammaticità dei concerti per pianoforte. Nei canonici tre movimenti si dipana un tenero lirismo, che include anche i passaggi più tecnicamente impervi, il tutto in una struttura formale perfettamente classica di ambizioni sinfoniche. Nella seconda parte del programma, il talentuoso violinista sarà accompagnato dall’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta nell’esecuzione della Sinfonia n.7 op.92 di Ludwig van Beethoven, penultima fatica sinfonica del periodo eroico del compositore tedesco, precedente alla crisi che lo investe a partire da quello stesso 1812. La trascinante esuberanza ritmica che la contraddistingue venne accolta come stravaganza e mancanza di misura, con il suo inarrestabile crescendo metrico che trova pace solo nel secondo movimento (Allegretto) con il suo malinconico pulsare, uno dei suoi movimenti sinfonici più toccanti, regolarmente replicato nelle esecuzioni ottocentesche.

Orchestra Regionale Filarmonia Veneta

Per inquadrare meglio il contesto musicale, alle ore 19 al Ridotto del Teatro, per appassionati e curiosi si terrà un incontro di introduzione al programma condotto da Mauro Masiero.

I biglietti per il concerto sono in vendita presso la biglietteria del Teatro Mario Del Monaco e online sul sito www.teatrostabileveneto.it


Teatro Mario Del Monaco | Treviso

23 aprile 2024 ore 20

Giovani Promesse. Concerto sinfonico

Vikram Francesco Sedona, violino

Orchestra Regionale Filarmonia Veneta

Massimo Raccanelli, direzione d’orchestra


Il programma

Johannes Brahms

Concerto in Re maggiore per violino e orchestra op.77

Ludwig van Beethoven

Sinfonia n.7 op.92

Durata 1h 30’ + 15’ di intervallo


Vikram Francesco Sedona nasce a Treviso e inizia lo studio del violino all’età di sei anni. Si diploma al conservatorio di Venezia, frequenta i corsi di perfezionamento all’Accademia di Pinerolo, per poi proseguire i suoi studi musicali all’Università di musica di Graz e all’Accademia Perosi di Biella, proiettandosi sulla scena musicale internazionale. Nel 2017 e nel 2018 vince i concorsi internazionali Andrea Postacchini e George Enescu ottenendo in quest’ultimo i tre premi speciali. Nel 2019 la giuria del Concorso Internazionale Valsesia Musica gli attribuisce il Primo Premio e nel 2020 riceve il diploma di laurea all’Elmar Oliveira International Violin Competition negli USA. Ha suonato in importanti contesti internazionali, tra cui il Festival de Radio France Occitanie Montpellier e in prestigiose sale da concerto come l’Ateneo Romeno e la Sala Radio di Bucarest, la NOSPR di Katowice, Le Corum di Montpellier e le Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia.

Nata nel 1980, l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta è stata per anni la protagonista delle stagioni lirico-concertistiche dei teatri di Treviso, Rovigo e della manifestazione Operafestival di Bassano del Grappa, oltre ad essere stata la principale collaboratrice della Bottega Internazionale per giovani cantanti e musicisti sotto l’eccezionale guida di Peter Maag. Oltre alla sua attività nei principali teatri italiani, l’ORV partecipa a numerosi festival nazionali ed internazionali. Nel 2022 ha chiuso le celebrazioni per i 1600 anni della Fondazione di Venezia con un concerto tenutosi al Gran Teatro La Fenice. Nel 2022 l’Orchestra ha ideato il progetto Gocce Musicali per la Natura: cinque concerti all’anno per le stagioni ‘22, ‘23 e ‘24 dove musicisti di fama internazionale affrontano in musica importanti tematiche ambientali. Le stagioni 22/23 hanno visto protagonisti di rilievo quali Leonora Armellini, Giovanni Sollima, Alessandro Carbonare, Mario Stefano Pietrodarchi, Alessio Allegrini, Sonig Tchakerian, Danilo Rossi e Arsenii Mun. Dal 2023 collabora come orchestra residente per le Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza.

Articoli correlati
MondoSlide-mainSociale

Giornata Mondiale dei Bambini: riflessioni e impegni per un futuro migliore

2 minuti di lettura
Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della Disciplina dei Diritti Umani (CNDDU), in occasione della Prima Edizione della Giornata Mondiale dei Bambini, propone…
AttualitàItaliaSlide-main

L'ipotesi del servizio civile o militare obbligatorio

1 minuti di lettura
Due opzioni, a scelta, per sei mesi: impegno civile o formazione militare. La Lega ha avanzato una nuova proposta di legge per…
Città Metropolitana di VeneziaSlide-mainVenezia

Nuove strade a Venezia: tra i nomi Giulia Cecchettin e Don Armando Trevisiol

2 minuti di lettura
La Giunta comunale ha deliberato dieci nuove intitolazioni di strade, rotonde e parchi, onorando figure significative che hanno lasciato un’impronta indelebile nella…