Home / Economia  / Politica  / Valeria Salvati sull’avanzo di amministrazione del comune di Preganziol

Valeria Salvati sull’avanzo di amministrazione del comune di Preganziol

La candidata sindaco, Valeria Salvati, condivide con la nostra redazione il seguente comunicato:   "Visti gli ingenti avanzi di parte corrente che il sindaco Galeano ha fatto accumulare al Comune nel suo quinquennio di mandato e visto che un punto di addizionale

La candidata sindaco, Valeria Salvati, condivide con la nostra redazione il seguente comunicato:

 

“Visti gli ingenti avanzi di parte corrente che il sindaco Galeano ha fatto accumulare al Comune nel suo quinquennio di mandato e visto che un punto di addizionale IRPEF pesa circa 280.000 euro nel bilancio del comune, posso senz’altro valutare se sarò sindaco la riduzione delle imposte per tutti i cittadini di Preganziol.

 

La proposta sta nel fatto che un amministratore non può chiedere ai suoi cittadini tasse, come ha fatto Galeano in questi 5 anni di mandato, per poi mandarle in avanzo (attualmente l’avanzo totale è di 6.743.850 euro).

 

È inaccettabile e denota l’incapacità programmatica di questo sindaco e giunta, cui abbiamo assistito soprattutto nei lavori pubblici: 5 anni di pressoché totale inerzia ora tutto concentrato in questi giorni per motivi elettoralistici. In particolare la riasfaltatura delle strade del centro storico mentre quelle delle frazioni sono dissestate come a Roma. 

 

Dopo due giorni di pioggia, com’è in questo periodo, le strade sono come bombardate, veri e propri crateri lunari. Da est a ovest da nord a sud, non c’è località del nostro territorio  immune da segnalazioni  per le vie dissestate, per l’asfalto sfaldato e  per veri e propri crateri. La pioggia che filtra dalla tetto sforacchiato della scuola elementare Giovanni 23° è l’ennesimo esempio della insufficiente gestione del patrimonio comunale che in quanto tale è di tutti i cittadini. Verrebbe da non crederci, ma è così.  

 

I cittadini non vanno presi in giro e se non si riescono a impiegare le loro imposte allora bisogna ridurle. Abbiamo lo spazio per portare l’addizionale comunale sicuramente dallo 0,8% attuale allo 0,7%, se non anche allo 0,6%, visti questi dati di bilancio.

 

Guardiamo al futuro con occhi diversi….”

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni