MargheraSlide-mainVenezia

Via libera dalla Giunta alla variante per la realizzazione del nuovo Distretto socio sanitario Ulss 3 a Marghera

1 minuti di lettura
La Giunta comunale, riunitasi oggi, ha licenziato, su proposta dell’assessore all’Urbanistica Massimiliano De Martin e dell’assessore alle Politiche Sociali Simone Venturini, la delibera di Consiglio comunale che prevede l’adozione di una variante al Piano degli interventi necessaria per la modifica della zonizzazione dell’area dove verrà realizzato il nuovo Distretto socio sanitario in Piazza Municipio a Marghera, area su cui oggi insiste l’ex Asilo Sacro Cuore. La variante al Piano degli Interventi inoltre prevede la modifica della zonizzazione del lotto su cui insiste l’attuale Distretto sanitario in via Tommaseo (blocchetto di tre piani già inserito in contesto residenziale) che, su richiesta dell’Azienda Ulss 3 Serenissima, verrà valorizzato con destinazione residenziale. “Marghera avrà così un nuovo distretto sanitario, centrale, moderno, collegato perfettamente con i mezzi pubblici e funzionale – commenta l’assessore Venturini. Si tratta di un’operazione attesa da tanto tempo per la quale l’ULSS 3 Serenissima, la Regione e il Comune hanno lavorato di concerto e senza sosta. Con questa delibera si conclude una prima fase, che ha visto la valutazione di ogni possibile alternativa all’attuale distretto di via Tommaseo, compresa la sua ristrutturazione, e ne inizia una seconda: la progettazione e la realizzazione del nuovo distretto in tempi veloci. Siamo grati all’ULSS 3 e alla Regione per aver colto l’importanza di questa struttura e la grande attenzione che la cittadinanza di Marghera ha per questa struttura. Tale operazione consentirà anche di dare nuova vita ad un’area centrale ma chiusa da tempo e a rischio degrado. I servizi sanitari erogati nell’attuale distretto non subiranno così nessuna interruzione: la sede di via Tommaseo continuerà infatti ad operare fino all’entrata in funzione del nuovo distretto”. “Un passaggio fondamentale, che permette di completare il cammino preparatorio – sottolinea il direttore generale Edgardo Contato – e consente all’Ulss 3 Serenissima di proseguire nel suo obiettivo di edificare la nuova sede. Questo progetto si inserisce, grazie al PNRR, in un vasto piano di razionalizzazione che impegna l’Azienda sanitaria e che disegna la mappa della sanità territoriale del futuro, a Mestre e Marghera, ma non solo in queste aree, e anzi in una rete diffusa che si sta via via realizzando”.
Articoli correlati
Slide-mainSportVeneto

Sciabola, Alessandra Nicolai campionessa italiana U17. Fioretto e spada, bronzo per Matilde Molinari, Greta Collini e Dario Benetti

3 minuti di lettura
Si sono aperti ieri a Catania i Campionati Italiani Cadetti e Giovani con le prime tre gare dedicate alle prove di fioretto…
Slide-mainTurismoVeneto

Alto Sile by Bike: 5 Comuni insieme per promuovere il turismo e la scoperta delle bellezze naturalistiche con una biciclettata aperta a tutti

2 minuti di lettura
L’unione fa la forza…ma anche il divertimento. È questo lo spirito della prima edizione di Alto Sile by Bike in programma per…
SaluteSlide-mainVeneto

IOV mondiale: parte REGOMA2, il primo studio al mondo per attaccare e curare il glioblastoma

4 minuti di lettura
Regorafenib associato alla terapia standard. Ecco la nuova frontiera per la cura di uno dei tumori cerebrali più aggressivi. La sperimentazione, che…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!