Marca TrevigianaSlide-main

Vescovo Tomasi visita Alternativa Ambiente

2 minuti di lettura

Vescovo Tomasi: “Qui attraverso il lavoro, si alimenta la bellezza delle persone”

Carbonera (TV) – «Vorrei che la Diocesi potesse vedersi così come in momenti come questo la vedo io, che anche oggi ho incontrato tanto bene e tanta positività che spesso dimentichiamo a causa di mille problemi che conosciamo tutti, ma non dovremmo mai dimenticare che quel che c’è di buono è molto più grande dei problemi stessi». Così il vescovo Michele Tomasi ha commentato la sua lunga visita dei giorni scorsi ad Alternativa Ambiente cooperativa sociale, sia nella sede di Vascon di Carbonera, dove lo ha accolto anche la sindaca Federica Ortolan, sia in quella di Vacil di Breda di Piave, che in Casa Famiglia San Giuseppe a Lancenigo di Villorba, guidato da Marco Toffoli e Fabio Baseggio, presidente e vicepresidente della cooperativa stessa.

«Una visita attesa da molto tempo» ha commentato il presidente Toffoli «poiché spesso abbiamo incontrato il vescovo Tomasi nel carcere di Treviso, dove coordiniamo il polo occupazionale, ripromettendoci di fargli conoscere la nostra articolata realtà. E le ore che ci ha dedicato, nonostante il momento di dolore personale e della diocesi tutta per la morte del vescovo emerito Gardin, sono state un grande privilegio di cui siamo profondamente grati, sia per l’attenzione che ha dedicato all’ascolto dei tanti operatori che ha incontrato, sia per la spontaneità con cui ha donato sorrisi e parole amichevoli alle tante persone fragili che ha incrociato. Desideravamo condividere con lui la vita quotidiana della cooperativa e lui non si è sottratto a camminare tra i campi, a visitare la Bottega-Giardino e il laboratorio di pasticceria, a pranzare in mensa tra soci-lavoratori e ospiti delle strutture residenziali. Ma anche a visitare El Magazen che presenta le chitarre elettriche Claustrofobico realizzate dai detenuti del carcere di Treviso, accettandone in dono una poiché conosciamo la sua passione per la musica; a entrare in uffici e capannoni per stringere la mano di ogni lavoratore presente e anche a visitare anche Casa Famiglia San Giuseppe e condividere un momento di preghiera e raccoglimento con gli ospiti nei pressi della quercia da poco piantata in ricordo del piccolo Matteo Vidali. È stata una giornata preziosa e illuminante per tutti noi».

«Visitare con la competente guida di presidente e vicepresidente gli spazi, la struttura e soprattutto dialogare con le persone è stato un dono grande», ha affermato ancora il vescovo Tomasi. «Aver incontrato tanti volti di chi lavora, di chi collabora, di chi nonostante le difficoltà trova un modo per sentirsi utile e partecipare davvero alla vita della nostra società mi ha fatto toccare con mano la rilevanza del servizio reso da Alternativa Ambiente, che attraverso il lavoro alimenta davvero la bellezza delle persone. E credo che questo sia il modo migliore per farlo». E, congedandosi, ha espresso anche una percezione e una speranza: «Alternativa Ambiente è una serie di fili della tessitura di un territorio buono, dove la bontà è intelligentemente al servizio della persona. Spesso le realtà di così grande valore sono un po’ frammentate tra loro: sono certo che, collaborando maggiormente, potrebbero far letteralmente esplodere il bene e riusciremmo a raccontare il nostro tempo in maniera meno catastrofica di come avviene oggi. E ad essere un grande strumento di pace».

Articoli correlati
AttualitàIntravisti per voiPrima FilaSlide-main

Matrimonio con Sorpresa

1 minuti di lettura
Matrimonio con Sorpresa è un film diretto da Julien Hervé e ci narra la storia di una coppia di fidanzati, Alice Bouvier…
ItaliaSlide-mainSportVideo

A 90 minuti da EURO2025

3 minuti di lettura
L’Italia di Soncin pareggia 0-0 in Olanda. Ora si giocherà la qualificazione diretta a Euro 2025 nell’ultima partita con la Finlandia SITTARD…
Economia&LavoroItaliaSlide-mainVeneto

Il Veneto rinforza la sua presenza in Federmeccanica

2 minuti di lettura
La recente elezione di sette rappresentanti veneti nel Consiglio Generale per il biennio 2024-2026 rafforza ulteriormente la presenza veneta in un settore…