Slide-mainVenezia

Venezia mira a favorire la residenzialità dei giovani under 30 e under 40

3 minuti di lettura

Incentivare la residenzialità, facilitando la possibilità di abitare nel centro storico di Venezia ai giovani: con questo obiettivo la Giunta comunale, su proposta della vicesindaco Luciana Colle, ha approvato nei giorni scorsi una delibera con cui si indicono due bandi pubblici per l’assegnazione di 57 alloggi comunali situati a Venezia centro storico, rivolti a giovani e a giovani coppie con reddito medio-basso.
 
Nello specifico, sarà indetta una gara pubblica cui potranno partecipare cittadini under 30 per la locazione di 28 alloggi (in parte ripristinati grazie ai fondi Pon Metro) esclusi dall’ambito dell’edilizia residenziale pubblica e ci sarà un secondo bando che si concentrerà invece su coppie under 40 con reddito ISEE non superiore a 30mila euro e non inferiore a 13mila. In questo caso saranno messi a gara 29 alloggi a canone agevolato.
 
Entro la fine di agosto – ha spiegato l’assessore alla Coesione sociale Simone Venturini – pubblicheremo due bandi complementari, diversi per target e per modalità, con quella comune finalità che il sindaco Luigi Brugnaro ha più volte evidenziato tra le priorità di questa Amministrazione: far sì che a Venezia si riesca a dare degli spazi al ceto medio e soprattutto alle giovani coppie, a cui lo strumento dell’Erp non riusciva a dare soddisfazione. Nel corso dell’ultimo anno l’Amministrazione comunale ha stanziato oltre 7 milioni di euro per arrivare, entro il 2020, alla ristrutturazione di tutti gli alloggi di edilizia pubblica presenti nel centro storico di Venezia. Questi 57 alloggi fanno parte di questo progetto e ora provvederemo a consegnarli individuando le caratteristiche più adatte per ogni tipologia di bando”.
 
 
Il bando di gara per under 30
Per quanto riguarda il bando rivolto ad under 30, la delibera concentra l’attenzione su giovani, soprattutto neolaureati, che intendono vivere in centro storico. Il contratto avrà durata di 4 anni a canone estremamente contenuto più altri 4 anni a canone intero. Parte del canone incamerato dal Comune nei primi 4 anni sarà accantonato e resitituito al termini dei primi 4 anni qualora il giovane nucleo lasci l’immobile vavendo trovato altre soluzioni.
 
Gli alloggi saranno destinati alla locazione in regime di social housing e saranno così situati:
– 7 a Dorsoduro, Santa Croce, San Polo, Giudecca;
– 13 a San Marco, Sant’Elena-Castello, Cannaregio;
– 1 a Lido, Malamocco, Alberoni;
– 5 a Lido-Alberoni (alloggi nuovi);
– 2 a Murano.
 
I criteri di punteggio per la formazione della graduatoria favoriranno principalmente i nuclei under 30 e under 25, le persone neolaureate e/o con attività lavorativa in città.
 
“La grande innovazione – ha spiegato la vicesindaco Colle – sta nella formulazione del bando. I primi quattro anni vedranno il canone calcolato in base alla Legge 431/98 scontato dell’80% perché vogliamo agevolare i giovani che iniziano la loro esperienza nel mondo del lavoro e magari non hanno la possibilità di pagare un canone a prezzo pieno. Una parte della quota scontata verrà accantonata in un fondo infruttifero che se il ragazzo o la coppia deciderà di lasciare l’alloggio gli verrà corrisposta. Se invece la persona resterà per altri quattro anni pagherà il canone pieno”.
 
“Il nostro riferimento è il modello Boston – ha aggiunto Venturini – favorendo i giovani che a Venezia si laureano e vogliono rimanerci a vivere. Vogliamo offrire loro la possibilità di avere un appartamento per crearsi una vita in città al primo ingresso nel mondo del lavoro. Per questo la tariffa è molto scontata e il contratto è con la formula del quattro più quattro”.
 
 
Il bando di gara per coppie under 40
In merito al bando per la locazione di 29 alloggi non Erp, situati sempre in centro storico, saranno favoriti i nuclei giovani under 40, con attività lavorativa nell’ambito della Città metropolitana, e saranno attribuiti punteggi aggiuntivi per nuclei con figli a carico e nuclei con sfratto per finita locazione.
 
Il posizionamento degli alloggi sarà a:
Dorsoduro, Santa Croce, San Polo, Giudecca
– 1 alloggio da 1 camera;
– 4 alloggi da 2 camere;
– 2 alloggi da 3 camere.
 
San Marco, Sant’Elena-Castello, Cannaregio
– 1 alloggio da 1 camera;
– 12 alloggi da 2 camere.
 
Lido, Malamocco, Alberoni
– 1 alloggio da 1 camera;
– 1 alloggio da 2 camere;
 
Lido, Alberoni (alloggi nuovi)
– 4 alloggi da 2 camere;
– 1 alloggio da 3 camere;
 
Murano
– 2 alloggi da 2 camere.
 

Articoli correlati
AnimaliSlide-mainTreviso

Treviso, lasciano il gatto in casa senza cibo e acqua e partono per le vacanze in Colombia

2 minuti di lettura
Recuperato da Vigili del Fuoco e Polizia Locale di Treviso, ora è con l’Enpa di Treviso. Ha pianto disperatamente con tutta la…
CulturaItalia MondoSlide-main

L'Italia restituisce al Messico 30 reperti archeologici

1 minuti di lettura
Torna in Italia l’archivio dello scultore Ferrari, autore del Giordano Bruno a Campo dei Fiori. Franceschini: gesto concreto di diplomazia culturale. Tre…
AmbienteIstruzioneNaturaSlide-mainSostenibilitàSpecialiSpettacolo

Jova Beach Party 2022 all'insegna dell'ambiente con Ri-Party-Amo

2 minuti di lettura
Nata dalla collaborazione tra il Jova Beach Party, Intesa Sanpaolo e WWF Italia, la grande iniziativa ambientale per pulire e recuperare 20…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!